La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Trasferimenti delle aziende Dott. Agostino Siviero 05 ottobre 2010 CCIAA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Trasferimenti delle aziende Dott. Agostino Siviero 05 ottobre 2010 CCIAA."— Transcript della presentazione:

1 Trasferimenti delle aziende Dott. Agostino Siviero 05 ottobre 2010 CCIAA

2 DEFINIZIONE DI AZIENDA L'art del c.c. definisce l'azienda come il complesso dei beni organizzati dall'imprenditore per l'esercizio dell'impresa.

3 Il trasferimento dellazienda deve necessariamente riguardare un complesso di beni funzionalmente idoneo allesercizio dellimpresa.

4 Le cessione di singoli beni funzionalmente legati per lesercizio di unimpresa Ad un medesimo soggetto In un arco temporale limitato Assoggettando ad iva le singole cessioni Può configurare ai fini fiscali una cessione dazienda

5 I BENI POSSONO ESSERE: Matriali (ad esempio:Immobili, attrezzature, crediti, debiti, rimanenze di magazziono). Immateriali (ad esempio diritti di brevetto, avviamento) Di proprietà in virtù di un diritto reale Posseduti a qualsiasi altro titolo (ad esempio locazione, anche finanziaria, comodato)

6 NON E NECESSARIO CHE LAZIENDA SIA IN FUNZIONE Esempi: Limprenditore dispone delle attrezzature ed ha ottenuto leventuale autorizzazione amministrativa ma non ha ancora iniziato lattività; Lattività aziendale potrebbe essere sospesa per qualsiasi motivo (ad esempio a causa di una malattia dellimprenditore)

7 IL TRASFERIMENTO DELLAZIENDA O DI UN SUO RAMO PUO AVVENIRE CON VARIE MODALITA Qui vengono indicate le principali ma non uniche modalità: La cessione Il conferimento in società Laffitto Ovvero anche il trasferimento di quote o azioni di una società che possiede lazienda

8 DIFFERENZE TECNICHE Nella CESSIONE i beni costituenti lazienda vengono trasferiti in cambio di un corrispettivo in genere denaro Nel CONFERIMENTO beni costituenti lazienda vengono trasferiti in una società che per pari importo aumenta il capitale sociale emettendo quote o azioni che vengono assegnate al conferente quale corrispettivo. NellAFFITTO i beni costituenti lazienda restano di proprietà del concedente che riceve un canone per il loro uso Nella CESSIONE DI QUOTE O AZIONI viene trasferita la società che possiede lazienda

9 Aspetti civilistici della cessione (ed anche del conferimento) Latto di cessione - devessere redatto nella forma di scrittura privata autenticata nelle firme da notaio se vengono trasferiti solo beni mobili - devessere atto pubblico notarile se vengono trasferiti anche immobili Lacquirente risponde in solido con il cedente per i debiti sorti dalla gestione del cedente o conferente fino alla data del trasferimento Il trasferimento non può essere invocato come causa per il licenziamento dei dipendenti. Lacquirente ed il conferitario subentrano nei rapporti di lavoro

10 Aspetti fiscali della CESSIONE DAZIENDA Imposte Indirette: Latto di cessione è soggetto a Imposta di Registro con aliquota proporzionale (3% su beni mobili e 8% oltre ad ipotecarie e catastali su beni immobili) La base imponibile è il valore dellazienda, un valore che può discostarsi dal corrispettivo scambiato tra le parti

11 (segue) Aspetti fiscali della CESSIONE DAZIENDA Imposte Dirette (IRPEF o IRES) La cessione dazienda è operazione realizzatrice di plusvalenza La plusvalenza è data dalla sommatoria algebrica delle plusvalenze e delle minusvalenze tratte da ogni singolo bene costituente lazienda La plusvalenza o minusvalenza sono date dalla differenza tra il costo fiscalmente deducibile ed il corrispettivo pattuito per ogni singolo bene costituente lazienda

12 Periodo di possesso dellazienda Se lazienda è posseduta da meno di tre anni La tassazione diretta viene tassata nellesercizio in cui ha effetto la cessione Se lazienda è posseduta da più di tre anni La plusvalenza può essere ripartita in quote uguali fino a cinque esercizi Se il cedente è imprenditore individuale può chiedere la tassazione separata

13 Trasferimento dellazienda condotta dallimprenditore individuale sotto forma di impresa familiare ai sensi dellart. 230 bis c.c. Il collaboratore familiare ha un diritto di credito la plusvalenza realizzata va ripartita tra il titolare dellimpresa ed il collaboratore familiare ( Nota Ministeriale del 17/7/1997 Prot. 984)

14 Aspetti civilistici del conferimento dazienda Il soggetto conferitario deve essere necessariamente una SOCIETA di persone o di capitali Latto di conferimento è rappresentato da una decisione dei soci in una società di persone ed una assemblea straordinaria per le società di capitali Con la decisione dei soci o lassemblea straordinaria il capitale sociale della conferitaria viene aumentato di un valore pari a l netto di cessione concordato tra le parti o risultante da apposita perizia asseverata

15 (segue) Aspetti civilistici del conferimento dazienda Nel conferimento in una società di persone il valore dellazienda viene determinato di comune accordo tra le parti Nel conferimento in società di capitali la determinazione del valore dellazienda deve essere necessariamente determinato da un perito che deve asseverare la sua stima e risponde della sua valutazione.

16 Aspetti fiscali del conferimento dazienda Imposte indirette Iatto di conferimento dazienda assolve imposta di registro in misura fissa e non proporzionale Imposte dirette (IRPEF o IRES) Il conferimento dazienda non è operazione realizzatrice di plusvalenze (art.176 TUIR) La partecipazione ricevuta è assunta al valore fiscale dei beni conferiti E consentita liscrizione in bilancio della conferitaria dei maggiori valori di perizia ed in tal caso è richiesto un prospetto di raccordo ai fini fiscali

17 (segue) Aspetti fiscali del conferimento dazienda Il conferimento dazienda e la successiva cessione delle quote o azioni ricevute non costituisce operazione elusiva ai sensi dellart. 37bis del DPR 600 Attenzione: La cessione delle quote ricevute immediatamente successiva al conferimento ha generato accertamento ai fini dellimposta di registro, configurando per laccertatore una cessione dazienda attuata con un diverso strumento.

18 Aspetti civilistici dellaffitto dazienda Il contratto deve essere stipulato per scrittura privata autenticata nelle firme da notaio Il subentro nei rapporti di lavoro e le relative responsabilità per il conduttore sono simili a quelle della cessione e del conferimento Le parti possono limitare ed eliminare le responsabilità del conduttore per i debiti sorti durante la gestione del concedente. Il contratto, se comprende anche immobili non soggiace ai vincoli della legge sullequo canone

19 (segue) Aspetti civilistici dellaffitto dazienda Il contratto deve descrivere i beni consegnati e determinare i loro valori al momento della consegna Alla fine del contratto va redatto linventario e valutati i beni restituiti Le differenze inventariali vanno regolate in danaro Latto è complesso ed è opportuno che vengano ben regolati gli obblighi reciproci per le manutenzioni, le dismissioni, le sostituzioni ed i nuovi acquisti.

20 Aspetti fiscali dellaffitto dazienda I mposte Indirette Il canone di locazione è soggetto: - ad imposta proporzionale di registro se il concedente è persona fisica non imprenditore - soggetto ad iva se il concedente è imprenditore Se il contratto comporta lutilizzo di un immobile va esaminato il valore di tale immobile rispetto al complesso dei beni e, se superiore al 50% va applicata limposta più onerosa tra liva ed il registro.

21 Aspetti fiscali dellaffitto dazienda Imposte dirette Il Canone di locazione è ricavo per il concedente imprenditore e reddito diverso per il concedente persona fisica Per il conduttore il canone è un costo deducibile I beni costituenti lazienda rimangono di proprietà del concedente e vanno iscritti tra i conti dordine Gli ammortamenti possono per convenzione essere dedotti dal concedente

22 Cessione delle quote o azioni La cessione dellazienda può essere attuata anche tramite la cessione delle quote o azioni della società che possiede lazienda La cessione comporta il trasferimento dellintera società con tutte le sue attività e passività Gli accordi tra le parti sono complessi ed in genere prevedono garanzie da parte del cedente per garantire il netto patrimoniale della società ceduta Quasi sempre la cessione riguarda quote o azioni di una società di capitali, raramente quote di una società di persone. Latto di trasferimento richiede lautentica notarile delle firme dei contraenti.

23 Cessione delle quote o azioni – Tassazione Imposte indirette Latto è soggetto a imposta di registro in misura fissa (168 Euro) Imposte dirette - Se il cedente è una società di capitali che possiede la partecipazione la tassazione diretta è sul 5% della plusvalenza (Diff. Tra corrispettivo e valore fiscale) (esenzione del 95%), se sono rispettate le condizioni della PEX (art. 87 TUIR) - Se il cedente è una persona fisica la tassazione è sul 49,72% della plusvalenza (esenzione del 50,28%)


Scaricare ppt "Trasferimenti delle aziende Dott. Agostino Siviero 05 ottobre 2010 CCIAA."

Presentazioni simili


Annunci Google