La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 1 Il Catasto regionale rifiuti: I rifiuti speciali.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 1 Il Catasto regionale rifiuti: I rifiuti speciali."— Transcript della presentazione:

1 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 1 Il Catasto regionale rifiuti: I rifiuti speciali nella Provincia di Firenze ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti presentazione a cura di Silvia Cerofolini

2 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 2 Premessa Con lentrata in vigore del D.Lgs. 152/06 viene introdotta lesclusione dallobbligo di dichiarazione MUD dei produttori di rifiuti non pericolosi (Art. 189). A livello regionale se confrontiamo il numero di dichiaranti nel 2004 e nel 2005 assistiamo a una riduzione netta di unità pari al 6% in meno rispetto al Tale esenzione si somma a quella strutturale del MUD Nella provincia di Firenze la diminuzione di dichiaranti è più contenuta ma ugualmente presente: 152 dichiarazioni in meno rispetto al 2004 (-2%), per contro non si osserva un corrispondente decremento delle schede rifiuti (+0,5% rispetto al 2005 in provincia di Firenze, contro -2% rispetto al 2005 per la Toscana).

3 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 3 Correlazione tra PIL e produzione RS – Provincia di Firenze Fonte dati PIL: IRPET

4 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 4 Produzione Rifiuti Speciali Totali

5 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 5 Produzione Rifiuti Speciali Totali nelle province Toscane

6 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 6 Ripartizione percentuale della produzione di Rifiuti Speciali Totali tra le province Toscane

7 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 7 Ripartizione percentuale della produzione di Rifiuti Urbani Totali tra le province Toscane

8 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 8 Produzione Rifiuti Speciali Non Pericolosi

9 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 9 Articolazione per macrocategorie – Provincia di Firenze

10 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 10 Rifiuti primari: articolazione per CER2

11 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 11 Dettaglio comunale: i 6 comuni con produzione > t/a

12 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 12 Dettaglio Comunale: analisi per macrocategorie

13 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 13 Produzione Rifiuti Speciali Pericolosi

14 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 14 Incidenza dei rifiuti pericolosi sui rifiuti speciali totali

15 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 15 Confronto tra produzione rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi

16 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 16 Gestione Rifiuti Speciali

17 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 17 Impianti di gestione rifiuti - numero Dai dati degli atti autorizzativi rilasciati dalla provincia di Firenze e gestiti da ARPAT (SIRA) in un database specifico, risulta che al 31/12/2005 il numero di impianti di gestione rifiuti situati nella provincia ammontava a 232, 71 dei quali ricadenti nel territorio dellATO 5. Ogni impianto in regime semplificato può essere autorizzato per più operazioni di recupero e per più tipologie di rifiuti Pur essendo versatili dal punto di vista della gestione gli impianti più problematici, anche dal punto di vista del controllo, sono quelli con regimi misti (e con più operazioni e più tipologie)

18 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 18 Impianti di gestione rifiuti - localizzazione

19 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 19 Quantitativi gestiti

20 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 20 Smaltimento in discarica: impianti presenti nel territorio provinciale I volumi residui sono riferiti al 31/12/2005

21 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 21 Smaltimento in discarica: quantitativi dichiarati dai singoli impianti (t/a)

22 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 22 Confronto tra smaltimento in discarica e recupero FOS a copertura (t/a)

23 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 23 Recupero: quantitativi dichiarati per operazione (t/a)

24 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 24 Recupero rifiuti inorganici: tipologie maggiormente incidenti Recupero dei rifiuti inerti: mostra quantitativi sempre elevati e nel 2005 arriva a t circa con incidenza sul totale recuperato in R5 del 71%. Si tratta di rifiuti non pericolosi prodotti a seguito di demolizioni e costruzioni, di sbancamenti di terra e rocce e di lavori stradali Recupero ceneri (CER 10): i quantitativi sono sempre superiori alle t con incidenza sul totale nel 2005 dell11%. Le ceneri sono prodotte essenzialmente da un impianto di estrazione pietre situato in provincia di Arezzo e sono recuperate nel processo di produzione del cemento dal cementificio di Greve in Chianti. Recupero vetro (CER ): i quantitativi sono piuttosto variabili negli anni e il recupero è sempre a carico di due grossi impianti della provincia che negli anni vedono variare i quantitativi trattati anche in dipendenza dalle esigenze di mercato. Nel 2005 il vetro recuperato ammonta a t circa pari al 7% del totale.

25 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 25 Capitolato di appalto per i rifiuti inerti DGRT n. 337 del 15/05/2006: approvazione del Capitolato speciale di appalto tipo a carattere prestazionale per lutilizzo di materiali inerti riciclati da costruzione e demolizione. È rivolto soprattutto alle Pubbliche Amministrazioni ma anche a tutti coloro che operano nel campo del recupero e riciclaggio dei rifiuti inerti nonché alle aziende costruttrici. Stabilisce il vantaggio di prevedere il riciclaggio e il riuso delle materie da risulta da attività di demolizione e costruzione. Per ciascuna opera sono stati indicati i requisiti qualitativi dei materiali e i parametri delle prestazioni che lopera dovrà garantire dopo la sua ultimazione.

26 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 26 Recupero rifiuti organici: tipologie maggiormente incidenti – anno 2005 Loperazione R3 nel periodo preso in esame mostra valori sempre superiori alle t e, nel 2005 in particolare, si assesta intorno alle t circa, di queste il 65% è rappresentato dai rifiuti urbani (ad esclusione di quelli indifferenziati) e in particolare si tratta di: Rifiuti biodegradabili (CER – ) e rifiuti dei mercati (CER ) avviati a impianti di compostaggio: circa t pari al 67% del totale e a carico dei tre impianti attivi in provincia (Ponterotto, Borro Sartori e Case Passerini) Recupero legno (CER ) t circa a carico di un unico impianto. Lattività di recupero legno in realtà è molto più consistente perché coinvolge altre tipologie di rifiuti: gli scarti da lavorazione (CER ) e da selezione (CER ); complessivamente quindi il legno recuperato nel 2005 ammonta a circa t pari al 18% del totale. Recupero carta (CER ): t circa pari al 27% del totale recuperato in R3 a carico di un unico impianto di trattamento attivo da gennaio A queste si sommano le t recuperate di carta da imballaggio (CER ).

27 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 27 Gestione Rifiuti Speciali Pericolosi La gestione dei rifiuti pericolosi nella provincia di Firenze riguarda quantitativi intorno alle t nel 2005 e di questi quasi metà (47%) sono avviati a recupero. Si tratta quasi esclusivamente di veicoli fuori uso che vengono sottoposti alloperazione di bonifica dalle componenti e dai liquidi pericolosi negli impianti di autodemolizione. Quantitativi intorno alle t (con incidenza sul totale dei rifiuti pericolosi trattati intorno al 23%) vengono avviati a smaltimento nella discarica di Palastreto, lunica autorizzata a ricevere rifiuti pericolosi; seguono gli stoccaggi per circa

28 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 28 Categorie specifiche di rifiuti

29 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 29 Veicoli Fuori Uso La sezione Veicoli fuori uso è stata introdotta nel MUD con DPCM il 22/12/2004 pertanto i primi dati a disposizione sono quelli relativi allanno e ad oggi quindi possiamo effettuare un primo confronto tra quanto dichiarato nel 2004 e quanto nel Nel 2004 il numero di dichiaranti presenti nella sezione VFU è pari 80 mentre per il 2005 a 83, le attività svolte nellunità locale sono distinte in: Autodemolizione: processo di messa in sicurezza del veicolo Rottamazione: compattazione del veicolo Frantumazione: operazione di separazione del veicolo compattato in parti da avviare a successivo recupero. A seconda del tipo di attività svolta nellunità locale il dichiarante dovrà compilare una o più sezioni della dichiarazione cosicché il numero dei dichiaranti non potrà mai coincidere con il numero totale delle schede presentate

30 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 30 Bilancio VFU anno 2005 – Provincia di Firenze

31 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 31 Rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (RAEE)

32 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 32 Rifiuti contenenti PCB Ancora soggetti ad inventario alla fine del 2006 risultavano 70 apparecchi mentre il numero degli apparecchi smaltiti in quellanno ammonta a 16 unità; va precisato che la gestione di questi rifiuti non è stata effettuata nella provincia di Firenze. Infatti risultano autorizzati al trattamento di PCB in provincia di Firenze 7 impianti ma essenzialmente per operazioni di stoccaggio e deposito temporaneo. Legge n.62 del 18/04/2005 Art.18 comma 3: I soggetti autorizzati, ai sensi del decreto legislativo 5 febbraio 1997, n. 22, allo stoccaggio ed al trattamento di rifiuti costituiti da apparecchi contenenti PCB e dai PCB in essi contenuti avviano allo smaltimento finale detti rifiuti entro sei mesi dalla data del loro conferimento.

33 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 33 Rifiuti da Imballaggi - produzione

34 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 34 Rifiuti da Imballaggi - Gestione

35 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 35 Rifiuti del comparto conciario Il comparto conciario è individuato, a livello di attività economica, dal codice ISTAT 191 (Preparazione e concia del cuoio); analizzando il numero di dichiaranti contraddistinti da questo ATECO nel 2004 e 2005 si assiste ad una diminuzione di circa 26 unità per un totale di t di rifiuti speciali prodotti. Questo è conseguenza probabilmente sia della crisi del settore che perdura da alcuni anni, sia dellentrata in vigore del D.Lgs.152/06 e dellesonero dalla dichiarazione dei produttori di rifiuti non pericolosi, categoria nella quale rientrano molte aziende del comparto. Al momento non è possibile valutare quale sia leffetto della delocalizzazione di alcune attività delle aziende.

36 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 36 Rifiuti del comparto conciario – andamento della produzione di rifiuti

37 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 37 Rifiuti del comparto conciario – gestione Nel 2005 i rifiuti specifici del settore rappresentano la quasi totalità dei rifiuti prodotti dalle aziende conciarie (93%) e sono diretti interamente in Toscana e in particolare: il 35% va a smaltimento in un impianto di depurazione reflui ubicato in provincia di Pisa che effettua recupero del cromo il 12% va a recupero per produzione fertilizzanti il 25% va a due grossi impianti di stoccaggio e trattamento intermedio del pisano Si può riassumere dicendo che il comparto fiorentino è un settore produttivo con uscite minime verso impianti extra-regionali e nessun ingresso da altre province toscane e non. La gestione però viene effettuata nella provincia di Pisa che è laltra grande componente del comparto ove sono effettivamente ubicati gli impianti di smaltimento e recupero

38 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 38 Flussi di Rifiuti Speciali

39 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 39 Rifiuti Speciali in entrata e uscita dalla provincia di Firenze: flussi interregionali

40 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 40 Rifiuti Speciali in entrata e uscita dalla provincia di Firenze: flussi intraregionali

41 Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 41 Schema dei flussi di Rifiuti Speciali nella provincia di Firenze


Scaricare ppt "Firenze 21/11/07 ARPAT – Sezione regionale del Catasto rifiuti: I rifiuti speciali in provincia di Firenze 1 Il Catasto regionale rifiuti: I rifiuti speciali."

Presentazioni simili


Annunci Google