La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PASSI e vaccinazioni: un focus su antinfluenzale e antirosolia Erika Massimiliani.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PASSI e vaccinazioni: un focus su antinfluenzale e antirosolia Erika Massimiliani."— Transcript della presentazione:

1 PASSI e vaccinazioni: un focus su antinfluenzale e antirosolia Erika Massimiliani

2 Vaccinazione antinfluenzale

3 Linfluenza L'influenza costituisce un rilevante problema di sanità pubblica in particolare per le possibili gravi complicanze nei soggetti a rischio (anziani e portatori di alcune patologie croniche). Linfluenza è frequente motivo di consultazione medica e di ricovero ospedaliero ed è la principale causa di assenza dalla scuola e dal lavoro, con forti ripercussioni sanitarie ed economiche sia sul singolo individuo sia sulla collettività. Nei paesi industrializzati si stima che la mortalità da influenza rappresenti la 3 a causa di morte per malattie infettive, dopo AIDS e tubercolosi.

4 Vaccinazione antinfluenzale La vaccinazione antinfluenzale nei gruppi a rischio è unattività di prevenzione di provata efficacia: mirata a rallentare la diffusione del virus nella comunità (prevenzione collettiva) e a prevenire le complicanze (protezione individuale) così da ridurre diffusione, gravità e letalità delle epidemie stagionali. Raccomandazione: vaccinare almeno il 75% delle persone appartenenti alle categorie a rischio tra le quali principalmente rientrano le persone sopra ai 65 anni e le persone con almeno una patologia cronica.

5

6

7 Trend temporale del tasso di copertura vaccinale per influenza nella popolazione generale per 100 abitanti (%). Italia e Regione Emilia-Romagna Fonte: elaborazione del Ministero della Salute, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, Ufficio V Malattie Infettive, sui dati forniti dalle Regioni e Province Autonome

8 Trend temporale del tasso di copertura vaccinale per influenza nella popolazione di età 65 anni per 100 abitanti (%). Italia e Regione Emilia-Romagna Fonte: elaborazione del Ministero della Salute, Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria, Ufficio V Malattie Infettive, sui dati forniti dalle Regioni e Province Autonome

9 La copertura è stata calcolata considerando al denominatore gli operatori dipendenti del Servizio Sanitario Regionale nel ruolo sanitario, i Medici di Medicina Generale e i Pediatri di Libera Scelta Copertura (%) Fonte: Regione Emilia-Romagna, Assessorato Politiche per la Salute, Servizio Sanità Pubblica 26.4% 36.9% 30.9% 28,5% Vaccinazione antinfuenzale: n° operatori sanitari vaccinati in Regione Emilia-Romagna

10 Vaccinazione antinfuenzale: n° persone vaccinate a rischio per patologia di età inferiore a 65 anni in Regione Emilia-Romagna Fonte: Regione Emilia-Romagna, Assessorato Politiche per la Salute, Servizio Sanità Pubblica

11 p > 0,05 *Dati preliminari - I trim 2008 Coperture vaccinali per linfluenza Campagna antinfluenzale 2006/07 vs 2007/08* Pool PASSI (18-64 aa)

12 Coperture per patologia (%) p > 0,05 *Dati preliminari - I trim 2008 Campagna antinfluenzale 2006/07 vs 2007/08* Pool PASSI (18-64 aa)

13 Vaccinazione antinfluenzale (18-64 anni) Regione Emilia-Romagna - PASSI 2007 (n=1.071) Totale 16,113,6-18,5 Classi di età ,36,4-14, ,69,7-14, ,219,4-29,1 Sesso uomini 15,111,6-18,4 donne 17,013,6-20,5 Istruzione bassa 19,015,1-22,8 alta 13,5*10,4-16,6 Difficoltà economiche sì 15,211,4-18,9 no 16,613,3-19,8 Patologie severe° almeno una33,826,8-40,8 assente 12,010,4-13,6

14 Vaccinazione antinfluenzale in persone di anni con almeno una patologia cronica Emilia-Romagna PASSI 2007 (n=171)

15 Conclusioni e raccomandazioni Per ridurre significativamente la morbosità per influenza e le sue complicanze è necessario raggiungere coperture vaccinali molto elevate. Le strategie vaccinali adottate in questi anni in Emilia-Romagna hanno permesso di raggiungere la maggior parte delle persone sopra ai 65 anni: sulla base dei registri vaccinali infatti la maggioranza delle AUSL è prossima al 75% di copertura in questa fascia di popolazione. Questi rilevanti risultati sono stati ottenuti grazie alla proficua collaborazione dei Medici di Medicina Generale, nei cui ambulatori vengono eseguite le vaccinazioni. I dati PASSI mostrano come nelle persone sotto ai 65 anni affette da patologie croniche la copertura stimata risulta invece essere ancora insufficiente rispetto allobiettivo prefissato: si stima infatti che solo una persona su tre si sia vaccinata in questo sottogruppo a rischio.

16 Vaccinazione contro la rosolia

17 La rosolia La rosolia è una malattia benigna delletà infantile che, se è contratta dalla donna in gravidanza, può essere causa di aborto spontaneo, feti nati morti o con gravi malformazioni fetali (sindrome della rosolia congenita). La vaccinazione antirosolia costituisce unazione preventiva di provata efficacia, finalizzata alleliminazione dei casi di rosolia congenita. Lobiettivo del Piano Nazionale di eliminazione del Morbillo e della Rosolia congenita prevede di immunizzare almeno il 95% delle donne in età fertile. La strategia che si è mostrata più efficace a livello internazionale consiste nel vaccinare tutti i bambini nel 2° anno di età e nellindividuare, attraverso il rubeo test, le donne in età fertile ancora suscettibili dinfezione.

18

19 Copertura vaccinale antirosolia a 24 mesi e a 13 anni Emilia Romagna,

20 115 (87.1%)

21 Emilia-Romagna. Casi di rosolia in gravidanza Anno 2008: 1 donna rumena di 21 anni, non vaccinata, alla 1.a gravidanza. Sintomatologia: rash cutaneo con febbre e linfoadenomegalia alla 10.a settimana di gravidanza; il laboratorio conferma la diagnosi. È rientrata nel Paese di origine. 1 donna marocchina di 38 anni, alla 2.a gravidanza. Il caso è confermato alla 5.a settimana di gravidanza. IVG alla 18.a settimana. 1 donna marocchina di 27 anni, alla 1.a gravidanza. Malattia confermata alla 22.a settimana. In corso ulteriori accertamenti.

22 CEDAP 2007 – Rubeo test Donne che hanno partorito in ER escluse AUSL e AOSP BO, FE Azienda di evento Esito rubeo_test Totale NON NOTOPOSITIVONEGATIVO Num.% % % % PIACENZA 562, ,0944, PARMA 564, ,41138, REGGIO EMILIA 762, ,62127, MODENA 461, ,440110, IMOLA 00, ,6403, RAVENNA 1725, ,31213, FORLÌ 785, ,31147, CESENA 994, ,91466, RIMINI 572, ,71375, AOSP PARMA 632, ,01917, AOSP REGGIO E. 743, ,91526, AOSP MODENA 1354, ,72387, Totale 9123, , , Fonte: Banca dati CEDAP - Regione Emilia- Romagna

23 Vaccinazione contro la rosolia Donne anni protette per la rosolia Pool di PASSI 2007 (%) Nel pool PASSI 2007 il 55% delle donne in età fertile è immune alla rosolia - per aver praticato la vaccinazione (32%) - per copertura naturale rilevata dal rubeotest+ (23%) Piano Nazionale di eliminazione di Morbillo e Rosolia congenita immunizzare almeno il 95% delle donne in età fertile.

24 Vaccinazione antirosolia (donne anni) Emilia-Romagna Passi, 2007 (n=758) Totale 50,446,5–54,3 Classi di età ,248,6-69, ,546,6-60, ,5*41,2-51,8 Istruzione Bassa 41,834,9-48,7 Alta 54,349,6-59,0 Difficoltà Economiche molte 39,127,7-50,5 alcune 49,943,6-56,2 nessuna 53,5*48,0-59,1

25 Emilia-Romagna: 50,4 (46,5–54,3) Pool PASSI: 32,4 (31,0-33,7) Donne anni vaccinate contro la Rosolia

26 Vaccinazione antirosolia e immunità (donne anni) - % (IC95%) Emilia-Romagna - Passi 2007 (n=755) Immuni63,159,3-66,9 Vaccinate50,646,7-54,6 Non vaccinate con rubeotest positivo12,710,1-15,3 Suscettibili/stato sconosciuto36,933,1-40,7 Non vaccinate; rubeotest negativo3,21,7-4,6 Non vaccinate; rubeotest effettuato ma risultato sconosciuto 3,32,0-4,7 Non vaccinate; rubeotest non effettuato/non so se effettuato 30,226,6-33,8

27 Emilia-Romagna: 36,9 (33,1-40,7) Pool PASSI: 44,5 (43,0-46,0) Donne anni suscettibili alla Rosolia

28 Conclusioni e raccomandazioni A livello regionale si stima che circa una donna in età fertile su tre sia suscettibile alla rosolia; è pertanto necessario migliorare le attuali strategie di offerta attiva dei vaccini in età adulta attraverso un maggior coinvolgimento delle diverse figure professionali più vicine alla popolazione a rischio (Medici di Medicina Generale, ginecologi ed ostetriche). Il sistema di Sorveglianza PASSI può consentire di monitorare alcuni indicatori di processo del Piano Nazionale di eliminazione del Morbillo e della Rosolia congenita, contribuendo alla valutazione di efficacia dello stesso.


Scaricare ppt "PASSI e vaccinazioni: un focus su antinfluenzale e antirosolia Erika Massimiliani."

Presentazioni simili


Annunci Google