La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

I mercati europei degli strumenti derivati sullenergia elettrica. Il caso Scandinavo (Nord Pool) Dicembre 2001 Progetto FULLRISK.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "I mercati europei degli strumenti derivati sullenergia elettrica. Il caso Scandinavo (Nord Pool) Dicembre 2001 Progetto FULLRISK."— Transcript della presentazione:

1 I mercati europei degli strumenti derivati sullenergia elettrica. Il caso Scandinavo (Nord Pool) Dicembre 2001 Progetto FULLRISK

2 Agenda Introduzione I principali mercati dei derivati sullenergia elettrica in Europa Risk management nel settore dellenergia elettrica

3 Agenda Introduzione I principali mercati dei derivati sullenergia elettrica in Europa Risk management nel settore dellenergia elettrica

4 Introduzione Lorganizzazione degli scambi I principali mercati a pronti I principali attori I rischi Gli altri mercati dei derivati

5 Lorganizzazione degli scambi I vari mercati liberalizzati delle.e. sono organizzati secondo principi di: pool obbligatorio pool residuale/facoltativo contratti bilaterali

6 Lorganizzazione degli scambi Con il pool obbligatorio utilizzato in Inghilterra e Galles prima della riforma, in Spagna e in Australia si sceglie una soluzione di compromesso. Da un lato il mercato è liberalizzato; dallaltro, ci si discosta in modo poco deciso dalla situazione pre-riforma

7 Lorganizzazione degli scambi Il pool residuale o volontario è una scelta più decisa di liberalizzazione e riguarda mercati più maturi quali il Nord Pool, la recente riforma del mercato inglese, la Germania e lOlanda; negli USA tale approccio è utilizzato in California e al PMJ

8 Introduzione Lorganizzazione degli scambi I principali mercati a pronti I principali attori I rischi Gli altri mercati dei derivati

9 I principali mercati a pronti

10

11

12

13

14

15

16

17 Introduzione Lorganizzazione degli scambi I principali mercati a pronti I principali attori I rischi Gli altri mercati dei derivati

18 I principali attori Lofferta di e.e. si articola in varie fasi a cui partecipano diverse figure istituzionali. In particolare, ci riferiamo alle genco, alle transco, alle disco. Poiché impegnate in diverse fasi del processo di offerta, le varie istituzioni soffrono anche diversi tipi di rischio

19 I principali attori Sul fronte della domanda si posizionano i consumatori, generalmente solo quelli allingrosso La loro esposizione al rischio è funzione della rilevanza del costo delle.e sul complessivo costo di produzione

20 Introduzione Lorganizzazione degli scambi I principali mercati a pronti I principali attori I rischi Gli altri mercati dei derivati

21 I rischi Al pari di altre istituzioni, le imprese presenti nel settore delle.e. sono esposte a diverse fonti generali di rischio: - mercato -operativo/tecnico -credito -legale

22 I rischi Con la liberalizzazione del settore molti di questi rischi hanno assunto una portata molto più significativa rispetto al passato. Ad esempio, il rischio di credito è diventato particolarmente sentito e sono oggi ben più comuni le tecniche per ridurne lesposizione (vedi ruolo Nord Pool nei contratti bilaterali)

23 I rischi Concentrando lattenzione sui rischi di mercato a cui si dedica in specifico il financial risk management, ricordiamo: - prezzo - zonale (locational basis) - volume - margin e cross-commodity

24 I rischi Oltre ai rischi ricordati, gli operatori nel settore delle.e. sono esposti anche ai rischi finanziari più tipici, quali quelli collegati al tasso di interesse e al tasso di cambio. Entrambi i rischi ricordati spesso fungono da moltiplicatori dellesposizione complessiva ( es. rischio prezzo da volatilità delle materie prime e effetto cambio combinati)

25 I rischi I rischi ricordati sono spesso fortemente interconnessi e devono essere gestiti in modo coordinato (es. volume-prezzo)

26 Introduzione Lorganizzazione degli scambi I principali mercati a pronti I principali attori I rischi Gli altri mercati dei derivati

27 Oltre ai mercati esaminati nella ricerca si possono ricordare tre esperienze al di fuori dellEuropa: il NYMEX americano, il Sydney Futures Exchange (SFE) australiano e il New Zealand futures and option exchange (NZFOE) In tutti i mercati, i futures sulle.e. non sono largamente trattati, poiché prevalgono le transazioni OTC

28 Gli altri mercati dei derivati Date le dimensioni del continente americano, al Nymex sono negoziati contratti futures e di opzione sulle.e. relativi a 6 zone geografiche, corrispondenti ad altrettanti mercati. Si tratta di contratti molto simili tra di loro, che non distinguono tra base e peak load e che prevedono la consegna del bene fisico

29

30 Gli altri mercati dei derivati

31 Anche in Australia si negoziano contratti futures e di opzioni relative a due zone geografiche distinte: New South Wales e Victoria A differenza del NYMEX, al SFE per ciascuna area si negoziano due contratti separati: uno relativo al base load e laltro per il peak load (dalle 7 am alle 10pm da lunedì a venerdì). Entrambi i contratti prevedono un cash settlement

32

33

34

35 Gli altri mercati dei derivati In Nuova Zelanda è negoziato un contratto unico per lintero paese Al pari del NYMEX, non si fa distinzione tra base e peak load Analogamente al SFE, il regolamento è a contante

36 Gli altri mercati dei derivati In Europa, sono negoziati futures sulle.e. allEEX tedesco Si tratta di un mercato che per caratteristiche si avvicina in modo significativo a Nord Pool a cui si rimanda

37 Agenda Introduzione I principali mercati dei derivati sullenergia elettrica in Europa Risk management nel settore dellenergia elettrica

38 I principali mercati dei derivati sullenergia elettrica in Europa I mercati scandinavi : Nord Pool I mercati britannici

39 I mercati scandinavi: Nord Pool Il mercato del fisico Il mercato finanziario

40 La formazione del mercato

41 I punti principali della riforma 1/1/1991: In Norvegia viene approvato lEnergy Act. La società elettrica nazionale viene suddivisa in : Statnett responsabile per il controllo delle reti di trasmissione; Statkraft responsabile per le attività produttive 1991: Anche la Svezia separa lattività di trasmissione da quella di produzione e inizia ad aprire il mercato : Svenka Kraftnat Vattenfall 1996: La Svezia approva lEnergy act e entra a far parte del Nordic Power Market

42 I punti principali della riforma 1996: Nasce EL-EX il mercato finlandese per lo scambio dellenergia 1996: La Danimarca approva la nuova legge sullenergia. Al momento attuale solo i partecipanti di dimesioni maggiori (consumo o produzione annua superiori a 1 GWh) partecipano al mercato (35% del totale del mercato elettrico danese). La piena competitività è prevista per il /1/1998: nasce Eltra la grid company responsabile per la parte ovest della Danimarca 1/1/1999: nasce Elkraft System grid company dellarea orientale

43 La struttura attuale del mercato The Nordic Power Exchange Eltermin Eloption Financial Contracts Hedging 1 day-3 years ahead Continuous trading Futures Forwards Options Elspot Physical Contracts Market Equilibrium 1 day ahead Asta Elbas hours ahead Cont.Trad e Elreg Regulating Balancing generation and consumption System Operating Service during real time The TSOs

44 Lo sviluppo del mercato: i volumi

45 I volumi

46 I Partecipanti Spotmarket208 Financial Market 230 Totale294 3 Tipologie di partecipanti: Direct Participant: negoziano in conto proprio e sopportano il relativo rischio Trading and clearing representatives Clearing customer

47 The Nordic Power system: generation (2000)

48 The Nordic Power market

49

50 Power Generation 2000: 386 TWh

51 Aspetti chiave del mercato spot dellenergia Lelettricità non può essere immagazzinata Separazione tra attività gestite in monopolio (trasmissione) e attività soggette alla libera concorrenza (produzione) Libero accesso: le tariffe di trasmissione non devono essere un ostacolo alla partecipazione al mercato e alla scelta della controparte. Il sistema di tariffe deve essere trasparante e indipendente dalla localizzazione della controparte Un sistema per evitare le congestioni Un mercato in tempo-reale Costante mantenimento di riserve di capacità

52 I soggetti The grid company Transmission system operators The Power Exchange The Regulator Market Participants

53 Il funzionamento del mercato Grid Area TSO System operation and real time market Volumi Partecipanti Mercato Offerte per il mkt spot, Negoziazione sul mkt fin. Offerte per il mkt spot Grid capacities Generation schedule Informazioni su bilateral agr. Offerte per real-time mkt

54 La Grid company Opera in regime di monopolio Gestisce e mantiene in funzionamento la rete Fissa le tariffe per laccesso alla rete Connette i clienti alla reti Raccoglie o calcola la domanda oraria di energia per tutti i clienti Trasmette la domanda ai TSOs ai produttori dellarea

55 The TSOs Gestiscono squilibri inattesi tra domanda e offerta Fissano le regole per assicurare lofferta costante Forniscono incentivi per mantenere riserve di potenza nel breve periodo Calcolano le tariffe di trasmissione per conto della grid company Gestiscono il real-time market

56 The Power Exchange Fornisce un prezzo di riferimento per il sistema Istituisce e gestisce il mercato fisico e il mercato finanziario Agisce come controparte neutrale nei confronti dei partecipanti al mercato Utilizza il meccanismo del prezzo di mercato per ridurre la possibilità di congestioni sulla rete e sfruttare al meglio le risorse di capacità produttiva disponibili.

57 The Regulator Fornisce linee guida per le tariffe di trasmissione Gestisce le dispute in merito alle tariffe di trasmissione

58 Market participants Generators: Retailers Consumatori finali Trader

59 Il mercato fisico

60 Le funzioni di Elspot Fornisce un prezzo di riferimento neutrale e trasparente Fornisce un prezzo di riferimento per i contratti derivati negoziati bilateralmente o al Nord Pool E controparte di tutte le negoziazioni Garantisce facile accesso al mercato a bassi costi Garantisce una soluzione alle congestioni Fornisce la possibilità di bilanciare i portafogli allavvicinarsi del tempo di consegna Fornisce rilevanti informazioni E un mercato non obbligatorio

61 Elspot market: Aggregare e bilanciare domanda e offerta Mercato del giorno prima Contratti, con duration di unora, per lacquisto o la vendita di un certo ammontare di energia il giorno seguente. Per ogni ora del giorno seguente ciascun partecipante sottopone al mercato una curva che descrive i volumi che è disposto a comprare o vendere per ogni possibile livello di prezzo tra 0 e NOK/MWh per ogni ora del giorno seguente.

62 Il sistema dasta

63 Il mercato fisico offre ai partecipanti la possibilità di gestire il loro portafoglio in modo ottimale Ogni partecipante domanda/offre un certo volume a un certo prezzo per una data ora

64 Il sistema dasta Nord Pool aggrega le curve di offerta e di domanda di tutti i partecipanti per ogni data ora. Il punto di incrocio tra domanda e offerta determina il prezzo di equilibrio e il volume scambiato

65 Il sistema dasta P.equilibrio = 150,5 NOK/MWh

66 Il sistema dasta

67 Il sistema dasta: Block bids Esiste anche la possibilità di immettere unofferta aggregata per diverse ore consecutive

68 Il sistema dasta Nel caso di offerta di vendita lofferta si considera accettata se il prezzo offerto è inferiore al prezzo medio dellElspot durante le ore considerate Nel caso di offerta di acquisto lofferta si considera accettata se il prezzo offerto è superiore al prezzo medio dellElspot durante le ore considerate

69 La gestione delle congestioni Se i flussi tra le diverse aree non eccedono la capacità allocata a Elspot dai gestori del sistema di trasmissione il prezzo è unico per tutta larea. Se i flussi eccedono la capacità allocata si formano prezzi diversi per le differenti aree

70 La gestione delle congestioni 3000 Country A Surpluss P = 100 Country B Deficit P=200 P = 160P =

71 La gestione delle congestioni Trading system buy Trading system sell 2400 Country A Surpluss P = 100 Country B Deficit P=200 P =

72 La gestione delle congestioni Trading system buy Trading system sell 3000 Country A Surplus P = 100 Country B Deficit P=200 P = 180P =

73 La gestione delle congestioni Countertrade:TSOs intervengono con degli incentivi –Nellarea in surplus pagano i produttori per ridurre la produzione o i consumatori per aumentare il consumo –Nellarea in deficit pagano i produttori per aumentare la produzione e i consumatori per ridurre il consumo Il Countertrade comporta dei costi per i TSOs che devono essere coperti con un aumento delle tariffe di trasmissione

74 Lorganizzazione Una settimana prima –Nord Pool informa tutti i partecipanti al mercato circa le aree di offerta e il prezzo limite.

75 Lorganizzazione: un giorno prima

76 Lorganizzazione Il giorno della negoziazione –Mercato in tempo reale per la gestione dei disequilibri

77 Financial settlement

78 Il mercato in tempo reale Consentire ai TSOs di bilanciare in ogni momento durante le fasi dello scambio effettivo la produzione con la capacità di trasmissione Fornire un prezzo per gli aggiustamenti in tempo reale

79 Il mercato in tempo reale

80

81 Elbas Nato nel 1999 come mercato del ribilanciamento Sono negoziati contratti per la consegna di un certo quantitativo di energia ad una data ora Contratti possono essere negoziati fino a due ore prima della consegna Attualmente operativo solo in Svezia e FInlandia

82 Elbas

83 I partecipanti

84 I volumi Nel 2000 il volume di energia negoziato sul mercato spot è stato pari a 97 TWh (30%)

85 System price

86 I mercati scandinavi: Nord Pool Il mercato del fisico Il mercato finanziario

87 Lo sviluppo del mercato 1993 Nasce il mercato forward Sistema ad asta con consegna fisica a scadenza 1994: Dallasta alla negoziazione continua Dalla consegna fisica al regolamento Dal mercato forward al mercato futures 1996: Introduzione della negoziazione elettronica Creazione di Forward standardizzati La Svezia si aggiunge la mercato 1999: Creazione del mercato delle opzioni Contratti per differenza

88 Il mercato finanziario: i partecipanti Direct Participant (66) Trading and Clearing representative (41) Clearing Customers (118)

89 Il mercato finanziario: i partecipanti Produttori, distributori e consumatori che utilizzano i derivati come strumenti di risk management Trader che operano sul mercato dei derivati per cercare di trarre vantaggio dalla estrema volatilità del mercato; contribuiscono alla liquidità del mercato

90 Il mercato finanziario: le attività Negoziazione dei prodotti del mercato –Futures –Forwards –Opzioni –Contratti per differenza Clearing di prodotti negoziati OTC

91 Il mercato finanziario: i volumi Nel corso del 2000 sono stati negoziati contratti derivati per un valore complessivo di 359TW Il volume dei contratti OTC e bilaterali compensati presso il NordPool è stato pari a TWh (5 volte il volume dellenergia utilizzata al NordPOol) Il tasso di sviluppo del mercato è molto elevato

92 Il mercato finanziario: i volumi

93 Il mercato finanziario: i contratti Futures Forwards Opzioni Contratti per differenza

94 I contratti: Futures

95 Futures: Il meccanismo di funzionamento

96 I contratti: Forwards Winter 101 gennaio - 30 aprile Summer 101 maggio - 30 settembre Winter 21 ottobre- 31 dicembre Year01 gennaio- 31 dicembre

97 Il meccanismo di funzionamento forwards

98

99

100

101 Futures and Forwards Futures e Forwards consentono di fissare un prezzo di acquisto/vendita Futures e Forwards coprono un volume fisso costante per tutta la durata del contratto

102 I contratti per differenza Futures e Forwards permettono di coprire perfettamente il rischio di prezzo quando il prezzo delle diverse aree è uguale e coincide con il system price. La copertura con Futures e Forwards non è invece perfetta quando nelle diverse aree si formano prezzi diversi. IN questo caso è necessario coprire anche il rischio di differenze nei prezzi delle diverse aree Coprire il rischio di prezzo per il volume desiderato utilizzando forwards. Coprire il rischio di differenze nei prezzi, per lo stesso periodo e lo stesso volume, attraverso CfDs Aggiustare portafoglio negoziando energia sul mercato spot

103 I contratti per differenza

104 La copertura del rischio area: CdFs

105 Perfect hedge: Forwards and CfDs

106

107 European Power Options Europee Sottostante: season and year forward contracts. Esercizio: il terzo giovedi del mese precedente linizio del delivery period. Esercitate automaticamente se in the money. Esercitate se il prezzo di esercizio è di almeno 0,5 NOK più alto o più basso del prezzo del sottostante. Prezzo di esercizio: al momento dellemissione il Nordpool fissa tre diversi strike basati sulla chiusura del forwards sottostante. Premio: liquidato il giorno dopo la negoziazione. Dimensione del contratto: N. MW x Numero di ore nel Forward sottostante.

108 European Power Options

109 Asian Power Options Cancellate

110 Sistemi di negoziazione Direttamente Powerclick Per via telefonica attraverso il servizio Help desk del Nord Pool La negoziazione è continua

111 La determinazione del prezzo di chiusura Prezzo di chiusura è determinato nel corso degli ultimi dieci minuti del mercato. Il momento esatto è scelto casualmente per evitare manipolazioni dei prezzi in prossimità della chiusura. Per i contratti non negoziati il prezzo di chiusura è la media della migliore proposta in acquisto e della migliore proposta in vendita

112 Trading fees

113 Trading Fees

114 Clearing Clearing dei contratti negoziati sul mercato spot e sul mercato finanziario al NordPool Clearing dei contratti derivati negoziati bilateralmente OTC Clearing al Nord Pool consente di eliminare rischio di controparte

115 Security Requirements: Spot Market NordPool si assume il rischio di controparte per questo richiede il versamento di margini necessari a garanzia delle operazioni Le garanzie possono assumere la forma di un deposito presso una banca autorizzata oppure il partecipante può ottenere dalla banca la garanzia che in caso di inadempimento provvederà a pagare al NordPool la somma necessaria Lammontare minimo richiesto è pari a NOK A garanzia dei contratti futuri il partecipante deve anche versare un ammontare pari agli acquisti netti delle ultime 3 settimane

116 Clearing of Spot Trades Settlement include fees e tasse.

117 Partecipazione al mercato

118 Clearing of Standardised Financial Contracts Futures : mark to market quotidiano settlement finale: media dei prezzi nel delivery period- ultimo prezzo di chiusura del trading period Forwards: solo settlement finale CfDs : solo settlement finale Options: settlement del premio ( il giorno dopo) Settlement allesercizio

119 Security Requirements: Financial Market Deposit account min NOK Variable account (4%-15% del valore del contratto)

120 Clearing of Financial Contracts

121 Clearing OTC Bilateral Contracts Vantaggi: –Nord Pool assume il rischio di controparte –Posizioni di acquisto e vendita allinterno dello stesso periodo e con lo stesso prezzo possono essere compensate. Questo riduce le garanzie necessarie e aiuta a individuare eventuali posizioni non ottimale –Migliore gestione del portafoglio Possono essere compesati tutti i contratti fino a 4 anni Necessario stipulare un participant agreement o clearing customer agreement

122 Clearing of Bilateral Trade and OTC Markets Garanzie individuali

123 Clearing

124 La partecipazione al mercato


Scaricare ppt "I mercati europei degli strumenti derivati sullenergia elettrica. Il caso Scandinavo (Nord Pool) Dicembre 2001 Progetto FULLRISK."

Presentazioni simili


Annunci Google