La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Roma, 11 maggio 2010 Seminario Proposte per lavvio della borsa del Gas Naturale Progetto Gas Market Assessment RISERVATO ED ESCLUSIVO È severamente vietato.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Roma, 11 maggio 2010 Seminario Proposte per lavvio della borsa del Gas Naturale Progetto Gas Market Assessment RISERVATO ED ESCLUSIVO È severamente vietato."— Transcript della presentazione:

1 Roma, 11 maggio 2010 Seminario Proposte per lavvio della borsa del Gas Naturale Progetto Gas Market Assessment RISERVATO ED ESCLUSIVO È severamente vietato qualsiasi utilizzo del presente materiale senza specifica autorizzazione di McKinsey & Company

2 | MIL-BRD /CSlp 1 Agenda Il mercato gas italiano Modelli di mercato europei Proposta di riforma del mercato italiano

3 | MIL-BRD /CSlp % = 105 bcm 41% Consumi riferiti al 2008, suddivisione tra gli utilizzi riproporzionato dai dati 2007, tranne che in Italia 2 Secondo indicazione Snam Rete Gas che include tutti gli utenti collegati alla rete di distribuzione, che sono in larga misura domestici più altre utenze come scuole, ospedali e piccole azienda, anche se con consumi > m 3 /anno FONTE: Eurostat; International Energy Agency (IEA); Snam Rete Gas Consumo totale Miliardi di metri cubi (bcm), per cento Dipendenza energetica da gas naturale 2007, utilizzo gas per settore Per cento ResidenzialeIndustrialePower Generation N.d. 59% N.d. Residenziale Industriale Power Generation Regno Unito Germania Italia Francia Paesi Bassi Spagna E E E E E E LItalia è il terzo mercato europeo del gas per consumi e il primo per dipendenza energetica

4 | MIL-BRD /CSlp 3FONTE: Relazione dellAutorità per lEnergia Elettrica e il Gas (AEEG) 2009; bilanci 2008 SorgeniaGaz de France PlurigasEdison 7,8 1,2 2,0 0,6 Enel Trade 9,8 2,8 Eni 1 46,1 ~5,3 ~3,1 ~20,7 ~17,0 Algeria Russia Libia Norvegia Paesi Bassi Altri Nigeria 2 89% delle importazioni totali Il gas importato dalla Libia è rivenduto alla frontiera a Edison, GdF, Sorgenia La quasi totalità della domanda italiana di gas naturale è coperta dalle importazioni 2008 Miliardi di metri cubi (bcm) Il gas importato dalla Libia è rivenduto alla frontiera a Edison, GdF, Sorgenia Domanda 84,8 Algeria Russia Libia Norvegia Paesi Bassi Altri 1 Proporzione tra importazioni totali per 81,65 bcm su vendite per lItalia di 46,1 bcm (esclusi autoconsumi per 5,6 bcm e gas release alla frontiera per 11,25 bcm) 2 Contratti swap con GdF su gas proveniente da Algeria e Russia consegnato a Panigaglia, Baumgarten e Oltingue (Svizzera), Eni consegna da questo punto Import 3,4 (4) 5,3 (7) 9,8 (13) 77,0 8,0 (10) 24,6 (32) 25,9 (34%)

5 | MIL-BRD /CSlp 4 Breve TermineMedio/Lungo Termine Crescita sostenuta con fonti tradizionali FONTE: Analisi del gruppo di lavoro Scenari di domanda 74,2 82,5 97,2 88,3 80,8 79,5 87,6 85,4 78,0 84,8 Crescita lenta con sviluppo di fonti alternative Moderata ripresa economica Pressione da parte dei paesi UE per il raggiungimento degli obiettivi Economia stagnante con fonti tradizionali Prolungamento della crisi economica Crescita sostenuta con sviluppo di fonti alternative Ripresa economica sostenuta Nuovo picco nel prezzo delle materie prime Piano nucleare del Governo Obiettivi attuati La domanda stimata per il 2025 potrebbe variare tra i 74 e i 97 miliardi di metri cubi secondo quattro diversi scenari Miliardi di metri cubi (bcm) Crescita economica sostenuta Obiettivi non raggiunti Limitata efficienza energetica

6 | MIL-BRD /CSlp 5 Nel 2009 la disponibilità di gas è cresciuta del 14% rispetto al 2008 e ulteriori progetti sono in via di sviluppo Miliardi di metri cubi (bcm)/anno FONTE: Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas 2009; rassegne stampa Nel 2009, sono stati completati incrementi di capacità per 13,3 bcm 2, di cui 5,4 bcm su gasdotti con espansione del TAG (1,8 bcm), del TTPC (0,6 bcm), del Greenstream (0,8 bcm) e aumento della capacità interrompibile (2,2 bcm) e 7,9 su LNG con inizio attività LNG Rovigo Prevista unulteriore espansione di Greenstream Gela per circa 0,3 bcm nel 2010 e 0,7 bcm nel 2011, come da indicazioni di Snam Rete Gas Per gli anni successivi al 2011 valutati 2 scenari ,6 1 96,3 1 Possibili volumi annuali di importazione 1 Calcolati con la capacità di punta giornaliera sommata alla capacità interrompibile giornaliera per 300 giorni, secondo le indicazione di Snam Rete Gas 2 Come da indicazioni di Snam Rete Gas 3 Di diversi progetti annunciati, ne sono stati considerati solo una parte Scenario 1 - Conservativo: OLT Toscana (4,0 bcm) entro il 2010 IGI e Galsi (17 bcm) entro il 2013 Altri LNG 3 (28 bcm) nel 2014 Scenario 2 - Aggressivo: OLT Toscana (4,0 bcm) entro il 2010 IGI e Galsi (17 bcm) entro il 2015 Altri LNG 3 (28 bcm) dopo il 2015

7 | MIL-BRD /CSlp 6 La capacità di stoccaggio in Italia rispetto alla domanda totale è inferiore alla media degli altri paesi 1 Lo swing residenziale è calcolato come somma dei consumi giornalieri superiori alla media 2 La capacità totale di stoccaggio per lItalia include anche 5,1 bcm di riserva strategica per lanno 2008 Gran Bretagna Paesi Bassi Spagna Italia 2 Germania Francia24% In percentuale sulla domanda residenziale totale In percentuale sulla domanda totale In percentuale sullo swing residenziale invernale 1 Capacità di stoccaggio, anno termico FONTE: Platts; Ilex; International Energy Agency (IEA); Wingas; Ben; Snam Rete Gas; GRTgaz; Transco UK; Enagas n.d. n.a.

8 | MIL-BRD /CSlp 7 1 Capacità di prelievo marginale alla minima pressione utile FONTE: Relazione Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas 2009; rassegne stampa Volumi di stoccaggio Miliardi di metri cubi (bcm) Totale24,8 Autorizzati dal Ministero 2,0 In istruttoria3,2 V.I.A. positiva1,8 Autorizzati3,92,4 Capacità di stoccaggio attuale (2009) 13,9 Capacità minima di picco 1 Mcm/giorno 152,3 32,2 26,8 34,5 22,0 267,8 Riserva strategica L'aumento della capacità di stoccaggio è legato a una serie di progetti annunciati non ancora completati

9 | MIL-BRD /CSlp 8 Min domanda Max domanda Disponibilità di import 1 Contrattualizzato + produzione domestica Disponibilità di import 1 + produzione domestica Sulla base degli attuali scenari il sistema gas italiano è in equilibrio… Consumo annuale, miliardi di metri cubi (bcm) 1 Considerato lo scenario conservativo FONTE: Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas; Terna; analisi del gruppo di lavoro Forte contrazione della domanda dovuta alla crisi Domanda in ripresa sui livelli del 2008 nel medio termine Entrata in linea di parte delle infrastrutture di import previste Sistema comunque in equilibrio anche nello scenario di domanda più ottimista, senza ulteriore crescita di disponibilità di import , ,4 71,4 159, ,6 131, ,0 113, , ,4 96, ,8 94,5 OggiMedio periodoLungo periodo Produzione domestica

10 | MIL-BRD /CSlp 9 Domanda di picco 3 min Domanda di picco 3 max ,5 392,9 502,8 655,1 661, ,5 417,4 502,8 655,1 666, ,8 413,1 426,1 578,4 597, ,5 400,7 377,2 529,5 550, ,0 365,4 517,7 540, ,0 321,0 473,3 497, ,0 314,9 467,0 491,9 Capacità di import 1 Capacità di import 1 + stoccaggio 2 Capacità totale (import 1 + stoccaggio 2 +domestico) OggiMedio periodoLungo periodo Caso conservativo in cui si mantiene la capacità di stoccaggio pari a quella del 2009 … anche rispetto al consumo di punta Consumo di picco, milioni di metri cubi/giorno 1 Considerato lo scenario conservativo 2 Assume capacità marginale di prelievo da stoccaggio alla minima pressione utile costante rispetto al Previsione domanda di picco basata sul massimo degli scostamenti percentuali rispetto alla media per gli anni 2006, 2007 e 2008 FONTE: Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas; Terna; analisi del gruppo di lavoro

11 | MIL-BRD /CSlp 10 Agenda Il mercato gas italiano Modelli di mercato europei Proposta di riforma del mercato italiano

12 | MIL-BRD /CSlp 11 In Europa esistono tre tipologie di mercato del gas con diversa struttura e liquidità 2008 HubVolumi trattati Miliardi di metri cubi Liquidità finanziaria (volumi trattati come multi- pli di quelli consegnati) Miliardi di metri cubi Liquidità fisica (Volumi fisici scambiati) Miliardi di metri cubi Percentuale sul consumo del paese/ volumi TSO Per cento Media escluso NBP 1,9 2,5 2,2 3,5 2,1 1,5 4,9 3,5 9,5 2,2 15,0 4,4 7,5 11,7 9,4 18,4 23,7 9 7,7 8 8,9 26,0 26,4 7 19,7 6 41,8 5 10,5107,2101,3 Osservazioni Liquidità media: punto di interconnession e tra i principali gasdotti dellEuropa Nord- Occidentale 1 Include NBP OTC, ICE, OCM e APX GB 2 Include Zeebrugge OTC e APX Zeebrugge 3 Include TTF OTC, Endex e APX NL 4 Dati Calcolato solo sul consumo olandese, non su consumo più export 6 Pari al 19,7% dei volumi fisici transitati per Zeebrugge nel 2008 (47,5 bcm) 7 Percentuale su volumi E.on Gastransport Pari al 7,7% dei volumi fisici transitati per Baumgarten nel 2008 (57 bcm) 9 Percentuale su volumi Gasunie Deutschland 2008 Liquidità elevata: produzione domestica frammentata FONTE: Prospex 2009; TSO sito Web; analisi del gruppo di lavoro 98 OTCBorse NBP BEB (GUD) 4 PSV PEGs CEGH Zeebrugge TTF 3 28EGT (NCG)262 Liquidità moderata: mercati dipendenti da import

13 | MIL-BRD /CSlp 12FONTE: Prospex 2009; TSOs; borse; analisi del gruppo di lavoro 1.321,70,319,091,9 Over the Counter (OTC) OTC presentati in borsa per clearing FuturesSpotBalancing NBP TTF Zeebrugge NCG PEGs PSV CEGH Altri OTC Trade 1.200, ,6 59,3 46,1 26,1 16,5 16,2 15,4 12,0 ICE Endex EEX OTC presentati in borsa per clearing 19,0 16,9 1,9 0,2 ICE Endex EEX Power- next Futures 91,9 87,8 2,6 1,3 0,2 EEX APX NL APX Zee APX UK Spot 0,31 0,11 0,07 0,03 Power- next OCM UK Power- next Balancing 10,3 10,1 0,2 2008, considerati hub e borse di Gran Bretagna, Francia, Belgio, Olanda, Germania, Austria, Italia Miliardi di metri cubi (bcm) In tutti i mercati le transazioni avvengono su base bilaterale con un ruolo marginale delle borse

14 | MIL-BRD /CSlp 13 La liquidità nei mercati europei viene assicurata dall'incumbent wholesale o dai principali produttori nazionali FONTE:Direttorato della Competizione della Commissione Europea (2007); relazione dell Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas 2009; analisi del gruppo di lavoro PSVPEGs Baum- gartenBaum- gartenBaum- gartenBaum- gartenBEB (GUD) TTF Zee- bruggeZee- bruggeZee- bruggeZee- brugge NBP Trader puri New entrants Produttori Incumbent Volumi di gas acquistati su hub 2003/2004 Per cento Molto piccoli (< 100 mcm) Piccoli (tra 0,1 e 1 bcm) Medi (tra 1 e 10 bcm) Grandi (> 10 bcm) Eni Vendita Acquisto % Volumi di gas trattati al PSV 2008 Per cento Negli ultimi 3 mesi del 2009, il PSV ha mostrato forti incrementi di liquidità (+139% su base 2008), dovuti anche ad una maggiore operatività dellincumbent

15 | MIL-BRD /CSlp 14 Borse 1 Proprietà Commo- dities Inizio degli scambi Numero di trader ICE Quotata (BP DB, Shell, Societé Generale, Goldman, Sachs,…) Oil Power Gas Coal CO (NBP)84 APX Fluxys (4%) TenneT (70%) Gasunie (26%) Gas Power 1999 (NBP) 2005 (TTF) 2005 (ZEE) ENDEX Gasunie (10%) Eneco (10%) Delta (10%) Altri 2 Gas Power 2006 (TTF) 2008 (ZEE) 36 EEX Eurex (23%) (Deutsche Borse, jwx) Nord Pool Sashsen Vari player elettrici e del gas Power Gas Coal CO (NCG) 2007 (BEB) Power- next HGRT (53%) GRTgaz EDF, GdF, Electrabel Altri Power Gas CO (PEGs)13 Spot/ forward Futures Location spreads Swaps Options Balancing Geografie NBPTTFZEENCGBEBPEGsU.S. APX EEX Po- wer- next ENDEX ICE NY- MEX ICE 1 Include le maggiori borse europee del gas (escluso Nord Pool) 2Essent, Moum, Electrabel e altri mid streamer FONTE: Siti Web aziendali; report annuali; analisi del gruppo di lavoro Prodotti 49 PSV I principali operatori europei hanno promosso la nascita di borse sugli hub nazionali per facilitare gli scambi Le borse del gas sono nate dallinteresse di soggetti terzi a operare su hub funzionanti correttamente, per offrire prodotti finanziari on top

16 | MIL-BRD /CSlp 15 Dimensioni considerate Identità del gestore Prodotti scambiati Servizi offerti Partecipanti Shipper Altri utenti se indicano shipper com- pensatore Gas spot /forward Capacità Storage Derivati Balancing Piattaforma OTC bilaterali Broker screens Electronic trading Clearing Italia (PSV)Europa cont.Gran Bretagna Hub Europa cont.Gran Bretagna Borse TSO TSO/ midstreamer TSOGestori indipendenti partecipati dagli operatori del gas (BE, NL) (FR) FONTE: Analisi del gruppo di lavoro, siti internet, Prospex 2009 Altre differenze Shipper Altri utenti se hanno un accordo con uno shipper Altri utenti se dichiarano di impegnarsi a chiudere le posizioni senza settlement fisico (Futures su EEX) Contratti standard N/A Italia Nessuno Shipper Altri utenti se hanno un accordo con uno shipper Altri utenti se dichiarano di impegnarsi a chiudere le posizioni senza settlement fisico (Futures su EEX) Introduzione del mercato ex-post dalla delibera 165/09 2 Contratti standard presenti ma non indicati come modalità privilegiata 3 Presenza marginale di brokers Differenze marcate Il PSV differisce dagli altri hub europei per standardizzazione dei contratti, gamma prodotti e assenza di una borsa che operi all'hub

17 | MIL-BRD /CSlp 16 ConfrontoItaliaEuropa continentale (Germania, Francia)Gran Bretagna Trasporto Bilancia- mento Stoccaggio Distribuzione Mercato retail RTPA con tariffa basata su PBR 1 - RAB Tariffa Entry-Exit RTPA a tariffa regolamentata (basata su – PBR 1 -RAB (Francia) – Cost plus (Germania) Tariffa Entry-Exit RTPA con tariffa basata su PBR 1 -RAB Tariffa Entry-Exit Tutti gli sbilanci sono chiusi a stoccaggio Operatori senza stoccaggio tenuti a comprare gas per chiudere lo sbilancio da riserva strategica a costi elevati Il gas per coprire gli sbilanciamenti è fornito dal TSO 3 a prezzo di mercato, con laggiunta di penali (~10-30%) Esiste un mercato dello sbilanciamento su NBP TSO fornisce gas per il solo bilan-ciamento residuo a NBP (clearing) RTPA con priorità di assegnazione per i clienti residenziali Il proprietario dello stoccaggio si fa carico della proprietà del gas necessario a coprire il fabbisogno in caso di emergenza (riserva strategica) NTPA normalmente assegnata tramite asta Gli utenti dello stoccaggio hanno lobbli- go di immagazzinare sufficiente gas per coprire il picco invernale (Francia) Gli utenti dello stoccaggio (non i proprietari) hanno lobbligo di assicurare le forniture in caso di emergenza (Germania) NTPA per tutti i nuovi siti di stoccaggio Storicamente, minore rilevanza attribuita agli stoccaggi di emergenza per la presenza di rilevanti giacimenti domestici Mercato libero a tariffa regolamentata per clienti residenziali Prevista la figura dellAcquirente Unico (L 99/09, art. 30 comma 5) Mercato libero a tariffa regolamentata per clienti residenziali solo in alcuni paesi (es., Francia 2 ) Acquirente Unico non presente in alcun paese Mercato completamente libero privo di tariffe regolamentate Acquirente unico non presente In linea con lEuropa continentale Non in linea con il resto dellEuropa RTPA con tariffa basata su RAB e PBR 1 Approfondito in seguito La normativa italiana si differenzia dal resto dEuropa su bilanciamento e regole di accesso agli stoccaggi 1 Performance based remuneration: i costi operativi, per essere remunerati, devono rispettare una curva di efficienza durante il periodo regolatorio 2 Obbligo di fornitura per i clienti a tariffa regolamentata da parte del distributore 3 Da dicembre 2009, in Francia il mercato del bilanciamento è diventato simile a quello inglese, con TSO e shipper che operano sullo stesso mercato FONTE: Analisi del gruppo di lavoro

18 | MIL-BRD /CSlp 17 Elementi principaliConfronto Periodo per bilanciamento Nomine Costo dello sbilanciamento per lo shipper Modalità di misura In linea con lEuropa continentale Non in linea con il resto dellEuropa ItaliaEuropa continentaleGran Bretagna Giorno Giorno in genere Ora (Paesi Bassi, Belgio, parziale Germania) Giorno Nomina da dichiarare day-ahead Nessuna possibilità di rinomina No scheduling charge 1 Nomina da dichiarare day-ahead Possibilità di rinomina (Belgio, Paesi Bassi, Francia, Germania) 2 No scheduling charge 3 (eccetto Belgio) Nomine da dichiarare day-ahead Possibilità di rinomine Scheduling charge per mancato rispetto delle nomine Nessuno, se lo shipper ha gas disponibile negli storage Prezzo gas strategico più penali di sbilanciamento del TSO e del SSO altrimenti Prezzo di mercato del gas più penale Prezzo di mercato – Senza penali within the day – Con penali per clearing da parte del TSO Load profiles statici che non tengono conto delle variabili termiche Dati definitivi dopo 3 mesi Clearing definitivo fino a 5 anni dopo per soli fini commerciali Load profiles dinamici (parametrici sulle variabili termiche) ed esclusi dai calcoli del bilanciamento (Germania) oppure corretti ex post con le variabili termiche misurate (Austria, Paesi Bassi) Dati definitivi: – M+1 Germania – M+4 Paesi Bassi – M+14 Austria Load profiles dinamici e aggiornati durante il giorno Dati definitivi a G+6 Clearing definitivo lanno successivo per soli fini commerciali TSO da storage dello shipper (se disponibile) Proprietario dello storage che fornisce gas strategico altrimenti Approvata (ma ancora in corso di realizzazione tecnica) sessione di scambio volumi gas ex-post in W+1 riferiti ai giorni della settimana W TSO da mercato (Germania) Shipper e TSO in una borsa apposita within the day (Power next) (Francia) TSO da produttore nazionale (Paesi Bassi) Shipper e TSO in una borsa apposita within the day (OCM) TSO per clearing Approvvigiona- mento gas di sbilanciamento L'Italia è l'unico mercato in cui il bilanciamento si chiude sullo stoccaggio e non sul mercato intraday 1 Penale per overrun capacity 2 In Francia renomination solo fino alle ore 3:00 del giorno D; Nei Paesi Bassi fino a 2 ore prima il flusso che viene rinominato 3 In Germania penale per overrun capacity su capacità annuale infra TSO FONTE: REF; codici di rete dei diversi paesi; analisi del gruppo di lavoro Pricnipali differenze

19 | MIL-BRD /CSlp 18 1Rispetto al prezzo medio al PSV (mag.-ott. 2009), escluse penali di disequilibrio (vs TSO) e di iniezione/erogazione non prenotata (vs SSO) 2 Riferito al solo sbilanciamento eccedente la tolleranza giornaliera/oraria non cumulata FONTE: SSO e TSO dei mercati europei; analisi del gruppo di lavoro Prezzo del gas di bilanciamento vs prezzo di riferimento Per cento Shipper con storage disponibile Italia 1 152% Shipper senza storage disponibile Francia 2 ±30 Germania ±10 Gran Bretagna ±~4 Paesi Bassi Da consi- derare anche i costi di utilizzo dello stoccaggio Il meccanismo italiano di bilanciamento discrimina tra lo shipper che dispone di capacità di stoccaggio e colui che non ne dispone

20 | MIL-BRD /CSlp 19 ConfrontoItaliaEuropa continentaleGran Bretagna Riserva per eventi eccezionali Obbligo per gli importatori a detenere capacità di stoccaggio dedicata per fronteggiare inverni eccezionali o crisi Francia: riempimento obbligatorio all85% degli stoccaggi riservati alla clientela residenziale (al 1°novembre) e dichiarazione dello shipper su metodi di approvvigionamento per inverni eccezionali Germania: nessun vincolo esplicito 2 Nessun vincolo per gli shipper Vincolo su quantità minima da mantenere negli stoccaggi per inverni eccezionali Modalità di accesso RTPA Francia: NTPA Germania: NTPA Sistema misto – NTPA (RTPA per LNG) – Aste – Possibili esenzioni dal TPA Servizi offerti agli utenti dello stoccaggio Spazio Capacità di iniezione Capacità di erogazione Francia: offerta bundle (volume e capacità) Germania: molteplicità di servizi non standardizzati Bundle capacità di iniezione, erogazione, volume e servizi non standardizzati In linea con lEuropa continentale Non in linea con lEuropa continentale Modalità di allocazione Priorità al gas strategico e al gas per usi residenziali Nuova procedura dasta per offrire stoccaggio 1 anche a shipper senza clienti residenziali Francia: priorità al gas per uso residenziale Germania: priorità per shipper già in possesso di capacità Nessuna priorità sulla base della clientela finale del gas L'Italia, paese con stoccaggio totalmente regolato, ha una disciplina diversa sull'allocazione delle capacità 1Da parte di utenti che usufruiscono di servizio di modulazione per utenti residenziali e che dispongono, nel corso dellanno, di capacità non utilizzata 2 In discussione presso il regolatore introduzione riserva strategica FONTE: Regolatori nazionali; aziende di stoccaggio; Ricerche e Consulenze per lEconomia e la Finanza (REF); analisi del gruppo di lavoro

21 | MIL-BRD /CSlp 20 L'attuale normativa non consente l'accesso allo stoccaggio per usi diversi dalla modulazione stagionale della clientela residenziale 1 Secondo indicazione Snam Rete Gas che include tutti gli utenti collegati alla rete di distribuzione, che sono in larga misura domestici più altre utenze come scuole, ospedali e piccole azienda, anche se con consumi > m3/anno; se calcolata sul solo consumo domestico, la capacità totale assegnata sarebbe pari a ~11 bcm 2 Alfonsine, Bordolano, San Potito Stoccaggio disponibile 19,6 3,9 1,8 Totale necessario per leggeTotale necessario per leggeTotale necessario per legge per strategico e residenziali Stoccaggio per residenzialiStoccaggio per residenzialiStoccaggio per residenzialiStoccaggio per residenziali Stoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mento 5,6 0,5 Oggi, 2009 Miliardi di metri cubi (bcm) Domani, 2015 Miliardi di metri cubi (bcm) Se invece di considerare i siti autorizzati e con V.I.A. positiva, venissero costruiti solo i siti già oggi autorizzati 2 (3,9 bcm) il totale disponibile sarebbe 17,8 bcm, non sufficiente a coprire gli obblighi di legge secondo la normativa attuale Stoccaggio residenziale ripartito pro quota FONTE: Codice di stoccaggio STOGIT; Autorità per lEnergia Elettrica e il Gas; Snam Rete Gas; analisi del gruppo di lavoro Il codice di stoccaggio Stogit assegna agli operatori il diritto di richiedere una capacità pari – Al 33,4% dei consumi residenziali per lo swing medio stagionale (MRA media) – Al 25% della MRA media come capacità addizionale per inverni freddi Se si considera un consumo residenziale 1 di ~31 bcm, la capacità totale deve essere di circa 12,8 bcm Stoccaggio disponibile Totale necessario per legge Totale necessario per legge Totale necessario per legge per strategico e residenziali Stoccaggio per residen- ziali Stoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mentoStoccaggio strategico + minerario + bilancia- mento 5,6 0,5 Stoccaggi 2009 Siti autorizzati Siti con V.I.A. positiva 17,8

22 | MIL-BRD /CSlp 21 In sintesi le criticità del mercato italiano riguardano accesso allo stoccaggio, bilanciamento e assetto del mercato organizzato Diversità del PSV rispetto agli altri mercati europei: – Contratti standard non ufficiali – Pochi broker operanti – Gamma di prodotti più limitata Non esiste una borsa FONTE: Analisi del gruppo di lavoro Mancanza di segnali di prezzo Uso inefficiente delle risorse 3. Mercato wholesale 2. Bilancia- mento 1. Stoccaggio Bilanciamento chiuso a stoccaggio con discriminazione tra soggetti titolari e non di capacità di stoccaggio Nessun incentivo alla corretta programmazione Flessibilità non valorizzabile Metodi di stima dei consumi statici Capacità disponibile regolata e allocata totalmente alla clientela residenziale per esigenze di modulazione

23 | MIL-BRD /CSlp 22 Agenda Il mercato gas italiano Modelli di mercato europei Proposta di riforma del mercato italiano

24 | MIL-BRD /CSlp 23 Gli interventi proposti su stoccaggio, bilanciamento e mercato wholesale consentono di migliorare lefficienza del mercato e dare segnali di prezzo certi che orientino il comportamento degli operatori Mercato più liquido più efficiente più trasparente Creazione di liquidità mediante transazioni di bilanciamento Creazione di liquidità mediante transazioni fisiche e temporali Accesso alla flessibilità a prezzo di mercato FONTE: Analisi del gruppo di lavoro 3. Mercato wholesale trasparente 2. Bilanciamento a mercato 1. Apertura disponibilità di stoccaggio

25 | MIL-BRD /CSlp Nuovi criteri di allocazione e uso della capacità di stoccaggio per rendere disponibili risorse a usi diversi dalla modulazione stagionale residenziale Assicurare un uso efficiente della capacità di stoccaggio e un ampliamento dei servizi resi (es. capacità per flessibilità) Assicurare un principio di allocazione non discriminatorio Linee guida Revisione criteri allocazione stoccaggio residenziale, al fine di liberare capacità da destinare ad altri utilizzi, assegnata tramite aste. In alternativa, per ragioni di politica industriale, è possibile prevedere criteri di assegnazione diretta nel transitorio (es. zainetto) Revisione delibera 303/07 sullutilizzo degli stoccaggi al fine di rendere più flessibile la capacità utilizzabile Esplicita previsione normativa per tutta la nuova disponibilità di stoccaggio 1 di operare in pura logica merchant, in esenzione totale o parziale Tutta la capacità disponibile è allocata prioritariamente (e totalitariamente) a: – operatori con clienti residenziali – riserva strategica Nessuno stoccaggio disponibile per operatori senza clienti residenziali Stoccaggio inteso come business regolato tout court FromTo FONTE: Analisi del gruppo di lavoro 1 Nuovi impianti o potenziamento degli esistenti

26 | MIL-BRD /CSlp 25 Bilanciamento a mercato: – Gli shipper si approvvigionano sul mercato intraday ai fini del bilanciamento – TSO è soggetto di bilanciamento di ultima istanza (compra gas di bilanciamento a mercato 1 e ribalta il costo su shipper sbilanciati) Possibilità di rinomine nel giorno gas Penali di sbilanciamento (on top al prezzo del gas) su volumi sbilanciati e sistema di tolleranze Rivedere il meccanismo di bilanciamento secondo criteri di equità e incentivo a comportamenti virtuosi Creare un meccanismo di mercato che consenta di prezzare e meglio allocare la flessibilità presente a sistema Bilanciamento chiuso a stoccaggio Disparità di trattamento tra shipper con stoccaggio (nessuna penalità di sbilancio) e shipper senza (fortemente penalizzato) Nessun incentivo alla corretta programmazione Linee guidaFromTo 1 può comprare soltanto in un mercato anonimo e non OTC per evitare turbative del mercato FONTE: Analisi del gruppo di lavoro 2. Evoluzione da bilanciamento a stoccaggio a bilanciamento a mercato

27 | MIL-BRD /CSlp 26 Evoluzione dell'equazione di bilanciamento per incentivare comportamenti virtuosi nell'uso delle risorse e far emergere il vero valore della flessibilità Bilanciamento a stoccaggio -P k GNC k DS k -= IkIk Sbilanciamento chiuso a stoccaggio +T k n FONTE: Analisi del gruppo di lavoro IkIk -P k +S k +T k n GNC k BkBk BT k -=+ Bilancia- mento a mercato Lo stoccaggio è disponibile a tutti gli utenti, ed è un dato e non un risultato Bilanciamento dello shipper sulla borsa Bilanciamento residuale del TSO sulla borsa Per ogni shipper k: I k : immissioni in rete P k : prelievi T k : transizioni al PSV GNC k : gas non contabilizzato DS k : sbilanciamento chiuso a stoccaggio S k : immissioni nette da stoccaggio B k : scambi effettuati in borsa BT k : bilanciamento residuale sulla borsa

28 | MIL-BRD /CSlp 27 Linee guidaFromTo 3.Evoluzione del PSV in ottica europea e creazione di una borsa che operi sull'hub. Allineamento PSV a best practice Europee: – Allargamento gamma prodotti e introduzione contratti standard – Accesso consentito a tutti i player con opportune garanzie – Pubblicazione prezzi – Revisione normativa (es. dichiarazione provenienza gas) Nascita di una borsa sul PSV (e dei relativi sistemi di controllo): – Day ahead – Intraday – Medio termine (a regime) Allineare le caratteristiche del PSV alle best practice europee per favorire un aumento della liquidità e fruibilità Favorire la nascita di una borsa finanziaria sul PSV (e dei relativi sistemi di controllo) Mercato fisico (PSV): – Gamma di prodotti limitata – Contratti standard non ufficiali – Pochi broker operanti – Accesso consentito ai player privi di un contratto di trasporto solo indicando un soggetto compensatore Assenza di borsa finanziaria FONTE: Analisi del gruppo di lavoro

29 | MIL-BRD /CSlp 28 Bilancia- mento Stoccaggio Mercato allingrosso Breve periodo: Rimozione impedimenti attuali su stoccaggio Medio periodo: Avvio meccanismi market based Lungo periodo: Completamento roll out sistemi market based Nuovi criteri allocazione e uso dello stoccaggio Definizione normativa per i nuovi impianti o per i potenziamenti degli esistenti Definizione nuovi metodi di stima dei consumi e di sistemi di misura Messa in servizio nuovi gruppi di misura 2 Bilanciamento per tutti i clienti a mercato 1 Stime e misure Test di nuovi metodi e sistemi PSV allineato a hub europei Bilanciamento per i clienti DM: a mercato Bilanciamento per i clienti non NDM: a stoccaggio Ingresso di nuova capacità di stoccaggio non regolata 1 Con il gas di sbilanciamento approvvigionato per tutti i clienti a mercato 2 Entro il 2010 i clienti G40, come previsto dalla delibera 155/08, e poi anche per gli altri clienti Borsa finanziaria Utilizzo nuovi metodi e sistemi FONTE: Analisi del gruppo di lavoro Percorso evolutivo del nuovo mercato del gas Bilanciamento per i clienti DM: a mercato basato sul merit order delle risorse di gas di stoccaggio Bilanciamento per i clienti non NDM: a stoccaggio Proposta elaborata autonomamente dal tavolo tecnico di Confindustria


Scaricare ppt "Roma, 11 maggio 2010 Seminario Proposte per lavvio della borsa del Gas Naturale Progetto Gas Market Assessment RISERVATO ED ESCLUSIVO È severamente vietato."

Presentazioni simili


Annunci Google