La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Rassegna Stampa off-line Lunedì 24 gennaio Mercoledì 26 gennaio Giovedì 27 gennaio A cura degli studenti dellIstituto Tecnico Industriale Statale G.C.Faccio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Rassegna Stampa off-line Lunedì 24 gennaio Mercoledì 26 gennaio Giovedì 27 gennaio A cura degli studenti dellIstituto Tecnico Industriale Statale G.C.Faccio."— Transcript della presentazione:

1 Rassegna Stampa off-line Lunedì 24 gennaio Mercoledì 26 gennaio Giovedì 27 gennaio A cura degli studenti dellIstituto Tecnico Industriale Statale G.C.Faccio di Vercelli Clicca per proseguire

2 LUNEDI 24 GENNAIO 2000 IL FATTO: DIRITTI UMANI

3 La scorsa settimana: Da La Stampa 22/01/2000: Madrid, torna la paura. - Autobomba dellETA uccide un ufficiale. Quattro feriti. A dicembre i terroristi baschi avevano annunciato la rottura della tregua. Lattentato e avvenuto a due mesi dal voto. Nel paese basco il governo locale sospende laccordo con i partiti indipendentisti. Da Il Sole 24 ore 21/01/2000: Decolla nel Mediterraneo una speranza di pace. - Ora greci e turchi hanno l'opportunità di mettere davvero la parola fine al conflitto relativo allisola di Cipro, conflitto che ha rischiato negli ultimi 30 anni di trasformarsi in uno scontro armato vero e proprio. Bisogna inoltre ricordare che nella scorsa estate durante i terremoti che hanno colpito sia Turchia che Grecia, i due stati si sono comportati in modo altamente solidale tra loro. Da La Stampa 20/01/2000: Indonesia, dilaga il terrore islamico - I cristiani, braccati non riescono a lasciare lisola. La violenza musulmana ha colpito soprattutto Lombock e Mataran, dove le chiese protestanti sono state date alle fiamme e numerose persone sono rimaste vittime degli scontri a fuoco.

4 Da Il corriere della sera 19/01/2000: Barboni, in Italia sono centomila, in Europa quattro milioni. Secondo alcuni dati il 60% di loro e censito; ha avuto quindi un contatto di qualsiasi tipo con le associazioni di assistenza, il restante 40% costituisce i cosiddetti invisibili, soprattutto stranieri che non sono mai stati raggiunti da forme di aiuto istituzionale. Nel 55% dei casi e la perdita del lavoro che li spinge allemarginazione. Malattie mentali, dipendenza da droga, alcool, e generiche difficoltà familiari sono delle altre cause. Cresce infine senza sosta fra i senza tetto il numero di profughi e rifugiati politici. Da La repubblica 18/01/2000: Israele, torna il terrorismoIsraele, torna il terrorismo

5 MERCOLEDI 26 GENNAIO 2000 IL FATTO: IL DIRITTO ALLA VITA

6 La scorsa settimana: DA LA STAMPA 25/01/2000 Assalto all ospedale, 700 in ostaggio Ribelli birmani in Thailandia Lazione lampo allalba per indurre a Bangkok ad aprire le frontiere ai profughi di etnia karen.Il commando fa parte del minuscolo Esercito di Dio, una setta guidata da due gemelli dodicenni.Lazione filmata tutto il giorno da una tv locale.Già liberati 50 malati, Bangkok tratta. DA LA REPUBBLICA 19/01/2000 Voci dall inferno di Huntsville Lappello di un condannato a morte: Ci torturano Dalla lettera contro la pena di morte recapitata a La Repubblica da coraggiosi militanti: chi scrive è Billy G. Hughes a poche ore dallappuntamento con il boia. Suo intento è denuciare il nuovo regolamento nel braccio della morte; ci parla anche delle torture psicologiche e delle privazioni materiali che accompagnano i detenuti al patibolo. Unaltra lettera è stata scritta da lui in cui chiedeva la grazia e una maratoria per le condanne a morte ma la sua richiesta sarà certamente vana poiché Clinton è un acceso sostenitore della giustizia capitale.

7 DA IL CORRIERE DELLA SERA 18/01/2000 Offensiva russa nel cuore di Grozny Le madri dei soldati smentiscono Mosca: In Cecenia morti più di 3000 ragazzi Mosca- La Cecenia sul piano militare, mentre dichiara di avere bloccato lavanzata dei russi su Grozny, si avvicina pericolosamente allAfghanistan che ha annuciato di voler accordare alla Cecenia il pieno riconoscimento diplomatico, atto che incrina la barriera di isolamento anche la Russia vuole consolidare intorno al regime di Grozny. Secondo il comando russo, le perdite dei ribelli ammonterebbero a 100 uominie negli ultimi quattro mesi di guerra le perdite russe ammonterebbero a 1300 morti e 5000 feriti soltando fra i militari.

8 GIOVEDI 27 GENNAIO 2000 IL FATTO: IL DIRITTO AL LAVORO

9 La scorsa settimana: DA IL CORRIERE DEL 05 GENNAIO 2000 Occupazione, Italia ultima in Europa DA LA REPUBBLICA DEL 23 GENNAIO 2000 Lavoro killer, cento morti al mese Allarme dell INAIL: in agricoltura e nei cantieri la strage si allarga ROMA: Oltre cento italiani muoiono ogni mese schiacciati da una pressa, dopo un volo da un ponteggio, colpiti da un braccio meccanico, sollevati da un muletto, folgorati, investiti da un mezzo pesante, finiti sotto un trattore ribaltatosi. Le statistiche dell INAIL dimostrano che ogni giorno tre o quattro lavoratori ci rimettono la pelle; è un dato reale: non ci sono giorni dove non muore nessuno e giorni dove ne muoiono sei. E una strage voluta da nessuno, ma che nessuno impedisce. Nei primi undici mesi del 99 i morti sono stati 1.208, gli incidenti sul lavoro denunciati sono 976 mila, il 2, 2% in piu sul 98. Campagne contro gli infortuni poche, scioperi nazionali del sindacato nessuno. GLI INCIDENTI SUL LAVORO SONO CINQUE VOLTE GLI INCIDENTI STRADALI: CONTRO Il trattore provoca ogni anno circa infortuni, 50 dei quali mortali; dal 1950 al 1992, il rischio di infortunio in agricoltura è aumentato di tre volte; i morti sul lavoro nei trasporti sono stati 135. Cesare Salvi commenta: Il 2000 deve essere l anno nel quale l Italia raggiungerà gli standard europei sulla sicurezza nei luoghi di lavoro.

10 DA LA REPUBBLICA DEL 23 GENNAIO 2000 LETTERE di Barbara Palombelli Ma che vuol dire inventarsi un lavoro Molta imprese non riescono a trovare lavoratori, operai o impiegati, a sufficienza. Con clamore ci viene detto che mancano tornitori, saldatori, ingegneri progettisti. A scuola continuavano a ripetere: Andate alluniversità, laureatevi e vedrete che trovare lavoro sarà molto semplice. Ebbene io mi sono laureato in legge, mi sono specializzato in con un master in diritto civile, penale amministrativo, e lavoro non ne trovo. Oltre ad essere laureato ed aver fatto un corso di specializzazione, conosco linglese molto bene e con il computer ho una grandissima familiarità. Nonostante ciò, le imprese, quando invio loro un curriculum, non rispondono neppure, o se lo fanno dicono tutti la stessa cosa: Ragazzi miei, il lavoro oggi bisogna inventarselo!!!. Cosa vuol dire inventarsi il lavoro ? Nella maggior parte dei casi vuol dire: apritevi un negozio…e apritevi anche un sito Internet così da sfruttare le-trade (commercio on-line). Cera bisogno della laurea, del master, dellinglese per aprire un negozio? Ecco perché, quando sento dire cose del tipo cè un sacco di lavoro per tornitori e saldatori, o inventatevi il lavoro, con rispetto parlando, come direbbe il mio conterraneo commissario Montalbano, mi girano i cabbasissi. DA LA REPUBBLICA DEL 26 GENNAIO 2000 Olocausto, "grandi" riuniti per non dimenticare STOCCOLMA - Guai a dimenticare e a non salvare il valore della memoria. Il premier Massimo D'Alema, appena arrivato al Stoccolma per il Forum internazionale sull'Olocausto, sottolinea che l'Italia, il paese di Mussolini e del fascismo, non deve dimenticare. "Mai più", dice il primo ministro israeliano Ehud Barak. "Mai più dovrà essere tollerato su questa terra un regime basato sulla sopraffazione, l'omicidio e la discriminazione tra gli esseri umani, sulla base della loro religione, razza o colore".

11 Redazione: PONTESILLI PAOLO NATALIA MENTASTI FABIO TRAVAGLINO FABRIZIO COLLINA DINO PRESTIA MANUEL SALVATORE FRANCESCO STACCHINO CARANDO STEFANO ELENA BORINA GIULIA ZAMBON GLORIA DINCECCO VIDEORASSEGNA ideata da MASSIMO PETRUZZIELLO


Scaricare ppt "Rassegna Stampa off-line Lunedì 24 gennaio Mercoledì 26 gennaio Giovedì 27 gennaio A cura degli studenti dellIstituto Tecnico Industriale Statale G.C.Faccio."

Presentazioni simili


Annunci Google