La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Per esprimere le distanze dei corpi celesti si usa lanno-luce (al) che corrisponde alla distanza percorsa dalla luce in un anno (circa 9500 miliardi di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Per esprimere le distanze dei corpi celesti si usa lanno-luce (al) che corrisponde alla distanza percorsa dalla luce in un anno (circa 9500 miliardi di."— Transcript della presentazione:

1 Per esprimere le distanze dei corpi celesti si usa lanno-luce (al) che corrisponde alla distanza percorsa dalla luce in un anno (circa 9500 miliardi di km). DEFINIZIONE DI STELLA Le stelle sono corpi celesti allinterno dei quali viene prodotta unenorme quantità di energia che si propaga nellUniverso sotto forma di luce. Quindi possiamo definire le stelle come dei CORPI CELESTI DOTATI DI LUCE PROPRIA. DEFINIZIONE DI PIANETA I pianeti sono corpi celesti che NON HANNO LUCE PROPRIA. DI CHE COSA SONO FATTE LE STELLE? Le stelle sono formate principalmente da IDROGENO QUALI SONO LE CARATTERISTICHE DELLE STELLE? Le proprietà caratteristiche di una stella sono la massa, le dimensioni, la densità, la temperatura superficiale. Dalla temperatura superficiale di una stella dipende La sua LUMINOSITA Il suo COLORE Lunità di misura che esprime la luminosità di una stella è la MAGNITUDINE APPARENTE Le stelle più calde hanno un colore che tende al BLU – AZZURRO - BIANCO Le stelle più calde hanno un colore che tende al ROSSO – ARANCIONE - GIALLO

2 EVOLUZIONE DI UNA STELLA Prevede 3 fasi: 1.fase INIZIALE 2.fase di STABILITA 3.Fase FINALE Fase INIZIALE: una stella si forma quando una NEBULOSA inizia a contrarsi per effetto dellattrazione gravitazionale; la temperatura interna sale. La futura stella diventa visibile e viene detta PROTOSTELLA. NEBULOSA: ammasso di polveri e gas (principalmente idrogeno) Fase di STABILITA: la protostella diventa una STELLA quando il suo nucleo raggiunge temperature tanto elevate da innescare reazioni di fusione termonucleare. H H H H 4 atomi di IDROGENO Fusione termonucleare 1 atomo di ELIO + ENERGIA Fase FINALE: Quando lidrogeno nel nucleo si esaurisce, la stella comincia ad espandersi e diventa una GIGANTE ROSSA. NEBULOSA PROTOSTELLA STELLA GIGANTE ROSSA

3 La MORTE di una stella può avvenire in diversi modi: 1) Se la stella ha una MASSA SIMILE A QUELLA DEL SOLE si trasformerà in NANA BIANCA NANA NERA 2) Se la stella ha una MASSA 10 VOLTE PIU GRANDE DI QUELLA DEL SOLE si trasformerà in SUPERNOVA STELLA A NEUTRONI BUCO NERO SUPERNOVA

4 ORIGINE DEL SITEMA SOLARE Il Sistema solare si è originato da una nebulosa circa 5 miliardi di anni fa Il Sole e i pianeti hanno avuto unorigine comune a partire da unimmensa nube di gas e polvere nella Via Lattea. Una nebulosa primordiale ha cominciato ha contrarsi su se stessa, si condensa in un disco appiattito che ruota vorticosamente. Il centro della nube si sarebbe riscaldata formando una protostella, dando origine allaggregazione di oggetti di dimensioni sempre maggiori: i pianeti. I PIANETI DEL SISTEMA SOLARE 1.MERCURIO 2.VENERE 3.TERRA 4.MARTE 5.GIOVE 6.SATURNO 7.URANO 8.NETTUNO

5 I PIANETI DEL SISTEMA SOLARE Si dividono in Pianeti di TIPO TERRESTRE Mercurio Venere Terra Marte a.Sono vicini al Sole b.Sono di piccole dimensioni c.Sono rocciosi d.Non hanno satelliti oppure sono pochi e.Latmosfera manca o è poco densa Pianeti di TIPO GIOVIANO Giove Saturno Urano Nettuno a.Sono lontani dal Sole b.Sono di grandi dimensioni c.Sono gassosi o di ghiaccio d.Hanno molti satelliti e.Latmosfera è molto densa

6 LA STRUTTURA DEL SOLE ZONA CONVETTIVA ZONA RADIATIVA NUCLEO FOTOSFERA Il Sole è una sfera di gas incandescente. È formato da quattro involucri concentrici: 1.il nucleo è la zona più calda, dove avvengono le reazioni di fusione nucleare; 2.zona radiativa è la zona dove lenergia prodotta dal nucleo viene assorbita dagli atomi di gas ed emessa verso lesterno; 3.zona convettiva è la zona attraversata da flussi di materia calda, che salgono dalla zona radiativa verso la superficie solare e risprofondano dopo essersi raffreddati 4.fotosfera; la superficie visibile del Sole. Latmosfera solare è costituita dalla cromosfera e dalla corona solare


Scaricare ppt "Per esprimere le distanze dei corpi celesti si usa lanno-luce (al) che corrisponde alla distanza percorsa dalla luce in un anno (circa 9500 miliardi di."

Presentazioni simili


Annunci Google