La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

II Modulo: Introduzione allo studio della pedagogia e delle scienze delleducazione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "II Modulo: Introduzione allo studio della pedagogia e delle scienze delleducazione."— Transcript della presentazione:

1 II Modulo: Introduzione allo studio della pedagogia e delle scienze delleducazione

2 1.EDUCAZIONE: CONCETTO ED ASPETTI FONDAMENTALI

3 NON POSSIAMO DEFINIRE LA PEDAGOGIA=LA SCIENZA DELLEDUCAZIONE SENZA PRIMA DIRE CHE COSA è LEDUCAZIONE Ogni area culturale usa termini diversi per indicare questo concetto

4 Esempi: Area anglosassone: Education, Training, Learning Area tedesca: Erziehung, Bildung

5 Il termine Educazione rimanda ad un vasta area semantica che rispecchia la complessità della nozione stessa. Per questo motivo esistono moltissime definizioni. Il concetto di educazione rimanda allidea di: Apprendimento Apprendimento Insegnamento Insegnamento Formazione Formazione Auto/Etero-educazione Auto/Etero-educazione Istruzione Istruzione Addestramento Addestramento Indottrinamento Indottrinamento Umanizzazione Umanizzazione Esperienza Esperienza Relazione Relazione

6 Riguardo a questi ultimi 3 concetti: UMANIZZAZIONE UMANIZZAZIONE - leducazione è un processo di trasmissione di contenuti alle nuove generazioni, in genere a soggetti immaturi (lessere umano è sempre immaturo) - educazione da e-ducere, tirare fuori, portare a compimento lessere umano, realizzarlo nella sua umanità - umanizzazione diversa da ominizzazione (il caso dei bambini selvaggi/lupo)

7 in riferimento al corpo umano: - Leducazione è un processo di umanizzazione progressiva che va dal dato biofisiologico dellesistenza (il corpo organico) alla dimensione trascendente (la corporeità intesa come dimensione sociale, etica e spirituale) - Leducazione è un emergere del corpo nella sua sua piena proporzione e misura umana dallinformità della materia bruta e primordiale

8 ESPERIENZA ESPERIENZA - leducazione è qualcosa che sperimentiamo soggettivamente - leducazione è un evento, qualcosa che accade e si manifesta sempre in modo originale (non ha senso chiedersi che cosa è leducazione ma come si fa o viene vissuta leducazione) - Il senso delleducazione non può essere dato a priori perché sono sempre i soggetti che vivono la situazione educativa ad attribuire senso a questultima - Gli eventi educativi non hanno valore in sé ma lo acquistano in virtù della ricaduta sul vissuto dei soggetti

9 TRADOTTO IN TERMINI CONCRETI: 1) una esperienza ritenuta educativa da una persona può non esserlo per unaltra o viceversa 2) Parlare delleducazione, studiarla e progettarla è sempre qualcosa di complesso (il risultato finale è sempre unincognita…dipende sempre dal soggetto) 3) Solo nellesperienza, nel nostro vissuto, possiamo capire leducazione (ecco perché risulta difficile parlarne con un linguaggio asettico e distaccato come il linguaggio scientifico…questa esperienza si può solo narrare o raccontare) Problema dei metodi della ricerca educativa

10 RELAZIONE RELAZIONE - lidentità personale alla quale leducazione conduce è sempre il frutto di una relazione con gli altri - leducazione è una relazione tra un educatore e un educando che sono posti allinterno di una complessa rete di rapporti che li lega a contesti sociali, intersoggettivi, politici, culturali, economici, ecc. - Soltanto tenendo conto di questa complessità di elementi in interazione tra loro (sistema) possiamo sperare di comprendere leducazione

11 - Il sistema educazione: INDIVIDUO SOCIETA STRUMENTI per trasmettere i contenuti, far adattare PATRIMONIO CULTURALE

12 Definizioni del termine educazione: EDUCAZIONE COME PERFEZIONAMENTO EDUCAZIONE COME PERFEZIONAMENTO EDUCAZIONE COME COMUNICAZIONE EDUCAZIONE COME COMUNICAZIONE EDUCAZIONE COME SISTEMA EDUCAZIONE COME SISTEMA EDUCAZIONE COME PRODOTTO EDUCAZIONE COME PRODOTTO EDUCAZIONE COME PROCESSO EDUCAZIONE COME PROCESSO EDUCAZIONE COME AZIONE EDUCAZIONE COME AZIONE

13 EDUCAZIONE COME PERFEZIONAMENTO Letimologia stessa del termine perfezione (Per-ficere = completare) suppone una modificazione delluomo che porta al miglioramento della persona, unacquisizione di qualità nuove che prima non possedeva, uno sviluppo massimo di tutte le sue potenzialità, vale a dire, unottimizzazione che si raggiunge nella misura in cui il processo educativo procede verso il suo compimento

14 EDUCAZIONE COME COMUNICAZIONE La comunicazione nei soggetti umani è un processo che si qualifica come intenzionale o non intenzionale, diretto o indiretto, che pone in essere un qualche sistema di contatto ovvero implica una relazione sul piano spaziale e temporale fra due o più persona che cambia qualcosa

15 EDUCAZIONE COME SISTEMA Struttura sociale Struttura sociale Periodo storico Periodo storico Concezione politica, religiosa, sociale… Concezione politica, religiosa, sociale… Mezzi di comunicazione di massa Mezzi di comunicazione di massa Diverse età Diverse forme di educazione Diverse età Diverse forme di educazione Teorie pedagogiche Teorie pedagogiche

16 EDUCAZIONE COME PRODOTTO ATTIVITA Non è intenzionale Fare, operare AZIONE Implica intenzionalità e responsabilità. Ha un fine prestabilito Leducazione è il prodotto di unazione più che di unattività La differenza tra le due è nella finalità: - nella prima non è definita, è generica - nella seconda è stabilita in partenza

17 EDUCAZIONE COME PROCESSO I movimenti di innovazione pedagogica insistono sulla necessità di considerare leducazione come un processo di interazione reciproca, di comunicazione bidirezionale, mediante la quale leducatore influisce sulleducando e a sua volta riceve influenza da questo

18 Aspetti peculiari delleducazione 1. PERFEZIONAMENTO 2. FORMAZIONE 3. INTENZIONALITA 4. INFLUENZA UMANA 5. RELAZIONALITA 6. RELAZIONE TERNARIA Quindi… LEDUCAZIONE È IL PERFEZIONAMENTO INTENZIONALE DELLE CAPACITÀ (FUNZIONI) SPECIFICATAMENTE UMANE

19 AMBITI DI INTERVENTO DELLEDUCAZIONE FORMALE (es.: scuola, università) FORMALE (es.: scuola, università) NON FORMALE (es.: corso di formazione del CONI, di una Federazione sportiva, corso di Formazione professionale…) NON FORMALE (es.: corso di formazione del CONI, di una Federazione sportiva, corso di Formazione professionale…) INFORMALE (es.: strada, palestra, manifestazione sportiva…) INFORMALE (es.: strada, palestra, manifestazione sportiva…)

20 2. Pedagogia e scienze delleducazione

21 Ai nostri giorni la pedagogia viene vista, da non pochi, come un coacervo di ovvietà, di truismi, di banalità, insieme ad un assortimento di osservazioni desunte da varie scienze umane (antropologia, psicologia, sociologia) e ad alcune generalizzazioni ricondotte verbalisticamente a questa o a quella filosofia delluomo. M. Laeng

22 Si tratta quindi di: Verificare se la pedagogia è una scienza in riferimento a quanto scritto da Mauro Laeng. Verificare se la pedagogia è una scienza in riferimento a quanto scritto da Mauro Laeng. Evidenziare il suo rapporto con le scienze delleducazione. Evidenziare il suo rapporto con le scienze delleducazione.

23 Pedagogia. Etimologia ed excursus storico Il termine pedagogia deriva dal greco: Il termine pedagogia deriva dal greco: paidagogia= arte di guidare (accompagnare) i bambini paidagógos= schiavo incaricato di badare ai bambini di insegnare loro i primi rudimenti del sapere Nel Medioevo venivano utilizzati i termini latini (educatio, disciplina e institutio) per indicare leducazione e la riflessione sulleducazione; Nel Medioevo venivano utilizzati i termini latini (educatio, disciplina e institutio) per indicare leducazione e la riflessione sulleducazione;

24 Alla fine del 700 vengono nuovamente utilizzati i termini greci per il tramonto del latino come lingua viva Alla fine del 700 vengono nuovamente utilizzati i termini greci per il tramonto del latino come lingua viva Nel corso dell 800 il primo importante tentativo di distinguere educazione da pedagogia, intesa come scienza delleducazione Nel corso dell 800 il primo importante tentativo di distinguere educazione da pedagogia, intesa come scienza delleducazione Tra 800 e 900 si impone il concetto di pedagogia come scienza sperimentale (Maria Montessori, Il metodo della pedagogia scientifica) Tra 800 e 900 si impone il concetto di pedagogia come scienza sperimentale (Maria Montessori, Il metodo della pedagogia scientifica) Situazione attuale: dibattito tra scienze della formazione, scienze delleducazione, pedagogia Situazione attuale: dibattito tra scienze della formazione, scienze delleducazione, pedagogia

25 Si tratta quindi di riflettere sul: 1. Il concetto di scienza. Elementi fondamentali: oggetto, logica della ricerca (epistemologia) e metodologia 2. Tipologia delle scienze 3. Scienze delleducazione

26 Il concetto di scienza Il sapere scientifico è sistematico, coerente nei contenuti, ha un suo oggetto peculiare, una sua logica ed una metodologia adeguata e può essere ottenuto per via: a) Induttiva b) Deduttiva c) Sperimentale d) Argomentativa

27 Tipologia delle Scienze Scienze della Natura (studiano i fenomeni della natura) Scienze della Natura (studiano i fenomeni della natura)MeteorologiaFisicaChimicaGeologia,ecc… Scienze Umane (hanno per oggetto luomo) Scienze Umane (hanno per oggetto luomo)BiologiaAnatomiaSociologiaPsicologia Scienze Motorie Filosofia, ecc… Scienze Speculative Scienze Speculative Conoscere per conoscere Scienze Pratiche Scienze Pratiche conoscere per agire

28 Le scienze delleducazione - A partire dagli anni 50 è cominciato un dibattito sulla scientificità della pedagogia, accusata di essere troppo una filosofia (una Pedagogy come è intesa nel mondo anglosassone) senza risvolti empirici o pratici - Tra gli anni 60 e 70 in Francia Gaston Mialaret e Maurice Debesse cominciano ad avvertire la necessità di un approccio più scientifico alleducazione utilizzando la metodologia ormai scientifica delle scienze umane (storia, psicologia…), di quelle socio-politiche (antropologia, politica, economia…) e biologiche - Si avverte la necessità di classificare tutte le pedagogie specialistiche che studiano i vari campi delleducazione (Pedagogia generale, Pedagogia comparata, Pedagogia sociale, Pedagogia interculturale, Psicopedagogia…)

29 - Si comincia ad usare il termine scienze delleducazione al posto di scienze pedagogiche (In Francia la parola scienze delleducazione era già stata usata ai primi del 900 da Emile Durkheim per indicare la sociologia delleducazione scienze dellinsegnamento e della scuola) - Si comincia ad usare il termine scienze delleducazione al posto di scienze pedagogiche (In Francia la parola scienze delleducazione era già stata usata ai primi del 900 da Emile Durkheim per indicare la sociologia delleducazione e le scienze dellinsegnamento e della scuola) - Nel 1976 Gaston Mialaret classifica le scienze delleducazione in tre rami:

30 a) Le scienze che studiano le condizioni generali e locali dellistituzione scolastica (storia delleducazione, economia delleducazione, educazione comparata, ecc.) b) Le scienze che studiano la relazione pedagogica e latto educativo (psiclogia delleducazione, scienze delleducazione, scienze della didattica e della valutazione) c) Le scienze della riflessione e dellevoluzione (Filosofia delleducazione, epistemologia genetica…)

31 Riepilogo principali scienze delleducazione e pedagogiche: - psicologia delleducazione - psicologia delleducazione - filosofia delleducazione - sociologia delleducazione - sociologia delleducazione - economia dellistruzione - economia dellistruzione - demografia scolastica - demografia scolastica - statistica pedagogica - statistica pedagogica - biologia delleducazione - biologia delleducazione - fisiologia delleducazione - fisiologia delleducazione - antropologia delleducazione - antropologia delleducazione - psicologia delletà evolutiva - psicologia delletà evolutiva - docimologia - educazione comparata

32 Scienze pedagogiche - Pedagogia generale - Pedagogia sociale - Pedagogia sperimentale - Pedagogia speciale - Storia della pedagogia - Pedagogia del lavoro - Pedagogia interculturale - Pedagogia dello sport e delle attività motorie - Pedagogia comparata - Educazione degli adulti

33 IL DIBATTITO SI è FORTEMENTE SENTITO ANCHE IN ITALIA - Negli anni allinizio degli anni 70 la pedagogia viene fortemente criticata anche in Italia, bollata come non scientifica, come una scienza solo normativa che prescrive soltanto e reprime - Si ipotizza una antipedagogia (non repressiva e più attenta alla libertà delleducando) - Negli anni 80 si ipotizza la morte della pedagogia nella cultura contemporanea

34 - Dibattito sullistituzione dei dipartimenti di scienze delleducazione per formare gli ingnanti e tutti gli educatori specializzati che la società richiede - Cosa fare della Facoltà di Magistero (Copia della Facoltà di lettere e filosofia riservata alle maestre) e dei corsi di laurea in Pedagogia (considerata copia della laurea in Filosofia) - Anni 90: trasformazione delle Facoltà di Magistero (esisteva dagli anni 30) in Facoltà di Scienze della Formazione; chiusura del corso di laurea in pedagogia ed istituzione di quello in Scienze dellEducazione (1993) – con tirocinio ed insegnamenti specialistici con indirizzi riservati ai vari educatori specializzati

35 LENCICLOPEDIA DELLE SCIENZE DELLEDUCAZIONE (LA TORTA di Luigi Visalberghi -1978) divisione delle scienze delleducazione in quattro settori: Settore psicologico Settore sociologico Settore dei contenuti Settore metodologico - didattico

36 - La pedagogia generale che fine fa? - In quale posto della torta si colloca e quale funzioni ha?

37 dibattito aperto: - diventa una filosofia delleducazione - ha una funzione di raccordo tra le varie scienze delleducazione …manca un accordo tra gli studiosi…ognuno ha la sua idea

38 a complicare il dibattito in Italia ci si sono messe anche le scienze della formazione Scienze della formazione sono tutte le scienze che studiano la formazione delluomo (praticamente tutte le scienze umane!! la letteratura, la linguistica, la filologia, le scienze musicali…)

39 La pedagogia non si identifica con le scienze delleducazione o le scienze della formazione…è qualcosa di diverso

40 Esempio: - Esistono le scienze della mente, ma queste non sono la psicologia - Esistono le scienze delle costruzioni, ma queste non sono larchitettura o lingegneria edile La nostra società vuole sempre scientificizzare un campo di ricerca…riflettiamo sul caso delle Scienze Motorie La nostra società vuole sempre scientificizzare un campo di ricerca…riflettiamo sul caso delle Scienze Motorie

41 Elementi fondamentali della pedagogia come scienza Loggetto: lHomo educandus tenendo presente la finalità che egli deve raggiungere (finalità delluomo come oggetto di studio); Loggetto: lHomo educandus tenendo presente la finalità che egli deve raggiungere (finalità delluomo come oggetto di studio); La logica della ricerca; La logica della ricerca; Funzioni della pedagogia. Superamento della dicotomia tra teoria e pratica; Funzioni della pedagogia. Superamento della dicotomia tra teoria e pratica; Finalità delleducazione; Finalità delleducazione;

42 Oggetto della Pedagogia LHomo educandus: caratteristiche dellessere umano Luomo come essere biologico e organico Luomo come essere biologico e organico Luomo come essere corporeo Luomo come essere corporeo Luomo come ereditarietà e ambiente Luomo come ereditarietà e ambiente Luomo come essere evolutivo Luomo come essere evolutivo Differenze tra luomo e lanimale: Differenze tra luomo e lanimale: Libertà Libertà Autocoscienza Autocoscienza Responsabilità Responsabilità Linguaggio Linguaggio Pensiero Astratto Pensiero Astratto Concettualizzazione Concettualizzazione Luomo come essere aperto e dialogico: Luomo come essere aperto e dialogico: Per la sua intelligenza Per la sua intelligenza Per la sua libertà Per la sua libertà Per il suo apprendimento Per il suo apprendimento Per la sua capacità di comunicare e costruire simboli Per la sua capacità di comunicare e costruire simboli

43 Elementi fondamentali della pedagogia come scienza LOGICA DELLA RICERCA I fondamenti scientifici di un scienza cioè la sua autonomia è data dalla logica con cui si studia un oggetto che può essere comune ad altre scienze I fondamenti scientifici di un scienza cioè la sua autonomia è data dalla logica con cui si studia un oggetto che può essere comune ad altre scienze Elementi logici della ricerca pedagogica (Epistemologia): Elementi logici della ricerca pedagogica (Epistemologia): - massimo sviluppo delle qualità umane considerate nella loro totalità - attivazione delle potenzialità della persona - considerare lessere umano come persona e non come individuo - analisi del contesto

44 FINALITA DELLEDUCAZIONE CONSERVAZIONE CONSERVAZIONE SOCIALIZZAZIONE SOCIALIZZAZIONE TRASFORMAZIONE TRASFORMAZIONE FORMAZIONE DELLA PERSONALITA FORMAZIONE DELLA PERSONALITA CAPACITA CRITICA CAPACITA CRITICA ORIENTAMENTO ORIENTAMENTO UMANIZZAZIONE UMANIZZAZIONE

45 FUNZIONI DELLA PEDAGOGIA Obiettivo primario della Pedagogia non è tanto quello di descrivere(scienze delleducazione) ma quello di interpretare gli eventi educativi attraverso la comprensione Tradurre in termini conoscitivi e pratici Capacità di afferrare e valutare sul piano intellettivo, spirituale, pratico, affettivo lesigenze di sviluppo al fine di trovare una soluzione ad un problema educativo concreto. Il fenomeno educativo è considerato nella complessità che caratterizza la condizione umana (prospettiva ermeneutica).

46 Considerazioni Superamento della tesi del Mialaret (scienze delleducazione) Superamento della tesi del Mialaret (scienze delleducazione) La pedagogia non è una scienza multidisciplinare, interdisciplinare o trasversale; è una scienza autonoma la cui unità nasce da problemi educativi concreti da risolvere: è lunità del problema che genera lunità delloggetto e del metodo (G. Flores DArcais, 1989, pag. 137) La pedagogia non è una scienza multidisciplinare, interdisciplinare o trasversale; è una scienza autonoma la cui unità nasce da problemi educativi concreti da risolvere: è lunità del problema che genera lunità delloggetto e del metodo (G. Flores DArcais, 1989, pag. 137) Il problema della pedagogia è quello di promuovere trasformazioni nelluomo e nella società. Il problema della pedagogia è quello di promuovere trasformazioni nelluomo e nella società. E un possibile che si rende esistente Il proprium della pedagogia consiste nellautofinalismo del processo educativo. Il farsi delluomo nella sua totale possibilità Il proprium della pedagogia consiste nellautofinalismo del processo educativo. Il farsi delluomo nella sua totale possibilità

47 Le definizioni di educazione e di pedagogia non sono topiche cioè fondate su luoghi comuni ma hanno fondamento scientifico Le definizioni di educazione e di pedagogia non sono topiche cioè fondate su luoghi comuni ma hanno fondamento scientifico Rapporto pedagogia e scienze umane e sociali per non perdere lo specifico pedagogico è necessario il concetto di riduzione. Cioè ricondurre i risultati delle scienze umane alle esigenze della logica pedagogica tesa a risolvere problemi concreti. Rapporto pedagogia e scienze umane e sociali per non perdere lo specifico pedagogico è necessario il concetto di riduzione. Cioè ricondurre i risultati delle scienze umane alle esigenze della logica pedagogica tesa a risolvere problemi concreti. RIDUZIONISMO (+) RIDUZIONE RIDUTTIVISMO (-)


Scaricare ppt "II Modulo: Introduzione allo studio della pedagogia e delle scienze delleducazione."

Presentazioni simili


Annunci Google