La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Schema di comunicazione a cura di Giuseppe Oleandro Dipartimento Politiche sociosanitarie Spi-Cgil Nazionale Dalla programmazione strategica alla costruzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Schema di comunicazione a cura di Giuseppe Oleandro Dipartimento Politiche sociosanitarie Spi-Cgil Nazionale Dalla programmazione strategica alla costruzione."— Transcript della presentazione:

1 Schema di comunicazione a cura di Giuseppe Oleandro Dipartimento Politiche sociosanitarie Spi-Cgil Nazionale Dalla programmazione strategica alla costruzione della piattaforma: tra contenuto, metodo e verifica Cuneo Maggio 2008

2 . NOI SIAMO QUI. Negoziazione Gestione Progettazione Analisi dei bisogni Analisi del territorio Conoscenza normativa Individuazione risposte Individuazione controparti Partecipazione democratica Chiusura Strategia delle alleanze Tecniche di negoziazione Iniziative a sostegno Comunicazione dei risultati Verifica dellintesa Il protocollo di intesa La mappa della contrattazione sociale La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – Piattaforma.

3 Il Territorio 1 È il centro del nostro interesse Territorio È il luogo in cui le Istituzioni determinano le scelte Del territorio occorre conoscere la condizione delle persone Dati assoluti per classi di età, sesso, indice di vecchiaia… È il luogo in cui si manifestano e si soddisfano i bisogni La contrattazione dei diritti e degli interessi dei pensionati e degli anziani si esercita nel Quanti vivono da soli, in coppia, con altri familiari…. Titolo di godimento dellalloggio, sito, tipologia, qualità,… Quantità e qualità dei redditi… Povertà, solitudine, grado di istruzione, ricoverati Indice di dipendenza, patologie frequenti… La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

4 Il Territorio 2 …la presenza delle risposte formali e informali La rete dei servizi pubblici presente nel territorio (Ospedali, poliambulatori, medici di medicina generale…) Le strutture residenziali e semi residenziali per anziani (RSA, Case di Riposo, centri diurni, ospedali di comunità…) Servizi e prestazioni domiciliari (AD, ADI, Telesoccorso, Teleassistenza, Ospedalizzazione domiciliare…) Sistema di trasporto, luoghi di partecipazione, consultori, centri sociali, centri di aggregazione….. Sistema dellofferta privata (profit e no profit) Di carattere economico (sussidi, prestazioni indirette, buoni servizio…) Attraverso sgravi o riduzione di imposte e tariffe Strumenti per la programmazione socio-sanitaria … la tipologia delle risposte possibili Costruzione o qualificazione di strutture o presidi sanitari, sociali, culturali Sviluppo di servizi o erogazione di prestazioni La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

5 La Lega sviluppa la propria iniziativa nel territorio di sua competenza in coerenza con il programma fondamentale della CGIL e con i deliberati congressuali, compresi i processi di reinsediamento confederale nel territorio… Le competenze della lega Le competenze per la negoziazione sociale E titolare di diritti di negoziazione e di confronto verso le istituzioni locali e le aziende di servizi nellarea di sua competenza. Tali diritti la lega li esercita anche dintesa con il sindacato territoriale e la C.d.L.T. (art. 19 Statuto Spi) La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

6 Cgil Spi Nazionale Spi-Cgil Regionale Spi-Cgil Comprensoriali Lega La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – La Piattaforma del Sindacato

7 Suggerimenti di metodo La Piattaforma del Sindacato Alcuni suggerimenti per la definizione della Piattaforma La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – Suggerimenti di merito Suggerimenti per la verifica degli obiettivi

8 Per la definizione delle politiche di intervento (La Piattaforma del Sindacato ) Contiene le rivendicazioni sui bisogni insoddisfatti o parzialmente insoddisfatti Definisce una strategia per la ricerca del Consenso Individua gli interlocutori istituzionali e non Indica i tempi con cui dare soluzione ai prob lemi Formula proposte specifiche per soddisfare i bisogni La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – Suggerimenti di metodo

9 La preparazione della piattaforma Percorso unitario per il coinvolgimento di FNP e UILP Informazione sui risultati dellanalisi dei bisogni e/o degli obiettivi da raggiungere Assemblea degli iscritti La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – Coinvolgimento del Sindacato territoriale, delle categorie coinvolte e della CDL Assemblea degli iscritti SPI-FNP e UILP Assemblea Pubblica Definizione della Piattaforma Lancio della Piattaforma con iniziative sindacali interne ed esterne per farla conoscere e per la ricerca del consenso Suggerimenti di metodo

10 Gli obiettivi strategici della Piattaforma Contrastare ogni forma di emarginazione Il Welfare come fattore di sviluppo Tutelare e promuovere i diritti di cittadinanza La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – Difendere e rilanciare la centralità del sistema pubblico Privilegiare lintervento sul contesto socio-familiare Favorire linclusione sociale, la partecipazione e la cittadinanza attiva Investire sulla prevenzione Contrastare ogni forma di povertà Realizzare le condizioni per favorire lintegrazione socio-sanitaria Suggerimenti di metodo

11 La Piattaforma socio-sanitaria Suggerimenti di merito Articolazione della Piattaforma Motivare in premessa la scelta dei temi che si intendono affrontare Indicazione chiara degli obiettivi prioritari (es. Inclusione sociale; servizi per la qualità della vita) A ciascuno degli obiettivi prioritari (es. servizi per la qualità della vita) deve corrispondere uno o più obiettivi strategici (es. Aumentare i servizi di cura alla persona; alleggerire i carichi familiari; innalzare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro) Gli obiettivi strategici vanno raggiunti attraverso una serie di obiettivi specifici ( es. misure e/o servizi come Assegno di cura, Assistenza Domiciliare Integrata, Centri diurni, ecc.) È opportuno che, per ciascun obiettivo specifico e tenendo conto dei bisogni e dei vincoli economici e di contesto, vengano specificati alcuni indicatori di quantità e di qualità misurabili e verificabili La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

12 La Piattaforma socio-sanitaria Suggerimenti di merito Cure domiciliari Sistema di prestazioni e servizi per migliorare la cura alla persona; per alleggerire i carichi assistenziali familiari; per innalzare la partecipazione delle donne al mercato del lavoro Riorganizza il sistema dellofferta e indica, attraverso lintegrazione fra le politiche sociali e sanitarie, le modalità di erogazione dei servizi pubblici Qualifica la spesa pubblica poiché contribuisce a ridurre i ricoveri impropri a vantaggio dellassistenza territoriale e della prevenzione. Obiettivi strategici Obiettivi specifici Dare una risposta mirata e flessibile ai bisogni socio-sanitari delle persone Mantenere nel proprio ambiente di vita le persone non autosufficienti Coinvolgere e responsabilizzare tutti i soggetti dellofferta (formale/informale) La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

13 La Piattaforma socio-sanitaria Suggerimenti per la verifica degli obiettivi Cure domiciliari Indicatori Per es. la % delle persone non autosufficienti trattati sul totale della popolazione con più di 65 anni Parametri uniformi del personale da impiegare nei servizi (es. Medici, infermieri, terapisti della riabilitazione, assistenti sociali, operatori sociosanitari, volontari, ecc) Intensità delle cure rapportata alla valutazione del bisogno Prevedere la definizione di un accordo specifico (Protocollo di intesa) con tutti i soggetti interessati (istituzioni, terzo settore, professionisti, sindacati, ecc.) per la definizione e lassunzione delle responsabilità Scelta dello strumento per la definizione del progetto. Ad esempio attraverso un Accordo di Programma per stabilire CHI-FA COSA-COME-QUANDO Prevedere sempre una verifica intermedia per monitorare lo stato di avanzamento e le eventuali cause che ostacolano il raggiungimento dei risultati attesi Strumenti La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

14 Dalla piattaforma alla negoziazione Va verificato periodicamente lo stato di attuazione del protocollo dintesa o dellaccordo sottoscritto. Deve portare a protocolli dintesa e accordi in cui siano quantificate le risorse impegnate nel bilancio della controparte Gli impegni assunti nel bilancio preventivo devono tradursi in delibere di spesa per le singole voci contrattate La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

15 Dalla Piattaforma alla negoziazione ENTRO IL 31 MAGGIO definizione indirizzi e obiettivi generali con individuazione dei responsabili dei servizi ENTRO IL 20 GIUGNO Conferenza dei servizi ENTRO IL 10 LUGLIO elaborazione della prima bozza del PEG (Piano Esecutivo Gestione) ENTRO IL 30 SETTEMBRE verifica compatibilità economica del PEG ENTRO IL 5 OTTOBRE approvazione definitiva del PEG ENTRO IL 20 OTTOBRE redazione e approvazione schema di bilancio di previsione da parte della Giunta ENTRO IL 5 NOVEMBRE parere e relazione da parte dellorgano di revisione ENTRO IL 10 NOVEMBRE trasmissione proposta di bilancio al Presidente del Consiglio comunale con relativa discussione ed emendamenti ENTRO IL 31 DICEMBRE approvazione del bilancio e degli allegati da parte del Consiglio Per raggiungere risultati ottimali è fondamentale il rispetto dei tempi della Programmazione: Sanitaria e socio-sanitaria (Programma delle Attività Territoriali – Distretto) Triennale Socio-assistenziale (Piano di Zona Comune – Ambito sociale di Zona) Triennale Tempi per la programmazione Comunale La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil –

16 Negoziare significa…. Firmare accordi vincolanti ed esigibili Conoscere i bisogni e il contesto territoriale Monitorare periodicamente i fabbisogni Costruire rapporti costanti con la gente Stimolare e attivare la partecipazione attiva Predisporre le piattaforme Far conoscere le richieste Avviare i confronti con gli interlocutori Non escludere la mobilitazione La contrattazione sociale - a cura di G.Oleandro – Spi-Cgil – Conoscere le regole di funzionamento del Welfare


Scaricare ppt "Schema di comunicazione a cura di Giuseppe Oleandro Dipartimento Politiche sociosanitarie Spi-Cgil Nazionale Dalla programmazione strategica alla costruzione."

Presentazioni simili


Annunci Google