La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CLIDD-Clinica della Dislessia e Disgrafia Sistema CO.CLI.T.E.-Le pratiche Ecologico- Dinamiche Prof. Piero Crispiani Università di Macerata Pedagogista.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CLIDD-Clinica della Dislessia e Disgrafia Sistema CO.CLI.T.E.-Le pratiche Ecologico- Dinamiche Prof. Piero Crispiani Università di Macerata Pedagogista."— Transcript della presentazione:

1 CLIDD-Clinica della Dislessia e Disgrafia Sistema CO.CLI.T.E.-Le pratiche Ecologico- Dinamiche Prof. Piero Crispiani Università di Macerata Pedagogista FIPED Direttore scientifico del Centro Italiano Dislessia PEDAGOGIA DELLA DISPRASSIA

2 C’è una conclusione di raccordo??

3 “I DSA sono riconducibili a disprassie sequenziali in quanto disturbi di natura neuro-motoria, espressione del disturbo dei coordinamenti motori, ovvero delle SEQUENZE MOTORIE” P. Crispiani

4 In un’ottica di PREVENZIONE è consigliabile l’osservazione dei comportamenti motori in assetto dinamico e sequenziale attraverso l’esame motorio che prenda in considerazione:

5 Motricità generale Motricità sequenziale Motricità rapida e crociata Motricità in sinestesia con percezioni, linguaggio e capacità di contare Motricità coordinata con altri Giochi motori di squadre Oculo-motricità

6 Cos’è la dislessia? LA DISLESSIA E’ UNA DISPRASSIA SEQUENZIALE. E’ UN DISTURBO MOTORIO COORDINATIVO

7 L’intero agire dell’essere umano è MOTRICITA’: non solo camminare, saltare e nuotare ma anche parlare, leggere e scrivere. La motricità è alla base del pensiero, della sua organizzazione, gli AUTOMATISMI consentono prestazioni veloci ed efficaci.

8 Affinchè si inneschino e si consolidino i comportamenti autonomi essi devono essere caratterizzati dalla FLUIDITA’ ESECUTIVA detta anche GIUSTA VELOCITÀ. La fluidità d’azione è responsabile delle sequenze prassiche e degli schemi motori (leggere, scrivere, parlare)

9 Pensare, camminare, parlare, leggere e scrivere si effettuano secondo riferimenti spazio-temporali ed ad una certa velocità. Gestire consapevolmente il binomio spazio-tempo vuol dire: -Formulare un pensiero nel giusto ordine -Ricordare un evento ed il suo contesto -Leggere e scrivere

10 Queste operazioni sono svolte ad una certa velocità, in un certo spazio ed in un certo tempo. LE DISFUNZIONI DELLE STRUTTURE SPAZIALI E TEMPORALI E DELLA VELOCITA’ SONO CAUSALI NEI DSA

11 Gli approcci educativi rivolti ai DSA non dovrebbero avere finalità di tipo riabilitativo ma COMPENSATIVO e PEDAGOGICO perché le abilità in questione non hanno avuto il corso dello sviluppo evolutivo.


Scaricare ppt "CLIDD-Clinica della Dislessia e Disgrafia Sistema CO.CLI.T.E.-Le pratiche Ecologico- Dinamiche Prof. Piero Crispiani Università di Macerata Pedagogista."

Presentazioni simili


Annunci Google