La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

IL SISTRI: COME CAMBIA LA GESTIONE DEI RIFIUTI Davide Sgarzi Regione Emilia-Romagna – Servizio Sanità Pubblica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "IL SISTRI: COME CAMBIA LA GESTIONE DEI RIFIUTI Davide Sgarzi Regione Emilia-Romagna – Servizio Sanità Pubblica."— Transcript della presentazione:

1 IL SISTRI: COME CAMBIA LA GESTIONE DEI RIFIUTI Davide Sgarzi Regione Emilia-Romagna – Servizio Sanità Pubblica

2 cosè il SISTRI, a cosa serve, come funziona cronologia degli atti e delle proroghe confronti e conflitti (istituzioni, Aziende sanitarie, imprese) criticità nellapplicazione il SISTRI in sanità: criticità e proposte Temi trattati

3 cosè il SISTRI? sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti; sostituisce FIR, registro, MUD a cosa serve? conoscere in anticipo e monitorare i trasporti di rifiuti pericolosi; eliminare il cartaceo come funziona? dispositivi USB, black box, banca dati nazionale, SW SISTRI

4 annuncio a Ecomondo e DM 27/12/2009: iscrizione entro 28/02/2010 inizio operatività 13/07/ primo rinvio, DM 15/02/2010, pubblicato il 27/02/2010: proroga di 30 gg per iscrizione art. 8 c. 2 per domiciliare e ambulatori decentrati (equiparati a manutenzione) precisazioni sul delegato SISTRI Cronologia

5 2010 – secondo rinvio, DM 09/07/2010, pubblicato il 13/07/2010: proroga al 01/10/2010 operatività del sistema obbligo di conservazione del dispositivo c/o U.L. riduzione contributi per alcune categorie 2010 – DM 28/09/2010, pubblicato il 01/10/2010: proroga al 30/11/2010 distribuz. dispositivi, black box proroga al 31/12/2010 FIR/registro Cronologia

6 2010 – nuovo 152, D.Lgs. 03/12/2010 n. 205, pubblicato il 10/12/2010: introduzione sanzioni (omessa adesione/pagamento e omessa compilazione, ; cessazione FIR/registro per iscritti al SISTRI dal 01/01/2011 disciplina speciale per forze armate, di polizia, VVF 2010 – DM 22/12/2010, pubblicato il 28/12/2010: Mudino – dichiarazione rifiuti prodotti, entro 30/04/11 proroga al 31/05/2011 piena operatività del sistema Cronologia

7 2011 – DM n. 52 del 18/02/2011, pubblicato il 26/04/2011: proroga termini per adesione/pagamento al 30/04/11 testo coordinato dei precedenti DM SISTRI tariffe per iscrizione 2011 (contributo) La data di avvio delloperatività del SISTRI è 01/10/10 CLICK DAY 2011 – DM 26/05/2011, pubblicato il 30/05/2011: proroga al 01/09/2011 piena operatività del sistema (per produttori con oltre 500 addetti) Cronologia

8 confronti e conflitti: SISTRI affidato senza gara a SELEX TAR mancanza di un confronto con Regioni ed Enti locali dubbi sulla procedura risolti dalla sezione FAQ del sito e da operatori call center tavolo ministero-imprese (Confindustria, Rete Imprese) Le relazioni

9 SISTRI e sistema informatico aziendale consegna e malfunzionamenti dei dispositivi la figura del Delegato e la firma elettronica i certificati di analisi il peso effettivo dei rifiuti 4 ore prima della partenza i continui aggiornamenti dei manuali e la formazione degli addetti la gestione delle variazioni (Delegati e U.L.) la filiera non è completa (click day) Ulteriori criticità

10 Criticità: produzione continua di rifiuti stima anticipata della quantità effettiva aziende USL e ambulatori decentrati quali sedi iscrivere? assistenza domiciliare (oltre di prestazioni/anno in RER) e conferimento rifiuti schede SISTRI e ADR SISTRI e Aziende sanitarie

11 Risposte (Regione Emilia-Romagna): richiesta di chiarimenti al ministero confronto con autorità di controllo confronto con trasportatori e smaltitori confronto con altre Regioni SISTRI e Aziende sanitarie importanza delle RELAZIONI

12 Iniziative (RER): confronto interno gruppo regionale richiesta di chiarimenti al ministero lettera PG/2010/47867 del 23/02/2010 confronto con autorità di controllo incontro con ARPA, NOE, Province del 11/05/2010 e lettera PG/2010/ del 17/12/2010 confronto con trasportatori e smaltitori incontro del 15/12/2010 con i fornitori confronto con altre Regioni iniziativa Regione Piemonte, riunione del 20/04/2011 e documento condiviso SISTRI e Aziende sanitarie

13 Quali sedi devono essere iscritte? E' più opportuno iscrivere l'Azienda sanitaria per i soli rifiuti speciali pericolosi o anche per i non pericolosi? Come individuare i "Delegati SISTRI"? Vi sono altre azioni in preparazione del SISTRI? Si possono ottenere più dispositivi USB per U.L.? Come si articolano le responsabilità dei Delegati SISTRI? Come allontanare i rifiuti dalle strutture decentrate? Quali documenti devono accompagnare i rifiuti conferiti alle strutture sanitarie di riferimento dal personale dell'Azienda? Come determinare la "quantità effettiva" dei rifiuti? Lettera PG/2010/313638: Indicazioni per le Aziende sanitarie

14 Esame criticità e soluzioni percorribili ciascuna Azienda sanitaria ha la responsabilità di scegliere le opzioni applicabili alla propria organizzazione Il SISTRI è, di fatto una procedura lAzienda deve definire e documentare il proprio sistema di gestione ambientale Documento interregionale

15 Delegati SISTRI: responsabile della gestione dirigente incaricati incaricato inserimento dati operatore procedura blindata Ambulatori decentrati: non iscritti conferimento con personale e mezzi dellAzienda microraccolta per produttori non iscritti raccolta cantieri temporanei (art. 14 c. 4 DM 52/2011) Documento interregionale

16 Assistenza domiciliare: no registrazione specifica richiesta di esclusione Emodialisi domiciliare: gestione a carico del servizio pubblico gestione a carico del dializzato microraccolta gestione a cura dellAzienda sanitaria Documento interregionale

17 Complicare è facile, semplificare è difficile: importanza delle relazioni: imprese importanza della trasparenza: poche regole, semplici e condivise passaggio dal rispetto di disposizioni puntuali alla dimostrazione delle capacità del sistema (sistema di gestione) Considerazioni

18 Reti internazionali: HCWH

19 Davide Sgarzi Regione Emilia-Romagna Viale Aldo Moro – Bologna – Italy tel Riferimenti

20 Ci sono domande?


Scaricare ppt "IL SISTRI: COME CAMBIA LA GESTIONE DEI RIFIUTI Davide Sgarzi Regione Emilia-Romagna – Servizio Sanità Pubblica."

Presentazioni simili


Annunci Google