La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EPIDEMIOLOGIA DELLE TOSSICODIPENDENZE. CONDIZIONE PATOLOGICA CORRELATA AD UNA ALTERAZIONE DEL SISTEMA DELLA GRATIFICAZIONE E AD UNA COARTAZIONE DELLE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EPIDEMIOLOGIA DELLE TOSSICODIPENDENZE. CONDIZIONE PATOLOGICA CORRELATA AD UNA ALTERAZIONE DEL SISTEMA DELLA GRATIFICAZIONE E AD UNA COARTAZIONE DELLE."— Transcript della presentazione:

1 EPIDEMIOLOGIA DELLE TOSSICODIPENDENZE

2 CONDIZIONE PATOLOGICA CORRELATA AD UNA ALTERAZIONE DEL SISTEMA DELLA GRATIFICAZIONE E AD UNA COARTAZIONE DELLE MODALITA E DEI MEZZI CON I QUALI IL SOGGETTO SI PROCURA PIACERE CARATTERIZZATA DA CRAVING (desiderio compulsivo con perdita di controllo e passaggio allatto, con specifica sindrome clinica, appreso attraverso un condizionamento operante) E DA UNA RELAZIONE CON UN OGGETTO (sostanza, situazione, comportamento) CONNOTATA DA REITERAZIONE E MARCATA DIFFICOLTA ALLA RINUNCIA. DEFINIZIONE DI CASO Steering Group Linee Guida Regione Piemonte, 2001

3 CLASSIFICAZIONE DELLE SOSTANZE STUPEFACENTI oppio e derivati (morfina, eroina, codeina) STIMOLANTI cocaina, amfetamina, metossiamfetamine, tabacco, tè, caffè SEDATIVI IPNOTICI benzodiazepine, barbiturici INEBRIANTI alcol, etere, solventi, colle ALLUCINOGENI LSD, hashish, marijuana, mescalina, psilocibina, psilocina, metossiamfetamine (Winger, 1992)

4 ALTRE DIPENDENZE… GAMBLING SHOPPING COMPULSIVO INTERNET SESSO RISKS BEHAVIOUR WORK ADDICTION ……

5 Dipendenza fisica alterato stato fisiologico (neuroadattamento) prodotto dalla somministrazione ripetuta della sostanza, denunciata dalla comparsa di una Sindrome da astinenza. Dipendenza fisica alterato stato fisiologico (neuroadattamento) prodotto dalla somministrazione ripetuta della sostanza, denunciata dalla comparsa di una Sindrome da astinenza. Dipendenza psicologica sintomi psicologici soggettivi della astinenza (ansia, disforia, depressione, craving). Dipendenza psicologica sintomi psicologici soggettivi della astinenza (ansia, disforia, depressione, craving). Tolleranza fenomeno per il quale è necessario aumentare la dose di una sostanza per mantenere gli effetti osservabili con la dose originale Tolleranza fenomeno per il quale è necessario aumentare la dose di una sostanza per mantenere gli effetti osservabili con la dose originale

6 La storia naturale e il paradigma della prevenzione Fattore di rischio Uso di sostanze DipendenzaEsiti Tossicodipendenza: una normale malattia

7 1. Nuovi modelli di consumo recreational età media più bassa 2. Policonsumo 3. Fenomeno sotterraneo 4. Variabilità composizione pastiglie 5. Scarsa conoscenza esiti NUOVE DROGHE VECCHIE DROGHE 1. Dipendenza 2. Tolleranza 3. Uso solitario 4.Fenomeno noto 5. Esiti noti 6. Trattamenti efficaci

8 (Wright, 2000) E UN PROBLEMA DI SANITA PUBBLICA?

9 Mortalità per cause. Uomini (25-44 aa) Italia Fonte: dati ISTAT

10 PROBLEMA DI SANITA PUBBLICA Frequenza (stima della dimensione del fenomeno) Gravità (stima dei danni) Prevenibilità (esistenza relazione causale tra fattore e dipendenza, esistenza relazione tra intervento e fattore di rischio) Curabilità (esistenza trattamenti efficaci)

11 Fonti di dati Sequestri Decessi Richieste di cura (Min. Sanità) School-based surveys Population-based surveys Studi ad hoc (VEdeTTE) FREQUENZA

12

13

14

15 Fonti di dati Sequestri Decessi Richieste di cura (Min. Sanità) School-based surveys Population-based surveys Studi ad hoc (VEdeTTE) FREQUENZA

16

17

18 Fonti di dati Sequestri Decessi Richieste di cura (Min. Sanità) School-based surveys Population-based surveys Studi ad hoc (VEdeTTE) FREQUENZA

19

20

21

22

23 Fonti di dati Sequestri Decessi Richieste di cura (Min. Sanità) School-based surveys Population-based surveys Studi ad hoc (VEdeTTE) FREQUENZA

24 Studio ESPAD, 1999

25 Fonti di dati Sequestri Decessi Richieste di cura (Min. Sanità) School-based surveys Population-based surveys Studi ad hoc (VEdeTTE) FREQUENZA

26 EMCDDA, 1999

27 Distribuzione del consumo di sostanze tra i 18enni di sesso maschile della Regione Piemonte Torino Provincia Resto Tutta la TO Regione Regione Ecstasy Cocaina Cannabis LSD Popper

28 Associazione nelluso di sostanze tra i 18enni di sesso maschile della Regione Piemonte Sostanze associate Cocaina Cannabis Ecstasy LSD Popper N. medio sost. Cocaina Cannabis Ecstasy LSD Popper

29 Fonti di dati Sequestri Decessi Richieste di cura (Min. Sanità) School-based surveys Population-based surveys Studi ad hoc (VEdeTTE) FREQUENZA

30 Studio VEdeTTE quesitiprogettato per rispondere a quesiti di efficacia: –associazione di trattamenti –programmi terapeutici –ruolo delle scelta organizzative ma utile anche per: storia naturale –studiare la storia naturale della dipendenza da eroina –sorvegliare –sorvegliare il fenomeno –essere parassitato da altri obiettivi di ricerca

31 Total: Nord: 4174 (33.7) Centro: 2641 (21.4) Sud: 2739 (22.1) Isole: 2824 (22.8) Distribuzione degli arruolati

32 eroina diretti della sostanza (OVERDOSE, PATOLOGIA OSTETRICA, PSICHIATRICA); dovuti alluso della sostanza per via endovenosa (MALATTIE INFETTIVE); dovuti allo stile di vita del tossicodipendente GRAVITA

33

34

35 Sintomi lamentati a seguito dellassunzione di ECSTASY tra i 18enni di sesso maschile della Regione Piemonte SINTOMI % NAUSEA E VOMITO10.0 DIARREA 3.4 DEBOLEZZA 8.7 COLPO DI CALORE 6.0 ANSIA 8.1 DEPRESSIONE 6.7 ALLUCINAZIONI 4.0 PERDITA DI MEMORIA 4.7 CONVULSIONI 2.7

36 Caratteristiche del consumo di ECSTASY tra i 18enni di sesso maschile della Regione Piemonte Frequenza consumo una volta qualche volta/anno una o più/settimana Malore Ricorso al medico Torino Provincia Resto Tutta la TO Regione Regione

37 I fattori di rischio…e le teorie... Stepping stones hypothesis: Tappe per sostanza, bassa reversibilità (Kandel) Behavioural hypothesis: Abilità, credenze, valori (Botvin) Cognitive hypothesis: Conoscenza, informazione (Kohn, Snook) Sintesi dei fattori di rischio: Ambientali Individuali (genetici, biologici, psicologici) Di socializzazione PREVENIBILITA

38 REVISIONE SISTEMATICA SUGLI INTERVENTI DI PREVENZIONE PRIMARIA Promossa da Cochrane Drug and Alcohol Group Protocollo pubblicato nella Cochrane Library Risultati della revisione attesi per la fine del 2003

39 ANDAMENTO TEMPORALE DEI TRATTAMENTI per utenti tossicodipendenti in Piemonte e in Italia Comunità Metadone mantenimento Metadone scalare Solo psicosociale Altri farmaci Comunità Metadone mantenimento Metadone scalare Solo psicosociale Altri farmaci CURABILITA

40 Esistono alternative? La ricerca scientifica prove di efficaciale prove di efficacia riportate nella letteratura scientifica possono supportare lesperienza e la teoria intervento più utilenella scelta dellintervento più utile nel raggiungimento di specifici obiettivi di intervento (=Evidence Based Medicine)

41 Rassegne pubblicate (11/2000) 1. Naltrexone for opioid dependence 2. Opioid antagonists and adrenergic agonists for the management of opioid withdrawal 3. Buprenorphine for the management of opioid withdrawal 4. Opioid antagonists for alcohol dependence 5. Carbamazepine for cocaine dependence 6. Alpha2 adrenergic agonists for the management of opioid withdrawal 7. Opioid antagonists under sedation or anaesthesia for opioid withdrawal

42 Drug revention A review of legislation and delivery of methadone in 12 member States of the EU Drug Prevention A review of legislation and delivery of methadone in 12 member States of the EU …methadone substitution services have a major role to play in HIV prevention and HIV containment strategies... …longer term use counters more benefit than short-term use... No guidelines influencing further development and programs high quality evaluation

43 UN CAVEAT PER LA SANITA PUBBLICA PROBLEMA RILEVANTE PER FREQUENZA E GRAVITA ESISTENZA DI TRATTAMENTI A BASSO RAPPORTO COSTO/EFFICACIA - sopravvivenza - riabilitazione psico/sociali


Scaricare ppt "EPIDEMIOLOGIA DELLE TOSSICODIPENDENZE. CONDIZIONE PATOLOGICA CORRELATA AD UNA ALTERAZIONE DEL SISTEMA DELLA GRATIFICAZIONE E AD UNA COARTAZIONE DELLE."

Presentazioni simili


Annunci Google