La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Storia del calcolatore e dellinformatica Di Luca Brugnone 1/10/2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Storia del calcolatore e dellinformatica Di Luca Brugnone 1/10/2007."— Transcript della presentazione:

1 Storia del calcolatore e dellinformatica Di Luca Brugnone 1/10/2007

2 Matematica: scienza che studia i numeri e le misure. Calcolatore: macchina capace di effettuare operazioni aritmetiche e logiche. Informatica: scienza che consente di ordinare,trattare e trasmettere le informazioni attraverso lelaborazione elettronica.

3 4000ac – 500 dc Luomo,per aiutarsi nei calcoli,utilizzava tavolette di pietra,argilla o metallo. Tra quelle ritrovate le più antiche risalgono ai Sumeri.

4 1200 dc Labaco,come lo conosciamo noi oggi,apparve nel 1200 dc in Cina. Ne esistono anche altre versioni russe e giapponesi.

5 1500 Molti ritengono che Blaise Pascal fù linventore della prima macchina da calcolo meccanica,da disegni ritrovati nel 1967,risulta che 150 anni prima di Pascal,Leonardo Da Vinci aveva progettato un meccanismo simile e,una volta costruito,funzionava perfettamente.

6 John Napier inventa i logaritmi che rimarranno per quasi 300 anni lo strumento Più diffuso per eseguire e semplificare calcoli complessi. Nasce anche l'utilizzo della virgola per separare i decimali.

7 1623 E. Gunter costruisce il primo regolo per il calcolo dei logaritmi.

8 1623 L'astronomo Keplero dà notizia dell'invenzione di William Shickard: l'orologio calcolatore capace di eseguire automaticamente addizioni, sottrazioni,moltiplicazioni e divisioni. Utilizzando una versione rotante dei Bastoncini di Nepero, concepì un calcolatore con trasmissione ad ingranaggio,basato sul movimento di ruote dentate collegate ad un indicatore a 6 cifre.

9 1650 Il matematico William Oughtred basandosi sugli studi di Nepero sui logaritmi e sul prototipo di Edmund Gunter,inventa un modello elementare di regolo calcolatore lineare,facendo scorrere uno sull altro due righelli sui quali sono tracciati i logaritmi, si possono eseguire i calcoli meccanicamente. Successivamente furono creati modelli a tre righelli.

10 1643 Blaise Pascal, filosofo, matematico e fisico francese, a 20 anni realizza una macchina per eseguire addizioni e sottrazioni automaticamente: la pascalina. In realtà, uno strumento simile, capace anche di eseguire moltiplicazioni e divisioni, era stato costruito qualche anno prima in Germania, ma, essendo di legno, fu distrutto da un incendio. Inoltre un primo disegno di meccanica per il calcolo automatico era già stato progettato da Leonardo Da Vinci molto tempo prima.

11 1666 Con l'Arte combinatoria di G. W. Leibniz si gettano le basi della logica simbolica, su cui si regge il funzionamento dei moderni calcolatori. Inoltre viene formulata l'idea di un calcolo binario,che riduca in forma più semplice le 'leggi del pensiero'. Gli sviluppi del calcolo combinatorio, ad opera di G. Boole, A.N.Whitehead e B.Russell, hanno dato forma al sogno di G.W.Leibniz di un ragionamento simbolico universale, con la nascita di una nuova disciplina matematica: la logica simbolica.

12 1674 Fu il filosofo e matematico Leibniz ad introdurre i numeri binari nel mondo occidentale. In realtà fù una rivisitazione di un sistema di calcolo introdotto in Cina tremila anni fa condotta nell'ambito di uno studio sugli ideogrammi. Dopo Leibniz il calcolo binario fu dimenticato fino al 1936, quando, i due matematici Alan Turing in Gran Bretagna e Louis Couffignal in Francia, fecero l'elogio del calcolo binario proponendo di usarlo come linguaggio di base nelle calcolatrici meccaniche esistenti a quell'epoca.

13 1709 Il matematico ed ingegnere veneziano G.Polani costruì la prima macchina calcolatrice italiana,era basata su pesi scorrevoli.

14 1727 Jacob Leupold nel 1727 realizzò una macchina circolare basata sul principio della Pascalina ma con rotelle ad ingranaggi retraibili simile alla macchina di Leibniz.

15 1728 Nasce la Macchina tessile. Con questa invenzione si introduce l'idea di scheda perforata: nasce così l'idea di programma come una successione di istruzioni preordinate.

16 1746 J.B. Le Rond D'Albert formula il teorema fondamentale dell'algebra.

17 1773 Gli svizzeri Pierre e Henry Louis Jaquet-Droz inventano il primo automa in grado di scrivere. Subito dopo costruirono un altro automatismo che disegnava il ritratto di Luigi XV. Parlando di robotica in senso generico si può dire che queste macchine sono state i primi robot della storia.

18 Charles Stanhope sviluppa un calcolatore che moltiplica e divide attraverso il sistema delle somme o sottrazioni multiple. Successivamente costruisce nuove macchine più precise ed affidabili. Progetta anche una macchina in grado di meccanizzare relazioni logiche; questo fù il primo passo che consentì di considerare i computer non solo come macchine di calcolo ma anche come meccanismi capaci di generalizzare processi matematici.

19 1804 Entrano in funzione le schede perforate per il funzionamento automatico dei telai Jacquard. In base ai fori delle schede viene comandata la trama del tessuto. Furono prodotte più di macchine nei dieci anni successivi. Le schede perforate resteranno in uso nei telai fino agli anni 1980.

20 1820 C.X.Thomas de Colmar costruisce l'aritmetometro, prima calcolatrice su scala industriale in grado di svolgere le 4 operazioni aritmetriche, senza errori. In 30 anni ne vengono prodotti 1500 esemplari e la produzione continuò fino al 1930 circa.

21 1821 Charles Babbage crea la Macchina alle Differenze, nata dall'esigenza di calcolare tavole astronomiche dove, per la precisione richiesta, Babbage aveva pensato anche ad un sistema di stampa per evitare errori umani di trascrizione.

22 1822 Charles Babbage progetta un calcolatore. Il concetto di questa macchina era di operare con schede perforate e di stampare i risultati su carta. Allepoca lidea di stampare i rusultati era semplicemente rivoluzionaria. Babbage riteneva che la tecnologia della sua epoca non fosse sufficientemente sofisticata da poter realizzare il suo progetto. Un piccolo modello in scala fu mostrato ad una riunione della Reale Società Astronomica inglese. Problemi di meccanica, finanziari e di opinione con gli ingegneri provocarono l'abbandono del progetto nel Ma il concetto di quella macchina si può considerare estremamente avanzato, e probabilmente troppo incomprensibile, per la maggior parte della gente dell'epoca.

23 1834 Charles Babbage progetta l'Analytical Engine. Si tratta del primo modello di calcolatore Automatico che purtroppo rimane allo stadio di progetto per la difficoltà di realizzare la meccanica e lo scarso interesse dei finanziatori. La Macchina Analitica fu pensata con l'intento di sfruttare i cicli delle schede perforate di Jacquard, in modo da controllare i calcoli automaticamente e in modo da poter Prendere decisioni basate su risultati di precedenti calcoli.

24 1837 Samuel Finley Breese Morse brevetta il telegrafo.

25 1843 Ada Lovelace studia l'Analitycal Engine di Babbage traducendo gli schemi di Luigi Menabrea. Intuisce l'idea di 'loop' e di sottoprogramma, ovvero di sequenza ripetitiva di passi. Inizia così un intenso scambio epistolare con Babbage, contribuendo coi suoi appunti a ipotizzare una macchina in grado di operare tramite programma. E' considerata per questo 'la prima programmatrice;a lei è stato dedicato un linguaggio di programmazione negli anni 70.

26 1847 George Boole scrive 'An investigation on the Law of Thought,nel quale si trovano le relazioni tra matematica e logica, che saranno le basi della cosiddetta 'algebra booleniana' usata nei circuiti dei calcolatori. Ciò provocò una rottura con la matematica tradizionale, dimostrando per la prima volta che la logica è parte della matematica e della filosofia. Prima di allora i concetti di AND, OR, NOT non erano applicati alla matematica.

27 1857 Sir Charles Wheatstone crea la prima applicazione di un nastro perforato come supporto per la creazione, memorizzazione e trasmissione di dati. Il suo nastro usa due righe di fori per rappresentare le linee e i punti del codice Morse. In questo modo i messaggi possono essere preparati fuori linea e trasmessi successivamente.

28 1867 Nasce la Macchina per scrivere. E' una delle grandi invenzioni che rivoluzioneranno l'amministrazione e le comunicazioni. La scrittura manuale di lettere commerciali sparirà nel giro di pochi anni.

29 1871 Antonio Meucci nel 1857 creò il telefono. Dopo oltre un decennio speso nell'inutile ricerca di finanziamenti, Meucci ottenne con grande sforzo un brevetto biennale (1871). Truffato,la sua invenzione fu validamente sfruttata dal professor Graham Bell che, giurando il falso, prese tutti i meriti e i profitti. In seguito,dopo vari processi intentati da concorrenti della Bell, linvenzione fu riconosciuta a Meucci dalla Corte Suprema nel 1886 mentre egli finiva i suoi giorni in miseria.

30 1877 Venne creata la Velograph,la prima macchina da scrivere svizzera.

31 1878 La prima macchina da scrivere prodotta e venduta in forma industriale fu la Remington typewriter Standard 2. I tasti erano già disposti nella sequenza QWERTY Divenuta uno standard.

32 1887 Leon Bollee costruisce una calcolatrice per eseguire moltiplicazioni in modo diretto, cioè non più mediante addizioni ripetute.

33 1889 Per il censimento degli USA del 1890 venne scelto il Sistema Elettrico Di Talubazione dello scienziato Herman Hollerith. Il sistema di perforazione delle schede subirà pochissime innovazioni nell'arco dei successivi cinquant'anni.

34 1890 W.S.Burroughs produce una macchina calcolatrice, l'Aritmometro, che incontra rapidamente un enorme successo in tutto il mondo.

35 1900 Furono inseriti i calcolatori nel mondo del lavoro. Con le innovazioni tecnologiche ottenute si possono eseguire circa 60 operazioni al minuto,un numero discreto per quei tempi.

36 1901 Max Planck descrive gli effetti dei quantum, ovvero della meccanica quantistica. Questa teoria diventerà molto importante per lo sviluppo dei microprocessori. La Meccanica quantistica, insieme alle teorie della Relatività di Albert Einstein, rivoluzioneranno la Fisica degli anni successivi introducendo un concetto assolutamente nuovo e impensabile per gli scienziati del 1800: il Principio di indeterminazione.

37 1905 Il fisico tedesco Albert Einstein ( ) descrive la sua teoria della relatività.

38 1906 Venne inventata la Calcolatrice da tavolo Brunsviga,la madre di tutte le calcolatrice da tavolo.

39 1909 Il precursore dei calcolatori digitali Portatili è il Comptator, inventato da Hans Sabielny attorno al 1909 in Germania. I suoi ingranaggi di conteggio sono guidati da una slitta operata con uno stilo. Una leva sul lato sinistro serve a trattenere le figure in posizione per il controllo visivo delle cifre. Le sottrazioni avvengono per somme dei complementi, indicati sui lati. La manopola a destra serve per azzerare il risultato.

40 1911 I primi modelli prodotti dalla Marchant Calculating Machine Company nacquero nello stabilimento di Oakland, in California, e furono prodotte fino al 1930.

41 1912 Tra il 1873 e il 1912, l'americano Frank Stephen Baldwin realizza vari modelli di calcolatrici basati sul principio della ruota a spine. Con la collaborazione di Jay Randolph Monroe che produce la tastiera idonea a tale macchina,fonda la Monroe Calculating Machine Co.

42 1915 Lo spagnolo Leonardo Torres y Quevedo progetta una macchina elettromeccanica per la soluzione del gioco degli scacchi.

43 1917 Viene fondata la CTR che in futuro prenderà il nome di IBM (International Business Machine Corporation) che con il passare degli anni e di vari problemi legali diventerà la più importante industria di computer del mondo sino ai giorni nostri.

44 1919 Eccles e Jordan, fisici americani, inventano il circuito di commutazione, detto 'Flip-flop electronic switching', per aumentare la velocità dei sistemi di calcolo elettronico.

45 1920 Nasce il primo registratore di cassa in grado di stampare numeri introdotto sul mercato dalla CTR.

46 1923 Il russo Vladimir Kosma Zworkin fornisce la prima dimostrazione di un tubo elettronico per camera televisiva.

47 1924 Thomas J. Watson Sr ribattezza in IBM la compagnia CTR e rende popolare la scritta THINK (rifletti), slogan che aveva già coniato alla National Cash Register. Questa parola verrà scritta dappertutto nei documenti IBM per i successivi cinquant'anni.

48 1926 All'University of California Derek Lehmer costruisce una specie di computer meccanico utilizzando catene di bicicletta. Il sistema derivava da un meccanismo progettato da Eratostene nel 200 a.c.

49 1927 Herbert Hoover presso la AT & T trasmette la prima trasmissione televisiva negli USA

50 1927 L'olandese H.J. Zeeman scopre le propietà del silicio. Successivamente scoprirà che il silicio è un semiconduttore e diventerà la base di tutti i chip costruiti a partire dal 1954.

51 1928 Il tedesco Fritz Pleumer brevetta il suo nastro magnetico che si basa sul filo magnetico inventato da Valdemar Poulsen nel Con questo sistema i dati possono essere registrati e corretti. Nello stesso anno le schede perforate passano da 45 a 80 fori (adottate da IBM). Le nuove schede diventeranno uno standard industriale per molti anni.

52 1929 Prima trasmissione televisiva a colori.

53 1930 Vannevar Bush crea il primo calcolatore analogico a funzionamento elettronico di uso pratico con il quale si risolvono varie equazioni differenziali.

54 1932 Brevetto del circuito di retroazione (feedback).

55 1932 L'austriaco G. Taushek, sulla base dei principi scoperti da Pleumer, inventa il tamburo magnetico. La capacità di un tamburo Lungo 20cm e di 10 cm di diametro è di bit.

56 1932 IBM presenta la moltiplicatrice 601: legge due fattori con un massimo di 8 decimali, esegue i calcoli e perfora il risultato in un campo vuoto della scheda.

57 1933 Nasce la prima tabulatrice IBM ( IBM 285),è in grado di elaborare 150 schede al minuto,stampa solo numeri.

58 1934 IBM 405, tabulatrice in grado si stampare anche lettere.

59 1936 Il logico inglese Alan M. Turing enuncia il modello del calcolatore moderno, la cosiddetta 'macchina di Turing,in grado di eseguire 'atti primitivi secondo uno schema di calcolo ricorsivo, che consente di risolvere ogni tipo di problema di logica simbolica in un numero finito operazioni. Non verrà mai costruita, ma la sua teoria costituisce la base dell'architettura dei futuri computer.

60 1936 Esce sul mercato la prima macchina da scrivere elettrica dellIBM che riscuoterà un notevole successo.

61 1936 Il tedesco Konrad Zuse inizia la costruzione della macchina logica V1 (ribattezzata Z1),il primo calcolatore meccanico al mondo basato su codice binario completamente programmabile. E stata costruita con mezzi amatoriali (venne montata nella camera da letto)

62 1937 George R. Stibitz realizza presso i Bell Laboratories di New York, un calcolatore battezzato "K-model", sviluppando un circuito basato sulla logica binaria di Boole e che utilizza dei relay. Questo è uno dei primi esempi di computer a base numerica binaria.

63 1937 C. E. Shannon dimostra che complicati circuiti,se realizzati con le regole Booleniane, possono rappresentarne la logica,ovvero si possono svolgere espressioni e calcoli allo stesso modo. Apparve così chiaro a tutti che le informazioni potevano essere manipolate da una macchina. La pubblicazione ebbe un impatto tremendo e segnò un'importante svolta nel progresso dei computer.

64 1937 Howard Aiken e IBM creano il Mark I,un computer elettromeccanico;le operazioni di base sono svolte da parti meccaniche, controllate elettricamente da circa relay. Nel maggio 1944 finisce la collaborazione,a causa di un incidente diplomatico, tra IBM e Aiken,questultimo,aiutato da Grace Murray Hopper,completa il Mark I,crea il Mark II e il Mark III

65 1937 John Vincent Atanasoff e Clifford Berry, iniziano, negli USA, la costruzione del loro primo computer elettronico digitale. Sarà terminato nel 1942 e battezzato ABC (Atanasoft Berry Computer). Non è programmabile, ma fornisce le basi per i successivi computer.

66 1939 William Hewlett and David Packard costituiscono la Hewlett-Packard (HP) in un garage a Palo Alto, California. Il loro primo prodotto è un oscillatore audio costruito proprio nel garage da utilizzare per il cartone animato "Fantasia" della Walt Disney.

67 1938 Konrad Zuse completa lo Z1 iniziato nel 1936 e termina il progetto per lo Z2.

68 1939 IBM nizia il progetto ASCC (Automatic Sequence Controlled Calculator) che in seguito verrà ceduto all'università di Harvard e prenderà il nome di Mark1. Una somma richiede 1/3 di secondo e una moltiplicazione richiede 1 secondo. Per il raffreddamento erano richieste alcune tonnellate di ghiaccio al giorno.

69 1940 Inizio della seconda guerra mondiale. Molti progetti saranno abbandonati o distrutti. Le richieste militari daranno vita a nuovi progetti tra cui ENIAC.

70 1940 Il gruppo diretto da George Stibitz produce svariati calcolatori tra cui il Complex Computer che impiega relay telefonici ed è ultimato nel E' usato per moltiplicazioni e divisioni di numeri complessi, può svolgere una somma o una sottrazione ogni 3/10 di secondo.

71 1941 Konrad Zuse completa lo Z3 che può essere considerato il primo computer automatico digitale perfettamente funzionante e con discreta affidabilità. Utilizza il sistema a numerazione binaria e può eseguire operazioni a virgola mobile (floating point).

72 1942 Konrad Zuse scrive un programma per il gioco degli scacchi ( ), utilizzando un linguaggio da lui stesso inventato, il Plankalkuel, un linguaggio di alto livello per il quale nessun compilatore sarà disponibile fino al Il gruppo del prof. Rojas del FUB in Germania, svilupperà lo stesso programma in Java nel maggio del 2000.

73 1943 Richiesto dallesercito degli USA nasce Eniac(Electronic Numerical Integrator and Calculator),computer in grado di fare 750 moltiplicazioni in 30 secondi. Ha connessioni saldate, valvole, interruttori e 500 terminali. I calcoli sono svolti generando impulsi elettronici ed opera secondo il sistema decimale. L'output è su schede perforate.

74 1943 John von Neumann approfondisce le esigenze di un computer moderno, definendone l'architettura e sviluppando il primo calcolatore programmabile con memoria. Neumann crea ad un tipo speciale di istruzione, chiamata "conditional control transfer (trasferimento condizionato del controllo), che consente di interrompere il programma per riprenderne l'esecuzione da un punto qualsiasi delle istruzioni, in modo da poter modificare le istruzioni rendendo il programma più flessibile ed efficiente.

75 1944 I tedeschi utilizzano un dispositivo di codifica chiamato Enigma, che opera con chiavi diverse che possono essere impostate casualmente per criptare i messaggi trasmessi dai loro comandi militari. La macchina era stata inventata da un ingegnere polacco e non è chiaro come sia potuta finire nelle mani dei tedeschi. Resta il fatto che, a causa delle chiavi casuali utilizzate da questa macchina, gli inglesi hanno grossi problemi a decifrare i messaggi che intercettano. Gli analisti tedeschi erano convinti che per decifrare uno dei codici sarebbe occorso a un gruppo di matematici almeno un mese di tempo. Per questo motivo, Churchill incaricò Turing di organizzare e dirigere il centro sulla comunicazione cifrata di Bletchley Park, vicino a Londra, formato da centinaia di menti brillanti e originali. Lì viene realizzata "Bombe", una macchina decodificatrice per i codici di Enigma. Purtroppo non funziona molto bene, M.H.A. Newman, capo del dipartimento di decifrazione dei codici di Enigma, assolda due ingegneri della British Telecom, T.H. Flowers e S.W. Bradhurst per studiare qualcosa di meglio. Con il loro aiuto, Turing, propone un nuovo metodo di calcolo che viene applicato realizzando il computer Colossus Mk I, il primo calcolatore elettromeccanico britannico impiegato per provare ad enorme velocità tutte le possibili combinazioni dei codici della macchina crittografica nazista. A dicembre dello stesso anno la macchina è ultimata e pronta a funzionare. Il sistema sembra così veloce che la storia racconta che gli Alleati riuscirono a ricevere i messaggi durante la guerra in nord Africa, molto prima del comando tedesco. Il nome "Colossus" nasce dalla enorme quantità di valvole elettroniche impiegate nella macchina. La richiesta mette ovviamente sotto pressione gli ingegneri sia per la complessità del progetto che per il poco tempo a loro concesso. Colossus era fornito di valvole e pesava più di una tonnellata. Non aveva memoria e non poteva essere programmato. Eppure, era in grado di trattare caratteri al secondo e di decifrare ogni giorno, dopo avere scardinato il sistema crittografato di "Enigma", più di messaggi segreti tedeschi e altrettanti giapponesi e italiani. Churchill, però, non si rese conto fino in fondo delle enormi possibilità date dai calcolatori e dalle teorie di Turing. Dopo la guerra, ordinò di smontare e distruggere tutti i modelli di Colossus utilizzati per sconfiggere i nazisti. Turing continuò a dedicarsi allo studio dell'intelligenza artificiale e all'ideazione di nuovi calcolatori elettronici.

76 1944 Viene ultimato il Mark I sotto la guida di Aiken all'Università di Harvard con la collaborazione dei tecnici IBM. Si tratta di un calcolatore elettromeccanico interamente automatico e universale, molti lo definiscono la realizzazione del 'sogno di Babbage'.

77 1945 W.S. McCulloch espone l'idea di un possibile cervello elettronico.

78 1945 N. Wiener definisce la cibernetica come "lo studio unitario dei processi riguardanti la comunicazione e il controllo nell'animale e nella macchina".

79 1945 John von Neumann presenta l'idea di un output grafico del calcolatore.

80 1945 Inizia il progetto dell'EDVAC (Electronic Discrete Variable Computer) guidato da John von Neumann e H.H.Goldstine. Si tratta del primo progetto di calcolatore elettronico a programma memorizzato, ovvero del primo calcolatore moderno. Derivato dall'ENIAC, esso ne perfeziona il concetto di programmabilità, in quanto i programmi anzichè essere inseriti dall'esterno sono incorporati nella memoria della macchina.

81 1946 Entra in funzione ENIAC,calcolatore elettronico che conteneva la logica delle calcolatrici elettromeccaniche. L'impiego della tecnologia elettronica permise di ottenere una velocità di calcolo mille volte superiore. Si trattava sempre di una macchina a programma esterno ed era ben diversa dai computer moderni: pesava 30 tonnellate e si guastava facilmente a causa dell'enorme quantità di componenti relativamente fragili. Per programmarlo si dovevano cambiare i collegamenti al suo interno. … continua

82 Scheda tecnica Nome computer: Eniac Velocità: 5000 addizioni al secondo Memoria: 200 bytes Componenti: tubi a vuoto interruttori condensatori resistenze relay Misure: Altezza 3 metri Superficie 160 metri quadrati Peso: 30 tonnellate

83 1946 IBM sviluppa la macchina moltiplicatrice 603. E' il primo calcolatore elettronico commerciale a valvole prodotto in serie. E' in grado di eseguire le moltiplicazioni volte più velocemente delle precedenti macchine elettromeccaniche. Opera ad una velocità di schede all'ora, mentre le macchine elettromeccaniche della concorrenza viaggiavano a 600 schede/ora.

84 1948 IBM SSEC – Selective Sequence Electronic Calculator Computer creato come risposta commerciale allENIAC,oltre allelettronica vennero curate molto anche le periferiche,quella che riscosse maggior successo fu il lettore di schede ad alta velocità.

85 1946 Alan Turing pubblica un rapporto del suo progetto per l'ACE (Automatic Computing Engine), che ipotizza l'estrazione casuale di dati.

86 1946 John von Neumann e H.H. Goldstine gettano le basi della programmazione per i calcolatori (Programmazione e codifica).

87 1947 G.B. Dantzig getta le basi della programmazione lineare ed enuncia il teorema del simplesso.

88 1947 Al MIT (Massachusetts Institute of Technology), nasce 'Whirlwind. Si fa uso per la prima volta di nuclei magnetici. Divenne operativo nel E' considerato il primo 'minicalcolatore'.

89 1947 Viene installato l'ENIAC presso il laboratorio per le ricerche balistiche di Aberdeen. Si tratta del primo calcolatore digitale 'general purpose' (ovvero universale) programmabile dall'esterno, su larga scala volte più veloce del Mark 1, viene impiegato per previsioni meteorologiche, progettazione, tavole balistiche, ecc.

90 1947 Aiken e il suo gruppo completano il Mark II

91 Viene introdotto il tamburo di memoria magnetica, come dispositivo di memorizzazione dati nel computer.

92 1947 Il 23 dicembre la direzione dei laboratori Bell viene informata da John Bardeen e Walter Brattain che insieme a William Shockley hanno sviluppato il primo transistor [TRANsfer reSISTOR]. Il transistor aprirà la strada alla seconda generazione di computer. La piccola dimensione, alta affidabilità, la bassa dispersione di calore nonchè il basso costo di produzione garantiranno il successo del transistor che renderanno i computer volte più veloci.

93 1948 IBM 604 calcolatore del quale si venderanno unità nei successivi 10 anni, era progettato principalmente per calcoli commerciali. Viene descritto come calcolatore "miniaturizzato", anche se in realtà occupa 2 x 2 x 1 metri e pesava 640 chili. Nella configurazione di base sarà usato con un lettore perforatore di schede. Per renderlo utile a fini commerciali viene abbinato ad una tabulatrice 402 o 407 e da una a tre unità d'espansione di memoria tipo 941. Questa combinazione verrà felicemente venduta sotto il nome CPC (Card Programmed electronic Calculator). Il prezzo sarà attorno al milione di dollari di oggi. Il 604 ha una velocità di clock di impulsi al secondo (50Khz). Le macchine e 941 sono elettromeccaniche ed usano relè e contatori rotanti con tempi di 400ms per operazione, contro lo 0,5ms del 604! La maggior parte delle 1400 valvole di cui è composto sono dei doppi triodi 6J6 che sono poi quelli che daranno maggiori problemi. Nella versione estesa del sistema, il CPC, si possono risolvere anche problemi di una certa complessità, come trovare la radice quadrata di un polinomio con sette gradi di complessità.

94 1948 L'americano Claude Shannon pubblica: 'Teoria matematica della Comunicazione', formulando i concetti moderni del processo delle comunicazioni.

95 1948 Il 21 giugno, presso l'Università di Manchester, Mark I (ovvero Baby Machine) diventa il primo computer digitale a programma memorizzato realmente operativo. Utilizza valvole e circuiti.

96 1949 Il computer Whirlwind, costruito sotto la guida di Jay Forrester al MIT, diventa il primo computer in tempo reale ed è messo in servizio nel terzo trimestre. Contiene valvole.

97 1949 Basandosi sull'idea di un computer a programma memorizzato, Eckert e Mauchly fondano la compagnia UNIVAC per sviluppare l'UNIVAC-1 (UNIVersal Automatic Computer). E' la prima compagnia che intende produrre computer su vasta scala e non più per scopi prettamente scientifici o militari. Verranno prodotte 46 unità, vendute per più di un milione di dollari. L'UNIVAC è un computer decimale. Ciascuna memoria ha 100 words e in totale il sistema offre 1000 words, ciascuna lunga 12 cifre decimali. Ci sono 7 bit binari per ciascuna cifra, incluso un bit di parità, 2 RzoneS bit, per la codifica alfabetica e 4 bit per la rappresentazione di un numero decimale. Questa macchina riceve le istruzioni direttamente dal programma memorizzato su di essa. Lo "Short Code" sviluppato per l'UNIVAC 1 sarà sia il primo linguaggio interpretato che il primo linguaggio di tipo Assembly. Univac sarà successivamente venduta alla Remington Rand Corp.

98 1949 Alla Università di Cambridge viene progettato e prodotto l'EDSAC (Electronic Delay Storage Automatic Calculator), da Maurice Wilkes e dallo staff del Mathematical Laboratory at Cambridge University. La macchina è l'equivalente dell'UNIVAC. Dispone di tubi di memorie acustiche, oscilloscopio come display e contiene la cosiddetta libreria di subroutines disegnata da Wilkes. La libreria consiste di piccoli programmi denominati appunto subroutines e probabilmente rappresenta il primo tentativo di kernel di sistema. Si può considerare il primo calcolatore a programma totalmente memorizzato.

99 1949 Short Order Code, sviluppato da John Mauchly, si ritiene che sia il primo linguaggio di programmazione di alto livello.

100 1950 Viene ultimato il Mark III che si basa su un progetto di sole valvole elettroniche. Il computer preleva i dati da un nastro magnetico. La macchina pesa 35 tonnellate ed è composta da parti separate. Un'addizione richiede 0,3 secondi, mentre per una moltiplicazione occorrono 6 secondi.

101 1951 Il primo Univac I è spedito all'Ufficio del Censimento degli USA in marzo.

102 1951 Jay Wright Forrester,l'11 maggio, registra un brevetto per la memoria a nuclei magnetici chiamato "Multicoordinate Digital Information Storage Device". Queste memorie sono composte da piccoli nuclei magnetici attaverso i quali vengono fatti passare 4 fili. I due fili incrociati (blu) servono a cambiare la polarità di un nucleo. Per indirizzare il cambio di polarità ad un solo nucleo la corrente che viene fatta passare da un solo filo sarebbe insufficiente ma nel punto in cui interseca la corrente dell'altro filo allora ha abbastanza forza per variare il campo magnetico, che così passa dallo stato O allo stato 1 o viceversa.

103 1951 An Wang nel 1951 fonda la Wang Laboratories Inc. che sotto la sua abile guida diventerà una delle aziende dell'era informatica più note e apprezzate. Ottenne più di 35 brevetti, ma il più importante fu per l'invenzione della "Pulse Transfer Controlling Device", ovvero la Memoria a Nuclei Magnetici. Questo brevetto fu da lui registrato nel settembre In quel periodo il Dr. Wang lavorava per Howard Aiken al laboratorio Computazionale di Harvard. Wang registrò anche il brevetto delle memorie a nuclei di ferrite che sei anni più tardi, esattamente il 17 maggio 1955, l'ufficio dei brevetti gli rilasciò la patente di riconoscimento. Dopo poco la IBM molto interessata allinvenzione di Wang e, dopo una dura negoziazione, ne comprò il brevetto.

104 Avete notato l'estrema somiglianza tra l'invenzione di An Wang (1949) e quella di Jay Wright Forrester (1951)? Pare che ad entrambi sia stata rilasciata la patente di brevetto per le memorie a nucleo magnetico.

105 1951 David A. Huffman ( ) (USA) sviluppa il Codice Huffman. Questo metodo sarà impiegato per comprimere i dati da trasmettere in rete via modem, nella programmazione dei registratori video e della tv ad alta definizione. Il principio è semplice: assegnare ai caratteri più utilizzati il codice binario più breve! Questo processo viene svolto tramite una specie di albero binario. La probabilità che compaia un certo simbolo è rappresentata da una "foglia" dell'albero. Le due probabilità più basse sono aggiunte per formare una nuova probabilità. La combinazione di queste probabilità procede per ramificazioni.

106 1951 In Inghilterra, dopo diversi anni di sviluppo, entra in servizio il primo computer inglese di utilizzo commerciale generico, il LEO, una versione commerciale dell' EDSAC di Cambridge, costruito dalla Lyons Company,società da sempre interessata ai computer commerciali. Il consumo totale di LEO era di watts. La macchina era dotata di 228 unit preassemblate, che venivano collegate dentro 21 rack. Questa modularità di progetto facilitava l'accesso ai componenti durante i guasti. Il più grande problema, infatti, era la facilità con cuiil sistema si guastava a causa delle valvole.Successivamente verranno prodotti anche LEO II e LEO III

107 1951 Le prime unità di nastri magnetici impiegate all'epoca presentano un grosso problema: i frequenti comandi di avvio/arresto del nastro alla fine lo danneggiano o lo inceppano. IBM risolve questo problema tramite una colonna sotto vuoto. Facendo passare il nastro all'interno di una colonna sotto vuoto, infatti, il nastro rimane sempre teso verso il basso e siccome non vi è resistenza dell'aria non si danneggia e resta in posizione.

108 Grace Murray Hopper sviluppa A-0, il primo compilatore di programmi.

109 1952 L'EDVAC viene completato alla Moore School da Mauchly, Eckert e Von Neumann, che fanno girare il suo primo programma di produzione.

110 1952 John von Neuman accanto alla sua macchina IAS a bit paralleli, realizzata per l'Institute of Advanced Studies di Princeton N.J. Prosegue il suo lavoro col gruppo di Los Alamos e continua a sviluppare sinergie tra le capacità dei computer e la necessità di soluzioni di calcolo per i problemi nucleari relativi alla bomba all'idrogeno.

111 1952 Thomas Watson Jr. diventa presidente della IBM. E' da quest'anno che la IBM decide di aggiungere i calcolatori alla sua linea di prodotti commerciali. La prima linea di produzione di computer riguarderà il modello 701 e fu disegnata da Nathaniel Rochester.

112 1952 La IBM annuncia il 701, un nuovo calcolatore progettato per il calcolo scientifico, di cui il primo esemplare verrà installato per la Difesa USA. Ne saranno prodotti e installati solamente 19 esemplari nell'arco dei suoi 3 anni di vita.

113 1952 Il primo calcolatore olandese fu costruito da W.L. van der Poel. La costruzione iniziò nel 1947 e venne completata nel '52 dagli studenti del TU Delft sulla base dei disegni di van der Poel. La macchina era basata sui relè e misurava 5 metri per 60 cm di altezza. Impiegava 30 secondi per fare una somma e 45 per una moltiplicazione.

114 1953 Il più grande computer a valvole mai costruito fu quello per il progetto SAGE (Semi-Automatic Ground Environment) dell'Aeronautica degli USA per la difesa aerea del territorio americano. Iniziato nel 1953 sarà pienamente funzionante solo dieci anni più tardi. Progettato come nuovo sistema di difesa aerea per proteggere gli Stati Uniti da missili a lunga gittata o altre armi, il sistema SAGE raccoglie informazioni dai radar dislocati in varie parti del territorio che, tramite linea telefonica, trasmette ad una sede centrale per l'elaborazione, tramite appunto questo nuovo sistema di computer. Le caratteristiche tecniche del sistema sono: Architettura: duplex CPU, no interrupts, 4 index registers, Real Time Clock Word Length: 32 bits Memoria: magnetic core (4 x 64K word); Magnetic Drum (150K word); 4 IBM Model 729 Magnetic Tape Drives (~100K words ea.); tutti i sistemi utilizzano il parity checking Memory Cycle Time: 6us I/O: CRT display, keyboard, light gun, realtime serial data (teletype, 1300 bps modem, voice line) Prestazione: 75KIPS (single-address) Tecnologia: a valvole elettroniche (60.000); diodi ( ); transistor (13.000) Dimensioni: CPU (50 x 150 feet, each); consoles area (25 x 50 feet) Peso: 250 tonn. ( lbs)

115 1953 Esce l'IBM 650, conosciuto anche col nome di calcolatore a tamburo magnetico e diventa il primo computer prodotto industrialmente. Con questa macchina si può affermare che è nato il primo minicomputer. Ne verranno venduti 450 già nel primo anno di produzione. Eseguiva una somma o sottrazione in 1,63 millisecondi, una moltiplica in 12,96ms e la divisione in 16,90ms. La memoria nella maggior parte dei sistemi era data dal tamburo magnetico che conteneva 2.000word (10 digit+segno) e con un tempo random di accesso di 2,496ms. Anche se l'IBM 650 non era una super macchina, aveva una caratteristica particolare che la rendeva attraente e facilmente vendibile: un sacco di luci lampeggianti. Con quelle chiunque poteva controllare che qualcosa "si muoveva" nel cuore del cervellone.

116 1954 Nasce l'unità a nastro magnetico IBM 726. Questa unità contiene 100 caratteri per pollice ed è in grado di leggere 75 pollici di nastro al secondo.

117 1954 Nel gennaio di quest'anno viene fatto un primo tentativo di traduzione dal russo all'inglese, utilizzando allo scopo un sistema IBM 701. I risultati sono supportati dall'uso di un dizionario elettronico e da un numero di programmi che contengono la sintassi e le regole delle due lingue. Venne realizzata una traduzione soddisfacente e molta dell'esperienza di questo tentativo sarà poi riversata nel progetto Echelon.

118 1954 John W. Backus, un capo progetto della IBM, imposta il linguaggio di programmazione scientifica FORTRAN (FORmula TRANsalot) per il sistema IBM 704. Assieme ad altri tecnici IBM, Backus visita i clienti che hanno ordinato il 704 per presentare loro questo nuovo linguaggio e ottenere critiche e suggerimenti in merito alle sue funzioni. In quel modo Backus anticipò la fine del suo compilatore in 6 mesi, contro i due anni delle previsioni. Il compilatore consisteva di righe di codice macchina, memorizzate su nastro magnetico. Venne fornita una copia del programma a ciascun cliente del 704, assieme ad un manuale di 51 pagine. La prima versione del programma era chiaramente difettosa, ma successivamente vennero rimossi tutti i bug che conteneva. Ingegneri e scienziati sceglieranno definitivamente questa strada per la programmazione dei computer, abbandonando il metodo di modificare il cablaggio interno delle macchine per cambiarne il programma da eseguire.

119 1954 La stampante Uniprinter della Earl Masterson è una stampante a linee ed ha una velocità di 600 righe al minuto.

120 1954 La Texas Instruments introduce il transistor al silicio, puntando sulla drastica riduzione dei prezzi di produzione.

121 1955 La IBM annuncia il 704, un nuovo calcolatore con memoria a nuclei al posto del CRT utilizzato sui precedenti sistemi IBM 701, con aritmetica floating-point e un sacco di nuove istruzioni per il calcolo scientifico.

122 1955 IBM 702: la prima macchina commerciale completamente costruita con transistor e messa sul mercato da IBM. L'ancora alto costo dei transistor sarà la causa del flop.

123 1955 Nasce la Commodore Business Machines International, azienda che segnerà la storia dellinformatica degli anni (da ricordare limmortale e lincrashabile Commodore 64);inizialmente produce solo macchine da scrivere. Nel 1962 si quota in borsa e si espande su nuovi settori di mercato (calcolatrici e personal computer).

124 1956 L'IBM introduce e inizia le installazioni dei sistemi RAMAC 305 (RAMAC = Random Access Method Of Accounting And Control). Sarà questo il primo passo per trasferire i dati (records) dal supporto delle vecchie e ingombranti schede perforate, alle unità a dischi magnetici. Il passaggio è rivoluzionario, in quanto consente di eseguire operazioni di aggiunta, aggiornamento o cancellazione di record semplicemente riscrivendoli sul disco. Il RAMAC 305, però, non sarà la macchina che darà la spinta al passaggio da elaborazioni a schede a sistemi a dischi e/o nastri magnetici. Questa macchina ha un costo elevato, è particolarmente fragile e quindi soggetta a lunghi fermi di manutenzione e non è facile da programmare, richiedendo per l'impostazione di un lavoro, sia il caricamento di un programma ancora su schede che l'impostazione di una serie di pannelli a spine estraibili.

125 1956 I primi computer a transistor sono annunciati, si tratta del TRIDAC e di tre modelli sperimentali del MIT siglati TX-O. Viene introdotto un UNIVAC a transistor, disegnato per scopi commerciali.

126 1956 Il primo PEGASUS, prodotto dalla azienda inglese Ferranti Ltd., entra in servizio. Pegasus si distinguerà per l'alta affidabilità e facilità d'uso. E' il primo computer che usa un registro generale, dispositivo in uso sulla maggior parte dei moderni computer. Dal 1956 al 1962 verranno costruiti 40 sistemi Pegasus dalla Ferranti Ltd.

127 1957 Il FORTRAN-1 è formalmente pubblicato. Questo prodotto, che è il primo di qualsiasi linguaggio di alto livello, è stato sviluppato da John Backus col suo gruppo di specialisti IBM. Il FORTRAN usa una notazione che è molto simile a quella usata nell'algebra. Per questo motivo il FORTRAN diventerà assai popolare tra gli scienziati e i tecnici.

128 1957 Il computer Atlas Guidance Computer della Burroughs, uno dei primi computer che usano transistor, aiuta nel controllo per il lancio del missile Atlas.

129 1957 La Japan's Electrotechnical Laboratory sviluppa un computer a transistor, l'ETL Mark III, che utilizza 130 transistor e diodi.

130 1957 John McCarthy forma il dipartimento di Intelligenza Artificiale al MIT.

131 1957 La Russia lancia il primo satellite Sputnik I in orbita il 4 ottobre e la corsa allo spazio ha subito inizio, accelerando ancor più lo sviluppo di nuove tecnologie.

132 1958 Viene fondata la Digital Equipment Corp. da Ken Olsen and Harlan Anderson. Il loro primo computer, il PDP 1 (Programmed Data Processor) sarà rilasciato nel 1960 ed avrà molti discendenti di successo.

133 1958 Jean Hoerni, Kurt Lehovec e Robert N. Noyce del Fairchild laboratories prendono parte allo sviluppo di un circuito integrato; un circuito composto da un solo strato di silicio.

134 1958 Il progetto Whirlwind viene esteso per realizzare un sistema di controllo del traffico aereo.

135 1959 L'ultimo grande computer scientifico IBM di prima generazione, ancora a valvole elettroniche, venne prodotto in quest'anno e si tratta dell'IBM 709. E' la prima macchina che dispone di un data channel per I/O. L'unità centrale può essere aperta come un libro, facilitando l'accesso al cablaggio interno. Il sistema completo è composto da sette diverse unità che comprendono la memoria, il canale dati, l'alimentatore, il lettore di schede, la stampante e svariate unità nastro magnetico.

136 1959 Si forma il comitato per i linguaggi di sistemi di dati e nasce il COBOL (Common Business Oriented Language). Al CODASYL (Conference on Data System Languages), viene sviluppato un nuovo linguaggio in un tempo molto breve, creando il primo standard per i programmi aziendali. Nei successivi 20 anni ci saranno molti più programmi scritti in COBOL che in qualsiasi altro linguaggio.

137 1959 John McCarthy sviluppa il linguaggio LISP (LISt Processing) per le applicazioni di Intelligenza Artificiale.

138 1959 In una mostra di Parigi viene presentato il primo computer commerciale giapponese a transistor della NEC: il NEAC 2201.

139 1959 Dopo vari anni di lavoro la General Electric Corp. spedisce 32 sistemi ERMA (Electronic Recording Machine Accounting) alla Bank of America in California, per risolvere il problema di elaborazione degli assegni che avevano raggiunto quantitativi enormi in seguito all'aumento della clientela. Il computer ERMA impiega la tecnologia MICR (Magnetic Ink Character Recognition), ovvero è in grado di leggere le cifre scritte appositamente sugli assegni. A questo scopo venne sviluppato un apposito font studiato per facilitarne il riconoscimento.

140 1959 Si contano più di 200 linguaggi di programmazione.

141 1959 La IBM consegna i primi 4 modelli del primo computer completamente transistorizzato all'Aeronautica degli Stati Uniti. Si tratta del sistema IBM 7090.

142 1959 A Poughkeepsie (USA) gli ingegneri IBM completano la prima linea di produzione di transistor totalmente automatizzata. Un anno più tardi verranno prodotti e testati transistor all'ora.

143 1959 Mentre molte aziende procedono nello sviluppo di supercomputer, IBM annuncia la disponibilità di due piccole macchine, l'IBM 1401 per le aziende e l'IBM 1620 per gli scienziati.

144 1959 In Italia inizia la diffusione nelle aziende di centri meccanografici per elaborare i dati commerciali. Molti impianti sono composti esclusivamente da macchine IBM elettromeccaniche (dette anche Unit Record), cioè un insieme di macchine specializzate a svolgere un compito specifico sulle schede perforate.

145 1960 Scienziati americani ed europei stabiliscono uno standard per il linguaggio ALGOL 60. Anche se non molto sviluppato, getterà le basi di molti linguaggi successivi.

146 1960 La IBM annuncia il linguaggio PL/1, una combinazione di ALGOL, FORTRAN e COBOL. Il nuovo linguaggio sarà utilizzato per grosse applicazioni su main frame.

147 1960 La Heatkit mette sul mercato il suo EC1 per scopi educativi. E' il primo computer analogico abbordabile da un vasto pubblico per via del prezzo molto basso (400$). La macchina diventerà molto popolare tra gli ingegneri e nelle scuole.

148 1960 Viene progettato il LARC (Livermore Advance Research Computer) dalla Remington Rand per attività scientifiche. Utilizza transistor.

149 1960 La DEC introduce il PDP-1, il primo computer commerciale con un monitor e tastiera per l'input. Costa dai ai dollari.

150 1961 Mentre i sistemi operativi, prima chiamati monitors o supervisors, si sviluppano allo scopo di incrementare le prestazioni dei computer, verso la fine anni '50, gli utilizzatori sono ancora frustrati dalla mancanza di familiarità e facilità d'uso del computer. Per risolvere questo problema e ridare il controllo delle macchine agli utilizzatori, Fernando Corbatò, del MIT, produsse il CTSS (Compatible Time Sharing System) per l'IBM 7090/94, il primo sistema effettivo di ripartizione del tempo ed allo stesso tempo il primo approccio di accesso remoto dalla dimostrazione di Stibitz del Il 7090 è una versione transistorizzata del IBM 709, che era una macchina assai popolare nei primi anni '60. Il 7090 a 32Kb di memoria a 36-bit e dispone di unità hardware floating point. Il fortan era il suo linguaggio più usato, ma ne poteva supportare molti altri. Fu successivamente potenziato come IBM 7094 e ne fu realizzata una versione più piccola, chiamata IBM 7040.

151 1961 Georg C. Devol costruisce un robot per utilizzi industriali.

152 1961 Il computer IBM 7030 (detto Stretch) viene completato e gira 30 volte più velocemente del 704.


Scaricare ppt "Storia del calcolatore e dellinformatica Di Luca Brugnone 1/10/2007."

Presentazioni simili


Annunci Google