La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 P-ILC relazione dei referees M. Dell’Orso, R. De Sangro, G. Passaleva.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 P-ILC relazione dei referees M. Dell’Orso, R. De Sangro, G. Passaleva."— Transcript della presentazione:

1 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 P-ILC relazione dei referees M. Dell’Orso, R. De Sangro, G. Passaleva

2 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Sommario note generali attivita’ previste commenti dei referees proposta assegnazioni

3 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Note generali Il progetto e’ inquadrato nel (complicato!) quadro internazionale del progetto ILC/GDI (Global Design Initiative) Progetto focalizzato sul rivelatore di vertice a pixel Gruppi italiani coinvolti: FE, MI, PV, RM3

4 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Note generali Due “filosofie” proposte a livello internazionale: a)CCD (essenzialmente UK) b)Tecnologia CMOS declinata in vari modi (resto EU, USA) I gruppi italiani preferiscono la tecnologia CMOS (+ adatta all’applicazione per un vertex detector) In EU, I gruppi che studiano tecnologie CMOS sono: –FR: CMOS, SOI –D: DEPFET Altri gruppi in USA: –BNL (sviluppi per electron microscope, poco orientati a ILC) –LBL –FNAL

5 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Note generali I gruppi italiani si concentrano essenzialmente su uno schema basato su MAPS che implementano uno sparse readout. 3 tecnologie attualmente in studio: a)CMOS 0.25  m b)CMOS 0.13  m c)SOI La tecnologia SOI e’ decisamente preferita. Possibilita’ concreta di partnership con Hamamatsu che farebbe gli studi di fattibilita’ e i test a sue spese

6 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Note generali Gruppi non molto numerosi per ora (anche se ci sono ancora forti sovrapposizioni con GR 5). Tuttavia l’impegno e’ incoraggiante RicercatoriTecnologiFTEFTE/PERSONE FE MI PV RM TOT

7 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Attivita’ previste FE: realizzazione scheda DAQ (basata su VME64) per rilettura prototipi esistenti e futuri MI: caratterizzazione prototipi esistenti e primi prototipi P-ILC. MI ha anche responsabilita’ di coordinamento internazionale nel progetto ILC (M. Caccia) PV Revisione in vista di P-ILC della cella elementare sviluppata nell’ambito di un progetto PRIN e realizzazione di un primo prototipo P- ILC (1 pixel). Sviluppi in stretta collaborazione con il gruppo di microelettronica di FNAL RM3: studio di architetture di sparsificazione e realizzazione di un “telescopio” da utilizzare per i test su fascio dei prototipi.

8 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Commento generale P-ILC e’ un primo embrione di una collaborazione che, auspichiamo, crescera’ nei prossimi anni, su un item strategico per l’INFN:  riteniamo che l’attivita’ dei gruppi proponenti serva anche a portare alla luce altri gruppi/attivita’ che per ora “restano nell’ombra” (Si-tracker, calorimetria etc)

9 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Commento generale Ci sono ancora larghe sovrapposizioni dei 4 gruppi con attivita’ di R&D finanziate da GR5 o altri progetti. In particolare PV ha in ponte P-ILC, un progetto PRIN e una sigla in GR5 su cose molto simili con differenze molto sfumate.  L’attivita’ su piu’ fronti e’ per certi versi apprezzabile, ma chiediamo ai gruppi di caratterizzare in modo deciso le loro attivita’ su P-ILC.

10 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Commento generale I 4 gruppi propongono un ventaglio di attivita’, tecnologie e linee di studio molto vario e corposo, retaggio delle precedenti attivita’ di R&D:  raccomandiamo che i gruppi convergano su un numero ristretto di soluzioni (ad es una tecnologia baseline e una di backup, etc) in vista dell’ utilizzo in un esperimento.

11 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Commento generale La collaborazione P-ILC dovra’ confrontarsi con un ricco e agguerrito panorama di gruppi internazionali:  raccomandiamo quindi un cambiamento di ottica, da una generica serie di R&D isolati ad uno sviluppo teso all’applicazione in un futuro esperimento, anche per dare l’opportuno peso scientifico/politico all’iniziativa

12 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Criteri per le assegnazioni Tenendo conto delle osservazioni precedenti: MI: assegnazione secondo i criteri generali + contributo a MI per rappresentante nazionale ME: come sopra. Contributo a MI per coordinamento internazionale attivita’ ILC. SJ su MI per coprire un eventuale test-beam a fine 2006 Contributo a PV per attivita’ con FNAL Cons.: metabolismo come sopra, richieste specifiche razionalizzate evitando duplicazioni. SJ consistente a PV per eventuale sottomissione di prototipi e strutture test. Inv.: in generale come sopra; SJ a RM3 per sistema cooling telescopio.

13 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Proposta assegnazioni FTEMIsjMEsjCONSsjINVsjtotale rich.totale ass.SJtotale FE , ,5 1 5, ,50 MI3, ,5 16, ,5 4 31,51849,5 PV ,5 6 77, RM ,5 4 22, Totale rich. 8, ,5 206,5 Tot. ass. 9 51,5 24, Tot ass. /FTE 1,1 6,4 3,0 2,5

14 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Fondi per collaborazione con Hamamatsu Hamamatsu e’ interessata allo sviluppo di strutture in tecnologia SOI. Disponibile a fare test e studi di fattibilita’ “gratis”. Chiede la copertura delle spese per il materiale (wafer). I gruppi interessati sono P-ILC, Bonn e Cracovia che contribuirebbero per 1/3 ciascuno ad una spesa totale di 150 kE. Richiesta: 50 kE Riteniamo la partnership con hamamatsu su questo item molto interessante e importante e quindi supportiamo la richiesta. Come inserirla: tasca generale?

15 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Richieste per il 2005 C’e’ una richiesta di 10 kE sulle dota di MI per la partecipazione a Snowmass, che Maria Curatolo aveva gia’ valutato positivamente e che era sj ad un possibile contributo USA (che poi non c’e’ stato) Per noi referees e’ OK

16 G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 Conclusioni Si sta coagulando una collaborazione intorno a un progetto di vertex per ILC La prospettiva temporale e’ ancora molto sfumata: va seguita attentamente l’evoluzione e fare in modo che il gruppo sia pronto ad entrare in modo efficace e scientificamente valido in un futuro esperimento al LC


Scaricare ppt "G. PassalevaCSN1 Napoli – 20/09/2005 P-ILC relazione dei referees M. Dell’Orso, R. De Sangro, G. Passaleva."

Presentazioni simili


Annunci Google