La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Qt20071. 2 complessi La sanità è uno dei sistemi più complessi costituiti dalluomo artigianale La linea di produzione è sostanzialmente artigianale probabilistica.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Qt20071. 2 complessi La sanità è uno dei sistemi più complessi costituiti dalluomo artigianale La linea di produzione è sostanzialmente artigianale probabilistica."— Transcript della presentazione:

1 qt20071

2 2 complessi La sanità è uno dei sistemi più complessi costituiti dalluomo artigianale La linea di produzione è sostanzialmente artigianale probabilistica La medicina è una scienza probabilistica il contesto

3 qt20073 Questi concetti sono ovvi per noi medici, ma … NON lo sono per i pazienti le amministrazioni i media i magistrati ecc.

4 qt20074 linee di condotta corrette ed uniformi È quindi necessario, per ridurre il rischio di errore, razionalizzare e semplificare il sistema utilizzando linee di condotta corrette ed uniformi metodo scientifico modelli comportamentali Gli strumenti più utilizzati sono il metodo scientifico e lutilizzo di conseguenti modelli comportamentali dove nasce Concetto di APPROPRIATEZZA

5 qt20075 APPROPRIATEZZA Processo tipico della fase decisionale clinica, organizzativa e gestionale

6 qt20076 definizioni BENEFICI RISCHI … è appropriata quella prestazione per cui i BENEFICI per il paziente superano i RISCHI in misura tale da giustificarne lerogazione... R. Brook

7 qt20077 definizioni BENEFICI RISCHI … è appropriata quella prestazione per cui i BENEFICI per il paziente superano i RISCHI in misura tale da giustificarne lerogazione... R. Brook Sicurezza del PAZIENTE Rapporto Rischio / Beneficio

8 qt20078 definizioni DISTANZA Lappropriatezza è nella sua essenza lespressione della DISTANZA che intercorre tra un comportamento osservato ed un comportamento atteso in base alle conoscenze scientifiche e/o agli aspetti normativi A. Federici

9 qt20079 definizioni DISTANZA Lappropriatezza è nella sua essenza lespressione della DISTANZA che intercorre tra un comportamento osservato ed un comportamento atteso in base alle conoscenze scientifiche e/o agli aspetti normativi A. Federici Il metodo

10 qt200710 Esprime il GRADO di UTILITA di un intervento sanitario in relazione alle conoscenze scientifiche disponibili e alle POSSIBILITA tecnico- organizzative del contesto definizioni

11 qt200711 Esprime il GRADO di UTILITA di un intervento sanitario in relazione alle conoscenze scientifiche disponibili e alle POSSIBILITA tecnico- organizzative del contesto definizioni Collegamento con il Mondo reale

12 qt200712 la cosa giusta al soggetto giusto al momento giusto da parte dell operatore giusto nella struttura giusta nel modo giusto in sintesi: appropriatezza è:

13 qt200713 CONTESTO strutturale, organizzativo e tecnologico Lappropriatezza deve essere sempre rapportata al CONTESTO strutturale, organizzativo e tecnologico in cui si opera ATTENZIONE ! :

14 qt200714 Dove nasce il concetto di APPROPRIATEZZA ?

15 qt200715 Dare TUTTO a TUTTI e SUBITO Mondo IDEALE: Mondo REALE: Viene dato a volte il superfluo ed a volte neppure il necessario Non sempre a chi ne ha veramente bisogno Non sempre al momento giusto ecc. il conflitto

16 qt200716 SINTOMO DIAGNOSI

17 qt200717 S D

18 qt200718 S D C E

19 qt200719 S D C E

20 qt200720 APPROPRIATEZZA CLINICA TECNICA ORGANIZZATIVA GESTIONALE AMMINISTRATIVA ISTITUZIONALE classificazione

21 qt200721 APPPROPRIATEZZA Rapporto rischio / beneficio CLINICA o specifica classificazione

22 qt200722 APPPROPRIATEZZA CLINICA o specifica ORGANIZZATIVA o generica o economica Rapporto rischio / beneficio Rapporto costo / beneficio classificazione

23 qt200723 APPROPRIATEZZA NON APPROPRIATEZZA

24 qt200724 APPROPRIATEZZA NON APPROPRIATEZZA

25 qt200725 APPROPRIATEZZA NON APPROPRIATEZZA

26 qt200726 RISCHIOBENEFICIO VALUTAZIONE …. un elemento determinante !

27 qt200727 RISCHIO BENEFICIO VALUTAZIONE

28 qt200728 RISCHIO BENEFICIO VALUTAZIONE

29 qt200729 RISCHIO BENEFICIO VALUTAZIONE

30 qt200730 COSTO BENEFICIO VALUTAZIONE …. un altro elemento determinante !

31 qt200731 VALUTAZIONE COSTO BENEFICIO VALUTAZIONE

32 qt200732 VALUTAZIONE COSTO BENEFICIO VALUTAZIONE

33 qt200733 esclusi appropriatezzasono esclusi dai livelli assistenziali erogati dal SSN le tipologie di assistenza, i servizi e le prestazioni sanitarie che non soddisfano il principio dellefficienza e dellappropriatezza Legge 16 novembre 2001 n. 405 individua i livelli essenziali e uniformi dassistenza: LEA lAppropriatezza e la legge:

34 qt200734 Allegato 2 C dei LEA al più alto rischio di Individua 43 DRG al più alto rischio di inappropriatezza inappropriatezza in regime di degenza ordinaria. Legge 16 novembre 2001 n. 405 individua i livelli essenziali e uniformi dassistenza: LEA lAppropriatezza e la legge:

35 qt200735 Quali sono gli strumenti dellappropriatezza ? Linee Guida LEA Percorsi diagnostico terapeutici Procedure e Protocolli Note AIFA Technology assessment ecc.

36 qt200736 Metodi per la valutazione di APPROPRIATEZZA: RAND / UCLA PANEL diversi con medesima composizione (stessi scenari sottoposti ai vari panel) PANEL e REAL WORD (panel nazionale di esperi e panel di MMG, Internisti e Cardiologi: indicazione alla metodica in vari scenari diversi) ACC / AHA TECHNOLOGY ASSESSMENT

37 qt200737 Metodo RAND / UCLA Analisi sistematica della letteratura Panel di 9-11 esperti (indicati da società scientifiche) Elaborazione di scenari clinici teorici Voto da 1 a 9 1-3 = Inappropriato 4-6 = Incerto 7-9 = Appropriato

38 qt200738 appropriata CLASSE I : indicazione appropriata incerta CLASSE II : indicazione incerta IIa : il peso delle indicazioni/opinioni è a favore dellindicazione IIb : il peso delle indicazioni/opinioni è a sfavore dellindicazione inappropriata CLASSE III : indicazione inappropriata METODO ACC / AHA

39 qt200739 II a CLASSE II METODO ACC / AHA CLASSE I CLASSE III II a II b

40 qt200740 Valutazione di benefici, rischi e costi (clinici, sociali, economici, di sistema) del trasferimento delle tecnologie sanitarie nella pratica clinica. Fornire ai decisori della sanità le informazioni necessarie per fare scelte appropriate sul piano dellefficienza allocativa. TECHNOLOGY ASSESSMENT

41 qt200741 E appropriato come modalità organizzativa il setting assistenziale che arreca migliore o identico beneficio al paziente con minore impiego di risorse APPROPRIATEZZA ORGANIZZATIVA DEI RICOVERI OSPEDALIERI

42 qt200742 Metodi di valutazione ex post dellappropriatezza dei ricoveri ospedalieri : PRUO APPRO DISEASE STAGING AEP MAAP

43 qt200743 SOVRA SOVRA utilizzo delle metodiche INA PPROPRIATEZZA problemi economici liste attesa problemi iatrogeni conseguenze

44 qt200744 SOTTO SOTTO utilizzo delle metodiche problemi dioutcome problemietici medico legali e competenza INA PPROPRIATEZZA conseguenze

45 qt200745 ATTENZIONE ! : efficace OUTCOME Una prestazione Appropriata non è detto che sia sempre efficace che cioè migliori sicuramente l OUTCOME del paziente Fatta bene Interpretata bene Utilizzata bene

46 qt200746 la cosa giusta al soggetto giusto al momento giusto da parte dell operatore giusto nella struttura giusta nel modo giusto in sintesi: appropriatezza è: Fatta bene Utilizzata bene Interpretata bene

47 qt200747 MEDICI: dimostra CORRETTEZZA E il principale elemento che garantisce e dimostra la CORRETTEZZA delle scelte PAZIENTI: Uno degli elementi che garantisce loro QUALITA SICUREZZA la QUALITA e la SICUREZZA delle cure ISTITUZIONI: RISORSE QUALITA SICUREZZA Euno dei principali elementi che garantiscono il miglior uso delle RISORSE, QUALITA e SICUREZZA A chi è utile lappropriatezza ?

48 qt200748 Come conciliare lappropriatezza con le aspettative dei pazienti ? sta male Per il paziente che sta male credetutto INDISPENSABILE (o che crede di stare male) è tutto INDISPENSABILE Il paziente può avere aspettative inappropriate perché troppo spesso ha informazioni non esatte, paura, ecc.

49 qt200749 consapevole Rendere il paziente consapevole rischi dei rischi delle scelte reale utilità della reale utilità delle scelte non indispensabile Come fare a DISTINGUERE lindispensabile dal non indispensabile? non urgente o lurgente dal non urgente? Come conciliare lappropriatezza con le aspettative dei pazienti ?

50 qt200750 MEDICI ed INFERMIERI PAZIENTI

51 qt200751 Emilia Romagna liste di attesa Inappropriatezza e liste di attesa

52 qt200752 Regione Lombardia

53 qt200753 Regione Lombardia

54 qt200754

55 qt200755

56 qt200756 CONSEGUENZE Quali CONSEGUENZE NON appropriate delle prestazioni NON appropriate ? RISCHIO di complicazioni Allungamento liste di attesa Spesa non necessaria RISCHIO di effetti collaterali RISCHIO di errori

57 qt200757

58 qt200758 Appropriatezza e Risk Management

59 qt200759 Appropriatezza e Risk Management MEDICINADIFENSIVA INAppropriatezza

60 qt200760 Appropriatezza e Risk Management MEDICINADIFENSIVA INAppropriatezza rischio ! Aumento del rischio ! Titanic

61 qt200761 ….. abbiamo parlato di

62 qt200762 Conclusioni: Lappropriatezza è un fattore con cui avremo sempre di più a che fare Lappropriatezza è un fattore che condizionerà sempre di più le nostre attività clinico professionali, organizzative e gestionali

63 qt200763 Conclusioni: lappropriatezza non deve essere vista e vissuta come un nemico da combattere ma come un prezioso e potente strumento operativo per:

64 qt200764 meglio fare il nostro lavoro tutelare la nostra autonomia professionale ridurre gli errori professionali ed organizzativi difenderci dalle azioni inappropriate delle amministrazioni, delle istituzioni e dei pazienti Conclusioni:

65 qt200765

66 qt200766 SEI TU IL CAMBIAMENTO CHE VUOI VEDERE NEL MONDO Gandhi Grazie per lattenzione

67 qt200767


Scaricare ppt "Qt20071. 2 complessi La sanità è uno dei sistemi più complessi costituiti dalluomo artigianale La linea di produzione è sostanzialmente artigianale probabilistica."

Presentazioni simili


Annunci Google