La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

AO MONALDI DIPARTIMENTO DI CARDIOLOGIA Direttore: Prof.Nicola Mininni UOS Valutazione dello Scompenso Cardiaco e Riabilitazione Cardiologica Responsabile:

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "AO MONALDI DIPARTIMENTO DI CARDIOLOGIA Direttore: Prof.Nicola Mininni UOS Valutazione dello Scompenso Cardiaco e Riabilitazione Cardiologica Responsabile:"— Transcript della presentazione:

1 AO MONALDI DIPARTIMENTO DI CARDIOLOGIA Direttore: Prof.Nicola Mininni UOS Valutazione dello Scompenso Cardiaco e Riabilitazione Cardiologica Responsabile: Dr. Domenico Miceli LAmbulatorio Dedicato per LAmbulatorio Dedicato per lo Scompenso Cardiaco lo Scompenso Cardiaco Dr. Domenico Miceli Caserta 15 novembre 2005 Caserta 15 novembre 2005

2 Ambulatorio Dedicato per lo Scompenso Cardiaco Perch é ? Cosa? Come ? A chi ?

3 S.C. cause di reospedalizzazione (%) Aritmie Infezioni Compliance Angina Iatrogene Terapia inadeguata Follow-up inadeguato Mancanza supporto sociale Erhardt LF, Lancet 1988

4 Modelli gestionali per lo SC Modelli clinici I pazienti sono seguiti prevalentemente in ospedale: Ambulatorio dedicato a gestione cardiologicaAmbulatorio dedicato a gestione cardiologica Ambulatorio a gestione infermieristicaAmbulatorio a gestione infermieristica (Heart failure clinic/Modelli multidisciplinari) Day HospitalDay Hospital Unità intensiva/intermedia per lo scompensoUnità intensiva/intermedia per lo scompenso

5 Modelli gestionali per lo SC Ambulatori dedicati e Day Hospital Caratteristiche Si avvalgono in modo rilevante del ruolo infermieristico specializzato Assicurano la continuità assistenziale non degenzialeAssicurano la continuità assistenziale non degenziale Effettuano consulenze per tutti i repartiEffettuano consulenze per tutti i reparti Svolgono attività di educazione e prevenzioneSvolgono attività di educazione e prevenzione Operano in Ospedali con USC intensiva/intermediaOperano in Ospedali con USC intensiva/intermedia Finalità: Follow-up di tutti i pz con SC grave, stabilizzato con farmaci e/o altre terapie specificheFollow-up di tutti i pz con SC grave, stabilizzato con farmaci e/o altre terapie specifiche Opasich C. GIC 1993

6 Lambulatorio dedicato allo Scompenso Pazienti Dimessi dallOspedale Ottimizzazione della terapia Ottimizzazione della terapia Rinforzo delleducazione allautogestione Rinforzo delleducazione allautogestione Verifica della compliance Verifica della compliance Garanzia di supporto psicologico Garanzia di supporto psicologico Verifica dei progressi e del raggiungimento degli obiettivi (stabilizzazione, reverse remodeling C.F. adeguatezza del piano assistenziale) Verifica dei progressi e del raggiungimento degli obiettivi (stabilizzazione, reverse remodeling C.F. adeguatezza del piano assistenziale) Flessibilità degli appuntamenti Coinvolgimento degli altri partners (M di base, consulenti specialisti, servizi sociali)

7 Il limite intrinseco del modello gestionale eclusivamente ambulatoriale Difficolta' a gestire in modo ottimale pazienti con particolare profilo clinico: Eta' avanzata Classe NYHA avanzata Comorbidita Deficit cognitivo Non autosufficienza (difficolta' nell'uso dei trasporti e negli spostamenti, assunzione di farmaci, controllo della dieta)

8 Sistemi di telemedicina in grado di semplificare ed intensificare il follow-up con riduzione dei costi di assistenza: Trasmissione via telefono dell ECG e dei parametri emodinamici (peso, PA, FC, sat O 2 ) Utilizzo del telefono e della videoconferenza per il contatto tra paziente e il personale di cura. Consulto via internet Assistenza domiciliare al paziente anziano con SC

9 Day Hospital Modello organizzativo finalizzato al ricovero. Limitato nel tempo (di norma 12 ore). Prestazioni complesse con ausilio strumentale. Diagnostiche e Terapeutiche. Monitorato e sorvegliato. Implementabile e adattabile.

10 Percorsi riabilitativi individualizzati Stratificazione del rischio cardiovascolare. Ottimizzazione terapeutica. Correzione dei fattori di rischio per linstabilizzazione. Verifica della stabilità clinica secondo le linee guida. Inquadramento dietologico. Inquadramento psicologico. Counseling. Training fisico. Ital Heart J Suppl 2001; 2 (7): )

11 Ambulatorio Dedicato per lo Scompenso Cardiaco Perch é ? Perch é ? Cosa è ? Cosa è ? Come ? Come ? A chi ? A chi ?

12 Ambulatorio Dedicato per lo Ambulatorio Dedicato per lo Scompenso Cardiaco Permette lintegrazione della struttura ospedaliera con le strutture cardiologiche ambulatoriali territoriali e con i medici del territorio Permette lintegrazione della struttura ospedaliera con le strutture cardiologiche ambulatoriali territoriali e con i medici del territorio Accesso facilitato Database specifico Coordinamento con altre figure specialistiche (dietologo, pneumologo, diabetologo, nefrologo, neurologo) (dietologo, pneumologo, diabetologo, nefrologo, neurologo) Ruolo importante, centrale, di personale non medico

13 Accesso Facilitato e Personale Addetto Numero Telefonico dedicato Ridotti Tempi di Attesa (non C.U.P.) Visite Programmate Visite Urgenti Due medici Tre infermieri

14 D. H. Diagnostico ( Disfunzione ventricolare asintomatica, comorbilità, dispnea di n.d.d.) D. H. Terapeutico ( prevenzione del peggioramento, titolazione di farmaci scomodi )

15 Day Service Pacchetto di Prestazioni erogabili ambulatorialmente. Consente una concentrazione e una limitazione degli accessi. A gestione plurispecialistica. Attivabile direttamente. Eliminazione delle trafile burocratiche. Implementabile e adattabile.

16 RISULTATI Netta riduzione della riospedalizza- zione dei pazienti seguiti in ambu- zione dei pazienti seguiti in ambu- latorio e nel D.H. latorio e nel D.H. Notevole incremento dell attivit à ambulatoriale totale

17 Ambulatorio Dedicato per lo Scompenso Cardiaco Perch é ? Perch é ? Cosa ? Cosa ? Come ? Come ? A chi ? A chi ?

18 Ambulatorio Scompenso Cardiaco Rinforzo del programma di educazione sanitaria conoscenza della malattia, dei segni e sintomi conoscenza della malattia, dei segni e sintomi ( Opuscoli, ma soprattutto ……… dialogo) modificazione dello stile di vita modificazione dello stile di vita riconoscimento dei segni di stabilità o di peggioramento riconoscimento dei segni di stabilità o di peggioramento trattamento non farmacologico trattamento non farmacologico esercizio fisico esercizio fisico

19

20 ESERCIZIO FISICO ADEGUATO Cosa significa esercizio fisico Quando farlo Come farlo

21 Lattività fisica: Lattività fisica: Evitare salite pesanti Evitare salite pesanti Evitare valori estremi di temperatura Evitare valori estremi di temperatura

22 Esercizio Fisico AHCPR Cardiac Rehabilitation Guidelines AHCPR Cardiac Rehabilitation Guidelines L esercizio fisico nei paz con SC : –riduce i sintomi –migliora la tolleranza allo sforzo –esalta i benefici della terapia con ACEi –limita il peggioramento della funzione ventricolare

23

24

25

26 Valutazione clinica del paziente con SC IL TEST CARDIOPOLMONARE E un test da sforzo classico (treadmill o cicloergometro) con contemporanea misura dei gas espirati: consumo di O2, produzione di CO2, ventilazione, per ogni atto respiratorio La misura dei gas è stata molto semplificata negli ultimi anni con analizzatori rapidi di O2 e CO2 e di sistemi computerizzati di analisi on-line

27 Valutazione clinica del paziente con SC IL TEST CARDIOPOLMONARE (TCP) Indicazioni nei paz con SCC Valutazione della capacità funzionale Valutazione della severità della compromissione funzionale e della sua progressione Valutazione della efficacia terapeutica Stratificazione prognostica e indicazione al trapianto di cuore Il TCP può inoltre essere utile in caso di diagnosi differenziale tra limitazione cardiaca e polmonare

28 Test del cammino di 6min - 6MWT Poiché il camminare è un attività giornaliera di ogni individuo, questo test si adatta ad ogni circostanza per la valutazione dello stato funzionale La correlazione con il livello di autonomia di vita e la capacità funzionale correlano con la valutazione del livello di qualità di vita: miglior 6minwt = miglior qualità di vita. E stato dimostrato che la distanza percorsa al 6MWT correla con livelli di qualità di vita. I miglioramenti nella distanza percorsa misurati al 6 Min WT si correlano inoltre con lottimizzazione delle terapie (farmaci, esercizio fisico, allenamento) e con riduzione di sintomi come della sintomatologia dispnea, aritmie Inoltre è possibile utilizzare il 6MWT come misura di valutazione delladerenza (effettiva applicazione e mantenimento corretto) delle terapie e dellesercizio fisico.

29 pmoli/l pmoli/l pmoli/l pmoli/l Follow-up (mesi) (%) Sopravvivenza Valori di NT-proBNP (quartili) NT-proBNP: Utilità Clinica del Test Stratificazione del rischio di morte nei pazienti con CHF Dati da: Prof. M. Haass, Heidelberg, Germany

30 DH riabilitativo per lo Scompenso Cardiaco Perch é ? Perch é ? Cosa? Cosa? Come ? Come ? Chi ? Chi ?

31

32

33

34

35

36

37

38

39

40 Cardiologi clinici e cardiologi HF Bello D, Am Heart J 1999 Ambulatorio dello Scompenso – Obiettivi

41 SHAPE Study of Heart Failure Awareness and Perception in Europe Willem J. Remme Sticares Foundation Rotterdam, The Netherlands

42 Background Current diagnostic and therapeutic strategies in CHF improve prognosis, attenuate disease progression, and reduce morbidity and mortality In Europe, the majority of HF patients are cared for by primary care physicians (PCP) Do European PCPs perceive these new developments and apply them in clinical practice?

43 How Often do PCPs Prescribe for CHF?

44 PCPs Initial Treatment in CHF Patients Diuretic ACEi + Diuretic ACEi ACEi + BB + Diu. DigoxinBBNitratesARB

45 novembre 2005: settimana europea dello scompenso cardiaco Domenica 27 novembre 2005 Ambulatori e Unità Scompenso aperti al pubblico dalle 10 alle 17 Questionari, informazioni, appuntamenti

46 Conclusioni Per combattere bene e vincere è indispensabile essere dotati di armi efficaci Il lavoro va gestito con intelligenza e misura: utilizzare armi efficaci fa risparmiare lavoro e migliora il risultato finale L Ambulatorio Dedicato e il DH Cardiologico Riabilitativo sono attualmente le armi più efficaci a nostra disposizione contro lo Scompenso Cardiaco.

47 Conclusion The European PCPs perception of all aspects of CHF is low Under-use of guideline-recommended diagnostic and therapeutic strategies indicates the need for education of these essential health care providers, particularly as many patients older than 65 years would not be referred for specialist care


Scaricare ppt "AO MONALDI DIPARTIMENTO DI CARDIOLOGIA Direttore: Prof.Nicola Mininni UOS Valutazione dello Scompenso Cardiaco e Riabilitazione Cardiologica Responsabile:"

Presentazioni simili


Annunci Google