La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 1 LA RELAZIONE FINALE DI REVISIONE.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 1 LA RELAZIONE FINALE DI REVISIONE."— Transcript della presentazione:

1 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 1 LA RELAZIONE FINALE DI REVISIONE

2 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 2 FASI FINALI della revisione 1.Sintesi delle riclassificazioni proposte alla direzione 2.Sintesi delle rettifiche proposte alla direzione 3.Valutazione degli aggiustamenti non accolti dalla direzione

3 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 3 1.Sintesi delle riclassificazioni proposte alla direzione Si tratta di aggiustamenti che non comportano una variazione del reddito e/o del patrimonio netto della società revisionata. FASI FINALI della revisione

4 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 4 2.Sintesi delle rettifiche proposte alla direzione Si tratta di aggiustamenti che comportano una variazione del reddito e/o del patrimonio netto della società revisionata. FASI FINALI della revisione

5 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 5 3.Valutazione degli aggiustamenti non accolti dalla direzione Le rettifiche e le riclassifiche evidenziate dal revisore ma non accolte dalla direzione, devono essere valutate per stabilire se esse, sia singolarmente che in modo congiunto, alterano in modo significativo la rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria ed economica dellazienda. FASI FINALI della revisione

6 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 6 3.Valutazione degli aggiustamenti non accolti dalla direzione Tali rettifiche e riclassifiche sono rapportate ai singoli valori di bilancio e ad alcuni aggregati di valori al fine di apprezzarne la significatività. E importante quantificare leffetto complessivo che le rettifiche individuate hanno sui singoli aggregati di bilancio (errore probabile aggregato) e la valutazione della significatività di tali aggiustamenti rispetto al bilancio considerato nella sua globalità. FASI FINALI della revisione

7 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 7 Valutazione della significatività degli errori E necessario considerare in modo congiunto gli errori relativi a esercizi precedenti e quelli riscontrati nellesercizio corrente. Può accadere, infatti, che errori accertati negli esercizi precedenti potrebbero non essere stati corretti dagli amministratori in quanto non si riteneva allora che essi alterassero in misura significativa la rappresentazione della situazione patrimoniale, finanziaria e reddituale della società esaminata. FASI FINALI della revisione

8 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 8 Tali errori, tuttavia, possono presentare un effetto significativo (errori rilevanti) sul bilancio dellesercizio corrente qualora essi si riferiscano a valori comuni a due o più esercizi (es. rimanenze finali). Allora, il revisore può includere nella determinazione dellerrore probabile aggregato anche leffetto sui valori dellesercizio corrente di quelli relativi agli esercizi precedenti (valutazione delleffetto cumulato). Valutazione della significatività degli errori FASI FINALI della revisione

9 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 9 I risultati a cui si può pervenire con la valutazione delleffetto combinato delle rettifiche su esercizi successivi sono due: 1.leffetto sul reddito dellesercizio corrente è maggiore qualora si considerino anche le rettifiche agli esercizi precedenti; 2.leffetto sul reddito dellesercizio corrente è minore qualora si considerino anche le rettifiche agli esercizi precedenti (si verifica una parziale compensazione delle rettifiche). FASI FINALI della revisione Valutazione della significatività degli errori

10 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 10 Espressione del giudizio La fase della valutazione delle rettifiche proposte alla direzione è molto critica in quanto da essa discende il tipo di giudizio che verrà formulato sul bilancio di esercizio e che sarà formalizzato nella relazione finale del revisore. Il revisore apprezza le rettifiche individuate, allo scopo di comprendere se esse, singolarmente e/o congiuntamente, alterano in modo significativo la situazione patrimoniale, finanziaria e reddituale proposta dalla società oggetto di revisione.

11 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 11 Espressione del giudizio: tipologie di relazione Circostanze accertate dal revisore Relazione senza rilievi Relazione con rilievi Giudizio negativo Impossibilità espressione parere Nessuna significativa eccezione Deviazioni dai principi contabili Deviazioni dai principi di revisione Incertezze significative con segnalazione di incertezze significative Fatti di particolare rilevanza con paragrafo denfasi

12 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 12 Principi di revisione Non viene per il momento emesso il Documento n. 700 relativo alla Relazione del revisore. Su questo argomento i principali riferimenti sono il codice civile (art ter che ha recepito la Direttiva 51/2003) e la comunicazione Consob del 1° dicembre 1999, per le società che ricadono sotto la sua regolamentazione, che rappresenta per il momento il più avanzato modello al quale riferirsi anche per la revisione volontaria Documento 200: Presentazione generale

13 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 13 Codice Civile art ter ……… La relazione comprende: a)Un paragrafo introduttivo che identifica il bilancio sottoposto a revisione e il quadro delle regole di redazione applicate dalla società; b)Una descrizione della portata della revisione svolta con lindicazione dei principi di revisione osservati; c)Un giudizio sul bilancio che indica chiaramente se questo è conforme alle norme che ne disciplinano la redazione …. d)Eventuali richiami dinformativa …… e)Un giudizio sulla coerenza della relazione sulla gestione con il bilancio

14 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 14 Codice Civile art ter ……… Nel caso in cui il revisore esprima un giudizio sul bilancio con rilievi, un giudizio negativo o rilasci una dichiarazione di impossibilità di esprimere un giudizio, la relazione illustra analiticamente i motivi della decisione. La relazione è datata e sottoscritta.

15 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 15 Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999 La relazione esprime il giudizio della società di revisione sul bilancio ed è sottoscritta dal revisore contabile responsabile del lavoro svolto. Il giudizio professionale espresso dal revisore sul bilancio riflette le conclusioni tratte dalle procedure di revisione svolte e la relazione contiene una chiara espressione di tale giudizio (…).

16 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 16 Elementi costitutivi della relazione: a)titolo; b)destinatari; c)identificazione del bilancio oggetto della revisione contabile e delle diverse responsabilità facenti rispettivamente capo ai redattori del bilancio ed alla società di revisione incaricata; d)natura e portata della revisione contabile; e)espressione del giudizio professionale sul bilancio; f)data e luogo di emissione della relazione; g)firma del responsabile della revisione Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

17 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 17 Lintestazione della relazione della società di revisione riporta la fonte normativa in base al quale il giudizio è rilasciato. a)Titolo Per le società quotate in Italia o nella UE: Relazione della società di revisione ai sensi dellart. 156 del D. Lgs , n. 58 Per gli altri soggetti: Relazione della società di revisione ai sensi dellart. 156 del D. Lgs , n. 58 e dellart. … della legge … Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

18 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 18 Le relazioni emesse in base a disposizioni di legge sono indirizzate allassemblea degli azionisti. b)Destinatari della relazione Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

19 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 19 Nel paragrafo introduttivo della relazione è: identificato il bilancio oggetto della revisione; contenuta una dichiarazione circa la distinzione di responsabilità tra chi predispone il bilancio e chi è chiamato a verificarne la conformità alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione. c)Identificazione delloggetto della revisione contabile e delle responsabilità Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

20 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 20 In questo paragrafo il revisore indica i principi di revisione seguiti e le finalità della revisione stessa. Scopo: evidenziare le modalità e le caratteristiche del lavoro svolto garantite che sono state effettuate tutte le procedure di revisione ritenute necessarie. d)Natura e portata della revisione contabile Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

21 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 21 Nellesprimere il giudizio, il revisore valuta se il bilancio è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione: principi contabili del CNDC-CNR e IAS dello IASB. e)Espressione del giudizio professionale Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

22 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 22 La data della relazione è quella in cui hanno avuto termine le procedure di revisione. La relazione indica inoltre il luogo nel quale la società di revisione ha la sede legale o secondaria. f)Data e luogo di emissione della relazione Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

23 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 23 La relazione della società di revisione è sottoscritta dal responsabile della revisione stessa. g)Firma del responsabile della revisione Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

24 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 24 Le diverse tipologie di giudizio: a)giudizio senza rilievi; b)giudizio con rilievi; c)giudizio negativo; d)dichiarazione di impossibilità di espressione di un giudizio. Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

25 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 25 Il revisore esprime un giudizio senza rilievi se il bilancio è conforme alle norme che ne disciplinano i criteri di redazione. Quindi, il bilancio è redatto con chiarezza e rappresenta in modo veritiero è corretto la situazione patrimoniale e finanziaria e il risultato economico della società. a)giudizio senza rilievi Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

26 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 26 Il revisore esprime un giudizio con rilievi qualora dalle verifiche eseguite emergano le seguenti circostanze: mancanza di conformità alle norme che disciplinano il bilancio; limitazioni al procedimento di revisione connesse ad impedimenti tecnici incontrati nello svolgimento delle procedure o a restrizioni imposte dagli amministratori nellacquisizione degli elementi probativi. (segue…) b)giudizio con rilievi Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

27 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 27 (…seguito) Il revisore riporta la descrizione analitica e dettagliata dei rilievi emersi nel paragrafo che precede lespressione del giudizio. Il revisore quindi apprezza la significatività dei rilievi emersi nel corso delle verifiche svolte per valutarne i riflessi sul giudizio professionale. Il revisore giudica che gli effetti dei rilievi emersi non sono così rilevanti da compromettere lattendibilità e la capacità informativa del bilancio. b)giudizio con rilievi Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

28 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 28 Il revisore giudica che gli effetti derivanti dalla non corretta applicazione dei criteri contabili o dallinadeguatezza della informazione resa sono così rilevanti e pervasivi da rendere inattendibile il bilancio. c)giudizio negativo Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

29 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 29 Il revisore giudica i possibili effetti delle limitazioni alle procedure di revisione così rilevanti da far mancare elementi indispensabili per un giudizio sul bilancio. d)Impossibilità ad esprimere un giudizio Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

30 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 30 Enfasi su informazioni ritenute di particolare importanza Cambiamento di principi contabili RICHIAMI DINFORMATIVA Obiettivo: Verificare la concordanza tra il contenuto del bilancio e la relazione degli amministratori Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

31 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 31 Incertezze: circostanze atte ad influenzare il bilancio, connesse ad azioni o eventi futuri ed incerti al di fuori del controllo degli amministratori alla data di redazione del bilancio. SITUAZIONI DI INCERTEZZA Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

32 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 32 In presenza di situazioni di incertezza il revisore acquisisce, alla data di espressione del giudizio sul bilancio, gli elementi utilizzati dagli amministratori a supporto della validità delle loro determinazioni, nonché tutti gli altri elementi ritenuti necessari nella circostanza. SITUAZIONI DI INCERTEZZA Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

33 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 33 Il revisore esprime un giudizio senza rilievi qualora egli ritenga che le azioni poste in essere dagli amministratori ed i trattamenti contabili adottati siano adeguati e ragionevoli e linformazione fornita al riguardo in bilancio sia adeguata. SITUAZIONI DI INCERTEZZA Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999

34 SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 34 Il revisore esprime un giudizio con rilievi laddove in presenza di una situazione di incertezza riscontri che: lincertezza non è stata adeguatamente descritta in bilancio; le azioni poste in essere dagli amministratori ed i trattamenti contabili adottati appaiono al revisore non condivisibili. SITUAZIONI DI INCERTEZZA Comunicazione CONSOB 1° dicembre 1999


Scaricare ppt "SISTEMI DI GOVERNANCE E REVISIONE AZIENDALE 1 LA RELAZIONE FINALE DI REVISIONE."

Presentazioni simili


Annunci Google