La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Settembre 2004Sistemi informativi sul Web1 Settembre 2004.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Settembre 2004Sistemi informativi sul Web1 Settembre 2004."— Transcript della presentazione:

1 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web1 Settembre 2004

2 Sistemi informativi sul Web2 ERP sul Web Vantaggi e Svantaggi di un Sistema Informativo che opera in Ambiente Web Autore: EMANUELE Filadelfio – Matricola (608303)

3 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web3 Cosè un ERP? ERP - Enterprise Resource Planning. Sistema informativo integrato che copre le esigenze di tutti i settori di una azienda. Può includere SW di produzione, di ingresso degli ordini, di gestione dei pagamenti, trasporto e gestione delle risorse umane. I maggiori venditori di sitemi ERP sono SAP, PeopleSoft, Oracle, Baan and J.D. Edwards

4 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web4 Perché sul Web? Il Web si sta rivelando una sorta di "grande unificatore" dellIT aziendale, dal punto di vista sia infrastrutturale (IP si avvia a diventare il protocollo dominante nelle reti, secondo le previsioni) che applicativo. Ormai quasi tutte le nuove applicazioni vengono sviluppate pensando al Web in qualche sua forma: interfaccia utente, mezzo di comunicazione e via dicendo. Il mondo del software ERP non è sfuggito a questa evoluzione e cerca ora una sempre maggiore integrazione con le infrastrutture Internet, sia allinterno dellazienda utente (nelle applicazioni Intranet) che aprendosi allesterno verso partner commerciali (le soluzioni Extranet) o verso lutenza più ampia che popola Internet. Si tratta di unapertura che, a seconda delle necessità degli utenti e delle proposte dei vendor, può seguire molte strade, vedere diversi gradi di integrazione con lapplicativo ERP/gestionale, e coinvolgere più aspetti del business aziendale.

5 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web5 Questione di Interfaccia Un primo semplice livello di apertura di unapplicazione gestionale o di un più trasversale pacchetto ERP al mondo Internet consiste nelladozione del Web browser come interfaccia standard, allinterno come allesterno dellazienda. Si tratta di un passo tutto sommato semplice e già intrapreso da molti software vendor che hanno già dotato i propri applicativi della possibilità di essere utilizzati attraverso client Java o comunque basati su browser. Il vantaggio, in questo caso, è duplice: da una parte si propone uninterfaccia a cui qualsiasi utente è ormai abituato, dallaltra si adotta unarchitettura Web che è facilmente trasportabile anche allesterno dellazienda, quindi su una rete Extranet o addirittura su Internet.

6 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web6 Solo Web? E come? Va sottolineato che per alcuni fornitori ladozione di uninterfaccia Web si affianca al mantenimento di quelle tradizionali, meno amichevoli ma in alcuni casi più complete. Lapertura al Web può avvenire anche in assenza di moduli aggiuntivi proposti dalla casa madre, con il contributo di terze parti. Varie software house specializzate hanno da tempo portato sul mercato tool che consentono di accedere via browser a praticamente qualsiasi applicativo; in molti casi ciò avviene attraverso linserimento di un Web server che assume il ruolo di "ponte" verso le infrastrutture basate sui protocolli di Internet.

7 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web7 Informazioni via Web Utilizzare il Web come interfaccia è utile ma limitativo. I veri vantaggi stanno nelladozione di Internet come canale di comunicazione per ogni tipo di informazione commerciale. Scambiare ordini o comunicazioni attraverso Internet è tutto sommato semplice, ma possiamo realmente parlare di integrazione fra i sistemi ERP/gestionali delle aziende in gioco e il Web quando tali sistemi vengono direttamente coinvolti e messi in grado di scambiarsi automaticamente le informazioni, per esempio i dati relativi a un ordine, e di svolgere senza lintervento del personale umano alcune operazioni, come lesecuzione di una transazione. Nel caso delle piccole e medie imprese, che tipicamente non hanno un pacchetto gestionale di grandi dimensioni e in grado di svolgere transazioni molto complesse, tali dati possono essere eventualmente inviati allERP dal partner commerciale attraverso messaggi di appositamente formattati o mediante la compilazione di moduli su una pagina Web.

8 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web8 Tecnologia Per quanto riguarda la tecnologia, le strade per aprire i propri sistemi gestionali al Web sono molte e interoperabili fra loro, almeno teoricamente, appunto perché basate sui protocolli standard di Internet. I vendor tradizionali hanno seguito due diversi approcci: alcuni hanno sviluppato moduli che integrano le applicazioni ERP già esistenti con funzionalità Web, altri hanno ripensato del tutto la propria piattaforma in chiave Internet o hanno sviluppato piattaforme complementari ai prodotti già commercializzati.

9 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web9 Tecnologia In tutti i casi il risultato è che due aziende dotate dello stesso pacchetto ERP possono certamente parlarsi attraverso Internet, mentre lapertura al "dialogo" con soluzioni di altri vendor è lasciata alladozione degli standard. In questo senso XML, con la sua capacità di trasportare non solo dati testuali ma anche lo schema delle informazioni, sembra avviato a diventare la lingua franca anche nelle applicazioni ERP. Per chi non dispone di un pacchetto ERP già pronto per il Web la strada è un po più in salita, ma la disponibilità di tool di terze parti agevola lopera di integrazione

10 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web10 Attenzione allInsoddisfazione Quando una transazione commerciale eseguita sul Web non viene considerata soddisfacente dalla clientela, viene di fatto vanificato linvestimento economico legato allingresso sulla Rete. Come si vede dal grafico, i principali motivi di insoddisfazione sono riconducibili a una mancata o incompleta integrazione del front office Web con il back office tradizionale. Da qui limportanza di estendere linnovazione a tutte le attività dellimpresa.

11 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web11 Una promessa Mancata: EDI Uninfrastruttura unica di comunicazione tra più partner, tramite la quale scambiarsi tutta (o quasi) la modulistica commerciale e vari altri tipi di documenti, con evidenti guadagni in termini di tempo ed efficienza nella gestione del flusso di business: è proprio questo uno degli obiettivi dellapertura dei gestionali al Web, che in parte ripropone la "vecchia" promessa mai del tutto mantenuta dei sistemi EDI tradizionali. Cosa si intende per EDI? EDI - Electronic Data Interchange Comunicazione elettronica per transazioni commerciali, quali ordini, conferme e fatture tra le organizzazoni. Terze parti forniscono servizi EDI che consentono alle organizzazioni con sistemi differenti di connettersi tra loro. EDI implica transazioni dirette da computer a computer nel DB del venditore e nei sistemi per lordinazione.

12 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web12 Limiti delle soluzioni EDI Adottato dalle grandi imprese, soprattutto manifatturiere, lEDI non ha infatti mai raggiunto, per i problemi di complessità e di costi che il Web cerca di eliminare, le realtà che ne avrebbero potuto trarre un sensibile vantaggio, ossia le piccole e medie imprese. Un altro limite delle soluzioni EDI è quello di realizzare nella maggior parte dei casi solo "dialoghi" uno-a-uno, in cui il subfornitore scambia informazioni con la grande azienda cliente e viceversa, senza creare una vera e propria comunità commerciale come invece promette le-business. Il Web si propone in questo senso come alternativa infrastrutturale che permette di creare comunità di partner commerciali connesse fra loro a un costo sensibilmente minore delle soluzioni EDI, estendendo una Intranet o una Extranet già esistente o realizzando ex novo uninfrastruttura Web.

13 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web13 Cosa racconta la Supply Chain Una ricerca rivela una tendenza complessiva a condividere in maggiore quantità le proprie informazioni con i partner commerciali, con una sensibile propensione verso le informazioni logistiche (inventario, stato e previsioni degli ordini) più che verso dati considerati più "delicati" (informazioni finanziarie e sullo sviluppo dei prodotti) Supply Chain System - Software utilizzato per ridurre i costi di inventario e di distribuzione. Tradizionalmente supportano il grossista ed il venditore al dettaglio, sebbene ora quelli più sofisticati comprendano molte organizzazioni coinvolte nel processo di produzione.

14 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web14 Condividere Informazioni Condividere le informazioni (ovviamente solo quelle effettivamente necessarie) sullandamento del proprio business con i propri partner permette di arrivare a quello che viene definito come "collaborative commerce", in cui ogni attore della catena del valore può gestire al meglio i propri processi perché sa quello che accade a monte e a valle della sua specifica attività. Per Esempio: Un fornitore di componenti può regolare la propria produzione in funzione dellandamento degli ordini che i suoi stessi clienti ricevono, evitando momenti di sovraproduzione o di mancanza di prodotti; un sistema "intelligente" può avvisare con un certo anticipo i clienti finali (ad esempio i rivenditori) di probabili rallentamenti nelle consegne dellordinato a causa di problemi nelle subforniture; unazienda può ridurre al minimo il suo inventario grazie a una visione precisa e aggiornata sia degli ordini ricevuti che dellattività dei suoi fornitori.

15 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web15 Condividere Informazioni Sono tutti risultati delleliminazione di barriere alla comunicazione fra i componenti, che consente di operare più rapidamente e sulla base di dati in tempo reale. Come sempre, non è tuttoro quello che luccica: per quanto le principali software house abbiano cercato di definire percorsi di migrazione "indolori", aprire un ERP al Web e quindi alle- commerce è un processo tuttaltro che banale, che le aziende utenti seguono laddove cè un chiaro ritorno sugli investimenti. Anche per questo lattenzione dei vendor si è concentrata sullo sviluppo di sistemi di procurement attraverso Internet, i cui automatismi presentano vantaggi ben percepibili rispetto al procurement tradizionale. Dalla "porta" del procurement si entra per aprire progressivamente al Web tutti gli altri processi aziendali.

16 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web16 Pensiamo allAzienda Chi decide di adottare un sistema ERP o gestionale aperto al Web in genere è ben attento a considerare tutti gli aspetti tecnici di questa transizione, ma non sono solo questi a dover essere tenuti in conto. Raggiungere una stretta integrazione fra sistemi interni ed esterni non porta semplicemente allautomazione dei processi di business preesistenti ma ne suggerisce anche di nuovi; sfruttare tutte le potenzialità della nuova infrastruttura può richiedere quindi un ripensamento di flussi interni ed esterni collaudati e consolidati, un po come è avvenuto qualche anno fa con lintroduzione nelle aziende dei primi sistemi ERP.

17 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web17 Verso il Web, ma… Se è poi vero che da una parte lintegrazione tra ERP e Web ottimizza alcune procedure, dallaltra rende particolarmente evidenti le inefficienze di altri settori dellazienda. Il vantaggio di "virtualizzare" il processo di vendita, per esempio, viene in buona parte vanificato (con i relativi investimenti) da una logistica inefficiente, come aprirsi al contatto via Web con i clienti è inutile senza una gestione completa in ottica dei dati relativi ai clienti stessi. La morale è che lapertura al Web dei sistemi gestionali è un passo importante verso le-business, una volta compiuto il quale non si può ragionevolmente tornare indietro ma si deve invece estendere linnovazione a tutti i settori dellimpresa.

18 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web18 ERP sul Web, ma come? Approfondimento delle problematiche tecniche relative al passaggio sul web

19 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web19 Procediamo con la migrazione Non tutte le aziende hanno la fortuna di poter approcciare la migrazione del proprio back office verso il Web costruendo una nuova infrastruttura software da zero e utilizzando componenti standard. Molte imprese sono invece costrette a far convivere il vecchio con il nuovo e, talvolta, a "sporcarsi le mani" andando ad aggiornare almeno in parte il codice legacy di applicazioni gestionali che vanno portate verso nuovi tipi di client, browser Web compresi. La paura del famigerato Millennium Bug ha avuto in questo senso una conseguenza positiva: ha spinto le aziende a documentare le vecchie applicazioni, a esaminarne i collegamenti con tutto il sistema informativo e a capire che il software legacy può essere un bene riutilizzabile. "Ripulire" il vecchio codice per aprire le applicazioni al mondo Web implica però difficoltà e costi non sempre preventivabili, che riguardano essenzialmente tre aspetti: gli strumenti da utilizzare, la convivenza del mondo mini/mainframe con il Web e una nuova possibile distribuzione della logica applicativa.

20 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web20 Costi di un progetto Lintegrazione di una nuova (o rinnovata) soluzione ERP/gestionale con linfrastruttura preesistente è un costo "nascosto" che diventa evidente durante il processo di installazione. Per questo motivo è consigliabile puntare alladozione di tecnologie per quanto possibile compatibili e interoperabili fra loro.

21 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web21 Sul Web, ma occhio alla banda Per le aziende che scelgono di adottare una versione aperta al Web di un pacchetto ERP, abbandonando la classica interfaccia testuale, un passo essenziale è la valutazione di quanto la nuova architettura influirà sui tempi di risposta della rete. Gli utenti delle applicazioni "green screen" sono abituati a vedere il loro schermo aggiornato uno o due secondi dopo limmissione di un qualsiasi comando, ma lutilizzo di applicativi con interfaccia grafica e basati sugli standard Web non garantisce a priori la stessa velocità; ciò vale ancora di più se si vuole rendere disponibile un sistema ERP anche allesterno dellazienda, operando in ambito geografico. Larchitettura della rete aziendale va in molti casi rivista, potenziando sensibilmente le connessioni verso i server che ospitano le applicazioni (al minimo con linee a 100 Mbps) e cercando ove possibile di sostituire i vecchi hub con degli switch. La banda dei collegamenti WAN dedicati andrà molto probabilmente incrementata per permettere lo scaricamento in tempi accettabili dei moduli client, tipicamente Java, che il pc dellutente usa per interagire con lERP centrale.

22 Settembre 2004Sistemi informativi sul Web22 Come procedere? Uno dei punti più critici nella migrazione da un ambiente mini/mainframe con applicativi legacy al mondo Web sta nella scelta tra lasciare il più possibile inalterato il codice, e quindi mantenere la logica di business sul vecchio sistema, o adottare invece un approccio distribuito. Trattandosi di client che accedono al sistema attraverso il Web, questultima strada implica generalmente lo sviluppo della business logic sotto forma di codice Java che il client scarica allatto della connessione ed esegue in locale; il passo logico ulteriore è adottare uno schema a oggetti e incapsulare la logica nei dati stessi. Il vantaggio di questa soluzione sta nellutilizzo di un sistema di programmazione più moderno ed efficiente di quello tradizionalmente usato nel codice legacy. Chi decide di mantenere la logica di business sul sistema legacy sottolinea invece il vantaggio di non dover sviluppare nuovo codice. Anche in questo caso, come accade in generale, si conferma quindi che la scelta tra le diverse opzioni disponibili va fatta caso per caso, in base alle esigenze dellazienda.


Scaricare ppt "Settembre 2004Sistemi informativi sul Web1 Settembre 2004."

Presentazioni simili


Annunci Google