La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Caratteristiche strutturali e di performance delle imprese.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Caratteristiche strutturali e di performance delle imprese."— Transcript della presentazione:

1 Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Caratteristiche strutturali e di performance delle imprese a controllo pubblico in Italia Giuseppina Sola

2 Le unità di analisi: concetti e definizioni per il settore pubblico Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Amministrazioni pubbliche (SEC95- Settore istituzionale S.13) le unità istituzionali che agiscono da produttori di altri beni e servizi non destinabili alla vendita la cui produzione è destinata a consumi collettivi e individuali ed è finanziata in prevalenza da versamenti obbligatori effettuati da unità appartenenti ad altri settori, e/o tutte le unità istituzionali la cui funzione principale consiste nella redistribuzione del reddito e della ricchezza del paese. Definizione di controllo (SEC95) un amministrazione pubblica esercita il controllo su una società quando detiene la proprietà di più della metà delle azioni con diritto di voto o controlla in altro modo più della metà dei voti degli azionisti. Inoltre, unamministrazione pubblica può esercitare il controllo su una società in forza di leggi o regolamenti che le danno il diritto di determinare la politica della società o di nominarne gli amministratori

3 Le unità di analisi: concetti e definizioni per il settore pubblico Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Imprese a controllo pubblico Tutte le imprese attive del campo di osservazione di ASIA, controllate direttamente o indirettamente, in modo unico o congiunto, da una o più amministrazioni pubbliche del Settore istituzionale S.13 RIMANGONO ESCLUSE Le unità istituzionali non appartenenti al campo di osservazione ASIA imprese, per Ateco (classificazione NACE Rev. 2): agricoltura, silvicoltura e pesca (sezione A); amministrazione pubblica e difesa; assicurazione sociale e obbligatoria (sezione O); attività di organizzazioni associative (divisione 94); attività di famiglie e convivenze come datori di lavoro per personale domestico; produzione di beni e servizi indifferenziati per uso proprio da parte di famiglie e convivenze (sezione T); organizzazioni ed organismi extraterritoriali (sezione U); per forma giuridica (per le quali non ci sono sufficienti segnali di stato di attività (ad es. assenza di segnali su occupazione, etc.) e/o non cè un controllo quantitativo): Associazioni; Fondazioni e fondazioni di partecipazione; Consorzi di diritto pubblico. per settori istituzionali le unità classificate come istituzioni pubbliche (S.13) le istituzioni private non profit (S.15).

4 Fonti utilizzate per ricostruire la base dati 1.Registro ASIA Gruppi di imprese; 2.Registro ASIA Imprese attive; 3.Registro ASIA Settore S13; 4.Tutte le informazioni elementari sulle partecipazione al capitale sociale presenti nelle fonti amministrative: Archivio dei Soci delle Camere di Commercio; Archivio CONSOC del Dipartimento della Funzione Pubblica. 5.Variabili di bilancio provenienti dalla rilevazione ISTAT Struttura e competitività del sistema delle imprese industriali e dei servizi. Roma, Novembre 2011 Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano

5 La metodologia per l'identificazione del controllo pubblico CRITERI OPERATIVI: Gruppi con al vertice una amministrazione pubblica (AP); Gruppi con al vertice una unità controllata congiuntamente da diverse AP; Imprese indipendenti controllate congiuntamente da diverse AP CONTROLLO (diretto e indiretto): possesso del 50 per cento più uno dei diritti di voto al capitale sociale; controllo minoritario dichiarato alla Consob; presenza nel bilancio consolidato integrale di una capogruppo. Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

6 Rappresentazione grafica dei 3 criteri operativi: Società o Consorzio S 13 RegioneS 13 UniversitàS 13 Amm. Comunale Vertice 15% 10% 30% S.13 Vertice S.13 Amm. Com. S.13 Az. Ospedialiera Impresa indipendente non appartenente a gruppi 10% 20% 30% CRITERIO 1 CRITERIO 2 CRITERIO 3 Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

7 La metodologia per l'identificazione del controllo pubblico ASIA GRUPPI ASIA IMPRESE Imprese a controllo pubblico CRITERIO 2 Imprese a controllo privato (nazionale o estero). Imprese a controllo pubblico CRITERIO 3 Imprese a controllo pubblico CRITERIO 1 Imprese indipendenti Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

8 Caratteristiche strutturali: imprese a controllo pubblico e addetti per tipologia istituzionale del soggetto controllante (peso sui rispettivi totali delle imprese a controllo pubblico) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

9 Caratteristiche strutturali: imprese a controllo pubblico per settore di attività economica (peso sui rispettivi totali delle imprese attive di Asia) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

10 Caratteristiche strutturali: imprese a controllo pubblico e addetti per forma giuridica (peso sui rispettivi totali delle imprese a controllo pubblico) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

11 Caratteristiche strutturali: imprese a controllo pubblico per ripartizione territoriale e regione (peso sui rispettivi totali delle imprese attive di Asia) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

12 Caratteristiche strutturali: addetti delle imprese a controllo pubblico per ripartizione territoriale e regione (peso sui rispettivi totali degli addetti delle imprese attive di Asia) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

13 Caratteristiche strutturali: imprese appartenenti a gruppi con vertice una città metropolitana (valori assoluti delle imprese appartenenti a gruppi metropolitani) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

14 Caratteristiche strutturali: imprese appartenenti a gruppi con vertice una città metropolitana per settore di attività economica (peso sui rispettivi totali delle imprese appartenenti a gruppi metropolitani) ( Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

15 Caratteristiche di performance: aggregati economici e peso sulla popolazione per settori rappresentativi (incidenza sul totale delle imprese attive di ASIA con almeno 100 addetti) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 (

16 Caratteristiche di performance: aggregati economici e peso sulla popolazione per settori rappresentativi (incidenza sul totale delle imprese attive di ASIA con almeno 100 addetti) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 (

17 Caratteristiche di performance: indicatori di performance Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano La produttività del lavoro delle imprese a controllo pubblico, misurata in termini di valore aggiunto per addetto, è notevolmente superiore alla media nazionale: quasi 80 mila euro contro i quasi 60 della media nazionale. La redditività lorda delle imprese a controllo pubblico, misurata dal rapporto tra valore aggiunto e fatturato, mostra in media una maggiore efficienza economica delle imprese a controllo pubblico (25,2 %) rispetto alla media nazionale (21,2%). Nonostante il costo del lavoro per dipendente e le retribuzioni per dipendente delle imprese a controllo pubblico siano in media superiori alla media nazionale di almeno 6 punti percentuali, la redditività al netto del costo del lavoro (margine operativo lordo sul fatturato) supera di tre punti percentuali la media nazionale (9,7 % contro 6,6%). Lincidenza del costo del lavoro sul fatturato delle imprese a controllo pubblico è infatti lievemente inferiore (15,5%) alla media nazionale (14,6%) e mostra la capacità delle stesse di coprire con le vendite il costo del lavoro. La spesa per investimenti fissi lordi per addetto per le imprese a controllo pubblico è in media quasi il doppio di quella nazionale (20,5 % contro 12,4%). Roma, Novembre 2011

18 Caratteristiche di performance: aggregati economici e peso sulla popolazione per settori rappresentativi (incidenza sul totale delle imprese attive di ASIA con almeno 100 addetti) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 (

19 Caratteristiche di performance: aggregati economici e peso sulla popolazione per settori rappresentativi (incidenza sul totale delle imprese attive di ASIA con almeno 100 addetti) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 (

20 Caratteristiche di performance: aggregati economici e peso sulla popolazione per settori rappresentativi (incidenza sul totale delle imprese attive di ASIA con almeno 100 addetti) Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 (

21 Imprese a controllo pubblico: Indicatori di performance Analizzando gli stessi indicatori di performance per ripartizione territoriale, si manifesta un forte divario tra il centro-nord e il sud Italia: le imprese a controllo pubblico del nord-ovest e del centro hanno un produttività del lavoro, misurata in termini di valore aggiunto per addetto, doppia rispetto alle imprese del sud e delle isole. Anche per le imprese a controllo pubblico del nord-est la produttività del lavoro è elevata, 66,5 mila euro per addetto, contro i 52,2 mila della media nazionale del nord-est. Il costo del lavoro per dipendente e le retribuzioni per dipendente sono più elevati per le imprese a controllo pubblico del centro-nord rispetto alle imprese del sud e delle isole. Il valore degli investimenti per addetto è più elevato per le imprese con sede nel nord Italia, con una spesa per addetto rispettivamente di 32,2 mila euro nel nord-est e 25,5 mila euro nel nord-ovest, contro 17,5 mila euro di spesa del centro, 13,7 del sud e 19,8 delle isole. La redditività lorda delle imprese a controllo pubblico, misurata in termini di valore aggiunto su fatturato,è più alta per le imprese delle isole (49,8%) del nord-est (41,7%) e del sud (40,1%) contro il 23,0% e 26,5% delle imprese del centro e del nord-ovest; mentre la redditività al netto del costo del lavoro (mol/fatturato) è più elevata per le imprese a controllo pubblico del centro- nord, indicando una forte incidenza del costo del lavoro in termini assoluti per le imprese a controllo pubblico del sud e delle isole. Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011

22 Caratteristiche di performance: indicatori di performance Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Settori di attività economica Valore aggiunto per addetto Costo del lavoro per dipendent e Retribuzio ne per dipendent e Investimen ti per addetto MOL/ Fatturato per cento Valore aggiunto/ fatturato per cento Costo del lavoro/ Fatturato per cento Retribuzio ni/ fatturato per cento IMPRESE A CONTROLLO PUBBLICO CON 100 ADDETTI E OLTRE NORD- OVEST 95,853,237,632,211,826,514,710,4 NORD-EST 66,548,434,125,511,441,730,321,3 CENTRO 84,549,535,617,59,623,013,59,7 SUD 42,342,630,413,7-0,240,140,328,7 ISOLE 41,239,628,319,82,049,847,834,2 TOTALE 79,849,135,120,59,725,215,511,1 IMPRESE CON 100 ADDETTI E OLTRE NORD- OVEST 56,441,829,511,45,220,114,910,5 NORD-EST 52,239,527,99,45,120,715,611,0 CENTRO 79,944,732,116,99,722,112,38,8 SUD 41,133,824,010,14,726,121,415,2 ISOLE 46,335,325,514,86,326,019,714,2 TOTALE 59,841,229,212,46,621,214,610,4

23 Osservazioni conclusive Il modello prevalente è quello del Comune imprenditore, situato nelle grandi aree metropolitane del Paese, che opera principalmente nei settori dei servizi pubblici locali (energia elettrica, gas, acqua, rifiuti, trasporti) e assume una rilevanza economica significativa (in termini di numerosità delle imprese controllate e/o partecipate, di addetti e di performance). Sviluppi futuri Estensione del campo di osservazione (associazione, fondazione, fondazione di partecipazione) ed individuazione delle modalità operative di esercizio del controllo diverse da quella del possesso di quote. Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011


Scaricare ppt "Lanalisi dei dati dimpresa per la conoscenza del sistema produttivo italiano Roma, Novembre 2011 Caratteristiche strutturali e di performance delle imprese."

Presentazioni simili


Annunci Google