La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

MIMETISMO E COEVOLUZIONE. CRIPTISMO MIMETISMO APOSEMATISMO.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "MIMETISMO E COEVOLUZIONE. CRIPTISMO MIMETISMO APOSEMATISMO."— Transcript della presentazione:

1 MIMETISMO E COEVOLUZIONE

2 CRIPTISMO MIMETISMO APOSEMATISMO

3 Mimetismo criptico L'animale assume colori o forme del substrato e diventa difficile da individuare Mimetismo limitazione a scopo protettivo o aggressivo di un organismo da parte di unaltra specie Aposematismo animali repellenti o inappetibili risultano tanto vistosamente colorati ed appariscenti da essere facilmente riconoscibili

4 IL MIMETISMO Mimetismo batesiano Una specie animale appetibile si evolve in modo da assomigliare a una specie repellente o velenosa mettendosi così in grado di trarre in inganno il predatore che la eviterà (molti animali velenosi hanno sviluppato una vistosa colorazione di avvertimento). Mimetismo mulleriano Specie non appetibili anche di famiglie diverse, viventi in ambienti simili, assumono gli stessi colori o disegni, per cui aumentano le probabilità che i predatori imparino a evitarle.

5 Mimetismo appariscente Le prede sviluppano colori o disegni impressionanti (come grandi occhi o fauci spalancate) che mostrano all'improvviso per spaventare il predatore. Mimetismo aggressivo Il predatore si rende simile a una specie innocua o al substrato per avvicinarsi alla preda.

6 BATESIANO: specie che, pur essendo prive di sostanze repulsive, imitano in tutto e per tutto livrea, aspetto e comportamenti dei modelli protetti. Sono dunque dei veri e propri mimi. CONDIZIONE: il numero dei modelli inappetibili deve sopravanzare il numero dei mimi appetibili

7

8 MULLERIANO: diverse specie velenose possiedono tutte gli stessi disegni e colori CONSEGUENZA: evoluzione di alcuni "modelli" principali

9 Colorazioni flash

10 Mimetismo aggressivo avvoltoio - innocuopoiana - predatore

11 MIMETISMO MERTENSIANO Tre specie di serpenti coinvolte a)un colubride appetibile b)un elapide mortale c)un elapide moderatamente velenoso mimo modello

12

13 Uccello predatore a)colubride appetibile b)elapide mortale c)elapide moderatamente velenoso sopravvive muore Gravi danni ma sopravvive Niente apprendimento Finisce la predazione Condizione: i mimi sempre in numero inferiore al modello Continua la predazione apprendimento

14 COEVOLUZIONE PROCESSO INTERDIPENDENTE DI DUE O PIU SPECIE, CHE HANNO UNA INTERAZIONE ECOLOGIA EVIDENTE La più ampia espressione di tale fenomeno è lipotesi GAIA

15 PREDAZIONE: preda - predatore Selezione delle prede che riescono a sfuggire ai predatori Selezione dei predatori che riescono catturare le prede

16 Piante - impollinatori erbivori - vegetali carnivori - erbivori parassiti - ospiti Cambiamenti nella: Morfologia Fisiologia etologia

17 fiore - impollinatore Morfologia

18 Vegetali - erbivoro finocchio selvatico Fisiologia Risposta della pianta Sostanze tossiche Papilio machaon nicchia esclusiva incommestibilità colorazione aposematica Produzione di false uova

19 varietà diverse della stessa specie, ciascuna adattata alle specifiche condizioni ambientali in cui vive nuove specie Morfologia Fisiologia etologia


Scaricare ppt "MIMETISMO E COEVOLUZIONE. CRIPTISMO MIMETISMO APOSEMATISMO."

Presentazioni simili


Annunci Google