La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

0 Misure previdenziali, TFR e Previdenza complementare.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "0 Misure previdenziali, TFR e Previdenza complementare."— Transcript della presentazione:

1 0 Misure previdenziali, TFR e Previdenza complementare

2 1 MISURE PREVIDENZIALI

3 2 ASSEGNO NUCLEO FAMILIARE (ANF) (comma 11) Nuclei familiari con 1 o 2 genitori ed almeno un figlio minore: incremento dei livelli di reddito e degli importi annui dellANF Altre tipologie di nuclei familiari: +15% importo ANF Nuclei familiari con un solo genitore (single o divorziato) e almeno 3 figli minori: Assegno aggiuntivo (max euro) Nuclei con +3 figli: ANF anche i figli di età compresa fra 18 e 21 anni, se studenti o apprendisti (oggi esclusi) Decorrenza: dall (invece che dall1.7.07).

4 3 CONTRIBUTI ASSISTENZA SANITARIA INTEGRATIVA (comma 399) Per il 2007 viene confermato il limite di deducibilità fiscale (fino a 3.615,20 euro) per i contributi versati ai fondi sanitari integrativi istituiti dalla contrattazione collettiva. Fino al i contributi versati al FASDAC continueranno a godere della totale deducibilità fiscale dal reddito imponibile IRPEF.

5 4 RIORDINO COMITATI INPS (comma 469) Entro il il Governo procederà al riordino, alla semplificazione ed alla razionalizzazione degli organismi che decidono i ricorsi pensionistici.

6 5 SGRAVI CONTRIBUTIVI MEZZOGIORNO (comma 754) Con DM saranno disciplinate le modalità di regolazione di debito e di credito delle imprese verso lINPS per gli sgravi contributivi nel Mezzogiorno (Regione Abruzzo) Nellattesa di emanazione del DM sono sospese le procedure esecutive e le imprese non sono considerate morose ai fini del Documento Unico regolarità contributiva (DURC)

7 6 CONTRIBUTI ESERCENTI ATTIVITA COMMERCIALI (comma 768) Dall laliquota contributiva dovuta alla Gestione Commercianti è elevata al 19,59% (+1,6%) Dall laliquota è elevata al 20,09% N.B. Laliquota è comprensiva del contributo 0,09% per gli indennizzi a favore delle aziende commerciali in crisi Maggior gettito contributivo 2007: milioni euro 2008: milioni euro Iscritti 2007: Avanzo patrimoniale 2005: 7,88 miliardi di euro

8 7 CONTRIBUTI LAVORATORI DIPENDENTI (comma 769) Dall laliquota contributiva pensionistica dei dipendenti è elevata dal 32,70% al 33%. Laumento dello 0,30% è a carico dei lavoratori. La quota a carico dipendente passa pertanto da 8,89% a 9,19%. Per le aziende destinatarie della CIGS tale quota passa dal 9,19 al 9,49%.

9 8 CONTRIBUTI PARASUBORDINATI (commi 770 e 772) 1/2 1) Aliquote Dall laliquota contributiva pensionistica dei lavoratori parasubordinati è elevata: a)Per i lavoratori privi di altre assicurazioni obbligatorie: dal 18,20 al 23,50% (comprensivo contributo 0,50 per ANF e maternità) b)Per tutti gli altri iscritti alla Gestione Parasubordinati: dal 10 al 16% Laumento dellaliquota resta così suddivisa: 2/3 committente e 1/3 lavoratore

10 9 CONTRIBUTI PARASUBORDINATI (commi 770 e 772) 2/2 2) Compenso Per la misura si fa riferimento al compenso netto mensile all , in quanto lincremento contributivo non può comportare una riduzione di tale compenso netto

11 10 CONTRIBUTI APPRENDISTI (comma 773) Dal 1° gennaio 2007 il contributo dovuto dal datore di lavoro per gli apprendisti è pari: Aziende + 9 addetti:10% Aziende – 10 addetti: 1° anno: 1,5% 2° anno: 3% 3° anno: 10% Criteri di calcolo: -assunzioni dall data di costituzione rapporto di lavoro -fino al media occupati 2006 Dall agli apprendisti è estesa lindennità giornaliera di malattia, secondo la disciplina prevista per i dipendenti.

12 11 LAVORATORI A PROGETTO (comma 788) 1) Indennità malattia Dall estensione indennità giornaliera di malattia per lavoratori a progetto ed associati in partecipazione Durata: 1/6 del rapporto di lavoro e non oltre 20 giorni per anno solare Esclusioni: malattia di durata inferiore a 4 giorni Controlli malattia: si applicano fasce orarie reperibilità 2) Congedo parentale Per i parti (o adozioni o affidamenti) dall congedo parentale di 3 mesi entro 1° anno di vita bambino Trattamento economico: 30% reddito di riferimento per indennità maternità

13 12 RIDUZIONE PREMI INAIL IMPRESE AUTOTRASPORTO ( comma 917) Stanziamento di ulteriori 54 milioni euro Riduzione premi INAIL dovuti dalle imprese di autotrasporto per i propri dipendenti

14 13 RIDUZIONE PREMI INAIL IMPRESE ARTIGIANE ( commi 779 e 780) Stanziamento 2007: 100 milioni Stanziamento 2008: 300 milioni

15 14 RIDUZIONE COSTO DEL LAVORO – IMPRESE AUTOTRASPORTO (commi 918 e 920) Stanziamento di 186 milioni di euro Lefficacia è subordinata allautorizzazione della Commissione Europea Dallo stanziamento 2006 non utilizzato per lesonero dei contributi INPS sono prelevati 42 milioni per la riduzione dei premi INAIL delle imprese del settore

16 15 TERREMOTO MARCHE ED UMBRIA – RECUPERO TRIBUTI E CONTRIBUTI (comma 1012) I termini per il recupero dei tributi e dei contributi sospesi sono prorogati dal al

17 16 PROROGA CIGS ED INDENNITA MOBILITA (comma 1156 lettera c) Proroga fino al della CIGS e dellindennità di mobilità Settori beneficiari: Aziende commerciali con + 50 dipendenti Agenzie di viaggio con + 50 dipendenti Imprese di vigilanza con + 15 dipendenti Costo: entro il limite di 45 milioni di euro

18 17 ACCORDO DI SOLIDARIETÀ FRA GENERAZIONI (commi 1160 e 1161) INCENTIVI Possibilità di trasformazione contratto da tempo pieno a part-time per dipendenti con almeno 55 anni di età e contestuale assunzione part-time giovani inoccupati o disoccupati di età inferiore a 25 anni (29 se laureati) Finanziamenti: 2007: 3 milioni; 2008: 82,2 milioni; 2009: 82,2milioni Disposizioni attuative: mediante DM, sentite le parti sociali

19 18 TFR E PREVIDENZA COMPLEMENTARE

20 19 RIEPILOGO TERMINI(comma 749) La riforma della previdenza complementare entra in vigore l Per i lavoratori assunti prima dell il termine di 6 mesi per il silenzio - assenso decorre dall e scadrà il Per i lavoratori assunti dopo l il termine di 6 mesi per il silenzio - assenso decorrerà dalla data di assunzione. Dal 2007 solo le forme pensionistiche che si sono adeguate ed hanno ricevuto lautorizzazione COVIP possono ricevere il TFR. FON.TE è tra i primi Fondi ad aver già ricevuto lautorizzazione.

21 20 DESTINAZIONE TFR lavoratore SCELTA ESPLICITA SCELTA TACITA (silenzio- assenso) Fondo categoria Fondo Aperto/ PIP Fondi chiusi, anche Territoriali, salvo diverso accordo aziendale In caso mancato accordo fondo con maggior numero aderenti In caso mancato accordo e in assenza fondo collettivo fondo pensione residuale INPS azienda -50 addetti: TFR in azienda, salvo future scelte +49 addetti: TFR INPS (conto tesoreria)

22 21 FONDO DI TESORERIA c/o INPS (commi 755 e 756) 1/2 Dall Fondo di tesoreria c/o INPS Al Fondo affluisce il 100% del TFR maturando dei lavoratori delle aziende +49 dipendenti, rimasto in azienda per scelta esplicita del lavoratore Il Fondo finanzierà interventi infrastrutturali (ad es.ferrovie, lavori pubblici, ecc.) Il TFR conferito allINPS per quanto concerne accertamento e riscossione è parificato a normativa contributi INPS Il TFR conferito allINPS è escluso da ogni agevolazione contributiva

23 22 FONDO DI TESORERIA c/o INPS 2/2 Entro gennaio 2007 con decreto interministeriale saranno individuate le modalità di conferimento del TFR al Fondo INPS. Lazienda deve versare il TFR allINPS con cadenza mensile. Resta a carico azienda: rivalutazione TFR, erogazione anticipazione e liquidazione TFR. Azienda recupera importo anticipato mediante compensazione con contributi previdenziali. Limite 49 dipendenti:media annua azienda. Il conferimento TFR allINPS può essere revocato successivamente.

24 23 MISURE COMPENSATIVE PER LE IMPRESE (commi 764 e 766) 1/2 a)Dall deducibilità dal reddito dimpresa del 4% (6% per le imprese con meno 50 addetti) dellammontare annuo TFR devoluto a previdenza complementare o al Fondo INPS. b) Dall abrogazione contributo solidarietà 0,20% allINPS per le quote TFR devolute a previdenza complementare o al Fondo INPS. Il contributo è confermato per i lavoratori che mantengono il TFR in azienda. c)Dall riduzione del costo del lavoro, mediante riduzione contributi:

25 24 MISURE COMPENSATIVE PER LE IMPRESE 2/ : 0,19% 2009 : 0,21% 2010 : 0,23% 2011 : 0,25% 2012 : 0,26% 2013 : 0,27% Dal 2014 : 0,28% Laliquota si applica sullimponibile contributivo corrispondente al TFR conferito a previdenza complementare o al Fondo INPS. La riduzione opera sulla contribuzione CUAF, maternità e DS. Se non cè capienza la riduzione è operata sul complesso dei contributi INPS.

26 25 SMOBILIZZO TFR COSTO COMPLESSIVO PER IMPRESE (in milioni di euro) FLUSSI TFR: - TFR AGGIUNTIVO AI FONDI PENSIONE TFR AZIENDA TFR INPS ONERI FINANZIARI PER TFR AGGIUNTIVO A FP166 MILIONI PER TFR A INPS196 MILIONI TOTALE362 COMPENSAZIONI 2007 PER RIDUZIONE 0,20%349 PER DEDUZIONE DA IMPONIBILE IRES TOTALE528 BENEFICIO COMPLESSIVO ( )= 166

27 26 CAMPAGNE INFORMATIVE (comma 765) Per il 2007 stanziamento di 17 milioni di euro.

28 27 Occupato prima del 29/04/ % del TFR in azienda Scelta Fon.te. Silenzio-assenso Scelta di lasciare il TFR in azienda fino al DESTINAZIONE TFR: LAVORATORE NON ISCRITTO A FON.TE. (occupato in azienda con meno di 50 dipendenti) dal 01/01/2007 al 30/06/2007dal 01/7/ % del TFR in azienda Minimo 50% TFR a Fon.Te. Restante parte in azienda (Il TFR va a FON.TE. a partire dalla data della scelta) 100% TFR a Fon.Te. Minimo 50% TFR a Fon.Te. Eventuale residuo in azienda Il 100% del TFR maturando rimane in azienda100% del TFR in azienda Occupato dopo il % del TFR in azienda Scelta Fon.te. Silenzio-assenso Scelta di lasciare il TFR in azienda 100% del TFR maturando in azienda 100% del TFR maturando a Fon.Te. 100% TFR a Fon.Te. Il 100% del TFR maturando rimane in azienda N.B. Ferme restando le scadenze indicate, gli adempimenti contabili dovranno essere effettuati dopo il % TFR in azienda

29 28 Occupato prima del 29/04/ % del TFR in azienda Scelta Fon.te. Silenzio assenso Scelta TFR in azienda OGGI DESTINAZIONE TFR: LAVORATORE NON ISCRITTO A FON.TE. (azienda con più di 49 dipendenti) 01/01/200730/06/200701/7/ % del TFR allINPS Minimo 50% TFR a FON.TE. Restante parte, qualora non optata, va allINPS 100% TFR a Fon.te. Minimo 50% TFR a Fon.te. Quota restante allINPS 100% del TFR va allINPS100% del TFR allINPS Occupato dopo Il 100% del TFR in azienda Scelta Fon.te. Silenzio assenso Scelta TFR in azienda Il 100% del TFR va allINPS Il 100% del TFR va a FON.TE. 100% del TFR a Fon.te. 100% del TFR va allINPS N.B. Ferme restando le scadenze indicate, gli adempimenti contabili dovranno essere effettuati dopo il % del TFR allINPS

30 29 Occupato prima del 29/04/ % del TFR a FON.TE. 50% del TFR in azienda Scelta Fon.te. Silenzio-assenso Scelta di lasciare il TFR in azienda fino al DESTINAZIONE TFR: LAVORATORE ISCRITTO A FON.TE. (occupato in unazienda con meno di 50 dipendenti) dal 01/01/2007 al 30/06/2007dal 01/7/ % TFR Fon.Te. 50% TFR in azienda 100% TFR a Fon.Te. (Il TFR va a FON.TE. a partire dalla data della scelta) 100% TFR a Fon.Te. Residuo 50% TFR in azienda 50% TFR Fon.Te. 50% TFR in azienda Continua a versare 100% del TFR a Fon.Te. N.B. Ferme restando le scadenze indicate, gli adempimenti contabili dovranno essere effettuati dopo il Occupato dopo 28/04/ % del TFR a FON.TE. Non deve fare alcuna scelta

31 30 Occupato prima del 29/04/ % del TFR a FON.TE. 50%del TFR in azienda Scelta Fon.te. Silenzio assenso Scelta TFR in azienda OGGI DESTINAZIONE TFR :LAVORATORE ISCRITTO A FON.TE. (azienda con più di 49 dipendenti) 01/01/200730/06/200701/7/ % TFR FON.TE Resto allINPS 100% TFR a FON.TE. (ll TFR va allINPS per la parte maturata dall1/01/2007 alla data della scelta) 100% TFR a Fon.te. Scelta di lasciare TFR residuo in azienda: 50% TFR a Fon.te. e resto allINPS 50% TFR Fon.te. Resto allINPS Continua a versare 100% del TFR a Fon.te. N.B. Ferme restando le scadenze indicate, gli adempimenti contabili dovranno essere effettuati dopo il Occupato dopo 28/04/1993 Versa 100% del TFR a FON.TE. Non deve fare alcuna scelta

32 31 LA PREVIDENZA NEL PACCHETTO DI BENEFIT BENEFITAumento retributivo Fondo pensione Costo del lavoro Contributi previdenziali a carico azienda TFR+7// Aumento retributivo lordo100 Contributi previdenziali a carico del lavoratore 10// Netto90100 Aliquota di tassazione marginale (es. 40%) - 36// Aumento netto (1)/ contributo a fondo pensione (2) 54 (1) 100 ( 2)

33 32 DESTINAZIONE TFR A FON.TE TFR in aziendaTFR a Fon.te Reddito lordo lavoratore TFR 7,41% Oneri sociali 23,81% Costo complessivo Risparmi/costi 0,20% contributo fondo garanzia Deducibilità (4%-6%) 6% NO Rivalutazione TFR 3%44 NO Riduzioni contributive 0,19% dal 2008 NO 3 Risparmio 170 in % del TFR 11,48% in % della retribuzione 0,85%

34 33 VANTAGGI ADESIONE FONDO CATEGORIA - LAVORATORE Governance (controllo diretto) Esenzione fiscale Tassazione prestazioni Tassazione rendimenti (11% anziché 12,50% che verrà elevato al 20%) Contribuzione datore di lavoro Anticipazioni (fino al 75% e per ipotesi più ampie)

35 34 VANTAGGI PER IMPRESE No adempimenti amministrativi No versamenti mensili ma trimestrali No gestione TFR c/o INPS No anticipazione finale c/o INPS No rivalutazione annua No recupero a mezzo conguagli Governance Esenzioni fiscali Esenzioni contributive

36 35 COSTI MEDI PRO- CAPITE Fondi chiusi 0,47% Fondi aperti 1,4% Polizze individuali 2,6% pensionistiche Fonte: COVIP Relazione annuale 2005, 2006

37 36 Scelta M.NEGRI Silenzio--assenso Scelta di lasciare il TFR in azienda DEVOLUZIONE TFR DIRIGENTI ISCRITTI M. NEGRI TFR in azienda TFR M.Negri da data scelta 100% TFR M. Negri TFR in azienda100% TFR in azienda Scelta M.Negri Silenzio-assenso Scelta di lasciare il TFR in azienda TFR all INPS TFR M.Negri da data scelta 100% TFR M. Negri 100% TFR all INPS N.B. Ferme restando le scadenze indicate, gli adempimenti contabili dovranno essere effettuati dopo il % TFR INPS AZIENDA MENO 50 DIPENDENTI Dal al Dal AZIENDA CON PIU DI 49 DIPENDENTI


Scaricare ppt "0 Misure previdenziali, TFR e Previdenza complementare."

Presentazioni simili


Annunci Google