La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Una presentazione di: Elena Pellegrino. Classe IIIE Anno Scolastico 2010/2011.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Una presentazione di: Elena Pellegrino. Classe IIIE Anno Scolastico 2010/2011."— Transcript della presentazione:

1 Una presentazione di: Elena Pellegrino. Classe IIIE Anno Scolastico 2010/2011

2 Il sistema nervoso è, per così dire, l'hardware attraverso il quale sperimentiamo noi stessi, in quanto individui inconfondibili, e per mezzo del quale ci interagiamo con l'ambiente che ci circonda. Come un computer, il nostro sistema nervoso analizza dati che provengono da diversi luoghi e distribuisce informazioni a molte sedi remote. Anche il computer più sofisticato non può vantare l'incredibile complessità di circuiti, di correlazioni, di centri di elaborazione e di vie di informazione posseduta dal sistema nervoso umano. Il sistema nervoso è la sede dell'assunzione, elaborazione e trasmissione delle informazioni relative a tutto il corpo umano, in altre parole è il sistema di regolazione delle funzioni corporee. Il sistema nervoso comprende tutto il tessuto nervoso del nostro organismo. Il tessuto nervoso trasporta informazioni ed istruzioni da una regione del corpo ad un'altra. Le funzioni del sistema nervoso comprendono: fornire sensazioni sull'ambiente interno ed esterno integrare le informazioni sensoriali coordinare le attività volontarie e involontarie regolare e controllare le strutture e gli apparati periferici Il tessuto nervoso comprende due distinte popolazioni cellulari: le cellule nervose o neuroni e le cellule di sostegno o neuroglia. Le cellule di sostegno isolano i neuroni e forniscono una rete di sostegno; sono più numerose dei neuroni e costituiscono circa la metà del volume del sistema nervoso. I neuroni sono invece i responsabili del trasferimento e dell'elaborazione delle informazioni nel sistema nervoso.

3 Le cellule del sistema nervoso: i NEURONI. I neuroni sono le cellule del sistema nervoso. I neuroni sono specializzati per l eccitazione e la conduzione degli impulsi nervosi (detti spike). Comunicano tra loro tramite sinapsi. Strutturalmente presentano un corpo cellulare contenente il nucleo della cellula, e dei prolungamenti, i neuriti e i dendriti.

4 Classificazione morfologica dei neuroni. Sotto un profilo prettamente morfologico è possibile classificare i neuroni in base a: Numero e modalità di ramificazione dei prolungamenti: Neuroni monopolari: hanno un solo neurite che si divide poi in due prolungamenti. Neuroni bipolari:se hanno 2 neuriti che prendono strade diverse. Neuroni multipolari: hanno numerosi neuriti e sono presenti nel SNC e SNP

5 Classificazione funzionale dei neuroni. Neuroni sensitivi o afferenti: partecipano all'acquisizione di stimoli, trasportando le informazioni dagli organi sensoriali al sistema nervoso centrale. Le fibre composte da assoni di questo tipo di neuroni sono chiamate afferenti. Essi sono rappresentati dalle cellule gangliari (derivate dalle creste neurali) e dalle cellule sensitive primarie olfattive e visive (derivate rispettivamente dai placoidi olfattivo e ottico). Interneuroni o neuroni intercalari (neurone con ingresso un neurone ed uscita un neurone): all'interno del sistema centrale, integrano i dati forniti dai neuroni sensoriali e li trasmettono ai neuroni motori (Motoneuroni). Neuroni motori o efferenti: emanano impulsi di tipo motorio agli organi della periferia corporea. In ambito neuroanatomico si tende a distinguerli in somatomotori o visceroeffettori. Le fibre composte da assoni di questo tipo di neuroni sono chiamate efferenti. I primi innervano la muscolatura striata volontaria dell'organismo, tra essi esiste una ulteriore sottoclassificazione in motoneuroni α (alfa), ossia responsabili dell'effettiva contrazione delle fibre muscolari striate, e motoneuroni γ (gamma), che innervano organi sensoriali propriocettivi detti "fusi neuromuscolari" intercalati nella compagine muscolare.

6 Immagini dei neuroni. Neurone al microscopio ottico. Neurone al microscopio elettronico a scansione Schema di una cellula neuronale.

7 Immagini della sinapsi La sinapsi

8 Sistema nervoso centrale Sistema nervoso periferico. Il sistema nervoso Si divide in:

9 È composto da: encefalo Midollo spinale

10 La scatola cranica racchiude e contiene il cervello, il cervelletto e il bulbo (o midollo allungato)

11 Il cervello è considerato il centro di comando del sistema nervoso. Esso è diviso in due aree (larea destra e larea sinistra). È formato dalla corteccia cerebrale, di forma circonvoluta, che in superficie si presenta di colore grigio (perché composta da corpi cellulari che non hanno il rivestimento di guaina mielinica). Poi internamente presenta dei prolungamenti, i dendrit i che sarebbero i più corti e i neuriti che sarebbero i più lunghi e che si presentano di colore bianco (perché avvolti dalla guaina mielinica). Il cervello poi contiene lipotalamo, che controlla la temperatura corporea e lipofisi e lippocampo, che è molto importante per la memoria.

12 Immagini del cervello

13 Si trova sotto al cervello ed è molto importante per lequilibrio e la coordinazione del nostro corpo. Controlla i muscoli volontari. È formato dalla corteccia cerebellare Immagine del cervelletto

14 Il midollo allungato Il midollo allungato è situato sotto il cervelletto. Il suo compito è quello di collegare lencefalo al midollo spinale, ma anche di controllare i muscoli involontari indispensabili perla vita delluomo.

15 Il midollo spinale Il midollo spinale è situato nella colonna vertebrale. Si presenta allesterno di colore bianco, perché ha bisogno di collegarsi, attraverso i neuriti, con lencefalo e il SNP. Mentre internamente è di colore grigio, perché ha i corpi cellulari. Al midollo spinale giungono gli stimoli provenienti dagli organi di senso. E lui invece fa arrivare ai muscoli le risposte elaborate dal cervello.

16 Immagini del midollo spinale.

17 Il sistema nervoso periferico. Il sistema nervoso periferico è formato da nervi che uniscono gli organi periferici al SNC. I nervi si dividono in: NERVI CRANICI: che partono dal cervello. NERVI SPINALI: collegati al midollo spinale. Questi nervi sono formati tutti da fibre nervose.

18 Il SNP SNP somatico SNP autonomo o involontario si divide in È costituito da 12 nervi cranici31 nervi spinali. Il sistema nervoso periferico.

19 Struttura Il sistema nervoso periferico si può dividere ancora in : SOMATICO AUTONOMO SNP

20 I neuroni nel SNP I neuroni nel SNP possono essere divisi in 2 modi: 1)sensitivi (afferenti) portano le informazioni dagli organi di senso verso il SNC. 2) motori (efferenti) portano le informazioni allesterno dal SNC. oppure 1)Somatici collegano i muscoli e la pelle al SNC. 2) Viscerali collegano gli organi interni al SNC.

21 Detto anche volontario, controlla i muscoli scheletrici. È costituito da neuroni che trasportano le informazioni dai recettori allencefalo o al midollo spinale, e da neuroni che portano le informazioni dallencefalo o dal midollo spinale ai muscoli scheletrici. Ha 12 paia nervi cranici e 31 paia di nervi spinali.

22 Il sistema nervoso autonomo Controlla le attività degli organi interni al nostro corpo, che svolgono funzioni autonomamente, cioè che non dipendono dalla nostra volontà. È a sua volta diviso in: SIMPATICO PARASIMPATICO. Il parasimpatico e il simpatico, lavorano da antagonisti, dove uno eccita, laltro deprime, in questo modo permettono lo svolgimento perfetto delle attività del nostro corpo

23 FINE


Scaricare ppt "Una presentazione di: Elena Pellegrino. Classe IIIE Anno Scolastico 2010/2011."

Presentazioni simili


Annunci Google