La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROCESSO CIVILE TELEMATICO C.T.U. I fondamenti, le prime applicazioni, levoluzione e il futuro.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROCESSO CIVILE TELEMATICO C.T.U. I fondamenti, le prime applicazioni, levoluzione e il futuro."— Transcript della presentazione:

1 PROCESSO CIVILE TELEMATICO C.T.U. I fondamenti, le prime applicazioni, levoluzione e il futuro

2 PCT Il processo civile telematico è il principale progetto di E-GOVERNMENT del Ministero della Giustizia e si pone l'obiettivo di automatizzare i flussi informativi e documentali tra utenti esterni (avvocati e ausiliari del giudice) e uffici giudiziari relativamente ai processi civili, come istituito dal D.P.R n. 123 e secondo le regole tecnico-operative. Fonte:

3 dal 2001, presso le prime sedi sperimentali, viene introdotto il progetto decreto ingiuntivo telematico con il sistema del c.d. doppio binario Il sistema, in sostanza, prevede un doppio canale contemporaneo di deposito (cartaceo e telematico) con il quale però il valore legale dellatto resta in capo allatto cartaceo

4 A partire da: 11/12/2006 MILANO abbandona il doppio binario e per la prima volta la procedura telematica acquista valore legale

5 Nel 2007 la collaborazione tra Ministero della Giustizia e ABI crea lopportunità di estendere ulteriormente lapplicazione dellinformatica al processo civile. Viene studiato e realizzato il SIECIC (S.istema I.nformativo delle E.secuzioni C.ivili I.ndividuali e C.oncorsuali) che applicato al progetto PCT consente ai professionisti di gestire le procedure esecutive interagendo telematicamente con gli uffici giudiziari.

6 PCT-ESECUZIONI VERONA MILANO BRESCIA GENOVA PADOVA ROMA BOLOGNA TORINO

7 NORMATIVE DI RIFERIMENTO

8 Le Norme DPR 123/2001 DM Giustizia 17 luglio 2008 DM Giustizia 10 luglio 2009 D.LGS 82/05 e successive modificazioni D.L. 193/09 CONV. LEGGE 24/2010 D.M. 27 marzo 2000 n. 264 D.M. 24 maggio 2001 (agg)

9 Gli aspetti normativi strutturali del PCT Latto del processo in formato PDF, di cui al comma precedente, deve essere ottenuto da una trasformazione di un documento testuale e non deve avere restrizioni per le operazioni di selezione e copia di parti (non è ammessa la scansione di immagini). I documenti informatici allegati sono privi di elementi attivi, tra cui macro e campi variabili, ed hanno i seguenti formati:.pdf,.odf,.rtf,.txt,.jpg,.gif,.tiff,.xml. E consentito lutilizzo dei formati compressi.zip,.rar. e.arj, purché contenenti file nei formati previsti dal comma precedente.

10 Gli strumenti /1 Documento informatico: la rappresentazione informatica di atti fatti o dati giuridicamente rilevanti Firma Digitale: sistema di firma a doppia chiave asimmetrica (una pubblica e una privata) che consente di garantire paternità e non ripudiabilità della sottoscrizione di un documento informatico, oltre alla sua integrità.

11 Gli strumenti /2 Art. 20 CAD. Documento informatico 1. Il documento informatico da chiunque formato, la registrazione su supporto informatico e la trasmissione con strumenti telematici […omissis…] sono validi e rilevanti agli effetti di legge, ai sensi delle disposizioni del presente codice […omissis…] 2. Il documento informatico sottoscritto con […omissis…] con firma digitale […omissis…] si presume riconducibile al titolare del dispositivo di firma ai sensi dell'articolo 21, comma 2, e soddisfa comunque il requisito della forma scritta, anche nei casi previsti, sotto pena di nullita', dall'articolo 1350, primo comma, numeri da 1 a 12 del codice civile. […omissis…] Art. 21 CAD. Valore probatorio del documento informatico sottoscritto […omissis…] 2. Il documento informatico, sottoscritto con firma digitale […omissis…] ha l'efficacia prevista dall'articolo 2702 del codice civile. L'utilizzo del dispositivo di firma si presume riconducibile al titolare, salvo che questi dia prova contraria. […omissis…]

12 LINFRASTRUTTURA INFORMATICA Il percorso dellatto, le attestazioni temporali e la consultazione dei documenti

13 Dominio Giustizia Ufficio giudiziario Indirizzo elettronico Deposito atti di parte / delegati / CTU

14 Dominio Giustizia Ufficio giudiziario Indirizzo elettronico Comunicazione / Notifica telematica ex 192 c.p.c.

15 Le attestazioni temporali Percorso atti di parte / Biglietti di cancelleria

16 Visualizza file (atti)

17 Schema logico

18 ASPETTI PRATICI La redazione dellatto e la creazione della busta

19 10 MB

20 La conversione in.pdf dellatto Alcuni software di videoscrittura consentono la conversione del testo in un file.pdf normalmente cliccando un tasto (es. Open Office) E anche possibile utilizzare una stampante virtuale che, tramite il tradizionale comando Stampa.. presente nel menù File, genera una stampa virtuale direttamente in.pdf

21 La scansione La busta non deve avere dimensioni superiori ai 10 MB Per rispettare il limite è necessario che i documenti prodotti non superino i 6/7 MB E opportuno: - Utilizzare uno scanner a caricamento (per documenti voluminosi come, ad esempio, la documentazione ipocatastale) - Impostare la corretta risoluzione (bianco e nero in qualità fotocopia)

22 CONSULTAZIONE E ACQUISIZIONE DATI ATTESTAZIONI TEMPORALI E BIGLIETTI DI CANCELLERIA GESTIONE FASCICOLI e DEPOSITO ATTI IN VIA TELEMATICA


Scaricare ppt "PROCESSO CIVILE TELEMATICO C.T.U. I fondamenti, le prime applicazioni, levoluzione e il futuro."

Presentazioni simili


Annunci Google