La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

PROGETTO INCONTRO In rete col territorio È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Servizi Sociali Sportello Psicologico Oratori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "PROGETTO INCONTRO In rete col territorio È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Servizi Sociali Sportello Psicologico Oratori."— Transcript della presentazione:

1

2 PROGETTO INCONTRO In rete col territorio È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Servizi Sociali Sportello Psicologico Oratori Società Sportive Cooperative Comune Volontariato Esperto Famiglie Ufficio di piano Privati Movimenti religiosi ASL Sinti

3 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Destinatari Alunni portatori di disagio scolastico per: - Difficoltà di relazione - Marginalità sociale - Rischio di devianza - Forti differenze culturali - Carenza strumenti espressivi

4 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Obiettivi POTENZIARE: lautostima la capacità di comunicazione il senso di appartenenza la produttività nella valorizzazione delle abilità esistenti la conoscenza di sè

5 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Metodologia… Il consiglio di classe Individua al proprio interno una figura disponibile a: Interagire con il minore come Persona prima ancora che con la produttività o il problema 1

6 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO …Metodologia Coordinare le forze Interne: docenti, dirigente scolastico, personale ATA, assistente, psicologa Esterne: famiglia specialisti territorio 2

7 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO …Metodologia Per creare un contenitore relazionale entro cui il ragazzo possa trovare uno spazio guidato di crescita affettiva e sociale 3

8 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Azione didattica Accetta la linea della flessibilità che prevede: programmazioni differenziate in laboratori per classi aperte modifiche allorario curricolare attività semplificate in classe 3 Le attività, pur nella differenziazione dei percorsi, rientrano nellarea culturale della corrispondente materia disciplinare

9 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Azione didattica Il progetto si costruisce sul concetto di classe non come spazio fisico ma culturale. Per questo i docenti curricolari prestano la massima attenzione al lavoro fuori aula e se ne fanno stretti referenti. Solo cosi, con il rientro dellalunno monitorato dal controllo sul lavoro, con lattenzione posta a gestire la diversificazione delle attività dei laboratori di Microteacing si garantisce la positiva integrazione sociale di ognuno

10 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Risorse Costruzione di laboratori di apprendimento microtheacing per ogni area curricolare Utilizzo ore di completamento dorario dei docenti Utilizzo ore eccedenti Utilizzo volontari esperti Utilizzo assistente educativa sul progetto (con corsi di formazione sulla relazione )

11 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Strategie di mediazione Referenza stretta del docente curricolare Programmazioni condivise Patti formativi e loro monitoraggio Utilizzo, se necessario della psicologa scolastica Incontri conviviali per compleanni, festività o altro (es: risultati positivi raggiunti) Mostre pubbliche dei manufatti artistico-artigianali degli alunni Collegamenti con società ricreative e sportive del territorio (Casalese, Interflumina, Canottieri, Rugby, Federazione oratori.. )

12 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Valutazione I responsabili della verifica dei percorsi sono i docenti curricolari, daccordo con i colleghi dei laboratori Le prove desame sono coerenti col programma contemplato nel patto formativo individualizzato. Gli strumenti per la verifica degli esiti sono: interrogazioni orali immediate, verifiche scritte in classe. I parametri di valutazione si riferiscono al percorso fatto allinterno del percorso concordato dal consiglio di classe con riferimento al grado di socializzazione raggiunto.

13 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO FlessibilitàFermezza Creatività Empatia Fiducia Riferimenti valoriali Ascolto AffettoCoerenza La Relazione

14 Fiducia: come tensione positiva verso di loro sempre e comunque, fede nella possibilità di crescita, valorizzazione del positivo attraverso un rapporto improntato al rispetto e non al compatimento, alla serietà delle proposte e non alla banalizzazione Flessibilità: e decisioni nascono da proposte accettate e assunte. Evitare il muro contro muro. Lautorità nasce dalla competenza e dalla umanità delladulto Ascolto: il bisogno di raccontarsi, fare domande, confrontarsi va accolto, senza valutazioni dandone la precedenza, se è il caso, al resto. Affetto : il rapporto personale può colorarsi di un diffuso senso di affetto che, in quanto sentimento autentico e razionale, si traduce in senso di appartenenza. I ragazzi sentono sempre di più che interessano seriamente a qualcuno che crede in loro e la cui disponibilità e sicurezza danno indicazioni di rotta La Relazione È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO

15 Empatia: è necessario decentrarsi,andare oltre le apparenze,ascoltare la loro percezione delle cose,entrare nelle loro motivazioni, con un tatto a fior di pelle, tastare il muro della altrui diversità per trovare ponti di passaggio. Sentire i ragazzi dentro è importantissimo, per riuscire a capire dove arrivare nel chiedere, nel lasciar correre. Creatività: tutto per loro può divenire evasione e ogni volta si tratta di trovare i modi per riagganciarli ai percorsi senza appesantire né demotivare. A volte occorre saper mediare le esigenze personali con la struttura e le risorse della scuola ricavandone soluzioni nuove. Una discreta dose di creatività può interessare i dialoghi da cui possono scaturire proposte, iniziative da concretizzare in esperienze anche parascolastiche (momenti di convivialità insieme, gite di gruppo, di istruzione,…) La Relazione È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO

16 Coerenza: nasce dallautenticità interiore delladulto,dalla trasparenza della relazione Fermezza: A volte è necessario mediare davanti a improvvisi rifiuti nonostante gli accordi presi. E importante non cedere del tutto perché lattività viene solo spostata,rimandandola. Altre volte invece non si può spostare di un millimetro e,davanti al riacutizzarsi di comportamenti violenti, involutivi, si ricorre ad una fermezza intransigente che può arrivare anche allallontanamento del ragazzo dalla scuola per il resto della mattinata. Riferimenti valoriali: non moralistici ma con fondamento giuridico per tessere la relazione civica con gli altri È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO La Relazione

17 Il progetto Incontro è una risposta strutturata e istituzionalizzata al disagio scolastico È un progetto centrato sulla persona (all. 8 ), in rete con il territorio (all.9) E uno strumento delleducazione alla cittadinanza (al ) in prospettiva interculturale,secondo patti formativi personalizzati ( v. allegato 4 -6) Razionalizza le risorse interne della scuola utilizzando le competenze del personale docente,del volontariato esperto. Si avvale dellintervento di una assistente educativa con formazione sulla relazione interpersonale (all.11) E costruito su laboratori microtheacing per classi aperte (all.7 ) Le programmazioni differenziate sono per aree curricolari ( all.7) Il consiglio di classe accetta la linea della flessibilità dellorario che permette attivita in compresenza (al.10) Crea sinergie di risorse interne ed esterne alla scuola È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Progetto incontro

18 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO

19

20 Progetto incontro: ruolo dellassistente educativa E utilizzata sullutenza del progetto in base ai bisogni, per una media di 30 alunni Lavora in collaborazione con i docenti per 28 ore settimanali Affianca il lavoro nei laboratori, sostenendo lapprendimento guidato Collabora nel reperimento dei materiali per i laboratori artistico-artigianali Si incarica della loro catalogazione e ripristino Contribuisce allallestimento di mostre pubbliche Contribuisce alla preparazione di feste e rappresentazioni pubbliche Se necessario, si incarica di portare a scuola i minori a rischio di descolarizzazione

21 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Progetto incontro: ruolo dellassistente educativa Segue attività parascolastiche programmate dal progetto (momenti conviviali, gite premio a fine settimana, mensa scolastica, incontri di spiritualità, ricreativi o altro) Lavora con gli alunni nel periodo degli esami di licenza in attività di studio guidato, affiancando la docente referente Stabilisce una relazione personale con i minori, svolgendo un ruolo complementare rispetto a quello del docente ma fondamentale per lascolto e la raccolta dei dati sul disagio Verifica la situazione domiciliare degli alunni a rischio sociale Vive la relazione con lutenza anche sul territorio, fuori dallorario scolastico Favorisce lapprendimento della lingua italiana agli alunni stranieri Collabora alla rete territoriale del progetto per linserimento e la raccolta dei dati sui minori più a rischio di devianza

22 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Progetto INCONTRO in rete Scuola – Servizi sociali - Politiche famigliari: protocollo dintesa contro la dispersione scolastica con monitoraggio delle frequenze per lassegnazione di contributi economici mensili alle famiglie a rischio con minori in età scolare Progetto contro la dispersione scolastica con assegnazione fondi a sostegno della scolarizzazione alle scuole superiori. Progetto estate:iscrizione al campus -giovani al passo Gaver. Iscrizione alla colonia marina delloratorio di Rivarolo del Re Iscrizione al centro diurno dei minori sinti. Scuola- Assessorato istruzione assegnazione assistente educativa sulla utenza progetto Incontro Scuola – Servizi sociali- NIL borse lavoro estive Scuola – Società Sportive iscrizione alla società :interflumina,società canottieri eridanea,casalese

23 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Progetto INCONTRO in rete Scuola - Oratori : Inserimento e accompagnamento nei grest parrochiali Scuola – Movimenti religiosi. Partecipazione al meeting nazionali di preghiera del Rinnovamento nello Spirito Santo a Rimini, accompagnamento nel gruppo del santuario della madonna della Fontana a Casalmaggiore Scuola - Cooperative Progettazione condivisa scuola territorio con la coperativa il Grappolo,con luffficio di piano Scuola – Privati Sponsorizzazione con materiale offerto da ditte del territorio per i laboratori artigianali Sponsorizzazione della banca cassa rurale di martignana collaborazione con professionisti (commercialista ) per linserimento lavorativo dei ragazzi in uscita

24 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Progetto INCONTRO in rete Scuola – Volontariato esperto Accordi presi per prestazione annuale gratuita di competenze da parte di n.6 artigiani (meccanico, falegname, decoupage, maglieria-ricamo, oggettistica) Scuola – Campo nomadi Il progetto Incontro è Mediazione culturale e interazione per il progetto di riqualifica dellarea sosta e del patto sociale con la comunità sinta: scolarizzazione, inserimenti lavorativi, gestione del tempo libero Scuola – Famiglie Collaborazioni e testimonianze (laboratori di danze etniche, incontri tematici) Scuola – Asl Attraverso lo sportello psicologico, risorsa vitale del progetto sul disagio, si crea la sinergia con i servizi sanitari territoriali.

25 È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO

26

27

28

29


Scaricare ppt "PROGETTO INCONTRO In rete col territorio È un progetto centrato sulla PERSONA, in rete con il TERRITORIO Servizi Sociali Sportello Psicologico Oratori."

Presentazioni simili


Annunci Google