La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Coordinate culturali ed operative INDICAZIONI PER IL CURRICOLO INDICAZIONI PER IL CURRICOLO Scuola dellinfanzia Scuola dellinfanzia Primo Ciclo distruzione.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Coordinate culturali ed operative INDICAZIONI PER IL CURRICOLO INDICAZIONI PER IL CURRICOLO Scuola dellinfanzia Scuola dellinfanzia Primo Ciclo distruzione."— Transcript della presentazione:

1 Coordinate culturali ed operative INDICAZIONI PER IL CURRICOLO INDICAZIONI PER IL CURRICOLO Scuola dellinfanzia Scuola dellinfanzia Primo Ciclo distruzione Primo Ciclo distruzione

2 lettura accurata del testo, iniziando da: ciò che ci è più familiare, perché parte della nostra cultura professionale punti di forza condivisi, ad esempio: visione unitaria del curricolo, dimensione sociale della conoscenza, centralità della persona che apprende

3 informazione, comprensione, approfondimento di: contenuti, criteri di fondo, principi ispiratori, implicazioni per scuole e insegnanti rivisitare approcci e metodi di intervento ruolo attivo della scuola: luogo di studio, di innovazione, ambiente di apprendimento promuovere la diffusione della conoscenza anche tra i genitori

4 far emergere domande di formazione per guidare interventi successivi individuare scuole disponibili a diventare punti di riferimento aprire spazi web per confronti, discussioni, messa in comune di esperienze organizzare apposite riunioni dei Collegi- docenti costituire commissioni di lavoro (capi di istituto, docenti, dirigenti amministrativi, genitori…)

5 Nucleo provinciale di supporto Direttiva M.P.I lett.D sensibilizzato su aree disciplinari, singole discipline, metodologie di insegnamento, nessi interdisciplinari termine di riferimento per il biennio di lavoro, punto di contatto-incontro per scuole, soggetti, enti locali, agenzie culturali e sociali

6 2 anni di sperimentazione correlazioni tra un testo prescrittivo nei criteri di progettazione / documentazione / dimensione di cooperazione collegiale e P.O.F senza invasioni di campo: scelta di fermarsi sulluscio dellautonomia scolastica processi innovativi secondo una logica di continuità: sistema compatto, coerente

7 testo aperto che si completa nel curricolo passa dalle grandi riforme, che richiedono tempi lunghi per il cambiamento, alle innovazioni migliorative continue considera la valutazione un riferimento forte per un apprendimento significativo non fornisce standard, ma indicazioni di lavoro per una circolarità tra scuole, nella prospettiva di una riformulazione inclusiva

8 obiettivi / profili chiari da inverarsi nelle pratiche didattiche regolamenti/ordinamenti come atti formali finali della riflessione operativa /monitoraggio protocolli di osservazione per catturare le voci / proposte / richieste dei territori

9 NUOVO UMANESIMO INTEGRAZIONE DEI SAPERI accelerazione dei tempi dei nostri apprendimenti >rapida obsolescenza interdipendenza dei saperi che proliferano (ambiente, biodiversità, interculturalità)

10 Indicazioni non sono un saggio/trattato/manuale sulla psicologia della conoscenza, ma sono percorsi

11 disegno culturale - UNITARIETA negli ordini di scuola - CENTRALITA della persona che apprende con strategie orientate a rispondere ai bisogni, istanze, desideri delsoggetto - CITTADINANZA attiva

12 SCUOLA – FAMIGLIA ritrovare ragioni dellalleanza contiguità spaziale come distanza giusta tra il mondo interiore e lesterno ambiente di vita costituito da luoghi sottoposti alla percezione diretta, alla mediazione simbolica leggera-profonda territorio in cui si realizzano i vissuti diretti e caldi dal punto di vista umano, che toccano la sfera emotiva – affettiva

13 NODI DA SCIOGLIERE certificazione delle competenze standard di apprendimento sistema di valutazione rapporti con il biennio verticalità dei curricula marginalità dellhandicap

14 1) rafforzare la leadership educativa del Dirigente scolastico 2) riflessioni collegiali per il miglioramento della qualità 3) sfida dell educare istruendo 4) nuclei fondanti disciplinari: traguardi di competenze – saperi essenziali (competenze del biennio) 5) connessioni tra discipline

15 6) quadro di riferimento per costruire il proprio curricolo 7) strumenti per la rilevazione degli apprendimenti 8) individuazione degli standard di competenze 9) momenti di formazione per coordinare le attività

16 10) come valorizzare le eccellenze 11) come prevenire la dispersione scolastica: orientamento e curricolo verticale 12) continuità/discontinuità 13) identificare i caratteri della scuola qualità 14) cittadinanza attiva 15) trovare il senso dellesperienza scolastica

17 16) importanza dellattenzione alla fase evolutiva del pre-adolescente 17) importanza della Persona 18) tema della valutazione 19) ambienti di apprendimento 20) cooperative learning 21) intercultura e stranieri 22) nuove tecnologie 23) relazione tra curricolo ed organizzazione 24)scuola INCLUSIVA

18 prospettive del Dirigente scolastico sviluppare il ruolo di leader nellambito educativo: laboratorio di Ricerca Azione consolidare la dimensione culturale e la centralità della didattica nellorganizzazione del servizio scolastico alimentare le competenze strategiche nel territorio essere…ottimisti !!!

19 Gino Ceccarelli Gino Ceccarelli vi ringrazia per lattenzione…! vi ringrazia per lattenzione…!


Scaricare ppt "Coordinate culturali ed operative INDICAZIONI PER IL CURRICOLO INDICAZIONI PER IL CURRICOLO Scuola dellinfanzia Scuola dellinfanzia Primo Ciclo distruzione."

Presentazioni simili


Annunci Google