La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Politiche di genere e formazione Breve sintesi di un Progetto di azione positiva finanziato nellambito della legge n. 125/91 e realizzato nel territorio.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Politiche di genere e formazione Breve sintesi di un Progetto di azione positiva finanziato nellambito della legge n. 125/91 e realizzato nel territorio."— Transcript della presentazione:

1 Politiche di genere e formazione Breve sintesi di un Progetto di azione positiva finanziato nellambito della legge n. 125/91 e realizzato nel territorio di Messina e provincia di Valeria Zingale Messina, 12 luglio 2013

2 REPORT Conoscere i diritti per esercitarli puntando al benessere organizzativo Progetto di azione positiva finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali nellambito della legge n. 125/91 a cura di Alda Iudicelli e Lucrezia Zingale

3 Il progetto nasce a Messina, allinterno del Corso Donne, politica e istituzioni Prof. M. Antonella Cocchiara, Coordinatrice Corso Dpi Unime Mettendo in pratica le conoscenze acquisite, alcune allieve del II e del III Ciclo della prima edizione ( ) costruiscono le basi del progetto di azione positiva (l. n. 125/91), che viene presentato nel 2006 dalla UIL CSP di Messina, in collaborazione con: lUniversità degli Studi di Messina Il Comune di Acquedolci Il Comune di San Salvatore di Fitalia

4 Alda Iudicelli, componente del Coordinamento regionale P.O. UIL Sicilia Lucrezia Zingale, avvocata e tutor del Corso, esperta in gender mainstreaming Nunziatina Spina, già assessora alle P.O. del Comune di Acquedolci Giancarla Musarra, già assessora alle P.O. del Comune di San Salvatore di Fitalia La rete di donne Alda Iudicelli Lucrezia Zingale Nunziatina Spina Giancarla Musarra

5 Perché questo progetto? Il progetto nasce dalla consapevolezza che persiste, specie nelle regioni meridionali, un evidente gap di pari opportunità, determinato anche da una scarsa conoscenza tra le donne lavoratrici dei propri diritti

6 Il progetto è stato articolato in 2 fasi: I FASE: Indagine conoscitiva Analisi e studio dei casi di discriminazione basata sul sesso e identificazione di stereotipi legati al genere. La ricerca, effettuata attraverso un colloquio individuale e la somministrazione di questionari, è stata rivolta alle dipendenti dei Comuni di Acquedolci e San Salvatore di Fitalia ed a quelle della P.A. messinese iscritte alla UIL PA (direzione provinciale del tesoro, questura, prefettura, procura della repubblica presso il tribunale dei minorenni, amministrazione penitenziaria, avvocatura dello stato, inps, inpdap, inail, agenzia delle entrate, agenzia delle dogane, università e ricerca, ragioneria territoriale dello stato, ecc.)

7 II FASE: Attività formativa Levoluzione normativa italiana in tema di lavoro: Donne e lavoro: dalla protezione concessa alle pari opportunità. Levoluzione normativa comunitaria in tema di lavoro. La giurisprudenza comunitaria e italiana Casi di discriminazione: quale tutela per le donne discriminate: Discriminazione: tra normative e casi concreti Conciliazione di tempi di vita e lavoro Donne: professionalità, competenza e leadership Come realizzare il benessere organizzativo Comitati pari opportunità e azioni positive: Come si istituisce un CPO di ente? Come si elabora un PAP? La formazione…

8 Una scarsa conoscenza da parte delle lavoratrici delle norme sulla parità e dei diritti che la legislazione oggi garantisce Nei Comuni e nella maggior parte degli Enti coinvolti nella ricerca, non erano stati istituiti i Comitati Pari Opportunità, segno di una indifferenza verso questi organismi da parte dei rappresentanti di tali Enti e degli organi preposti allattuazione delle leggi Cosa emerge dallindagine?

9 Stare bene a lavoro significa star bene nella propria vita. Star male sul luogo di lavoro ti distrugge in ogni senso Lavoro e benessere…

10 A proposito di benessere, le iscritte UIL della P.A. messinese dicono che… Il 67% delle intervistate lamenta un eccessivo carico di lavoro E nella fascia di età 36/46 anni che si avverte maggiore stanchezza

11 Le risposte ai questionari confermano il retaggio culturale secondo il quale la responsabilità è sempre della donna e luomo, semmai, aiuta, supporta, coadiuva… Chi in famiglia si sente responsabile dei lavori di cura?

12 Il fattore tempo… Sulla distribuzione del tempo, le intervistate dichiarano di dividere il loro tempo tra famiglia e lavoro riservando, nella maggior parte dei casi, lo 0% del tempo a se stesse. Vorrebbero più tempo libero da dedicare agli hobby…

13 Dinnanzi alla scelta tra carriera e famiglia la maggioranza delle intervistate non ha dubbi: Al primo posto viene la famiglia! Carriera e famiglia…spesso inconciliabili?

14 Le interviste ai partner del progetto…

15 Le lavoratrici, spesso inconsapevoli dei loro diritti, per mantenere il posto di lavoro, accettano ogni tipo di ricatto e ogni forma di vessazione e, solo in rari casi, si rivolgono al sindacato. La UIL CSP di Messina ha portato avanti molte battaglie in difesa del lavoro delle donne e contro il mobbing, la violenza psicologica e le discriminazioni Costantino Amato, segretario UIL CSP Messina La UIL CSP di Messina: cè paura a denunciare…

16 LUniversità degli Studi di Messina per la meritocrazia Ritengo che per troppo tempo, le donne sono state tenute lontane dalla politica e dal governo delle Istituzioni. Formare una nuova classe dirigente passa attraverso la promozione della conoscenza e la scoperta di un universo femminile ancora incompiutamente espresso. LUniversità di Messina sta scommettendo sul merito, vincolando la distribuzione degli incentivi ai risultati effettivi. Le donne sanno di poter competere con grandi possibilità di successo. Prof. Francesco Tomasello, già Rettore dellUniversità degli Studi di Messina

17 Le donne devono essere supportate da strutture idonee che permettano loro di svolgere il doppio ruolo di madre e lavoratrice. Il sindaco, avv. Ciro Gallo LAssessorato della Famiglia, delle Politiche Sociali e del Lavoro ha approvato il finanziamento di ,00 per la realizzazione di un micro-nido comunale (per 10/12 bambini) Un micro nido comunale per Acquedolci…

18 Acquedolci… a proposito di benessere Per il 79% delle intervistate non cè meritocrazia Per il 67% delle intervistate lEnte non offre possibilità di avanzamento di carriera Per il 58% delle intervistate non vengono offerte opportunità di aggiornamento professionale Il dato emerge anche nel Comune di San Salvatore di Fitalia e nella P.A. messinese

19 Al tempo dellindagine, la metà dei dirigenti del Comune erano donne (2 su 4). Lincarico di direttore generale dellEnte e di segretario comunale era affidato ad una donna. Le dipendenti erano in netta maggioranza (29 su 45, pari al 64,4%). In Giunta cera unassessora Il sindaco Giuseppe Pizzolante Tuttavia dallindagine emerge che le lavoratrici lamentano disparità nelle possibilità di avanzamento di carriera e nellattribuzione di incentivi Il Comune di San Salvatore di Fitalia in rosa

20 Il doppio carico di lavoro non pagato allinterno delle famiglie e gli insufficienti supporti dei servizi costituiscono una barriera alla piena partecipazione delle donne al mercato del lavoro e sono causa del declino dei livelli di natalità. Per migliorare le condizioni di vita delle lavoratrici occorre continuare a lavorare sulla conciliazione tra tempi di vita e di lavoro. Il CNPO ha accettato la sfida individuando settori emergenti e prevedendo la promozione di progetti di azioni positive che incideranno sui tempi delle città. Due chiacchere con Santina Giorgio, già Pres. del Comitato nazionale di parità e pari opportunità nel lavoro

21 Formazione rimane la parola chiave per un reale miglioramento delle condizioni di vita della persone. Le corsiste hanno auspicato la promozione di corsi di pari opportunità anche per i dirigenti Conoscere i diritti per esercitarli…

22 Fare rete: una nuova consapevolezza Grazie per lattenzione


Scaricare ppt "Politiche di genere e formazione Breve sintesi di un Progetto di azione positiva finanziato nellambito della legge n. 125/91 e realizzato nel territorio."

Presentazioni simili


Annunci Google