La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA CULTURA DELLA PSICHIATRIA NELLE RELAZIONI CON GLI ALTRI GRUPPI E SERVIZI EXTRA-DIPARTIMENTALI DSM AUSL 8 AREZZO Dr. Aldo DArco DSM AUSL 8.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA CULTURA DELLA PSICHIATRIA NELLE RELAZIONI CON GLI ALTRI GRUPPI E SERVIZI EXTRA-DIPARTIMENTALI DSM AUSL 8 AREZZO Dr. Aldo DArco DSM AUSL 8."— Transcript della presentazione:

1 LA CULTURA DELLA PSICHIATRIA NELLE RELAZIONI CON GLI ALTRI GRUPPI E SERVIZI EXTRA-DIPARTIMENTALI DSM AUSL 8 AREZZO Dr. Aldo DArco DSM AUSL 8

2 IL DSM E IL SUO TERRITORIO (I) 1) RETE TERRITORIALE DEI SERVIZI SANITARI MMG, Pediatri Attività Sanitarie Distrettuali Servizi Sociali Alta Integrazione SERT Medicina di Comunità Servizio Infermieristico Territoriale Medicina Legale Attività Ospedaliere (Medicina, Geriatria, Neurologia, Ostetricia e Ginecologia, Pediatria e ogni Specialità in cui è richiesta la partecipazione del DSM) Servizi di Emergenza (118 e Guardia Medica, Pronto Soccorso e Primo Soccorso) DSM AUSL 8 AREZZO ConsultorioCarcere

3 IL DSM E IL SUO TERRITORIO (II) 2) RETE TERRITORIALE DEI SERVIZI AI CITTADINI Comuni e Conferenza di Zona Servizi Sociali Territoriali Servizi erogati dalla Provincia Associazioni di Volontariato Associazionismo ARCI etc Associazioni Sportive e del Tempo Libero Gruppi di Auto e Mutuo-Aiuto Diocesi, Parrocchie, Associazionismo Religioso Istituzioni di Governo e di Protezione dei Cittadini Associazioni con finalità culturali-benefiche Associazioni di Tutela dei Cittadini Difensori Civici PREVENZIONE CURA E RIABILITAZIONE RISPOSTA COMPLESSA AL DISAGIO DSM AUSL 8 AREZZO Istruzione Scuola Università

4 OBIETTIVI Scopo della rete è convergere verso un unico obiettivo generale rappresentato dalla anticipazione e riduzione degli ESITI IN PSICHIATRIA DSM AUSL 8 AREZZO

5 ESITI IN PSICHIATRIA CRONICIZZAZIONE STIGMA ISOLAMENTO SOCIALE PERDITA O RIDUZIONE DELLE CAPACITA RELAZIONALI, SOCIALI, LAVORATIVE ABUSO DI SOSTANZE DIPENDENZA SOCIALE E FAMILIARE DIPENDENZA DAI SERVIZI E DALLE ISTITUZIONI CONSEGUENZE NEUROBIOLOGICHE E COGNITIVE DSM AUSL 8 AREZZO DISTURBI DEL COMPORTAMENTO E REAZIONI SOCIALI CONNESSE (emarginazione, espulsione, richiesta di internamento, condotte auto ed etero aggressive)

6 ESITI IN PSICHIATRIA ASSORBIMENTO DI COSTI ECONOMICI DIRETTI E INDIRETTI INGRAVESCENTI AUMENTO DEI COSTI SANITARI (ricoveri ospedalieri, aumento delle necessità di dosaggio farmacologico individuale, assistenza ambulatoriale eternizzata e territoriale, necessità di utilizzo di residenzialità protetta, impossibilità di reinvestire risorse risparmiate) DSM AUSL 8 AREZZO

7 Intervenire per provare ad impedire gli esiti significa farlo prima possibile. Anticipazione vuol dire creare strumenti di intervento della realtà volti a generare in primo luogo benessere e, laddove non è possibile, più rapide risposte al malessere, tenendo conto che più è lontana la risposta e più è rischioso un intervento violento e non partecipato del possibile utente. Se lesito è già presente è necessaria una risposta complessa di cui quella sanitaria è una parte in sintonia con le altre allinterno di un Progetto Integrato di Zona. ESITI IN PSICHIATRIA RISPOSTA DSM AUSL 8 AREZZO

8 DSM AUSL 8 AREZZO Dalla Compliance alla adesione Da oggetto di terapia a soggetto di terapia Storicamente i servizi si sono mossi per la terapia e la riabilitazione: da domani ci muoveremo per la promozione della salute, prevenzione, terapia e riabilitazione precoce

9 AZIONI 1) RISPOSTA SANITARIA DI PRIMO LIVELLO (a) a) INTEGRAZIONE CON LE NECESSITÀ DEI MMG/PEDIATRI Consulenze ambulatoriali nel DSM concordate Consulenze domiciliari MMG/Pediatri Consulenze in ambulatorio MMG/ Pediatri Counseling telefonico diretto ai MMG/Pediatri Formazione dei MMG/Pediatri Utilizzo concordato degli ambulatori dei MMG/Pediatri Programmi mirati e progetti condivisi Gruppi specifici per ansia e piccola depressione. Collaborazione Servizio Infermieristico DSM con quello territoriale DSM AUSL 8 AREZZO Gruppo del lavoro in psichiatria negli ambulatori di cure primarie DSM MMG/PLS Utenti/ famiglie Formazione del DSM da parte dei MMG/PLS Zonizzazione di intervento DSM (psichiatri, infermieri psicologi, NPI)

10 NON SODDISFACENTE POCO SODDISFACENTE SUFFICIENTEMENTE SODDISFACENTE SODDISFACENTE MOLTO SODDISFACENTE 3 ) RITENETE CHE LA QUALITA' DELL'INTERVENTO DEL D.S.M. SIA : ALTRE PROPOSTE ( NON PIU' DI DUE ) MAI QUASI MAI SI RARAMENTE SI A VOLTE SI SEMPRE LO SPECIALISTA PSICHIATRA ? 2 ) ESITE UN FLUSSO DI INFORMAZIONI RECIPROCHE TRA M.M.G. E ALTRE PROPOSTE ( NON PIU' DI DUE ) ACCESSO DIRETTO LETTERA TELEFONO SOLO RICETTA 1 ) QUALI STRUMENTI RITENETE PIU' UTILI PER IL PRIMO CONTATTO ? QUESTIONARIO ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON I MMG (1)

11 NON ADEGUATE POCO ADEGUATE SUFFICIENTEMENTE ADEGUATE ADEGUATE MOLTO ADEGUATE 6 ) RITENETE CHE LE PRESTAZIONI A DOMICILIO SIANO : CON LA PRESENZA DEL M.M.G. ALLA PRIMA VISITA IN CASI SELEZIONATI SE SI, : Si / No 5 ) RITENETE NECESSARIO L'INTERVENTO A DOMICILIO DELLO PSICHIATRA ? NON SODDISFATTO POCO SODDISFATTO SUFFICIENTEMENTE SODDISFATTO SODDISFATTO MOLTO SODDISFATTO 4 ) SECONDO VOI QUAL' E' IL LIVELLO DI SODDISFAZIONE DEL PAZIENTE ? ALTRE PROPOSTE (NON PIU DI DUE) QUESTIONARIO ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON I MMG (2)

12 9 ) ADOTTARE PROTOCOLLI DIAGNOSTICI RITENETE UTILE: 8 ) SE SI PER QUALE MOTIVO ALTRE PROPOSTE ( NON PIU' DI DUE ) 7 ) VI SIETE MAI TROVATI IN DIFFICOLTA' NELLA GESTIONE DEL PAZIENTE PSICHIATRICO ACUTO? MAI QUASI MAI SI RARAMENTE SI A VOLTE SI SEMPRE PROPOSTE ( NON PIU'DI DUE ) DIFFICOLTA' NEL RAPPORTARSI AL CONTESTO FAMILIARE RIFIUTO DEL PROGRAMMA DA PARTE DEL PAZIENTE DIFFICOLTA' NELL' APPROCCIO DIAGNOSTICO - TERAPEUTICO DIFFICOLTA' NEL REPERIRE LO PSICHIATRA INUTILE POCO UTILE SUFFICIENTEMENTE UTILE UTILE MOLTO UTILE QUESTIONARIO ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON I MMG (3)

13 Si / No13 ) COINVOLGERE LE CASE FARMACEUTICHE PER LA PROMOZIONE DELLA FORMAZIONE Si / No 12) INCONTRI CON I FARMACISTI PER UNA MIGLIORE COMPLIANCE INUTILE POCO UTILE SUFFICIENTEMENTE UTILE UTILE MOLTO UTILE 11 ) STRUTTURARE INCONTRI PERIODICI TRA M.M.G. E SPECIALISTI DSM PER IPAZIENTI TRATTATI AUTONOMAMENTE DAI M.M.G COMUNICAZIONI E -MAIL POSTER OPUSCOLI AUDIO VISIVI 10 ) ADOTTARE STRUMENTI DI COMUNICAZIONE RITENETE UTILE: QUESTIONARIO ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON I MMG (4)

14 NON RAPIDA POCO RAPIDA SUFFICIENTEMENTE RAPIDA RAPIDA MOLTO RAPIDA 16 ) RITENETE CHE LA MODALITA' DI ACCESSO AL DSM SIA INTESO COME RESTITUZIONE DELLA DIAGNOSI INTESO COME COUNSELING 15 ) AFFINARE LE TECNICHE DEL COLLOQUIO COMUNICAZIONE GESTIONE DIRETTA DEL M.M.G. CONTATTO TELEFONICO DIRETTO INCONTRI PERIODICI CON D.S.M. 14 ) MIGLIORARE LA GESTIONE DELLA POLITERAPIA CON : RITENETE UTILE: QUESTIONARIO ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON I MMG (5)

15 ( INDICARNE ALMENO DUE ) 18 ) SE SI,QUALI RITENETE AL MOMENTO PIU' NECESSARI Si / No 17 ) RITENETE UTILE CONCORDARE CORSI DI FORMAZIONE SPECIFICI NELLA. QUESTIONARIO ELABORATO IN COLLABORAZIONE CON I MMG (6) PROGRAMMAZIONE E.C.M Si / No

16 b) PROTOCOLLI DI INTERVENTO NELLE EMERGENZE PSICHIATRICHE Corsi di formazione per i dipendenti e volontari dellemergenza Protocolli e linee-guida di intervento nella crisi acuta per il 118, PS, Guardia Medica b) CENTRO DI ASCOLTO PSICHIATRICO (progetti con Provincia e Comuni) Accoglienza dei cittadini sofferenti e dei familiari Corsi di formazione alla cittadinanza Iniziative contro lo stigma Centralino attivo con il volontariato per ascolto, risposte e invio (ipotesi di lavoro con ARCI - Caritas - Provincia) AZIONI 1) RISPOSTA SANITARIA DI PRIMO LIVELLO (b) DSM AUSL 8 AREZZO Qualità della risposta della Guardia Medica

17 AZIONI 2) ATTIVITA SANITARIA DI SECONDO LIVELLO (a) a) ATTIVITA DI RISOLUZIONE DI CONFLITTI CON ALTRI SERVIZI TERRITORIALI SerT (Doppia Diagnosi e intervento precoce prima della psichiatrizzazione). Ambulatorio sperimentale doppia diagnosi inizialmente in Valdichiana GOIF (gestione dei disturbi comportamentali, comorbilità e sofferenze familiari nei problemi derivati dallhandicap) Alta Integrazione e Geriatria a) INIZIO AZIONE DSM IN AMBITO CARCERARIO DSM AUSL 8 AREZZO Attività di Psicologia nel consultorio: risposta sanitaria o sostegno? Percorso diagnostico per patenti, invalidità, psichiatria legale etc.

18 2) ATTIVITA SANITARIA DI SECONDO LIVELLO (b) b) MAGGIORE INTEGRAZIONE CON LATTIVITÀ OSPEDALIERA E I SUOI SERVIZI Protocollo con i reparti medici per ricoveri di patologia psichiatrica non necessitante assistenza specifica continuativa Day-hospital psichiatrico inserito nei day-hospital della Medicina Partecipazione integrata ai day-service ospedalieri (come in quello geriatrico per lambulatorio psicogeriatrico al San Donato e lambulatorio dei disturbi cognitivi alla Fratta) Protocolli con lattività del Pronto Soccorso e del 118 per lemergenza psichiatrica (corsi di formazione dedicati) DSM AUSL 8 AREZZO Day-hospital specifico psichiatrico. Legale, comorbile etc

19 c) COLLABORAZIONE CON LATTIVITA OSPEDALIERA Progetti di consulenza attiva Progetti di sostegno alla natalità Attivazione della psicologia ospedaliera Riorganizzazione della collaborazione con la Medicina Legale Progetti aziendali per patologia complessa (corsi di formazione e percorso finalizzato al sostegno agli utenti, ai familiari e al personale) Ambulatori condivisi e dedicati (es. Psicogeriatria, Disturbi del sonno patologia psiconeurologica di confine etc) Integrazione attività dei DCA con Medicina, Endocrinologia e gastroenterologia (possibilità di un posto letto per ricoveri in alternativa a ricoveri esterni) 2) ATTIVITA SANITARIA DI SECONDO LIVELLO (c) DSM AUSL 8 AREZZO

20 AZIONI 3) ATTIVITA TERRITORIALI (a) a) AZIONI PER LINFANZIA E LADOLESCENZA Riformulazione della risposta nel mondo della scuola Progetti mirati ai Disturbi dellApprendimento: lalbero e la foresta Riformulazione delle attivita della Psico e Neuroriabilitazione Omogenizzazione delle attività con la alta integrazione al livello migliore raggiungibile Gestione territoriale dei Disturbi del comportamento nei pazienti minori gravi e sostegno alle famiglie Attività di prevenzione del disagio pre e adolescenziale, problema dellabuso di sostanze in età a rischio per il completamento dello sviluppo fisiologico cerebrale Impegno qualificato e diagnosi precoce nella fascia di età 0-6 anni DSM AUSL 8 AREZZO Coordinamento con il volontariato

21 b) COLLABORAZIONE CON I COMUNI E LA PROVINCIA (Promozione e Tutela Salute Mentale) Lotta allo stigma Inserimenti lavorativi Assistenza domiciliare, alloggi e mense e altre necessità da sviluppare con i comuni Progetti assistenziali e del tempo libero sviluppati con i comuni Inserimento mirato di utenti nel volontariato e associazionismo Gruppi tutela categorie psichiche e gruppi di auto-aiuto Per tutti disponibilità ad incontrare la popolazione su tematiche richieste Progetto costituzione di centri di ascolto sofferenza psichica AZIONI 3) ATTIVITA TERRITORIALI (b) Dialogo ed estensione con i soggetti del volontariato per progetti mirati allutenza psichiatrica e possibilmente più precocemente possibile DSM AUSL 8 AREZZO Integrazione della risposta sociale rivolta al cittadino


Scaricare ppt "LA CULTURA DELLA PSICHIATRIA NELLE RELAZIONI CON GLI ALTRI GRUPPI E SERVIZI EXTRA-DIPARTIMENTALI DSM AUSL 8 AREZZO Dr. Aldo DArco DSM AUSL 8."

Presentazioni simili


Annunci Google