La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Nella Santa Comunione si riceve Gesù Cristo Raffaello La Messa a Bolsena 1512 Stanza della Segnatura, Palazzi Pontifici, Vaticano.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Nella Santa Comunione si riceve Gesù Cristo Raffaello La Messa a Bolsena 1512 Stanza della Segnatura, Palazzi Pontifici, Vaticano."— Transcript della presentazione:

1 Nella Santa Comunione si riceve Gesù Cristo Raffaello La Messa a Bolsena 1512 Stanza della Segnatura, Palazzi Pontifici, Vaticano

2 Compendio del Catechismo 291. Che cosa si richiede per ricevere la santa Comunione? Per ricevere la santa Comunione si deve essere pienamente incorporati alla Chiesa cattolica ed essere in stato di grazia, cioè senza coscienza di peccato mortale. Chi è consapevole di aver commesso un peccato grave deve ricevere il Sacramento della Riconciliazione prima di accedere alla Comunione. Importanti sono anche lo spirito di raccoglimento e di preghiera, l'osservanza del digiuno prescritto dalla Chiesa e l'atteggiamento del corpo (gesti, abiti), in segno di rispetto a Cristo.

3 Introduzione I primi cristiani trovavano il sostegno per il loro eroismo nellEucarestia. La Comunione dava loro coraggio e fortezza per difendere la fede fino al martirio. Noi dobbiamo trattare lEucaristia con la stessa fede, rispetto e amore con cui la trattavano i primi cristiani, la Vergine e i santi. JANMOT, Anne-François-Louis Il poema dellanima – Prima comunione c.1851 Musée des Beaux-Arts, Lyon

4 Idee principali

5 1. Il sacrificio eucaristico e la comunione Il sacrificio eucaristico o santa Messa è – memoriale sacrificale che perpetua il sacrificio della croce offerto al Padre, – e banchetto sacro di comunione nel Corpo e Sangue del Signore La celebrazione eucaristica è anche orientata allunione intima dei fedeli con Cristo per mezzo della comunione. Fare la comunione significa ricevere Cristo stesso che si offre per noi. Cristo, dunque, si offre al Padre e si dà agli uomini. TIEPOLO, Giovanni Battista Lultima comunione di Santa Lucia Santi Apostoli, Venezia

6 2. Gesù Cristo ha istituito lEucarestia come alimento per le nostre anime Chi mangia la mia carne e beve il mio sangue ha la vita eterna e io lo risusciterò nellultimo giorno. Perché la mia carne è vero cibo e il mio sangue vera bevanda: chi mangia la mia carne e beve il mio sangue rimane in me e io in lui (Gv 6,54-56). Nellultima Cena si è compiuta la promessa e il Signore ha istituito lEucarestia: Prendete e mangiate; questo è il mio Corpo (Mt 26,26). E laffermazione chiara del fatto che il corpo del Signore è realmente nellEucarestia e ci viene dato come cibo. COELLO, Claudio Comunione di Santa Teresa dAvila Museo Lázaro Galdiano, Madrid

7 3. I frutti della comunione La comunione nutre la vita spirituale come lalimento materiale nutre la vita del corpo. I frutti della comunione sacramentale sono: – Accresce lunione con Cristo, realmente presente nel sacramento. – Aumenta la grazia e le virtù in chi riceve degnamente la comunione. – Ci allontana dal peccato: purifica dai peccati veniali, perché accende la carità. – Rafforza lunità della Chiesa, Corpo Mistico di Cristo. – Cristo nellEucarestia ci offre il pegno della gloria futura. GILLICK, James Studio per un ritratto di Giovanni Paolo II Collezione privata

8 4. Disposizioni per fare una buona comunione Le disposizioni per ricevere Cristo in modo degno sono: – Essere in grazia di Dio. – Rispettare il digiuno eucaristico. – Sapere chi si riceve. La pietà e il rispetto con cui ci accostiamo a ricevere il Signore si devono manifestarsi anche nellatteggiamento esterno. BOUTS, Dirck Cristo benedicente, Ultima Cena St. Peter's, Lovanio, Belgio

9 5. Il ringraziamento nella comunione Gesù è rimasto nellEucarestia per amore verso di noi. Il modo migliore per riceverlo è prepararsi bene prima della comunione e, coscienti del dono ricevuto, ringraziare non solo nel momento della comunione ma anche durante la giornata. Dopo la comunione conviene restare nella chiesa o nelloratorio per ringraziare, almeno alcuni minuti. DA VARALLO, Tanzio San Carlo Borromeo distribuisce la comnione ai lebbrosi Collezione privata

10 6. Obbligo di comunicarsi e necessità della comunione frequente Gesù ha detto: Se non mangiate la carne del Figlio dellUomo e non bevete il suo sangue, non avrete in voi la vita (Gv 6,53). Nel terzo comandamento la Chiesa stabilisce che ogni cristiano che abbia uso di ragione debe ricevere la comunione almeno una volta lanno o nel giorno di Pasqua. Cè anche lobbligo di comunicarsi quando si è in pericolo di morte; in questo caso la comunione si riceve come "Viatico", che significa preparazione al viaggiodella vita eterna. Questo è il minimo, e il precetto debe essere compreso bene; la Chiesa esorta a ricevere il Signore con frequenza, anche quotidianamente. Se qualche giorno non possiamo ricevere la comunione, è bene fare una comunione spirituale. BÉRAUD, Jean Béraud Prima Comunione Collezione privata

11 Propositi di vita cristiana

12 Un proposito per andare avanti Fare il proposito fermo di ricevere sempre la comunione con le disposizioni dovute. Restare qualche minuto alla fine della Messa, ringraziando di aver ricevuto Gesù nella comunione.


Scaricare ppt "Nella Santa Comunione si riceve Gesù Cristo Raffaello La Messa a Bolsena 1512 Stanza della Segnatura, Palazzi Pontifici, Vaticano."

Presentazioni simili


Annunci Google