La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG."— Transcript della presentazione:

1 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

2 PRESENTAZIONE DEL REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVE SICVEREG Sala 500 Centro Congressi Lingotto ore Torino, 28 settembre 2004 D. Palombo con la collaborazione di G. Vesce SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

3 Anno 1999 Elaborazione della prima versione del software per il Registro Anno 2000 Ampliato il vocabolario del software con nuovi interventi e nuove patologie Apportati miglioramenti allinterfaccia utente Inseriti reports di consultazione nel software Anno 2001 Aggiunti nuovi campi nel software Creazione di una procedura automatica di esportazione dati Realizzazione di elaborazione generalizzata dei dati Avvio interscambio dati del 2000 con il Registry Europeo Creazione di un Comitato Operativo Nazionale dei Referenti per il Registro I Riunione dei Referenti per il Registro (Perugia) Anno 2002 Pubblicazione del I Report dei Dati relativi allanno 2001 Elaborazione di una nuova versione del software con i fattori di rischio per le patologie arteriose Presentazione dellesperienza italiana al Vascunet ad Istanbul II e III Riunione dei Referenti per il Registro (Bologna e Cagliari) LE PRINCIPALI ATTIVITA DEL REGISTRO DAL 1999 AD OGGI SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

4 LE PRINCIPALI ATTIVITA DEL REGISTRO DAL 1999 AD OGGI Anno 2003 Pubblicazione del II Report dei Dati relativi allanno 2002 con la prima analisi statistica dei fattori di rischio IV Riunione dei Referenti per il Registro (Ravenna) Riconoscimento da parte del Direttivo SICVE della dignità del Registro ed approvazione, allunanimità, della norma di esclusione dalle attività congressuali patrocinate dalla SICVE, dei Centri non partecipanti Anno 2004 V Riunione dei Referenti per il Registro (Bologna) Partecipazione alla riunione di Vascunet allESVS sett (Innsbruk) VI Riunione dei Referenti per il Registro (Torino) Pubblicazione del III Report dei Dati relativi allanno 2003 con la prima analisi di correlazione fra esito e fattori di rischio per TSA- AOAI-AAA SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

5 Pubblicazioni dei Dati Attività Statistico-Epidemiologica del Registro SICVEREG: SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

6 Presentato al 2° Congresso Nazionale SICVE Cagliari, ottobre 2002 I REPORT - SICVEREG DATI 2001 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

7 REGISTRO ITALIANO DELLE ATTIVITA ASSISTENZIALI – SICVE SICVEREG ANALISI STATISTICO-EPIDEMIOLOGICHE DATI 2002 II REPORT - SICVEREG DATI 2002 Presentato a Cuneo nel dicembre 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

8 REGISTRO ITALIANO DELLE ATTIVITA ASSISTENZIALI – SICVE SICVEREG ANALISI STATISTICO-EPIDEMIOLOGICHE DATI 2003 III REPORT - SICVEREG DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

9 III REPORT - DATI 2003 : CENTRI PARTECIPANTI Centri partecipanti: 61 Prof.AGRIFOGLIO Giorgio-A.O. di Milano MILANO Dr. AIAZZI Luigi-OO.RR. di Bergamo BERGAMO Dr. ALTAMURA Paolo-Azienda Ospedaliera Di Venere Giovanni XXIII BARI Prof.BAJARDI GUIDO-Policlinico Univ. "Paolo GIACCONE" - Cattedra di Chirurgia Vascolare PALERMO Dr. BANDIERA Giovanni-Istituto Dermopatico dellImmacolata (I.R.C.C.S.) ROMA Prof. BENEDETTI-VALENTINI Fabrizio- II Cattedra Univ. La Sapienza ROMA Dr. BERTOGLIO Carlo-Ospedale Civile IMPERIA Dr. BERTOLETTI Giovanni-Ospedale S. Maria Goretti LATINA Prof.BRACALE Giancarlo-Università degli studi di Napoli Federico II. Cattedra di Chirurgia Vascolare NAPOLI Dr. CAMILLI Sante-Istituto Dermopatico dellImmacolata ROMA Prof.CASTELLI Patrizio-Ospedale di Circolo Univ. dell'Insubria VARESE Dr. CECCHI Mario-Nuovo Ospedale San Giovanni di Dio - Torregalli FIRENZE Dr. CELORIA Giovanni-Ospedale Sant'Andrea LA SPEZIA Dr. CHIESA Roberto-IRCCS H. San Raffaele MILANO Dr. COPPI Gioacchino-Ospedale S. Agostino MODENA Dr. CRESCENZI Basilio-Azienda Ospedaliera Monaldi Camaldoli NAPOLI Prof.CUGNASCA Marco-Istituto Galeazzi - Chirurgia Vascolare MILANO Prof.D'ADDATO Massimo -Univ. Degli Studi di Bologna BOLOGNA Dr. DE BLASIS Giovanni-Ospedale di Avezzano S. Filippo e Nicola Avezzano (AQUILA) Dr. FARINA Michele Angelo-Azienda Ospedaliera di Caserta CASERTA Dr. FERRARI Mauro-Azienda Ospedaliera Pisana - Presidio Ospedaliero Cisinello PISA Dr. FERRERO Sergio-Ospedale S.Martino GENOVA (Attualmente cessato dal servizio) Dr. GORI Amerigo-E.O. Ospedali Galliera GENOVA Dr. LEONE Luciano-Azienda Ospedaliera Umberto I SIRACUSA Dr. LIGUORI Enzo-Policlinico Militare Roma Celio ROMA Dr. LOMEO Alberto-Ospedale Cannizzaro CATANIA Dr. MARAGLINO Vincenzo-Ospedale Civile Regionale SS.Annunziata TARANTO Dr. MARCUCCI Giustino-Ospedale San Paolo Civitavecchia ROMA Dr. MATTASSI Raul-Ospedale G. Salvini USSL Garbagnate Milanese MILANO SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

10 Dr. MIELE Franco-Clinica S. Carlo Paderno Dugnano MILANO Dr. MONACA Vincenzo-Azienda Ospedaliera V.E. Ferrarotto S. Bambino Catania CATANIA Dr. MORETTI Vincenzo-Ospedale Civile di Teramo TERAMO Dr. NOVALI Claudio-Ospedale Santa Croce CUNEO Dr. PACCHIONI Roberto-Azienda Ospedaliera Carlo Poma MANTOVA Dr. PALOMBO Domenico-Ospedale Mauriziano Umberto I TORINO (Attualmente Ospedale S. Martino – Genova) Dr. PANE Gianfranco-Ospedale dei Pellegrini Vecchio-Pigna Secca NAPOLI Dr. PARONI Giovanni-Ospedale Casa Sollievo della Sofferenza S. Giovanni Rotondo FOGGIA Dr. PATRONE Pietro-Ospedale Santa Corona Pietra Ligure SAVONA Dr. PEDRINI Luciano-Ospedale Maggiore C.A.Pizzardi BOLOGNA Dr. PEINETTI Flavio-Ospedale Regionale della Valle dAosta AOSTA (Attualmente Clinica Eporediese– Ivrea) Dr. PIAZZALUNGA Giorgio-Istituto Clinico Mater Domini - Chirurgia Arteriosa ed Endovascolare VARESE Dr. PISACRETA Massimo-U.O.S. di Chirurgia Vascolare, Ospedale "L.Sacco" MILANO Prof.PISTOLESE G. Raimondo-Policlinico Tor Vergata - Dip. Di Chirurgia ROMA Prof.PRATESI Carlo-Univ. Degli Studi di Firenze FIRENZE Dr. PUTTINI Maurizio-Ospedale Niguarda MILANO Prof.RAMPOLDI Vincenzo-Istituto Policlinico San Donato Università di Milano - Div. Di Chir. Vascolare MILANO Prof.REGINA Guido-Osp. Policlinico Consorziale BARI Dr. RUOTOLO Carlo-Azienda Ospedaliera "A. Cardarelli" - U.O. di Chir. Vascolare NAPOLI Prof.SALCUNI Pierfranco-Univ. degli Studi di Parma PARMA Dr. SARCINA Antonio-Casa di Cura Poliambulanza BRESCIA Prof.SETACCI Carlo-Università di Siena SIENA Dr. SIRONI Giuliano-Osp. Gaetano Pini MILANO Prof.SNIDER Francesco-Univ. Cattolica Pol. Gemelli ROMA Prof.SPARTERA Carlo-Univ. degli Studi dellAquila LAQUILA Dr. SPIGONARDO Francesco-Ospedale SS. Annunziata CHIETI Dr. TALARICO Francesco-Ospedale SantElia CALTANISSETTA Dr. TOMASSO Silvano-Azienda Ospedaliera "A. Cardarelli" CAMPOBASSO Dr. TORI Antonio-Azienda Ospedaliera Busto Arsizio VARESE Dr. UDINI Marco-Azienda Ospedaliera E. Morelli Sondalo SONDRIO Dr. VENOSI Salvatore-Ospedale Nuovo Regina Margherita ROMA Prof.VIACAVA Alessandro-Univ. di Genova GENOVA III REPORT - DATI 2003 : CENTRI PARTECIPANTI SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

11 Quest'anno la "brochure" edita a stampa, contiene i dati generali e di interesse "divulgativo" per meglio far conoscere l'attività della Chirurgia Vascolare Italiana, anche ai non specialisti del settore. La massa importante di dati e la loro elaborazione, è presentata in versione informatica su "CD" di facilissima consultazione. III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

12 COLLEGAMENTI IPERTESTUALI ED ESPLORAZIONE A MENU III REPORT - DATI 2003: CD ALLEGATO AL REPORT SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

13 VISUALIZZAZIONE DEI DATI IN FORMATO HTML III REPORT - DATI 2003: CD ALLEGATO AL REPORT SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

14 REGISTRO ITALIANO DELLE ATTIVITA ASSISTENZIALI – SICVE SICVEREG ANALISI STATISTICO-EPIDEMIOLOGICHE DATI 2003 III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

15 Nei casi trattati per patologie dei TSA la morbi-mortalità maggiore globale appare dell1.2%; quella ischemica (complicanze vascolari ischemiche tardive – ictus entro i 30gg post-operatori e mortalità) è risultata pari allo 0,6% e la sola mortalità allo 0,2%. Nel casi trattati per AOAI, la percentuale di complicanze maggiori è risultata, invece, pari al 3,5% e la mortalità all 1,3%. Negli interventi eseguiti per AAA, infine, la percentuale di complicanze maggiori è risultata pari al 3,2% e la mortalità al 6%. III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Morbi-mortalità: TSA, AOAI ed AAA SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

16 III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Selezione per Patologie TSA Frequenza% cumulata TEA CAROTIDEA E SUTURA CON PATCH141834,134,1 TEA CAROTIDEA CON SUTURA DIRETTA124630,064,1 TEA PER EVERSIONE CON REIMPIANTO ICA113927,491,5 PTA E STENTING (CON SIST. DI PROTEZ. CEREBRALE)1413,494,9 PTA E STENTING (SENZA SIST. DI PROTEZ. CEREBRALE)511,296,1 PTA E STENT32,896,9 BY-PASS CCA-ICA28,797,6 ANGIOPLASTICA TRANSLUMINALE INTRAOPERATORIA E STENT18,498,0 EXERESI17,498,4 RESEZIONE ED INNESTO CCA - ICA16,498,8 BY-PASS SUCCLAVIO - CAROTIDEO9,299,0 REIMPIANTO CAROTIDEO PER KINKING9,299,3 PATCH CAROTIDEO (SENZA TEA)5,199,4 LEGATURA ICA4,199,5 SUTURA COLLETTO4,199,6 BY-PASS AORTO-CAROTIDEO3,199,6 EXERESI DI TUMORE GLOMICO3,199,7 PTA ISOLATA3,199,8 ANGIOPLASTICA TRANSLUMINALE INTRAOPERATORIA ISOLATA2,099,8 RESEZIONE ED ANASTOMOSI CCA2,099,9 RIMOZIONE DI TUMORE GLOMICO2,099,9 ARTERIORRAFIA1,0100,0 REIMPIANTO SUCCLAVIO-CAROTIDEO1,0100,0 REIMPIANTO VERTEBRALE IN CAROTIDE1,0100,0 Totale ,0 I trattamenti endovascolari classificati per la patologia dei TSA sono stati 247, pari al 5.9% di tutti gli interventi eseguiti per la patologia dei tronchi sovraortici (4155). SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

17 III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI Frequenze Filtrate sulle Patologie Venose Femmina: 4836 (68,7 %) Maschio: 2199 (31,3%) Totale: 7035 (100,0%) Le fasce detà comprese fra 50 e 69 anni rappresentano il 48.4% dellintero campione. Il sesso prevalente è quello femminile: 68,7%. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

18 Frequenze Filtrate sulle Patologie Venose: 7035 casi. COMPLICANZE N.% cumulata NO COMPLICANZE700799,699,6 DEISCENZA FERITA10,199,7 EMORRAGIA ESTERNA/INTERNA (EMATOMA ECC..)5,199,8 RACCOLTA DI LIQUIDO NON INFETTO NELLA FERITA 5,199,9 DOLORE FERITA3,099,9 CARDIOLOGICA1,099,9 COMPLICANZA POLMONARE (ESCLUSO TEP)1,0100,0 INFEZIONE DELLA FERITA 1,0100,0 LESIONI LINFATICA 1,0100,0 RISULTATI EMODINAMICI NON SODDISFACENTI 1,0100,0 Totale ,0 III REPORT - DATI 2003: ALCUNI DATI SIGNIFICATIVI SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

19 Il cambiamento di questanno, non è solo dettato da motivi pratici, ma vuole essere il segnale di una diversificazione importante, dell'utilizzo del Registro: usare anche a fini "politici" i dati più significativi e di interesse generale. In altri termini fare in modo che i Politici, gli Amministratori ed il Grande Pubblico conoscano i dati dell'attività a livello nazionale della Chirurgia Vascolare ed il ruolo assolutamente rilevante che questo gioca nel panorama della salute. III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

20 Un utile strumento di conoscenza, dunque, anche per chi fa informazione e programmazione che potrà e dovrà far riferimento ai dati della Chirurgia Vascolare Ufficiale Italiana. III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

21 Certo, un'idea ambiziosa, dietro la quale c'è da una parte la scommessa fondamentale di essere noi Chirurghi Vascolari gli artefici della nostra Specialità, ma dall'altra una raccolta di dati precisa, seria e circostanziata che ci pone tra i protagonisti in Europa per questo Registro, come testimonia l'esperienza di Vascunet, l'Associazione Europea dei Registri Vascolari. III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

22 VASCUNET GRUPPO COLLABORATIVO DEI REGISTRI NAZIONALI EUROPEI Coordinatore: Martin Bijörk (SWED VASC) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

23 Swed Vasc Nor Kar Dan Vasc NZ Vascular Registry Registro Nazionale Spagnolo UK Vascular Registry Guardando in casa daltri….. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

24 UK Vascular Registry: solo il 40% dei Centri invia i dati. Dan Vasc: i fattori di rischio e le complicanze sono completi in meno del 40% dei dati. Nor Kar: la mortalità globale per AAA è il 9,8%; la mortalità dellNPR è invece 12,1%. Registro Spagnolo: dati inviati da 52 Centri (es. collezionate 1500 CEA CAAS; dati inviati su supporto cartaceo riservatamente al notaio della Società. NZ Vasc Reg: la morbi-mortalità per TSA è del 3.6%; nel National data base è del 4,5%. Swed Vasc: 58 pz. validati per risultati a 30 gg; 57 report completi; solo il 50% delle classificazioni compilate correttamente; lerrore più frequente: reintervento entro i 30 gg non riportato. Guardando in casa daltri….. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

25 III REPORT - DATI 2003 E' vero, pur orgogliosi come noi tutti dobbiamo essere del lavoro comune e dei risultati del Registro, ogni trionfalismo sarebbe fuori luogo. I problemi da affrontare sono ancora importanti, anche se comuni alla più parte dei pur pochi Registri funzionanti in Europa e fra i quali il nostro rappresenta senza dubbio quello più avanzato per le Nazioni con una popolazione che superi i milioni di abitanti. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

26 III REPORT - DATI 2003 In primo luogo dobbiamo aumentare la partecipazione dei Centri che inviano i dati (attualmente 60 Centri); ciò ci spinge a chiedere con ancora maggiore forza la partecipazione a questo che è un diritto - dovere, vista anche l'importanza del suo utilizzo per la crescita della nostra Specialità. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

27 III REPORT - DATI 2003 Secondariamente, va affrontato il problema della validazione dei dati: la volontà chiaramente espressa dalla SICVE, si concretizzerà, speriamo già nel corso del prossimo anno, in un programma di validazione con una verifica, a campione e per singole procedure, della completezza dei dati inviati, oppure mediante confronto con i dati amministrativi. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

28 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE Il trial prospettico randomizzato non è il solo strumento efficace della EBM (Evidence Based Medicine): importanza del Registro validato. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

29 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE VALIDAZIONE PER SINGOLA PROCEDURA. Due sistemi di validazione: v/s Registro dati Amministrativi Sanitari indipendenti; v/s Coorti sorteggiate di Casi. Examination of selected patients records is a feasible method for Registry validation. Martin Bijörk (Swed Vasc) a Vascunet – Innsbruk 2004 La validazione è fondamentale per poter trarre conclusioni dai dati ed usarli politicamente. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

30 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE: METODOLOGIA Identificazione dal Master File di un campione random per singola patologia. Richiesta dei records originali (cartelle) dopo decriptaggio del codice. Verifica dellesattezza dei dati. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

31 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE: METODOLOGIA 58 pz. validati per risultati a 30 gg; 57 report completi; solo il 50% delle classificazioni compilate correttamente; lerrore più frequente: reintervento entro i 30gg non riportato! Ad es. nello SWED VASC: SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

32 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE Cè spazio per migliorare! SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

33 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE: ULTERIORI SVILUPPI AUDIT e PEER REVIEW Coinvolgimento di tutti i Centri per campionature statisticamente valide Strumento delicato: deve aiutare a crescere; evitare strumentalizzazioni delle Amministrazioni. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

34 IL PROBLEMA DELLA VALIDAZIONE Mortality depends on case-mix Chris Gis….. Case-mix adjusted risk models Crude mortality figures Case-mix adjusted risk figures SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

35 III REPORT - DATI 2003 L'ulteriore importante novità che questa edizione del Registro porta con sé, è l'elaborazione in termini di stratificazione dei fattori di rischio e dunque la possibilità di prevedere un rischio di complicanze atteso in rapporto ai fattori di rischio stessi: strumento utilissimo per confrontare i risultati della nostra attività quotidiana con previsioni stratificate di risultato, il tutto elaborato a partire dai dati reali della popolazione trattata nel nostro Paese. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

36 Concludo, con l'annuncio di un ulteriore passo avanti che potrà giocare un ruolo fondamentale per lo sviluppo ulteriore del nostro Registro. Dall'ottobre 2004 sarà possibile inviare i dati anche con lo strumento che dovrà diventare dal 2005 la via preferenziale, se non unica, di invio dei dati, quella informatica utilizzando il Portale Web, che a molti di Voi è stato presentato e che sarà da quella data regolarmente in funzione. III REPORT - DATI 2003 SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

37 REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG PROSPETTIVE FUTURE SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

38

39 Individuazione del paziente mediante un identificativo personale/episodio (codice criptato ricavato dal C.F. e/o codice sanitario) - Auditing e controllo qualità/dati - Follow-up clinico Creazione di un portale o sito web per limmissione e la elaborazione in tempo reale dei dati (con lausilio di sponsors?) PROSPETTIVE FUTURE SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

40 Vantaggi di un portale o sito web Controllo dei dati e valutazione statistica in tempo reale Necessità di hardware meno avanzato e costoso Possibilità di inserimento e consultazione dei dati ovunque ci si trovi Costi contenuti Possibilità di virtual meetings o forum SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

41 WEB PROSPETTIVE FUTURE SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

42 Sicurezza di accesso SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

43 Bacheche condivise e riservate SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

44 Ambiente semplice SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

45 Vocabolari centralizzati (con funzione didattica) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

46 Conteggi e statistiche on-line SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

47 Accesso semplificato alle cartelle SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

48 Data–entry veloce e guidato SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

49 Se correttamente compilato il REGISTRO rappresenta uno strumento essenziale che in futuro potrà essere utilizzato come ausilio di verifica della qualità della Chirurgia Vascolare Nazionale Italiana Consentirà un interscambio di dati con altri Registri Europei permettendo di realizzare una fotografia fedele dellattività chirurgica in Europa CONCLUSIONI SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

50 CONCLUSIONI Pur trattandosi di uno strumento perfettibile, il REGISTRO potrà comunque darci un quadro preciso dellattività chirurgica vascolare e dei risultati immediati Il REGISTRO permetterà di essere partners attivi dello Stato e delle Regioni nella programmazione e valutazione della Chirurgia Vascolare Nazionale Italiana SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

51 CONCLUSIONI Il REGISTRO infine, costituisce uno strumento moderno di riflessione su se stessi ed inoltre, una importante occasione per avere un ruolo propositivo nel nostro Paese e per continuare ad integrarsi con lEuropa chirurgica della quale siamo protagonisti non secondari. SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG

52 REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE-SICVE SICVEREG Grazie per lattenzione SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG


Scaricare ppt "SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE (SICVEREG) SICVE - REGISTRO ITALIANO DI CHIRURGIA VASCOLARE - SICVEREG."

Presentazioni simili


Annunci Google