La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

FUNZIONI Trasporto delle sostanze nutritive Attraverso i villi intestinali dellapparato digerente Trasporto dei gas respiratori CO 2 e O 2 (apparato respiratorio)

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "FUNZIONI Trasporto delle sostanze nutritive Attraverso i villi intestinali dellapparato digerente Trasporto dei gas respiratori CO 2 e O 2 (apparato respiratorio)"— Transcript della presentazione:

1

2 FUNZIONI Trasporto delle sostanze nutritive Attraverso i villi intestinali dellapparato digerente Trasporto dei gas respiratori CO 2 e O 2 (apparato respiratorio) Trasporto delle sostanze di rifiuto (portate allapparato escretore: reni) Trasporto di ormoni (ghiandole endocrine: PANCREAS, TIROIDE, IPOFISI, …) Difesa contro le infezioni (globuli bianchi contro i germi e le sostanze nocive) Termoregolazione Se il flusso superficiale aumenta cè dispersione di calore, al contrario se il flusso diminuisce cè mantenimento di calore.

3 Da che cosa è formato? CUORE ( motore per tenere il sangue in movimento) VASI SANGUIGNI Vene Arterie Capillari (rete stradale) SANGUE

4 IL SANGUE Tessuto connettivo fluido plasma

5 PLASMA 90 % ACQUA 10% ALTRE SOSTANZE SALI MINERALI SOSTANZE ORGANICHE mantenere costanti i valori della pressione mantenere neutro il sangue i sali di calcio servono per la coagulazione SOSTANZE NUTRITIVE: glucosio, grassi aminoacidi, vitamine SOSTANZE DI RIFIUTO: es. urea ENZIMI: regolano la velocità delle reazioni chimiche dellorganismo ORMONI PROTEINE: es. partecipano al processo di coagulazione ANTICORPI: proteine che hanno compito di difesa LIQUIDO DI COLORE GIALLO CHIARO

6 Parte corpuscolata Globulibianchi Globuli bianchi (o LEUCOCITI che in greco significa cellule bianche) Globuli rossi Globuli rossi (o ERITROCITI che in greco significa cellule rosse) Piastrine Piastrine (o TROMBOCITI che in greco significa cellule-grumo)

7 Globuli rossi o eritrociti FORMA: disco cavo al centro da entrambi i lati (occupano il minimo spazio ma hanno massima superficie). Sono per millimetro cubo nelluomo e circa nella donna. Sono cellule che perdono il loro nucleo quando sono mature. Sono rossi per la presenza di EMOGLOBINA (proteina in grado di legare lossigeno e lanidride carbonica). Sono prodotti dal MIDOLLO OSSEO (ricorda il tessuto EMOPOIETICO) ed distrutti dalla MILZA e dal FEGATO (dopo circa 120 giorni). Non hanno movimenti propri ma vengono trasportati passivamente dal flusso del sangue. Sono dotati di grande elasticità e perciò possono allungarsi e deformarsi in vario modo per passare attraverso spazi più piccoli del loro diametro.

8 Globuli bianchi o leucociti FORMA: quasi sferica e di dimensione più grande dei globuli rossi. Sono 5.000/7.000 per millimetro cubo. Sono cellule che hanno nucleo e sono incolori. Sono prodotti dal MIDOLLO OSSEO, nei LINFONODI e nella MILZA e distrutti dalla MILZA (dopo circa giorni). Hanno movimenti propri e hanno la capacità di passare sia attraverso le pareti dei vasi sanguigni che attraverso i tessuti. Svolgono essenzialmente la funzione di difesa: alcuni accorrono nei tessuti dove sono penetrati batteri o sostanze estranee e li circondano emettendo dei prolungamenti della massa cellulare e poi li distruggono. altri producono anticorpi che neutralizzano lazione di virus e batteri. Si dividono in GRANULOCITI, LINFOCITI e MONOCITI.

9 Piastrine o trombociti Sono frammenti di cellule privi di nucleo e di dimensione circa 1/3 di quella dei globuli rossi. Sono / per millimetro cubo. Sono prodotti dal MIDOLLO OSSEO e distrutti dalla MILZA. Le piastrine favoriscono il processo di coagulazione del sangue: ad esempio nel caso di una ferita restringono lapertura del capillare per diminuire la fuoriuscita del sangue, si depositano sulle lesioni e si riuniscono in piccoli ammassi, detti trombi, che chiudono la lesione. Nella coagulazione interviene anche una proteina del plasma, il FIBRINOGENO, che si trasforma in FIBRINA, una sostanza filamentosa che consolida il trombo formando il COAGULO (ammasso di piastrine e globuli rossi). Hanno una vita media di 3 – 4 giorni.

10 I gruppi sanguigni I globuli rossi, anche se apparentemente sono uguali, possono presentare sulla superficie degli ANTIGENI di due tipi diversi A e B, in grado di formare ANTICORPI che rimangono nel plasma e che aggrediscono gli agenti estranei. Dalle possibili combinazioni tra gli antigeni derivano i 4 gruppi sanguigni: A, B, AB, O (a seconda che siano presenti gli antigeni A, B, A e B, nessuno). Gruppo sanguigno Antigeni presenti sui globuli rossi Anticorpi presenti nel plasma AAanti-B BBanti-A AB OO anti-A anti-B

11 Ovviamente a causa della presenza degli antigeni i diversi tipi di sangue non sono tutti compatibili. Le persone di gruppo O sono dette donatori universali, mentre quelle di gruppo AB riceventi universali

12 La superficie dei globuli rossi può contenere anche un altro carattere importante: il fattore Rh. Se è presente il sangue è classificato come Rh + se è assente come Rh -. Purché i gruppi sanguigni siano compatibili, chi ha un fattore Rh + può ricevere sangue da qualsiasi altro individuo, un individuo con fattore Rh - può ricevere solo sangue con fattore Rh -. Il gruppo sanguigno è una caratteristica personale, che viene trasmessa dai genitori ai figli, e non può essere modificata nel corso della vita. Ricevere sangue non compatibile può compromettere la sopravvivenza del ricevente.

13 LE VIE DEL SANGUE: ARTERIE VENE e CAPILLARI ARTERIE: da CUORE alla PERIFERIA del corpo pareti robuste ed elastiche (si dilatano al passaggio del sangue) con fibre di muscolature liscia; solitamente scorrono in profondità, fatta eccezione per le arterie dei polsi, del collo, della piega del gomito, delle tempie; si ramificano in vasi più piccoli, le ARTERIOLE, che a loro volta si ramificano in capillari.

14 VENE: dalla PERIFERIA del corpo al CUORE. pareti sottili e poco elastiche (sono condotti passivi) si dividono in vasi più piccoli, le venule hanno un diametro maggiore rispetto alle arterie presentano valvole, dette a nido di rondine, che impediscono al sangue di tornare indietro

15 CAPILLARI Diametro poco più grande di una cellula del sangue Pareti molto sottili formate da un unico strato di cellule per favorire gli scambi con le cellule dei tessuti. Poiché le pareti sono a contatto con il liquido interstiziale che circonda le cellule dei tessuti, avviene lo scambio di materiali tra sangue e cellule. La superficie complessiva dei capillari è talmente estesa da essere paragonabile a quella di un campo da calcio.

16

17

18 IL CUORE ( o miocardio) Muscolo situato nella cavità toracica tra i polmoni (verso sinistra) Membrana di rivestimento: esternamente PERICARDIO (protezione) internamente ENDOCARDIO (membrana più sottile) Dimensioni di un pugno chiuso Peso: circa 300 grammi Irrorato da arterie CORONARIE E attraversato da NERVI CARDIACI che lo collegano ai centri nervosi che regolano la frequenza cardiaca. Tessuto muscolare cardiaco (cellule a Y)

19 SANGUE OSSIGENATO SANGUE CARICO DI CO2 Tricuspide a destra Bicuspide o mitralica a sinistra Valvole tra ventricoli e arterie

20 I numeri del cuore Nelladulto il cuore, quando il corpo è a riposo, batte circa 70 volte al minuto e ad ogni pulsazione spinge nelle arterie circa 75 ml di sangue. FREQUENZA CARDIACA (battiti al minuto) GITTATA CARDIACA (litri al minuto) 70 bat/min x 75 ml/bat = 5250 ml/min = 5,25 l/min 5,25 l/min x 60 min = 315 l/ora 315 l/ora x 24 ore = 7560 l/giorno OSS. 1 Il corpo contiene circa 5 l di sangue, quindi ogni minuto il sangue fa un giro completo dellorganismo. OSS. 2 I valori in realtà sono maggiori in quanto il corpo non è sempre a riposo.

21 Come funziona il cuore Due movimenti alternati: SISTOLE (o contrazione) DIASTOLE (o dilatazione) Il sangue arriva negli atri che si dilatano Gli atri si contraggono e spingono il sangue nei ventricoli che si dilatano CICLO CARDIACO: 4 FASI Contrazione dei ventricoli che spingono il sangue nelle arterie Per circa mezzo secondo il cuore si riposa.

22 COME CIRCOLA IL SANGUE Luomo ha una circolazione: doppia perché è suddivisa in due circuiti ben distinti tra di loro completa perché sangue arterioso e sangue venoso non si mescolano mai.

23 LA PICCOLA CIRCOLAZIONE (o circolazione polmonare) CUORE POLMONI CUORE atrio destro ventricolo destro arteria polmonare (si divide in due) scambio di gas a livello degli alveoli 4 vene polmonari atrio sinistro

24 LA GRANDE CIRCOLAZIONE (o circolazione sistemica) CUORE TESSUTI CUORE atrio sinistro ventricolo sinistro aorta corpo: tutti gli organi vena cava (ramo superiore e ramo inferiore) atrio destro

25 IL SISTEMA LINFATICO LIQUIDO INTERSTIZIALE: liquido nel quale sono immerse le cellule utile per gli scambi tra sangue e cellule stesse formato dal plasma che trasuda dallultima porzione dei capillari contiene sali minerali e piccole molecole, ma non proteine

26 Parte del liquido interstiziale rientra nei capillari, ma non tutto, quindi deve essere raccolto e incanalato da un apposito sistema di vasi: il SISTEMA LINFATICO (vasi linfatici e linfa che è ricca di globuli bianchi)

27 Organi del sistema linfatico Principale punto di raccolta della linfa Stazioni che la linfa incontra scorrendo verso le vene. vengono prodotti i globuli bianchi le particelle estranee (cellule cancerogene, corpuscoli di polvere, batteri, …) sono inglobate o distrutte o trattenute. Difendono lorganismo dai microbi che entrano dallesterno con la respirazione e con gli alimenti Produce linfociti T Fabbrica di globuli bianchi, distrugge i globuli rossi invecchiati e inservibili, ne genera di nuovi. Funziona da serbatoio per il sangue: se necessario versa in circolo la sua riserva di sangue contraendosi rapidamente, generalmente si avverte fitta di dolore.


Scaricare ppt "FUNZIONI Trasporto delle sostanze nutritive Attraverso i villi intestinali dellapparato digerente Trasporto dei gas respiratori CO 2 e O 2 (apparato respiratorio)"

Presentazioni simili


Annunci Google