La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

P. 1 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "P. 1 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia."— Transcript della presentazione:

1 p. 1 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 PROVINCIA DI MILANO Affari Sociali Settore Sviluppo delle professionalità Seminario di formazione: I NUOVI ASSETTI ISTITUZIONALI DEI SERVIZI: Approfondimenti alla luce della documentazione del gruppo Docente: Paolo Ferrario Sito Web E.Mail 3° edizione Il docente Paolo Ferrario (Como, 1948) dal 1972 svolge attività di formazione e ricerca nel settore delle politiche sociali ed organizzative dei servizi socio-sanitari. Attualmente è docente a contratto privato di Legislazione sociale e sanitaria presso il Progest - Corso di laurea specialistica in Programmazione e gestione delle politiche e dei servizi sociali dellUniversità di Milano - Bicocca. Nel è stato docente di Politica sociale e Legislazione al Corso di laurea in servizio sociale dellUniversità Cà Foscari di Venezia.. Per la Provincia di Milano – Settore Politiche sociali, Unità Operativa formazione dal 1998 svolge corsi, seminari e laboratori didattici i tema di: evoluzione degli assetti istituzionali dei servizi socio-sanitari; Valutazione della qualità dei servizi sociali; Carte dei servizi sociali. Pubblicazioni recenti: voce Servizi sociali, in Dizionario di servizio sociale, a cura di M. Dal Pra Ponticelli, Carocci Faber, Roma 2005, p ; Gli attori e la rete dei servizi, in Costruire l'integrazione sociosanitaria, a cura di G. Bissolo e L. Fazzi, Carocci Faber, Roma 200, p ; Le politiche sociali e legislative per gli anziani nel sistema dei servizi italiano, in Anziani e sistemi di Welfare. Lombardia, Italia, Europa, a cura di Carla Facchini, Franco Angeli, pagg. 117 – 180; Politica dei servizi sociali – Strutture, trasformazioni, legislazione, Carocci Editore, Roma 2001, p. 498 e (in collaborazione con altri autori) La qualità nei servizi socio-sanitari: processi di costruzione della Carta dei servizi in una RSA, Carocci Faber, Roma, p Ha progettato e gestisce il sito di documentazione in materia di politica dei servizi sociali Dossier didattico n. 1 Relativo allincontro del 6 marzo 2007 INTRODUZIONE AL SEMINARIO, METODI DI ANALISI DELLE POLITICHE LEGISLATIVE, RICOGNIZIONE SULLE RISORSE DEL GRUPPO Laula virtuale del seminario è al seguente indirizzo:

2 p. 2 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 Il corso in forma di mappa cognitiva Servizi sociali Nuovi assetti istituzionali: seminario di approfondimento obiettivi Approfondire le politiche legislative ed amministrative dei servizi socio-sanitari Analizzare la documentazione tecnica proposta dal gruppo-formazione Elaborare materiali scritti per ulteriore studio e riflessione e rendere disponibile altri materiali di studio Realizzazione Ripresa del Corso – base: concetti chiave Metodi e tecniche per lanalisi professionale della documentazione legislativa ed amministrativa nel settore dei servizi socio-sanitari Individuazione di documenti di lavoro professionale Analisi elaborazione di gruppo Elaborazione dei dossier didattici

3 p. 3 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 METODI E TECNICHE DI LAVORO PER QUESTA ATTIVITA FORMATIVA BREVI LEZIONI MIRATE DISCUSSIONE NEL GRUPPO: INDIVIDUAZIONE DELLE PROBLEMATICHE ORGANIZZATIVE E PROFESSIONALI PREDISPOSIZIONE DI DOSSIER DIDATTICI CHE DOCUMENTANO IL PERCORSO FORMATIVO (Verba volant, scripta manent) ULTERIORE DOCUMENTAZIONE TECNICA COLLOCATA NELLE PAGINE DELLAULA VIRTUALE DEL SITO LEZIONI DISCUSSIONE ELABORAZIONE DOSSIER DIDATTICI SITO

4 p. 4 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 COSA SI INTENDE PER ASSETTO ISTITUZIONALE DEI SERVIZI ? BISOGNI DOMANDA OFFERTA SITUAZIONI PROBLEMATICHE CAMPO INTER-ISTITUZIONALE DEL SISTEMA DELLOFFERTA ASSETTO ISTITUZIONALE ASSETTO ORGANIZZATIVO Enti pubblici e privati che producono i servizi; Le loro competenze; Il territorio su cui svolgono le loro funzioni; Le connessioni fra enti nella regione e nei territori

5 p. 5 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 PROBLEMI OFFERTA REGOLE LEGISLATIVE LE REGOLE LEGISLATIVE COME INDICATORI DELLE POLITICHE SOCIALI SISTSER

6 p. 6 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 DUE SIGNIFICATI ATTRIBUIBILI ALLA LEGGE 328/200 CULTURALEISTITUZIONALE Forte valore culturale per la storia dei servizi sociali, testimoniato anche dalle azioni legislative, amministrative e programmatorie successive al 2000 Valore legislativo attenuato, dopo la riforma costituzionale del 2001; Ruoli interattivi di Regioni e Comuni nella attuazione (un doppia presenza)

7 p. 7 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 LA REGOLAZIONE DEI SERVIZI SANITARI DOPO LA RIFORMA DEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE REGIONI COMUNI OFFERTA dei SERVIZI SANITARI e SOCIO-SANITARI LEGISLAZIONE ESCLUSIVA © Paolo Ferrario STATO Norme generali sulla tutela della salute, sicurezza e qualità alimentari Livelli essenziali delle prestazioni… diritti civili e sociali … Partecipano alla programmazione ASL Az. Osp.

8 p. 8 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 LA REGOLAZIONE DEI SERVIZI SOCIALI DOPO LA RIFORMA DEL TITOLO V DELLA COSTITUZIONE REGIONI COMUNI LEGISLAZIONE ESCLUSIVA QUINDI: REGOLAZIONE CONDIVISA FRA REGIONI E COMUNI © Paolo Ferrario STATO Livelli essenziali delle prestazioni… diritti civili e sociali … OFFERTA dei SERVIZI SOCIALI GESTIONE e PROGRAMMAZIONE ASL Az. Osp. Connessioni inter-istituzionali inter-organizzative inter-professionali ai fini della integrazione

9 p. 9 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 METODI E TECNICHE DI LETTURA ED ANALISI PROFESSIONALE DEI TESTI NORMATIVI IN MATERIA DI SERVIZI SOCIALI E SANITARI Usare le fonti di documentazione normativa Leggere in modo mirato i testi normativi Interpretare alla luce delle esigenze organizzative e professionali le norme con particolare attenzione a: –Contesto storico e socio-culturale delle politiche legislative –Composizione della rete dei servizi e sue trasformazioni –Modalità di regolazione del sistema dei servizi –Ruoli e posizione istituzionale degli attori del sistema (enti pubblici, enti del terzo settore, enti privati) –Azioni istituzionali ed inter-istituzionali –Processi amministrativi ed organizzativi attivati –Connessioni fra le varie politiche legislative ed amministrative –Effetti professionali delle regole Elaborare strumenti di rappresentazione visiva dei processi in atto: –Mappe –Matrici –Periodizzazioni –Diagrammi di procedura –Organigrammi e funzionigrammi OBIETTIVI:

10 p. 10 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 La legislazione e, più in generale, la documentazione normativa sono sensibili indicatori del funzionamento della rete dei servizi QUALE USO FANNO GLI OPERATORI DEI SERVIZI DELLA LEGISLAZIONE (*) RETE dei SERVIZI LEGISLAZIONE Fornisce informazioni su STORIA RETE SOGGETTI LEGAMI ORGANIZZAZIONI PROFESSIONI

11 p. 11 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 LE LEGGI E PIU IN GENERALE LE NORMATIVE CONTENGONO INFORMAZIONI CHE POSSONO DIVENTARE POTENTI INDICATORI delle POLITICHE PUBBLICHE e SOCIALI QUESTI INDICATORI, UTILIZZATI ASSIEME AD ALTRI (ESPERIENZE OPERATIVE; RICERCHE PSICO-SOCIALI ; DATI SOCIO-DEMOGRAFICI ED ECONOMICI; …) AIUTANO A COMPRENDERE IL FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DEI SERVIZI LE LEGGI CHE REGOLANO LE POLITICHE SOCIALI: 1. SONO IL RISULTATO DEI CAMBIAMENTI SOCIALI E DELLE INTERPRETAZIONI CHE NE DANNO I SOGGETTI DELLA POLITICA 2. NELLO STESSO TEMPO SONO UN PUNTO DI PARTENZA 3. INFINE PRODUCONO EFFETTI SUL SISTEMA SOCIALE LEGGE SISTEMA SOCIALE 1. RISULTATO 2. PUNTO Di PARTENZA 3. EFFETTI LEG

12 p. 12 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 MotivazioniStrumenti Perché ? Comprendere le cause di un assetto, i fattori che le hanno determinate, le motivazioni delle scelte e le conseguenti decisioni Griglie cognitive Schemi di analisi pertinenti; Esperienze organizzative e professionali; Ricerche Quando ? Collocare storicamente le scelte di politica legislativa Tavole o diagrammi di periodizzazione Chi ? Individuare i soggetti istituzionali e le unità organizzative che sono in gioco nel funzionamento dei servizi Matrici dei testi Mappe Che cosa e Come ? Ricercare le definizioni giuridico-istiiuzionali Glossari delle definizioni; Grafici di procedura Dove ? Comprendere i livelli territoriali di azione Mappe LE DOMANDE FONDAMENTALI PER INTERROGARE I TESTI NORMATIVI CON LOBIETTIVO DI COMPRENDERE GLI ASSETTI ISTITUZIONALI

13 p. 13 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 IL TESTO NORMATIVO SI PRESTA AD ESSERE ANALIZZATO COME UN QUALSIASI TESTO SCRITTO OBIETTIVI DELLEMITTENTE CONTESTO DELLA COMUNICAZIONE MESSAGGIO CANALE PER LA TRASMISSIONE DELLE INFORMAZIONI CODICE LINGUISTICO DESTINATARIO / DESTINATARI DELLINFORMAZIONE OBIETTIVI DELLA COMUNICAZIONE RETRO-AZIONI (FEED-BACK) DELLA COMINICAZIONE LEG

14 p. 14 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 I TESTI NORMATIVI SONO MATERIALI INFORMATIVI RICCHI DI INDIZI SU: STORIA DELLASSISTENZA, SANITA, SERVIZI SOCIALI ED EDUCATIVI ORIENTAMENTI CULTURALI DI UN PERIODO CRITERI DI INTERCETTAZIONE DEI BISOGNI E DELLE DOMANDE SOCIALI SVILUPPO ECONOMICO E FINANZIAMENTO STRUTTURA E COMPOSIZIONE DELLA RETE ISTITUZIONALE ED ORGANIZZATIVA DELL OFFERTA COMPORTAMENTI DEGLI ATTORI ISTITUZIONALI E SOCIALI (PARTITI, COALIZIONI DI GOVERNO E DI OPPOSIZIONE; REGOLE ELETTORALI; ENTI STATALI, REGIONALI, LOCALI; GRUPPI PROFESSIONALI) LEG

15 p. 15 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 LANALISI DEGLI ENTI Una mappa di riferimento ENTI del SISTEMA dei SERVIZI SISTSER le REGOLE Tipo di OFFERTA DOMANDA su cui intervengono CULTURA Orientamenti normativi e di valore che ne sostengono lazione

16 p. 16 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 DUE METAFORE INTERESSANTI PER LANALISI DELLE REGOLE NORMATIVE L OROLOGIO DELLE RIFORME PER COLLOCARE NEL TEMPO SCELTE LEGISLATIVE E CONSEGUENZE ORGANIZZATIVE E PROFESSIONALI IL GIOCO DEGLI SCACCHI PER RIFLETTERE SU SISTEMA, REGOLE DEL GIOCO, STRATEGIE DEGLI ATTORI

17 p. 17 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1

18 p. 18 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 IL CICLO DELLE POLITICHE PUBBLICHE Messa in AGENDA IDENTIFICAZIONE DEL PROBLEMA DEFINIZIONE degli OBIETTIVI PROGETTAZIONESTUDIO ELABORAZIONE DECISIONESCELTA FRA ALTERNATIVE REALIZZAZIONEAZIONI AMMINISTRATIVE, ORGANIZZATIVE PROFESSIONALI VALUTAZIONEANALISI DEI RISULTATI IN RAPPORTO AGLI OBIETTIVI WS

19 p. 19 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 OGNI PEZZO E MOSSO IN FUNZIONE DEL RUOLO CHE SVOLGE: IL RE PUO MUOVERSI LUNGO QUALSIASI DIREZIONE, PERO DI UNA SOLA CASELLA LA REGINA PUO MUOVERSI LUNGO QUALSIASI DIREZIONE NEL NUMERO DI CASELLE DESIDERATO LA TORRE PUO MUOVERSI SOLO LUNGO LE CASELLE ORIZZONTALI E VERTICALI, MAI LUNGO LE DIAGONALI L ALFIERE PUO MUOVERSI PER UN QUALSIASI NUMERO DI CASELLE, PERO SOLO LUNGO LE DIAGONALI. QUINDI PUO MUOVERSI SOLO LUNGO LE CASELLE DI UN UNICO COLORE E SOLO LUNGO LA META DELLE CASELLE DELLA SCACCHIERA LA MOSSA DEL CAVALLO DESCRIVE UNA L: DUE CASELLE A SINISTRA, DESTRA, IN ALTO O IN BASSO E POI, DOPO UNA ROTAZIONE DI 90, UNALTRA CASELLA IL PEDONE PUO MUOVERSI SOLO DI UNA CASELLA ALLA VOLTA. PERO, QUANDO E NELLA POSIZIONE INIZALE, PUO MUOVERSI ANCHE DI DUE CASELLE GLI ATTORI DELLE POLITICHE SOCIALI E LA METAFORA DEL GIOCO DEGLI SCACCHI SISTSER

20 p. 20 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 FUNZIONAMENTO DEL SISTEMA DEI SERVIZI E LA METAFORA DEGLI SCACCHI SISTEMA DEI SERVIZIGIOCO DEGLI SCACCHI CAMPO O SITUAZIONE ENTRO CUI OPERANO I VARI SOGGETTI LA SCACCHIERA ATTORI, SOGGETTII VARI PEZZI DEL GIOCO REGOLETIPO DI MOSSA GLI OBIETTIVISINGOLE MOSSE ORIENTATE AGLI OBIETTIVI STRATEGIE ossia il rapporto fra vincoli e possibilità IL COMPLESSO DELLE MOSSE DEI GIOCATORI SISTSER

21 p. 21 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 OPERAZIONI LOGICHE CONNESSE ALLA COSTRUZIONE DELLE PERIODIZZAZIONI INDIVIDUARE IL CICLO TEMPORALE DI UNA AZIONE LEGISLATIVA ASSOCIARE AD ESSO I POSSIBILI SIGNIFICATI Esempio 1

22 p. 22 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 Esempio 2

23 p. 23 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 OPERAZIONI LOGICHE CONNESSE ALLA COSTRUZIONE DELLE MATRICI INDIVIDUARE I PUNTI CHIAVE DI UNA REGOLAZIONE NORMATIVA ASSOCIARE A CIASCUN PUNTO CHIAVE ARTICOLI, COMMI, PARAGRAFI PERTINENTI Esempio

24 p. 24 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia di Milano – Affari Sociali – Settore Sviluppo delle Professionalità Assetti istituzionali dei servizi – Seminario di approfondimento 3° edizione - marzo 2007 Dossier 1 OPERAZIONI LOGICHE CONNESSE ALLA COSTRUZIONE DELLE MAPPE RAPPRESENTARE VISIVAMENTE SOGGETTI ED AZIONI DI UN SISTEMA ISTITUZIONALE INDIVIDUARE LE CONNESSIONI FRA LE VARIE COMPONENBTI DEL SISTEMA Esempio


Scaricare ppt "P. 1 © Paolo Ferrario: riproduzione riservata solo ai partecipanti ai corsi di formazione Dott. Paolo Ferrario Provincia."

Presentazioni simili


Annunci Google