La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Finalità del corso: cfr. teorie su un quesito comune Che cosa caratterizza la lingua della pubblicità rispetto alluso comune delle parole e agli altri.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Finalità del corso: cfr. teorie su un quesito comune Che cosa caratterizza la lingua della pubblicità rispetto alluso comune delle parole e agli altri."— Transcript della presentazione:

1 Finalità del corso: cfr. teorie su un quesito comune Che cosa caratterizza la lingua della pubblicità rispetto alluso comune delle parole e agli altri impieghi delle lingue verbali? Approccio storico-socioling.: Chi dove quando e perché si crea il LP? Come è cambiata la lingua comune con la nascita della pubblicità? Come è cambiato il linguaggio pubblicitario in diacronia? Approccio semiotico: Che cosa significa e come fa a strutturare e veicolare significati tramite parole e messaggi iconici? Approccio pragmatico: Che cosa ottiene e come fa a compiere atti comunicativi tramite parole non dette e immagini non attualizzate, ma implicate? Cosa vuol dire implicatura? Approccio retorico: Che cosa utilizza per persuadere e come fa a strutturare argomentazioni logiche (lógos) ed emotive (éthos/páthos)

2 Approccio semiotico Differenze tra Marketing e Semiotica azienda accademia analisi ricez/produz produz/ricez Marketing relazionale/Semotica____ -Acquirente attivo -Maggiori contenuti di intelligibilità, pertinenza, differenziazione

3 Semiotica generativa (Algirdas Julien Greimas, Semantica strutturale, Milano, Rizzoli 1968) Analizzabilità segni>solo tramite la parola Percorso generativo della significazione Strutture discorsive Strutture semionarrative di superficie profonde

4 Semiotica generativa (Algirdas Julien Greimas) Strutture discorsive: temporalizzazione attorizzazione> tematizzazione figurativizzazione iconizzazione spazializzazione Strutture semionarrative di superficie narrazioni>modello attanziale profonde valori>quadrato semiotico

5 Modello attanziale (Greimas > Vestergaard-Scrøder The language of Ads, 1985) Destinante Oggetto Destinatario Aiutante Soggetto Opponente ________________________________________ Sanatogen SaluteConsumatore Smile Vitamine ConsumatoreDieta SmileSnacks

6 Quadrato semiotico (Floch J.M. Semiotica, marketing e comunicazione, Franco Angeli, Milano 1992 contrari>es. S1bianco S2nero S3non bianco S4nonnero S1-S2grigio S3-S4 contraddizione complementari Utilità Valori utilitari Manegevolezza, confort, affidabilità Critica Valori non esistenziali Costi/benefici Qualità/prezzo Utopica Valori esistenziali Vita, identità avventura Ludica Valori non utilitari gratuità raffinatezza Funzione di rappresentazione>oggettuale Funzione costruttiva> mitico

7 Semprini 1993 il mapping semiotico utopico pratiico critico ludico missione informazione progetto euforia

8 Guido Ferraro regimi discorsivi

9 Analisi Floch Claim; Take a Break in the Rush mise en abîme : collocato nellabisso, nellinfinito; è la tecnica figurativa e narrativa del mettere un evento dentro una cornice e poi unaltra, e ancora.

10


Scaricare ppt "Finalità del corso: cfr. teorie su un quesito comune Che cosa caratterizza la lingua della pubblicità rispetto alluso comune delle parole e agli altri."

Presentazioni simili


Annunci Google