La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA REGIONALE E LE MALATTIE RESPIRATORIE Anna Maria Moretti Bari, 15-12-2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA REGIONALE E LE MALATTIE RESPIRATORIE Anna Maria Moretti Bari, 15-12-2007."— Transcript della presentazione:

1 LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA REGIONALE E LE MALATTIE RESPIRATORIE Anna Maria Moretti Bari,

2 OSPEDALE OSPEDALE TERRITORIO MMG

3 ORGANIZZAZIONE DELLA PNEUMOLOGIA Finalità migliorare la qualità dellassistenza domiciliare, privilegiando ove possibile il trattamento at home migliorare la qualità dellassistenza domiciliare, privilegiando ove possibile il trattamento at home migliorare la qualità di vita dei pazienti affetti da patologia respiratoria migliorare la qualità di vita dei pazienti affetti da patologia respiratoria migliorare la qualità delle prestazioni mediche pneumologiche migliorare la qualità delle prestazioni mediche pneumologiche ottimizzare la spesa sanitaria ottimizzare la spesa sanitaria decongestionare le U.O. di Terapia Intensiva Generale decongestionare le U.O. di Terapia Intensiva Generale

4 PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Prevenzione, diagnosi e cura della TBC Prevenzione, diagnosi e cura della TBC Attività pneumologica ambulatoriale Attività pneumologica ambulatoriale O2-terapia a lungo termine O2-terapia a lungo termine Lotta al tabagismo Lotta al tabagismo Educazione sanitaria Educazione sanitaria Assistenza respiratoria domiciliare Assistenza respiratoria domiciliare Obiettivi

5 PNEUMOLOGIA OSPEDALIERA Diagnosi, terapia, riabilitazione in fase acuta Diagnosi, terapia, riabilitazione in fase acuta Gestione dellemergenza pneumologica Gestione dellemergenza pneumologica Gestione dellurgenza pneumologica Gestione dellurgenza pneumologica Assistenza multidisciplinare Assistenza multidisciplinare Obiettivi

6 PNEUMOLOGIA OSPEDALIERA Terapia intensiva respiratoria (UTIR) Terapia intensiva respiratoria (UTIR) Diagnostica invasiva Diagnostica invasiva Pneumologia oncologica Pneumologia oncologica Fisiopatologia respiratoria Fisiopatologia respiratoria Pneumologia allergologica Pneumologia allergologica Infettivologia respiratoria e tisiologia Infettivologia respiratoria e tisiologia Pneumologia riabilitativa Pneumologia riabilitativa Settori di interesse

7 PIANO SANITARIO REGIONALE Indice Introduzione Introduzione Le nuove fragilità Le nuove fragilità Obiettivi di sistema Obiettivi di sistema Contrasto alle patologie prevalenti Contrasto alle patologie prevalenti Le azioni strategiche Le azioni strategiche Le risorse Le risorse

8 INTRODUZIONE Dati epidemiologici Dati epidemiologici PSR delib.G.R.553/07

9 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE REGIONE PUGLIA Donne Uomini Donne Uomini Artrosi/artrite 21.8% 14.6% Artrosi/artrite 21.8% 14.6% Osteoporosi 9.2% 1.1% Osteoporosi 9.2% 1.1% Malattie allergiche 10.5% 4.7% Malattie allergiche 10.5% 4.7% BPCO 4.2% 4.8% BPCO 4.2% 4.8% Infarto 1.1% 2.4% Infarto 1.1% 2.4% Dati epidemiologici

10 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE REGIONE PUGLIA Il Sud e le Isole presentano tassi più elevati Il Sud e le Isole presentano tassi più elevati per patologie croniche gravi e disabilità Lo status sociale basso è indice di rischio di Lo status sociale basso è indice di rischio dicronicità Dati epidemiologici

11 FATTORI di RISCHIO Dati epidemiologici Sviluppo di politiche sanitarie appropriate Sviluppo di politiche sanitarie appropriate Predire il futuro carico di malattia Predire il futuro carico di malattia Identificare i possibili interventi Identificare i possibili interventi

12 PIANO DI SALUTE Metodologia di pianificazione Assenza di sistema di sorveglianza epidemiologica delle cronicità Assenza di sistema di sorveglianza epidemiologica delle cronicità Necessità di programmare lassistenza Necessità di programmare lassistenza Intervento informatico (Sanità elettronica) Intervento informatico (Sanità elettronica)

13 Le nuove fragilità Gli anziani Gli anziani Immigrazione Immigrazione Fumo di tabacco Fumo di tabacco Il paziente oncologico Il paziente oncologico PSR delib.G.R.553/07

14 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE REGIONE PUGLIA Europa ( Italia Germania) > 20% Europa ( Italia Germania) > 20% Tasso di natalità/ tasso di mortalità Tasso di natalità/ tasso di mortalità Anziani

15 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Aumento degli indici di vecchiaia Aumento degli indici di vecchiaia Dipendenza strutturale Dipendenza strutturale Innalzamento età media Innalzamento età media Anziani-Regione Puglia

16 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Impatto esercitato sui meccanismi economici Impatto esercitato sui meccanismi economici Conoscenza dei fenomeni biologici e fisiologici Conoscenza dei fenomeni biologici e fisiologici Capacità di risposta dei sistemi sanitari alla Capacità di risposta dei sistemi sanitari alla domanda di cura Anziani-Regione Puglia

17 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Problematiche sociologiche (solitudine) Problematiche sociologiche (solitudine) Problematiche economiche (spesa sanitaria) Problematiche economiche (spesa sanitaria) Problematiche organizzative (ospedali low-care, Problematiche organizzative (ospedali low-care, assistenza domiciliare) Anziani

18 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Questione sociale Questione sociale Questione economica Questione economica Questione sanitaria Questione sanitaria Immigrazione

19 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Lazio Lazio Puglia Puglia Sicilia Sicilia Finanziaria 2007 Finanziaria 2007 Immigrazione-centro di riferimento

20 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Centri di accoglienza Centri di accoglienza Garanzia di tutela sanitaria Garanzia di tutela sanitaria Servizi di prevenzione, diagnosi e cura Servizi di prevenzione, diagnosi e cura (soprattutto tbc) Immigrazione-interventi

21 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Fumo di tabacco Fumo di tabacco Abuso di alcool Abuso di alcool Uso di sostanze stupefacenti Uso di sostanze stupefacenti Dipendenze patologiche

22 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE REGIONE PUGLIA I fumatori in Italia sono 10 milioni 925 mila I fumatori in Italia sono 10 milioni 925 mila pari al 21.7% della popolazione di età >14 a. I giovani iniziano a fumare prima rispetto a 5 a. fa I giovani iniziano a fumare prima rispetto a 5 a. fa Numero di fumatori che smettono è ancora basso Numero di fumatori che smettono è ancora basso Fumo di sigaretta

23 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Educazione alla salute Educazione alla salute Programmi di disassuefazione Programmi di disassuefazione Centri antifumo Centri antifumo Intervento dei MMG Intervento dei MMG Protezione dei non-fumatori dal fumo passivo Protezione dei non-fumatori dal fumo passivo Fumo di tabacco

24 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Programmi di prevenzione Programmi di prevenzione Centri residenziali per cure palliative Centri residenziali per cure palliative Implementazione dellassistenza domiciliare Implementazione dellassistenza domiciliare Istituzione della consulta oncologica regionale Istituzione della consulta oncologica regionale Rete oncologica regionale Rete oncologica regionale Paziente oncologico

25 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Unità operative ( Pneumologia, Ch.Toracica…) Unità operative ( Pneumologia, Ch.Toracica…) Hospice (Triggiano, Monopoli,….) Hospice (Triggiano, Monopoli,….) Servizi distrettuali per lassistenza domiciliare Servizi distrettuali per lassistenza domiciliare Associazioni di volontariato Associazioni di volontariato Rete oncologica regionale

26 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Coinvolgimento di paziente e famiglia Coinvolgimento di paziente e famiglia Continuità assistenziale fra territorio e ospedale Continuità assistenziale fra territorio e ospedale Monitoraggio continuo della patologia Monitoraggio continuo della patologia Intervento su ricorsi inappropriati a prestazioni Intervento su ricorsi inappropriati a prestazioni Rete oncologica regionale: interventi

27 Obiettivi di sistema Prevenzione delle mal.croniche Prevenzione delle mal.croniche Ambiente Ambiente Assistenza territoriale Assistenza territoriale Assistenza ospedaliera Assistenza ospedaliera Riabilitazione Riabilitazione PSR delib.G.R.553/07

28 PREVENZIONE DELLE MALATTIE CRONICO-DEGENERATIVE Considerazioni 70% della spesa sanitaria 70% della spesa sanitaria 80% delle cause di morte 80% delle cause di morte Le malattie respiratorie occupano il III° posto Le malattie respiratorie occupano il III° posto Possibile controllo dei fattori di rischio Possibile controllo dei fattori di rischio

29 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Corretta alimentazione Corretta alimentazione Educazione alla salute e controllo del fumo Educazione alla salute e controllo del fumo Riduzione del consumo di alcool Riduzione del consumo di alcool Favorire lattività fisica Favorire lattività fisica Obiettivi

30 Territorio Ospedale

31 ASSISTENZA TERRITORIALE Modello organizzativo di distretto Modello organizzativo di distretto Unità territoriali di Cure Primarie Unità territoriali di Cure Primarie Progetto di piano di salute

32 ASSISTENZA OSPEDALIERA Maggiore appropriatezza dei ricoveri Maggiore appropriatezza dei ricoveri Riduzione del n° ricoveri Riduzione del n° ricoveri Riduzione del n° giornate di degenza Riduzione del n° giornate di degenza Turn-over più veloce Turn-over più veloce Efficiente utilizzo dellospedale Efficiente utilizzo dellospedale Progetto di piano di salute

33 RETE OSPEDALIERA Progetto di piano di salute Centri di eccellenza Centri di eccellenza Livello intermedio (discipline specialistiche) Livello intermedio (discipline specialistiche) Primo livello (discipline base) Primo livello (discipline base)

34 Criticità Blocco finanziamenti Blocco finanziamenti Impossibilità alle assunzioni Impossibilità alle assunzioni Carenza di specialisti Carenza di specialisti PSR delib.G.R.553/07 DISCIPLINE AD ELEVATA COMPLESSITA

35 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Analisi comparata p. letto naz./p.letto reg. Analisi comparata p. letto naz./p.letto reg. Determinazione p.letto/1000 ab. Determinazione p.letto/1000 ab. Potenziamento delle discipline con mobilità extrareg. Potenziamento delle discipline con mobilità extrareg. Riequilibrio territoriale delle zone svantaggiate Riequilibrio territoriale delle zone svantaggiate Valutazione dati epidemiologici Valutazione dati epidemiologici Assetto organizzativo ospedaliero

36 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Aziende ospedaliero-universitarie (Bari, Foggia) Aziende ospedaliero-universitarie (Bari, Foggia) Presidi di USL (ospedali funzionalmente accorpati) Presidi di USL (ospedali funzionalmente accorpati) IRCCS pubblici (oncologico-Bari, De Bellis-Castellana) IRCCS pubblici (oncologico-Bari, De Bellis-Castellana) IRCCS privati (Maugeri-Cassano, Medea-Ostuni) IRCCS privati (Maugeri-Cassano, Medea-Ostuni) Enti Ecclesiastici equip. (Tricase, S Giovanni R., Miulli) Enti Ecclesiastici equip. (Tricase, S Giovanni R., Miulli) Ente ecclesiastico Casa Div. Provv. Bisceglie Ente ecclesiastico Casa Div. Provv. Bisceglie Case di cura private Case di cura private Rete ospedaliera

37 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Medicine specialistiche 20 Medicine specialistiche 20 Terapie intensive 8 Terapie intensive 8 Posti letto

38 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE I° livello: strutture ambulatoriali ospedaliere e I° livello: strutture ambulatoriali ospedaliere eterritoriali II° livello: strutture ospedaliere per il recupero di II° livello: strutture ospedaliere per il recupero di disabilità (ortop., pneumologia, cardiologia, ecc.) III° Livello: strutture ospedaliere per il recupero di III° Livello: strutture ospedaliere per il recupero di gravi menomazioni (prestazioni ad alta specificità) Riabilitazione

39 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Delibera di G.R. 553/07

40 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE

41

42

43

44

45

46

47 Contrasto alle patologie prevalenti Bronchite cronica Bronchite cronica Enfisema Enfisema Asma bronchiale Asma bronchiale PSR delib.G.R.553/07

48 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE B P C O Delibera di G.R. 553/07

49 Obiettivi di salute Riduzione del tasso standardizzato al valore medio nazionale BRONCHITE CRONICA ED ENFISEMA

50 Controllo dellambiente, drastica riduzione combustibili, riduzione Controllo dellambiente, drastica riduzione combustibili, riduzione del traffico veicolare Adozione di politiche di sviluppo economico Adozione di politiche di sviluppo economico Interventi sistematici di educazione alla salute (fumo) Interventi sistematici di educazione alla salute (fumo) Presenza di un servizio ospedaliero con p.letto/ ab. Presenza di un servizio ospedaliero con p.letto/ ab. Presenza di ambulatorio di Malattie respiratorie in ogni distretto Presenza di ambulatorio di Malattie respiratorie in ogni distretto Incremento degli Specialisti in Malattie dellApparato Respiratorio Incremento degli Specialisti in Malattie dellApparato Respiratorio Indicazioni operative

51 Obiettivi di salute Mantenimento degli attuali tassi ASMA BRONCHIALE

52 PROGETTO DI PIANO DI SALUTE Asma Bronchiale Delibera di G.R. 553/07

53 ASMA BRONCHIALE Controllo dellambiente, drastica riduzione combustibili, riduzione Controllo dellambiente, drastica riduzione combustibili, riduzione del traffico veicolare Adozione di politiche di sviluppo economico Adozione di politiche di sviluppo economico Interventi sistematici di educazione alla salute (fumo) Interventi sistematici di educazione alla salute (fumo) Controllo delle lavorazioni che comportano inalaz. di sost. allergeniche Controllo delle lavorazioni che comportano inalaz. di sost. allergeniche Presenza di ambulatorio di Malattie respiratorie in ogni distretto Presenza di ambulatorio di Malattie respiratorie in ogni distretto Incremento degli Specialisti in Malattie dellApparato Respiratorio, Incremento degli Specialisti in Malattie dellApparato Respiratorio, in Allergologia, Medicina del Lavoro Indicazioni operative

54 Azioni strategiche Governo clinico Governo clinico Formazione Formazione PSR delib.G.R.553/07


Scaricare ppt "LA PROGRAMMAZIONE SANITARIA REGIONALE E LE MALATTIE RESPIRATORIE Anna Maria Moretti Bari, 15-12-2007."

Presentazioni simili


Annunci Google