La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Composizione grafica dott. Andrea Dezi - 2003 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci Unità 8 (Lezioni n.15/16) I SEMESTRE A.A.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Composizione grafica dott. Andrea Dezi - 2003 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci Unità 8 (Lezioni n.15/16) I SEMESTRE A.A."— Transcript della presentazione:

1 Composizione grafica dott. Andrea Dezi CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci Unità 8 (Lezioni n.15/16) I SEMESTRE A.A

2 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.1 LA LEGGE PICA 15 AGOSTO 1863 A. INCHIESTA PARLAMENTARE SUL BRIGANTAGGIO Comitato segreto 15.XII.1862: la Camera delibera linchiesta (porte chiuse e nessun resoconto agli Atti P.)

3 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.2 A.INCHIESTA PARLAMENTARE SUL BRIGANTAGGIO Seduta serale 17.XII.1862 Presenti: 80 deputati Assenti: 363 deputati Manca numero legale: Salta la nomina CPIB

4 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.3 A. INCHIESTA PARLAMENTARE SUL BRIGANTAGGIO Una volta eliminato il quorum Nino Bixio e Stefano Castagnola: rattazziani Antonio Ciccone, Donato Morelli, Giuseppe Massari: governativi moderati Achille Argentino, Aurelio Saffi (ex triumviro della Rep. Romana), Stefano Romeo: sinistra parlamentare Gen. G. Sirtori: moderato

5 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.4 A. INCHIESTA PARLAMENTARE SUL BRIGANTAGGIO 3 mesi di viaggi sotto scorta militare Capitano Stanislao Mocenni (dello Stato Maggiore) Cfr. 15/5 e seguenti

6 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.5 B. LA COMMISSIONE PARLAMENTARE DINCHIESTA VISITA IL MEZZOGIORNO IN PIENA GUERRA CIVILE PLENARIA AAvellino Ariano Irpino Foggia

7 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.6 B. LA COMMISSIONE PARLAMENTARE DINCHIESTA VISITA IL MEZZOGIORNO IN PIENA GUERRA CIVILE 2 SOTTOCOMMISSIONI 1) Sirtori, Bixio, Argentino, Saffi Capitanata, Fortore, Molise (Larino), Foggia, Melfi, Rionero in Vulture, Avigliano, Potenza 2) Castagnola, Ciccone, Morelli, Romeo, Massari Puglia e Potenza

8 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.7 B. LA COMMISSIONE PARLAMENTARE DINCHIESTA VISITA IL MEZZOGIORNO IN PIENA GUERRA CIVILE PLENARIA BSalerno confine pontificio N.B. ESCLUSI DALLISPEZIONE: CALABRIA e ABRUZZO Rel. Massari: Negli Abruzzi il brigantaggio si restringe entro i confini del circondario di Vasto […] Nella Calabria il brigantaggio o non esiste affatto, oppure è faccenda dassai poco momento…

9 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.8 C. CAMERA DEI DEPUTATI: SEDUTE 3-4 MAGGIO 1863 Palazzo Carignano Guardia Nazionale Batterie di cannoni agli incroci [sede della Camera] Riunione in Comitato segreto Sono abolitiVerbali Resoconti stenografici

10 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 15.9 C. CAMERA DEI DEPUTATI: SEDUTE 3-4 MAGGIO 1863 Presidente G.B. Cassinis Vieta ai deputati di prendere appunti Fa rileggere i documenti ufficiali in un solo megavolume consultabile da 1 deputato per volta Relazione MassariRinvio (cfr.15/11)

11 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci C. CAMERA DEI DEPUTATI: SEDUTE 3-4 MAGGIO 1863 Dibattito sulla relazione N.B. il 2 agosto 1863 era già prevista la chiusura della Sessione parlamentare Allo.d.g. 31.VII.1863 Strozzare dibattito

12 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci D. RELAZIONE MASSARI STRUTTURATA IN 4 PARTI 1) Analisi della grave situazione economica N.B. documento di notevole importanza

13 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci Arresti di massa scarcerazioni Logica attenuativa anche in epoca borbonica 2) Censura della magistratura meridionale e delle eccessive garanzie processuali N.B. Tradizione legalitaria (rafforzata ora dallo Statuto) D. RELAZIONE MASSARI STRUTTURATA IN 4 PARTI troppe libertà provvisorie Il processo ricco di guarentigie, ma necessariamente pieno di lentezze(…) per via dei giurati florilegio

14 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci D. RELAZIONE MASSARI STRUTTURATA IN 4 PARTI 3) Rimedi di tipo strutturale 4) Giustificazione del ricorso massiccio alla pena di morte

15 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci E. PROGETTO DI LEGGE 1°.VI.1863 PER LA REPRESSIONE DEL BRIGANTAGGIO I° Titolo Prevenzione A- Parlamento dichiara lo stato di brigantaggio Diviso in due titoli B- Chiusura Sessione R.D. dichiara lo stato di brigantaggio

16 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci E. PROGETTO DI LEGGE 1°.VI.1863 PER LA REPRESSIONE DEL BRIGANTAGGIO C- Giunta provinciale di P.S. - la presiede il prefetto - compila mensilmente liste br. - mobilita corpi franchi - chiusura masserie - sospensione sindaci e G.N. - sospetti: confino - resistenza allarresto: si spara I° Titolo Prevenzione

17 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci E. PROGETTO DI LEGGE 1°.VI.1863 PER LA REPRESSIONE DEL BRIGANTAGGIO II° Titolo Repressione A- reato di brigantaggio: reato qualunque commesso da banda di tre persone B- deportazione: a chi si è unito momentaneamente alle bande C- nuovo reato: eccitamento al brigantaggio D- competenza dei tribunali militari

18 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci N.B. Come mai non si utilizza il codice penale ordinario? c.p. sardo del 1859 ha abolito la pena di morte per i crimini politici Governo italiano (nei Memoranda alle Potenze estere) Presenta come sommosse politiche Insorgenza cittadina Brigantaggio

19 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci Una legge penale speciale quindi consente di aggirare le disposizioni del Codice Penale Introduce il nuovo reato di brigantaggio Lo punisce con la pena di morte N.B. Come mai non si utilizza il codice penale ordinario?

20 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci F. LA LEGGE PICA 15 AGOSTO 1863 n° Tribunali militari competenti a giudicare (art.1) 3- Rei di brigantaggio 1- Stato di brigantaggio R.D. (art.1) Fucilazione (se resistono a mano armata) Lavori forzati a vita (attenuanti)

21 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci F. LA LEGGE PICA 15 AGOSTO 1863 n° Domicilio coatto (1 anno) 4- Complici Oziosi, vagabondi, sospetti Lavori forzati a vita Lavori forzati a tempo (attenuanti) (disoccupati) (nozione vaga)

22 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci F. LA LEGGE PICA 15 AGOSTO 1863 n°1409 Retoscena: a mezzogiorno del 1°.VIII.1863 lon. Giuseppe Pica (Aquila) chiede la sospensione della discussione sul progetto Massari e presenta un suo d.d.l. (stralcio) firmato da 41 deputati della Destra N.B anche Giuseppe Massari firma il d.d.l./stralcio N.B La legge Pica non definisce il reato Legalizza la prassi precedente (= fucilazione sommaria)

23 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.1 STATUTO ALBERTINO 4 MARZO 1848 A. GENESI DELLO STATUTO c) Consiglio di Conferenza straordinario 7.II ministri, 10 personalità b) 3.II.1848 i ministri di re Carlo Alberto allunanimità chiedono la costituzione a) Precedente napoletano 23.I.1848 Re Ferdinando II di Borbone sommossa in Sicilia concede la costituzione

24 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.2 A. GENESI DELLO STATUTO annuncia un compiuto sistema di governo rappresentativo Proclama Regio 8.II.1848 (14 articoli) Promulgazione dello Statuto 4.III.1848 Manifesti murali nella città Gazzetta Piemontese N.B. Consiglio di Conferenza antenato del Consiglio dei ministri

25 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.3 B. PRODOTTO ORIGINALE OPPURE TESTO COPIATO ? Lo Statuto si è ispirato alla Charte francese e alla Costituzione belga del 1831 a) Interpretazione tradizionale 1. G. Maranini, Storia del potere in Italia , Firenze, Vallecchi, 1967, p. 105

26 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.4 B. PRODOTTO ORIGINALE OPPURE TESTO COPIATO ? 2. C. Ghisalberti, Storia costituzionale dItalia Bari, Laterza, 1974, p Umberto Allegretti, Profilo di storia costituzionale italiana, Bologna, il Mulino, 1989, p. 374

27 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.5 B. PRODOTTO ORIGINALE OPPURE TESTO COPIATO ? b) la risposta può venire solo dal raffronto testuale tra Statuto e i due testi tirati in ballo Charte francese Costituzione belga Restaurazione Monarchia di Luglio Improponibile il confronto Sistema costituzionale completamente diverso da quello statuario

28 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.6 C. ANALOGIE E DIFFERENZE a) MODALITÀ DI ADOZIONE Concessione dallalto (Francia 1814; Regno di Sardegna 1848) Potere costituente (Belgio 1831) Insurrezione contro lOlanda Congresso costituente

29 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.7 C. ANALOGIE E DIFFERENZE b) STRUTTURA INTERNA Centralità del RE (Francia 1814, 1830; Regno di Sardegna 1848) Centralità di: Parlamento Consiglio dei Ministri (Belgio 1831)

30 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.8 C. ANALOGIE E DIFFERENZE c) DEBITI LESSICALI E CONTENUTO Disposizioni identiche (Charte 1814, 1830; Regno di Sardegna) Contenuti opposti (Belgio 1831) Ma inserite in modo diverso

31 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci 16.9 D. LO STATUTO E LA CHARTE a) ANALOGIE 1) Centralità del RE 2) Assenza disposizioni Consiglio dei Ministri Presidente del Consiglio 3) Parlamento bicamerale Camera dei deputati: eletta su base censitaria Senato del Regno: nominato dal Re Parìa ereditaria (Charte 1814) Nomina a vita Charte 1830 Statuto

32 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci D. LO STATUTO E LA CHARTE b) DIFFERENZE gerarchia di valori Charte (1814, 1830) Statuto Art. 1. Religione cattolica di Stato Artt Re e famiglia reale Art. 24. Uguaglianza Art. 1. Principio di uguaglianza Droit public des Français (artt.1- 12) recezione Déclaration des droits de lHomme et du citoyen

33 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci E. COSTITUZIONE BELGA DEL 1831 Parlamento bicamerale (Camera e Senato, elettive entrambe) governo Consiglio dei Ministri (Presidente del Consiglio) Re esercita i poteri fissati dalla costituzione

34 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci E. COSTITUZIONE BELGA DEL 1831 successione al trono non è mai automatica modalità a) erede al trono minorenne (il Consiglio dei ministri esercita la Reggenza) b) erede maggiorenne 1) CdM convoca le due Camere 2) CdM esercita le prerogative della Corona 3) il re giura fedeltà alla costituzione Da quel momento è il capo dello Stato

35 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci E. COSTITUZIONE BELGA DEL 1831 Malgrado quanto stabilito dalla costituzione i re belgi Leopoldo I e Leopoldo II sono sovrani forti N.B. Analogia con il protagonismo di Luigi FilippoVittorio Emanuele II (Regno del Congo al di fuori del controllo del Parlamento)

36 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci F. CARATTERI ESSENZIALI DELLO STATUTO a) Concesso dallalto Non è prevista una procedura rinforzata per la sua modifica b) Adotta il sistema orleanista appena crollato in Francia c) È una carta flessibile Modificabile con legge ordinaria (cfr. art. 138 cost. Rep.)

37 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci F. CARATTERI ESSENZIALI DELLO STATUTO d) Immutabile centralità del re (artt. 5, 6, 9, 65) il trono non è mai vuoto governo e Parlamento nelle mani del re proroga e scioglimento silurabile dal re Cavour 1859 Minghetti Ricasoli

38 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci F. CARATTERI ESSENZIALI DELLO STATUTO e) Valore metalegislativo Non è in rapporto di supremazia con la legislazione ordinaria Testo importante politicamente

39 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci I codici albertini (civile e penale) contrastano con lo Statuto ma restano in vigore fino alle leggi Rattazzi del 1859 N.B. Non risultano sentenze giudiziarie rese in applicazione di disposizioni statutarie F. CARATTERI ESSENZIALI DELLO STATUTO


Scaricare ppt "Composizione grafica dott. Andrea Dezi - 2003 CORSO DI STORIA DELLE ISTITUZIONI POLITICHE Docente Prof. Martucci Unità 8 (Lezioni n.15/16) I SEMESTRE A.A."

Presentazioni simili


Annunci Google