La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Lesame di Stato 2007, tra vecchio e nuovo! A cura di Paolo Franco Comensoli.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Lesame di Stato 2007, tra vecchio e nuovo! A cura di Paolo Franco Comensoli."— Transcript della presentazione:

1 Lesame di Stato 2007, tra vecchio e nuovo! A cura di Paolo Franco Comensoli

2 l'esame di Stato2 lesame ha cambiato nome Esami di Maturità Esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore

3 l'esame di Stato3 Ma anche la sostanza!! Decreto legge 15 febbraio 1969, n. 9 Legge 10 dicembre 1997, n. 425 Legge 11 gennaio 2007, n.1 L'esame di maturità ha come fine la valutazione globale della personalità del candidato considerata con riguardo anche ai suoi orientamenti culturali e professionali. Gli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore hanno come fine l'analisi e la verifica della preparazione di ciascun candidato in relazione agli obiettivi generali e specifici propri di ciascun indirizzo di studi (Regolamento) Lanalisi e la verifica della preparazione di ciascun candidato tendono ad accertare le conoscenze generali e specifiche, le competenze in quanto possesso di abilità, anche di carattere applicativo, e le capacità elaborative, logiche e critiche acquisite. L'esame di Stato conclusivo dei corsi di studio di istruzione secondaria superiore é finalizzato all'accertamento delle conoscenze e delle competenze acquisite nell'ultimo anno del corso di studi in relazione agli obiettivi generali e specifici propri di ciascun indirizzo e delle basi culturali generali, nonché delle capacità critiche del candidato.

4 l'esame di Stato4 Per un lessico comune Conoscenza: è linsieme dei contenuti (concetti, regole, teorie, procedure, metodi, ecc..) di una disciplina. Solitamente, il possesso di tali conoscenze viene denominato sapere. Competenza: è lapplicazione concreta delle conoscenze nella risoluzione di problemi e per eseguire compiti. Di solito, il possesso di competenze viene indicato come saper fare. Capacità: implica il possesso del pensiero critico e il controllo intelligente di ciò che si conosce e si sa fare, anche in contesti non scolastici. Di solito, il possesso delle capacità, denominate anche abilità di pensiero, viene indicato come saper essere.

5 l'esame di Stato5 una marea di leggi, decreti, ordinanze e circolari ministeriali (alcune norme valide per il 2007) -Legge , n. 425 Riforma degli esami BerlinguerLegge , n Legge , n. 448 Riforma degli esami MorattiLegge , n Legge , n. 1 Riforma degli esami FioroniLegge , n. 1 - D.P.R , n. 323 RegolamentoD.P.R , n D.M. 20 in data , relativo alle modalità di svolgimento della prima e della seconda prova scritta; D.M. 20 in data D.M. n. 358 del , sulla costituzione delle aree disciplinari; D.M. n. 358 del D.M. n. 49 del , concernente tipologie di esperienze che danno luogo ai crediti formativi; D.M. n. 49 del D.M. n. 8 del , aventi ad oggetto certificazioni e relativi modelli da rilasciare in esito al superamento dell'esame;D.M. n. 8 del D.M. del , riguardante le caratteristiche formali generali della terza prova scritta; D.M. del D.M. n. 6 del ,, modalità e i termini per l'affidamento delle materie oggetto degli esami di Stato ai commissari esterni e le modalità di nomina, designazione e sostituzione dei componenti delle commissioni degli esami di Stato conclusivi dei corsi di studio di istruzione secondaria superioreD.M. n. 6 del , - O.M 26 del , istruzioni e modalità organizzative ed operative per lo svolgimento degli esami di Stato conclusivi…anno scolastico 2006/2007.O.M 26 del

6 l'esame di Stato6 Chi può fare gli esami ? candidati interni:candidati interni: tutti gli alunni che hanno frequentato lultimo anno di corso, che abbiano saldato i debiti formativi degli anni precedenti (norma che sarà operativa dal 2008/2009) e che possono essere valutati positivamente alla fine dellanno scolastico Casi particolari di anticipo

7 l'esame di Stato7 Il pasticciaccio dei giudizi OM 26 del 15 marzo 2007Nota 27 marzo 2007 il Consiglio di classe procede ad una valutazione complessiva dello studente che tenga conto, come precisato nella C.M. n. 5 del , delle conoscenze e delle competenze acquisite dallo studente dellultimo anno del corso di studi, delle sue capacità critiche ed espressive e degli sforzi compiuti per colmare eventuali lacune e raggiungere una preparazione idonea a consentirgli di affrontare lesame, anche in presenza di valutazioni non sufficienti nelle singole discipline. In questultimo caso, lammissione o la non ammissione dovrà essere specificatamente motivata. Per tutti gli studenti, comunque, dovrà essere formulato dal Consiglio di classe un giudizio di ammissione, che assolverà il compito di fornire alla Commissione di esame ogni utile dato informativo sulla personalità e sulla preparazione del candidato. E' fatto obbligo al Consiglio di Classe di formulare il giudizio di ammissione, debitamente motivato, nei confronti di studenti che, pur non avendo saldato tutti i debiti formativi contratti, abbiano realizzato nell'ultimo anno una preparazione complessiva idonea ad affrontare l'esame Il Consiglio di Classe ha comunque facoltà di esprimere il suo giudizio anche nei confronti degli altri studenti, in particolare di quelli che, avendo raggiunto una preparazione di ottimo livello, possono rientrare nella categoria delle eccellenze prevista dalla legge , n.1, art. 2, comma 1, lettera d. Conclusione: è opportuno, a mio parere, formulare un giudizio di ammissione per tutti i candidati

8 l'esame di Stato8 Breve digressione sulla questione dei debiti formativi A r e g i m e i l m a n c a t o r e c u p e r o d e i d e b i t i p r e c l u d e r à l a m m i s s ione a l l e s a m e: bisogna riflettere seriamente sulla portata e sul significato del sistema dei debiti e dei crediti Alcune fonti normative recenti L'adozione di interventi finalizzati alla prevenzione e al contrasto degli insuccessi scolastici attraverso la flessibilità e l'individualizzazione della didattica, anche al fine di ridurre il fenomeno delle ripetenze; (legge finanziaria 2007: articolo 1, comma 605, lett. a); si richiama l'attenzione dei Dirigenti scolastici e dei docenti sulla necessità di porre in essere già da quest'anno, nelle classi antecedenti l'ultima, anche di intesa con le famiglie, ogni iniziativa utile a favorir negli studenti il recupero dei debiti contratti la cui insolvenza non potrà più consentire tra due anni l'ammissione all'esame (CM 5/2007) S i s t e m a t i c h e e c o s t a n t i v e r i f i c h e e m o n i t o r a g g i s u l r e g o l a r e f u n z i o n a m e n t o d e g l i i s t i t u t i s t a t a l i e p a r i t a r i e, i n p a r t i c o l a r e, s u l l a o r g a n i z z a z i o n e e l a g e s t i o n e d e g l i e s a m i d i S t a t o, d i i d o n e i t à e d i n t e g r a t i v i, n o n c h é s u l l e i n i z i a t i v e o r g a n i z z a t i v o - d i d a t t i c h e r e a l i z z a t e d a l l a i s t i t u z i o n e s c o l a s t ica p e r i l r e c u p e r o d e i d e b i t i s o n o a s s i c u r a t i n e l l ' a m b i t o d e l l a f u n z i o n e i s p e t t i v a ( c o m m a 1 2, a r t 1 d e l l a l e g g e 1 / ).

9 l'esame di Stato9 I DEBITI La questione di fondo

10 l'esame di Stato10 TORNIAMO AL TEMA Chi può fare gli esami ? candidati esterni: sono aggregati ad una classe interna sostengono un esame preliminare, se sprovvisti di idoneità o promozione alla quinta, nel mese di maggio, davanti al consiglio della classe alla quale sono aggregati ATTENZIONE: LESAME PRELIMINARE VERTE ANCHE SUI PROGRAMMI DI QUINTA!

11 l'esame di Stato11 Il credito scolastico viene attribuito ad ogni alunno che ne sia meritevole, nello scrutinio finale di ciascuno degli ultimi tre anni della scuola secondaria superiore, un apposito punteggio per landamento degli studi, denominato credito scolastico. La somma dei punteggi ottenuti nei tre anni costituisce il credito scolastico. Il punteggio … esprime la valutazione del grado di preparazione complessiva raggiunta da ciascun alunno nellanno scolastico in corso, con riguardo al profitto e tenendo in considerazione: lassiduità della frequenza scolastica, linteresse e limpegno nella partecipazione al dialogo educativo, linteresse e limpegno nella partecipazione al dialogo educativo, alle attività complementari ed integrative alle attività complementari ed integrative crediti formativi crediti formativi

12 l'esame di Stato12 Con i debiti il credito è ridotto al minimo, ma cè ancora un salvagente! In caso di promozione con carenze in una o più discipline, il consiglio di classe assegna il punteggio minimo tabellare corrispondente alla media ottenuta può integrare tale punteggio, - in sede di scrutinio finale dellanno scolastico successivo e - previo accertamento del superamento del debito

13 l'esame di Stato13 Una ciambella di salvataggio per i casi particolari Il consiglio di classe, nello scrutinio finale dellultimo anno, può motivatamente integrare il punteggio complessivo conseguito.. in considerazione del particolare impegno e merito scolastico dimostrati nel recupero di situazioni di svantaggio presentatesi negli anni precedenti in relazione a situazioni familiari o personali dellalunno stesso, che hanno determinato un minor rendimento.

14 l'esame di Stato14 Lextrascuola ovvero il Credito Formativo (DM 49/2000) Consiste in ogni qualificata esperienza, debitamente documentata, dalla quale derivino competenze coerenti con il tipo di corso cui si riferisce lesame di Stato… accertata, a seconda dei casi, dai Consigli di Classe (secondo criteri definiti dal Collegio dei Docenti) e dalle Commissioni desame (secondo criteri autonomamente definiti) Aree di esperienza: –culturale –artistica e ricreativa –formazione professionale –lavorativa –ambientale –del volontariato –della solidarietà –della cooperazione –sportiva ATTENZIONE: certificare entro il 15 maggio!

15 l'esame di Stato15 il Credito Formativo COME SI FA LA CERTIFICAZIONE La certificazione rilasciata da Enti, Associazioni, Istituzioni deve indicare: Una sintetica descrizione dellesperienza La legalizzazione dellautorità diplomatica italiana per le esperienze fatte allestero Per le lingue straniere va precisato il livello di competenza previsto dallordinamento locale e da un sistema ufficiale di standardizzazione Per le esperienze lavorative lente a cui sono stati versati i contributi di assistenza e previdenza ATTENZIONE Tutta la procedura di riconoscimento dei crediti da parte del Consiglio di Classe va verbalizzata con cura poiché la decisione è impugnabile NB: è ammessa lautocertificazione per le esperienze fatte presso enti pubblici

16 l'esame di Stato16 Calcolo del credito

17 l'esame di Stato17 Il credito per i candidati esterni Va moltiplicato per 2 in caso di esami di idoneità o prove preliminari relativi a 2 anni di corso in ununica sessione.Va moltiplicato per 2 in caso di esami di idoneità o prove preliminari relativi a 2 anni di corso in ununica sessione. Per quanto concerne lultimo anno il punteggio è attribuito nella misura ottenuta per il penultimo anno.Per quanto concerne lultimo anno il punteggio è attribuito nella misura ottenuta per il penultimo anno.

18 l'esame di Stato18 Chi attribuisce il credito? Le novità della legge 1/2007 Candidati interniCandidati esterni che sostengono lesame preliminare Candidati esterni che non sostengono lesame preliminare Il Consiglio di classe Il Consiglio di classe in veste di commissione desame preliminare La Commissione desame

19 l'esame di Stato19 La Commissione

20 l'esame di Stato20 un nuovo ruolo per il presidente Il ruolo del presidente è ri-modificato in conseguenza dalla legge 1/2007, Il presidente: –Partecipa direttamente a tutte le operazioni desame: –Può svolgere le funzioni di commissario di una disciplina, per la quale ha titolo ad insegnare, qualora ve ne sia la necessità –Stabilisce il calendario delle operazioni desame, sentite le commissioni –Delega un proprio sostituto e designa un segretario per ciascuna commissione

21 l'esame di Stato21 Alcuni aspetti organizzativi, in parte innovati Il presidente: – nella riunione plenaria fissa i tempi e le modalità di effettuazione delle riunioni preliminari delle singole commissioni; determina lordine di successione delle singole commissioni per la terza prova La data unica di pubblicazione dei risultati finali per entrambe le classi –Il giorno della prima prova scritta invita i candidati a dare informazioni circa le tesine –Al termine della correzione degli elaborati determina la data di inizio dei colloqui per ciascuna commissione –Pubblica i risultati delle prove scritte, almeno due giorni prima dellinizio dei colloqui (variazione OM 30/2008: un giorno prima) Le Commissioni: –Stabiliscono autonomamente il calendario delle correzioni degli elaborati –Al termine della correzione degli elaborati, determinano in seduta plenaria, per sorteggio, la precedenza tra le due classi-commissioni e tra candidati interni ed esterni per lespletamento dei colloqui

22 l'esame di Stato22 Le prove desame sono quattro!

23 l'esame di Stato23 La prima prova scritta E intesa ad accertare: la padronanza della lingua italiana o della lingua nella quale si svolge linsegnamento le capacità espressive logico-linguistiche critiche del candidato, consentendo la libera espressione della personale creatività.

24 l'esame di Stato24 La prima prova scritta: La prima prova scritta: tipologie: a.Analisi e commento, anche arricchito da note personali, di un testo letterario o non letterario, corredato da indicazioni che orientino nella comprensione, nella interpretazione di insieme del passo e nella sua contestualizzazione; b.Sviluppo di un argomento scelto dal candidato tra quelli proposti allinterno di grandi ambiti di riferimento (storico-politico, socio- economico, artistico-letterario, tecnico-scientifico). Largomento può essere svolto in una forma scelta dal candidato tra: saggio breve, Articolo di giornale c. Sviluppo di un argomento di carattere storico d.Trattazione di un tema su un argomento di ordine generale, attinto al corrente dibattito culturale, per il quale possono essere fornite indicazioni di svolgimento

25 l'esame di Stato25 La prima prova scritta: valutazione INDICATORILICEO TEC. PROF. Correttezza e proprietà nelluso della lingua Correttezza morfosintattica Proprietà lessicale0-2 Possesso di adeguate conoscenze relative sia allargomento scelto che al quadro di riferimento generale in cui esso si inserisce Comprensione del testo e/o dellargomento Chiarezza dellimpostazione e coerenza dellargomentazione Attitudini allo sviluppo critico delle questioni proposte e alla costruzione di un discorso organico e coerente, che sia espressione di personali convincimenti Ricchezza degli apporti culturali pluridisciplinari

26 l'esame di Stato26 E intesa ad accertare le conoscenze specifiche del candidato ha per oggetto una delle materie (con prova scritta o scrittografica) caratterizzanti il corso di studio Al candidato può essere data facoltà di scegliere tra più proposte. La seconda prova scritta

27 l'esame di Stato27 La seconda prova scritta: valutazione INDICATORIpunti Correttezza morfosintattica e/o esattezza dei calcoli 0-2 Padronanza delle procedure, degli strumenti e del lessico specifici 0-4 Comprensione del testo, del problema o dellargomento proposti 0-3 Conoscenza dei contenuti disciplinari implicati 0-3 Chiarezza dellimpostazione e coerenza della trattazione o della risoluzione 0-3

28 l'esame di Stato28 Leprime due prove scritte sono ministeriali Le prime due prove scritte sono ministeriali I testi relativi alla prima e alla seconda prova scritta sono scelti dal Ministro della Pubblica Istruzione. La materia oggetto della seconda prova scritta è annualmente individuata con decreto del Ministro della P.I.

29 l'esame di Stato29 La terza prova scritta è pluridisciplinare

30 l'esame di Stato30 La terza prova scritta ha come obiettivi Laccertamento delle: Conoscenze Competenze Capacità, compresa quella di utilizzare e integrare conoscenze e competenze relative alle materie dellultimo anno di corso, anche ai fini di una produzione scritta, grafica, pratica

31 l'esame di Stato31 Come è fatta la terza prova? Tipologia della prova, che non può comprendere più di 5 materie Numero dei quesiti ATrattazione sintetica di argomenti5 BQuesiti a risposta singola10-15 CQuesiti a risposta multipla30-40 DProblemi a soluzione rapida1-2 ECasi pratici e professionali1-2 FProgetti1

32 l'esame di Stato32 Come è fatta la terza prova? 1. La prova concerne una sola delle tipologie indicate ad eccezione della B e C che possono essere usate insieme 2. Nel caso in cui le tipologie di cui alle lettere B) e C) siano utilizzate cumulativamente, il numero dei quesiti a risposta singola e il numero dei quesiti a risposta multipla non può essere inferiore, rispettivamente, a 8 e in alternativa si può predisporre la prova mediante un testo di riferimento (in forma di documento scritto e/o iconico e/o grafico) che consenta di sollecitare prestazioni di valore pluridisciplinare, articolate in una o più delle modalità previste dall'articolo 2 e contenute nei limiti di cui al comma 2 del medesimo articolo

33 l'esame di Stato33 La lingua straniera Deve essere sempre presente nella III prova scritta con, alternativamente: –una risposta, di dimensione prestabilita, in lingua ad uno dei quesiti proposti –La proposta di un testo in lingua di max 80 parole seguito da una o due domande intese ad accertare la comprensione del brano e la capacità di produzione scritta. –Breve risposta in lingua italiana o straniera ad uno o più quesiti proposti in lingua

34 l'esame di Stato34 Chi prepara la terza prova? Le caratteristiche formali generali della terza prova scritta sono stabilite con Decreto del Ministro della Pubblica Istruzione. Il testo della predetta prova è predisposto dalla commissione di esame. La relativa formulazione deve essere coerente con la specificità dellindirizzo di studi, con le impostazioni metodologiche seguite dai candidati, con le esperienze acquisite, allinterno delle indicazioni del documento del 15 maggio. A tal fine, i consigli di classe, entro il 15 maggio elaborano per la commissione di esame un apposito documento VARIAZIONE : Procedura per il 2008 Entro il definizione collegiale della struttura della prova, comunicazione allAlbo dellIstituto dellorario dinizio della prova e del tempo assegnato.Entro il definizione collegiale della struttura della prova, comunicazione allAlbo dellIstituto dellorario dinizio della prova e del tempo assegnato. Non va data comunicazione alcuna circa le materieNon va data comunicazione alcuna circa le materie il predisposizione del testo della prova (almeno due proposte per ogni commissario)il predisposizione del testo della prova (almeno due proposte per ogni commissario)

35 l'esame di Stato35 Il documento del 15 maggio Esplicita –i contenuti, –i metodi, –i mezzi, gli spazi ed i tempi del percorso formativo, –nonché i criteri, gli strumenti di valutazione adottati –e gli obiettivi raggiunti Al documento possono essere allegati –Gli atti relativi alle prove effettuate (distinti per tipologia e corredati dalle griglie di valutazione) e alle iniziative realizzate durante l'anno in preparazione dell'esame di Stato, nonché alla partecipazione attiva e responsabile degli alunni –Il piano di lavoro effettivamente svolto in relazione alla programmazione con lindicazione degli obiettivi disciplinari, in termini di conoscenze, competenze e capacità, dei contenuti, dei metodi, dei mezzi, degli spazi, dei tempi, dei criteri e degli strumenti per la valutazione il documento deve essere discusso –Con la componente studentesca –Con la componente genitori

36 l'esame di Stato36 Il documento del 15 maggio: una ipotesi tripartita di lavoro Presentazione dellIstituto Presentazione della classe Programmazione collegiale Caratteri specifici dellindirizzo di studio Il profilo professionale in uscita Le caratteristiche del territorio e dellutenza Gli elementi caratterizzanti del POF La composizione della classe e la provenienza degli alunni Lelenco dei docenti che compongono il consiglio di classe La presenza e lestensione degli elementi di flessibilità del curricolo, consentiti dallautonomia didattica ed organizzativa La partecipazione alleventuale area di progetto Larea di professionalizzazione Gli obiettivi trasversali in termini di conoscenze, competenze e capacità I contenuti pluridisciplinari I metodi, i mezzi, gli spazi, i tempi, i criteri e gli strumenti per la valutazione, le attività, curricolari ed extracurricolari I progetti che hanno coinvolto più discipline Le attività particolarmente significative (stage, scambi di classe, interventi di integrazione col territorio, orientamento scolastico e professionale, partecipazione a progetti europei, ecc.) Il numero e la tipologia delle prove scritte Le esercitaioni relative alla conduzione pluridisciplinare del colloquio

37 l'esame di Stato37 Il Colloquio tende ad accertare la padronanza della lingua, la capacità di utilizzare le conoscenze acquisite e di collegarle nellargomentazione e di discutere ed approfondire sotto vari profili i diversi argomenti. Esso si svolge su argomenti di interesse multidisciplinare attinenti ai programmi e al lavoro didattico dellultimo anno di corso. Il colloquio ha inizio con un argomento o con la presentazione di esperienze di ricerca e di progetto, anche in forma multimediale, scelti dal candidato. Esso...prosegue con preponderante rilievo (sic!) su argomenti di interesse multidisciplinare proposti al candidato con riferimento costante e rigoroso ai programmi e al lavoro didattico realizzato nella classe durante lultimo anno. Gli argomenti possono essere introdotti mediante la proposta di un testo, di un documento, di un progetto o di altra questione di cui il candidato individua le componenti culturali, discutendole. Deve essere assicurata la possibilità di discutere gli scritti. La commissione opera collegialmente la commissione deve curare l'equilibrata articolazione e durata delle diverse fasi del colloquio

38 l'esame di Stato38 Il Colloquio Il Presidente, il giorno della prima prova scritta, invita i candidati, indicando anche il termine e le modalità stabilite precedentemente dalla commissione, a comunicare il titolo dell'argomento o a presentare l'esperienza di ricerca o di progetto, anche in forma multimediale, prescelti per dare inizio al colloquio La commissione, ai fini di una adeguata organizzazione delle operazioni inerenti il colloquio, esamina preliminarmente i lavori presentati dai candidati e finalizzati all'avvio del colloquioLa commissione, ai fini di una adeguata organizzazione delle operazioni inerenti il colloquio, esamina preliminarmente i lavori presentati dai candidati e finalizzati all'avvio del colloquio Il colloquio deve svolgersi in un'unica soluzione temporale, alla presenza dell'intera commissione.Il colloquio deve svolgersi in un'unica soluzione temporale, alla presenza dell'intera commissione. Non possono sostenere il colloquio più candidati contemporaneamente.Non possono sostenere il colloquio più candidati contemporaneamente.

39 l'esame di Stato39 Il Colloquio: Le cose che non contano (indagine Doxa): lambiente (indagine Doxa): (indagine Doxa): Lambiente è fatiscente: le pareti sono scrostate, i muri sporchi Laula è molto grande; dal lato opposto alla commissione è situato un palco ricoperto con telo blu su cui sono appoggiati strumenti musicali; alcuni banchi e sedie sono sistemati alla rinfusa accanto alla commissione La scuola si presenta molto squallida, i muri dellaula sono scrostati, alcuni vetri rotti e le sedie scassate Laula è grande, ben illuminata e nel complesso accogliente per il candidato che si sente più a proprio agio in un ambiente luminosoLaula è grande, ben illuminata e nel complesso accogliente per il candidato che si sente più a proprio agio in un ambiente luminoso La scuola è ben tenuta, pulita, ordinata con ampi spazi e bacheche per le comunicazioni. Laula dove si svolge il colloquio è abbastanza grande, arieggiata, luminosa, panoramica.La scuola è ben tenuta, pulita, ordinata con ampi spazi e bacheche per le comunicazioni. Laula dove si svolge il colloquio è abbastanza grande, arieggiata, luminosa, panoramica. Aula semplice ed ordinata, accogliente per il clima sereno, confidenziale tra studenti e commissioneAula semplice ed ordinata, accogliente per il clima sereno, confidenziale tra studenti e commissione

40 l'esame di Stato40 Il Colloquio Le cose che non contano (indagine Doxa): la disposizione I banchi sono distanziati dalla commissione perciò si fatica a sentire I banchi dei docenti sono allineati davanti alla finestra molto luminosa, ciò è abbastanza fastidioso per i candidati I commissari sono seduti dietro una fila di banchi. Il candidato deve cambiare sedia ogni volta che cambia la materia di cui deve discutere I professori sono seduti dietro tavoli disposti ad elle per essere più vicini al candidato e non doverlo fare spostareI professori sono seduti dietro tavoli disposti ad elle per essere più vicini al candidato e non doverlo fare spostare I tavolini per la commissione sono disposti a ferro di cavallo: davanti la sedia per il candidato, dietro le sedie per il pubblicoI tavolini per la commissione sono disposti a ferro di cavallo: davanti la sedia per il candidato, dietro le sedie per il pubblico I professori erano seduti a ferro di cavallo dando unimpressione meno scolastica. Il candidato poteva parlare con tutti gli insegnati girando appena la testaI professori erano seduti a ferro di cavallo dando unimpressione meno scolastica. Il candidato poteva parlare con tutti gli insegnati girando appena la testa

41 l'esame di Stato41 Il Colloquio Le cose che non contano (indagine Doxa): i commissari I commissari si alternano e non sono mai presenti tutti insieme al colloquio; il presidente, seduto da unaltra parte, svolge altre mansioni. I professori vanno e vengono e non presiedono contemporaneamente la seduta desame Commissari distaccati e in un caso maldisposti; abbastanza freddi, non sono riusciti a creare unatmosfera rassicurante. Esame non colloquiale ma inquisitorio I professori dialogano con la studentessa con gentilezza e comprensione. La ragazza pare a proprio agio dopo il primo momento di tensione dovuto alla lunga attesa.I professori dialogano con la studentessa con gentilezza e comprensione. La ragazza pare a proprio agio dopo il primo momento di tensione dovuto alla lunga attesa. Il candidato ha presentato un percorso interdisciplinare illustrandolo ai commissari che facevano domande di approfondimentoIl candidato ha presentato un percorso interdisciplinare illustrandolo ai commissari che facevano domande di approfondimento La commissione è molto ordinata ed elegante, educata, non ha mai interrotto il discorso dello studente.La commissione è molto ordinata ed elegante, educata, non ha mai interrotto il discorso dello studente.

42 l'esame di Stato42 Il Colloquio Le cose che non contano (indagine Doxa): il presidente Il presidente della commissione era più fuori che dentro laula Il presidente è completamente disinteressato per tutta la durata del colloquio Durante lesame si è svolta una sorta di guerra tra il presidente e i membri interni della commissione che non sempre condividevano le opinioni molto personali del P. circa linterpretazione di opere letterarie e poesie; questo ha sminuito lesame della studentessa cha appariva preparata ma anche disorientata Presidente molto presentePresidente molto presente Il presidente, un professore di una certa età, accompagna lesaminanda dentro laula incoraggiandolaIl presidente, un professore di una certa età, accompagna lesaminanda dentro laula incoraggiandola

43 l'esame di Stato43 Il Colloquio Le cose che non contano (indagine Doxa): il candidato La candidata nellesposizione della tesina procedeva speditamente, ma ad ogni interruzione dei commissari entrava in crisi La candidata durante linterrogazione è stata molto nervosa, si è bloccata più volte ed è anche stata messa in difficoltà dallinsegnante di storia dellarte che invece di aiutarla ha evidenziato pesantemente la sua impreparazione, prendendola anche in giro perché la ragazza si è messa a piangere Il candidato era estremamente nervoso e teso e i commissari hanno cercato di metterlo a suo agio, anche perché si capiva che aveva studiato. Non cè stato niente da fare, è chiaro che si è fatto prendere dal panico La candidata a fine colloquio si è messa a piangere, una commissaria è uscita dallaula per rincuorarla Allinizio il candidato era molto emozionato, la commissione è stata molto brava nel metterlo a suo agio

44 l'esame di Stato44 Il Colloquio Quanto dura? Una proposta!

45 l'esame di Stato45 Il Colloquio Ma come si fa un colloquio multidisciplinare? (ripartiamo da altre esperienze rilevate dallindagine Doxa 1999) In questa classe gli studenti portano una tesina più una scaletta degli argomenti da discutere.. Ma per gli insegnanti è difficile linterdisciplinarità, non si sentono preparati Il candidato passa da un insegnante allaltro Non è stata presentata alcuna tesina né alcun argomento a piacere. Lesame si è svolto in modo tradizionale La bellissima tesina portata dal candidato ha affascinato gli insegnanti che spinti dalla forma usata per esporre e legare gli argomenti, hanno fatto domande attinenti La tesina sul Positivismo è stata affrontata esclusivamente con linsegnate di storia e filosofia. Le professoresse di italiano ed arte hanno comunque cercato di riallacciarsi al periodo trattato Lesame si è svolto come una vera e propria interrogazione. Sono state richieste per ogni materia argomenti già concordati in precedenza con i membri della commissione

46 l'esame di Stato46 Il Colloquio Ma come si fa un colloquio per aree disciplinari o multidisciplinare? È necessario prepararlo: i commissari devono concordare se non le domande almeno una scaletta, sia pure aperta e flessibile, con lindividuazione di alcuni temi centrali Si devono invitare i candidati a presentare, se vogliono, per tempo le loro mappe concettuali Si devono conoscere, e tenerli in debito conto, i moduli segnalati dal consiglio di classe nel documento del 15 maggio Il tempo limitato a disposizione favorisce la scelta di temi, anziché costituire un vincolo È uno dei punti di criticità dellesame

47 l'esame di Stato47 Il Colloquio Il colloquio per aree disciplinari o multidisciplinare ha i suoi rischi!!! Lesame non può essere improvvisamente innovativo rispetto alla metodologia seguita dal consiglio di classe Occorre grande cautela: niente sperimentalismi improvvisati! Bisogna però fare uno sforzo di adeguamento allo spirito della riforma ed evitare la serie di domandine nozionistiche infilate in successione ed a turno dai commissari Seguire attentamente le avvertenze per luso

48 l'esame di Stato48 CONDUZIONE COMPITI DEL CONDUTTORE che cosa fare RILEVAZIONE A CURA DI TUTTI che cosa fare VALUTAZIONE A CURA DI TUTTI che cosa considerare * animare e moderare gli interventi * mediare in caso di difficoltà (aiutare il candidato se non comprende il significato e lo scopo avviare il colloquio * dellintervento di un commissario) * rilanciare in caso di difficoltà * intervenire, ma senza interrompere * chiedere chiarimenti * stimolare approfondimenti * garantire lorganicità dello sviluppo del colloquio ed evitare che si scada nellinterrogazione * garantire che ciascuna disciplina scelta sia "coperta" * proporre o accettare la discussione delle prove scritte COMPITI DI TUTTI * ascoltare attentamente * intervenire, ma senza interrompere * chiedere chiarimenti * stimolare approfondimenti * facilitare in caso di difficoltà * raccogliere appunti e verbalizzazioni * discutere le rilevazioni effettuate * estrapolare e * descrivere le competenze verificate e accertate *appuntare e/o verbalizzare i punti nodali della esposizione con eventuali commenti * non affidarsi alla memoria orale * appuntare e/o verbalizzare i punti nodali della esposizione con eventuali commenti * non affidarsi alla memoria orale * le capacità di esposizione e di argomentazione (proprietà sintattica e lessicale, fluenza) * le capacità di problematizzazione e di approfondimento * le capacità di elaborazione personale e di originalità * le capacità -- di operare transfer su altri contenuti, raccordi pluridisciplinari -- di essere fluido (avere più idee originali) -- e flessibile (saper operare raccordi, deduzioni, inferenze) * estrapolare e * descrivere collegialmente -- le conoscenze e le competenze verificate e accertate -- trasversali -- disciplinari -- preprofessionalizzanti -- professionali -- e i livelli della prestazione NOTA sui livelli 1-21 = non sufficiente 22 = sufficiente 23-35: occorre preventivamente aver graduato i 13 punti da un livello di buona sufficienza (24) ad un livello di eccellenza (35) Il Colloquio: un manualetto per tutti

49 l'esame di Stato49 La patologia del colloquio Nel colloquio il candidato mette in gioco sé stesso più che nelle altre fasi desame Vi è molto forte la percezione di autostima (o disistima) e di autoefficacia Prevale a volte langoscia di non essere in grado di affrontare una situazione di cambiamento da protagonista I sintomi del malessere PalpitazioniPalpitazioni TremoriTremori SudorazioneSudorazione Disturbi gastrointestinaliDisturbi gastrointestinali DiarreaDiarrea Tensione muscolareTensione muscolare Arrossamenti a chiazze del viso, del collo e delle maniArrossamenti a chiazze del viso, del collo e delle mani ConfusioneConfusione Posture squilibratePosture squilibrate Attacchi di panicoAttacchi di panico

50 l'esame di Stato50 Il Colloquio La valutazione del colloquio È unica e non articolata per discipline Va decisa e verbalizzata al termine della prova o comunque non oltre il termine della seduta giornaliera Deve essere coerente con i criteri predeterminati dalla Commissione nella riunione preliminare Competenze Linguistiche Morfosintassi e lessico 1 ÷ Sviluppo delle argomentazioni 1 ÷ Conoscenze Generali e specifiche Padronanza dei contenuti 1 ÷ Raccordi pluridisciplinari 1 ÷ Capacità elaborative, logiche e critiche Elaborazione personale originale 1 ÷

51 l'esame di Stato51 Tabella di conversione dei voti in decimi Prove scritte Colloquio Decimi QuindicesimiTrentacinquesimi 4, , , , =>81535 Piccolo prontuario inconfessabile per la valutazione delle prove

52 l'esame di Stato52 Il Voto finale è in centesimi

53 l'esame di Stato53 Cè anche un premio per leccellenza! Fermo restando il punteggio massimo di cento, la commissione desame può motivatamente integrare il punteggio fino a un massimo di 5 punti ove il candidato abbia ottenuto un credito scolastico di almeno 15 punti e un risultato complessivo nella prova desame pari almeno a 70 punti. Torna la lode, a giudizio della commissione, per i candidati che raggiungono i 100 punti senza bonus.

54 l'esame di Stato54 La certificazione finale Si compone di Un attestato, comprovante la votazione conseguita Un certificato, che descrive –le conoscenze, le competenze e le capacità –I punti assegnati alle singole prove desame –I crediti formativi documentati –Note di merito per prove particolarmente brillanti –Il percorso didattico seguito, in termini di discipline e relativa durata –NB: per 2007/08 certificazione a cura delle scuole (nota 5158 del 13/05/2008) Modello INVALSI in Conchiglia 2008

55 l'esame di Stato55 Conchiglia Il programma conchiglia consente di automatizzare: il lavoro preparatorio delle segreterie tutte le operazioni di verbalizzazione e produzione di documenti della commissione La relazione finale del presidente della commissione e le schede statistiche

56 l'esame di Stato56 Molti errori nellassegnazione dei crediti per sforamento del tetto tabellareMolti errori nellassegnazione dei crediti per sforamento del tetto tabellare Molti presidenti e commissari non erano preparati al nuovo esame di stato ed hanno un po recitato a soggettoMolti presidenti e commissari non erano preparati al nuovo esame di stato ed hanno un po recitato a soggetto Le terze prove hanno presentato difficoltà profondamente diverse da commissione a commissione. In particolare molte commissioni hanno confuso il modulo A con il B. E emersa scarsa professionalità nella predisposizione dei questionariLe terze prove hanno presentato difficoltà profondamente diverse da commissione a commissione. In particolare molte commissioni hanno confuso il modulo A con il B. E emersa scarsa professionalità nella predisposizione dei questionari I colloqui sono stati a volte o la somma di singole prove disciplinari o soltanto lesame dellargomento a sceltaI colloqui sono stati a volte o la somma di singole prove disciplinari o soltanto lesame dellargomento a scelta Qualche riflessione sullesperienza dei primi anni di applicazione

57 l'esame di Stato57 L esame richiede uno sforzo di innovazione molto ampio da parte dei docentiL esame richiede uno sforzo di innovazione molto ampio da parte dei docenti bisogna sperimentare le nuove forme di valutazione, soprattutto nelle classi del triennio, con uno sforzo di collegialità autenticabisogna sperimentare le nuove forme di valutazione, soprattutto nelle classi del triennio, con uno sforzo di collegialità autentica la prima vecchia buona eterna regola della docimologia è lequilibrio, il buon senso e la professionalità dellesaminatorela prima vecchia buona eterna regola della docimologia è lequilibrio, il buon senso e la professionalità dellesaminatore Qualche conclusione

58 l'esame di Stato58 NOTE: Lindagine Doxa sugli esami orali 1999 Sono stati osservati 799 colloqui in 391 delle 400 scuole estratte, di vario tipo ed indirizzo Ogni osservatore, ignoto alla commissione, ha assistito a non più di due colloqui per ciascuna commissione La griglia di rilevazione era centrata su aspetti esteriori e rilevabili: –Tempi del colloquio –Lambientazione –Il comportamento dei commissari –Il comportamento dei candidati

59 l'esame di Stato59 NOTE: punti critici dellesame per il presidente secondo i presidi e per i commissari secondo i docenti (rilevazione 1999)

60 l'esame di Stato60 Note competenze ed abilità Esempio di livelli di competenza: Non è in grado di applicare leggi e principi e di procedere con applicazioni logiche Applica leggi e principi, organizza logicamente le conoscenze se guidato Autonomamente propone percorsi logici e applicazioni di leggi e principi Fornisce soluzioni personali ed originali Esempi di livelli di capacità Utilizza una comunicazione efficace Espone le sue conoscenze in modo sintetico ed esaustivo Individua il nucleo dei problemi Segue percorsi logici anche in tematiche non conosciute


Scaricare ppt "Lesame di Stato 2007, tra vecchio e nuovo! A cura di Paolo Franco Comensoli."

Presentazioni simili


Annunci Google