La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

EDUCAZIONE ALLA DIVERSITÀ OBIETTIVI DELLATTIVIT À Potenziare L1 per gli studenti di lingua araba Far conoscere la lingua, la cultura e la civiltà araba.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "EDUCAZIONE ALLA DIVERSITÀ OBIETTIVI DELLATTIVIT À Potenziare L1 per gli studenti di lingua araba Far conoscere la lingua, la cultura e la civiltà araba."— Transcript della presentazione:

1 EDUCAZIONE ALLA DIVERSITÀ OBIETTIVI DELLATTIVIT À Potenziare L1 per gli studenti di lingua araba Far conoscere la lingua, la cultura e la civiltà araba agli alunni della scuola e agli abitanti del quartiere Favorire momenti di aggregazione e conoscenza LArco e le Pietre, finanziato dalla Fondazione Cariplo, riunisce differenti Enti e Associazioni del territorio mantovane per favorire la coesione sociale.

2 Laboratorio linguistico L1 di lingua araba Il laboratorio linguistico progettato allinterno dellIstituto Bonomi- Mazzolari in collaborazione con un Docente di lingua madre fornito dal Consolato del Regno del Marocco voleva rispondere alla richiesta delle alunne/i, provenienti da famiglie che parlavano la lingua araba, che non avevano una sufficiente conoscenza della lingua orale e non riuscivano a leggere e scrivere in lingua araba. Povero maestro.. studenti così diversi per competenze di base e motivazioni.

3 USI E COSTUMI: LE TRADIZIONI Soprattutto le seconde generazioni sentivano il bisogno di mantenere un contatto forte con la cultura dorigine, ma anche di condividere con i compagni di altre nazionalità i propri usi e costumi. Facciamo i biglietti augurali per le feste….. Impariamo poesie arabe……

4 Laboratorio Profumi e Sapori Arabi Il laboratorio Profumi e sapori arabi è unazione programmata allinterno del progetto lingua, cultura e civiltà araba che ha coinvolto anche il settore enogastronomico Andiamo in trasferta ….. TE BRUNETTI

5 USI E COSTUMI: LA CUCINA Gli alunni frequentanti il laboratorio L1 (lingua araba) hanno steso e tradotto il ricettario di alcuni cibi arabi, e Sabato 18 Dicembre 2010 gli alunni del settore enogastronomico, con la collaborazione dellARCI di Te Brunetti, hanno preparato alcune ricette e proposto la loro degustazione ai frequentatori del circolo durante un pranzo organizzato per la scuola e per il territorio di Te Brunetti. Qui si lavora, si produce e si mangia insieme……

6 USI E COSTUMI: LA CUCINA Tutti conosciamo limportanza della cultura del cibo come strumento di buona relazione e coesione sociale, questa iniziativa vuole essere una buona risposta operativa. Tutti insieme, classi diverse, settori diversi, età diverse, nazionalità diverse……. …per unesperienza comune.

7 USI E COSTUMI: LA CUCINA Come sono ? Sono buoni ……per me forse sono un po duri… ma non importa mia…. vol dir che al magnarò in dal vin

8 USI E COSTUMI: GLI ABITI Per quanto sembrino cose di secondaria importanza, la missione degli abiti non è soltanto quella di tenerci caldo. Essi cambiano l'aspetto del mondo ai nostri occhi e cambiano noi agli occhi del mondo. Belle ragazze, vestiti strani ma bei colori…Quando ero giovane anchio portavo vestiti colorati e il fazzoletto in testa quando andavo nei campi e in chiesa

9 Che il Mediterraneo sia quella nave che va da sola tutta musica e tutta vele su quell'onda dove si vola tra la scienza e la leggenda del flamenco e della taranta e fra l'algebra e la magia nella scia di quei marinai e quell'onda che non smette mai che il Mediterraneo sia

10 Andare, andare, simme tutt'eguale (siamo tutti uguali) affacciati alle sponde dello stesso mare e nisciuno è pirata e nisciuno è emigrante (e nessuno è pirata e nessuno è emigrante) simme tutte naviganti (siamo tutti naviganti) allez, allez il n'y a pas de barrière (andiamo andiamo non ci sono barriere) nous sommes tous enfants de la même mer (siamo tutti figli dello stesso mare) il n'y a pas de pirate il n'y a pas d'émigrant (non ci sono pirati non ci sono emigranti) nous sommes tous des navigants (siamo tutti naviganti)

11 Che il Mediterraneo sia la fortezza ca nun tene porte (la fortezza che non ha porte) addo' ognuno po' campare (dove ognuno può vivere) d'a ricchezza ca ognuno porta (della ricchezza che ognuno porta) ogni uomo con la sua stella nella notte del dio che balla e ogni popolo col suo Dio che accompagna tutti i marinai e quellonda che non smette mai che il Mediterraneo sia

12 Andare andare alla stessa festa, di una musica fatta di gente diversa da Napoli che inventa melodia ai tamburi dell'Algeria allez allez à la même fête (andiamo andiamo alla stessa festa) d'une musique qui va et jamais s'arrête (di una musica che va e mai si ferma) de Naples qui invente sa mélodie (da Napoli che inventa la sua melodia) aux tambours de l'Algérie (ai tamburi dellAlgeria)

13 Che il Mediterraneo sia quella nave che va da sola tra il futuro e la poesia nella scia di quei marinai e quell'onda che non smette mai che il Mediterraneo sia.

14 Ælle 2011 al baar al albiad al mutahuassed (MARE MEDITERRANEO)


Scaricare ppt "EDUCAZIONE ALLA DIVERSITÀ OBIETTIVI DELLATTIVIT À Potenziare L1 per gli studenti di lingua araba Far conoscere la lingua, la cultura e la civiltà araba."

Presentazioni simili


Annunci Google