La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Quadro eropeo per le strategie nazionali per lintegrazione dei rom fino al 2020 Meccanismo per coordinamento con le strutture della societa civile Rossiza.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Quadro eropeo per le strategie nazionali per lintegrazione dei rom fino al 2020 Meccanismo per coordinamento con le strutture della societa civile Rossiza."— Transcript della presentazione:

1 Quadro eropeo per le strategie nazionali per lintegrazione dei rom fino al 2020 Meccanismo per coordinamento con le strutture della societa civile Rossiza Ivanova, segretario del Consiglio Nazionale di Collaborazione per i Problemi Etnici e dIntegrazione 17 aprile 2013 Sofia

2 Necessita dellinclusione dei rom obbligo morale assolutamente necessario per portare a buon file la strategia Europa 2020 possibilita demografica Bulgaria: 23% di nuovi partecipanti nel mercato di lavoro Romania:21% di nuovi partecipanti nel mercato di lavoro possibilta ecconomiche maggior attivitta, piu incassi dalle tasse, meno pagamenti sociali miglior integrazione

3 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Coinvolgerre i comuni nellesecuzione delle politiche per lintegrazione dei rom tramite: Delegare delle attivitta svolte con i mezzi propri dei comuni per lintegrazione dei rom al livello comunale. Creazione di consigli di consolenza e coordinamento con la partecipazione delle strutture civili; applicazione dei metodi adatti di consulenza e coordinamento. Formazione delle strutture amministrative necessarie nelle amministrazioni comunali tramite mandati speciali alle direzioni, uffici, reparti e singoli esperti, responsabili per lesecuzione delle politiche dintegrazione.

4 Strategia nazionale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Finanziamenti: Procurare, nellambito dei finanziamenti comunali nel sussidio globale per le attivita statali per lelaborazione ed esecuzione dei programmi comunali, conformemente alle priorita nazionali indirizzate allintegrazione dei rom. Stimulare i comuni per finanziare lapplicazione delle misure ed delle iniziative con i bilanci comunali ed in collaborazione con le Organizzazioni non governative. Finanziare dei progetti concreti dai Programmi operativi con i mezzi dei Fondi Strutturali ed il Fondo di coesione. Finanziare dei progetti concreti dai programmi del UE, Banca mondiale, ONU, CE ed altri.

5 Strategia nazionale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Piano di azione per la strategia Il piano di azione verra eseguito nel periodo : , La prima fase coincide con il Piano di azione nazionale attualizzato secondo liniziativa internazionale Decennio dellinclusione dei rom (liniziativa internazionale chiude il ). La seconda fase e legata al periodo programmato secondo i Programmi operativi fino al 2020 ( ).

6 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) (SNRBIR) Nellambito dellesecuzione degli scopi della SNRBIR, dal novembre 2012 e cominciato il processo della pianificazione nelle provice – ogni provincia ha elaborato una strategia provinciale mentre tutti i comuni sul territorio della provincia- piani dazione comunali. La pianificazione provincile deve coincidere con i periodi, previsti dal Piano dazione della SNRBIR e fino a

7 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Presso il presidente del consigio provinciale vengono creati dei consigli provinciali per collaborazione nellambito dei problemi etnici e dintegrazione come organi di consulenza e di coordinamento, che aiutino lesecuzione delle poluitiche sui problemi etnici e di integrazione a livello provinciale. I consigli provinciali per la collaborazione nellambito dei problemi etnici e dintegrazione comprendono i vice sindaci dei comuni responsabili dei problemi etnici, direttori degli uffici territoriali delle autorita esecutive centrali della provincia, rappresentanti delle formazioni a scopo ideale e sopratutto le organizzazioni non governative (НПО) delle minoranze, che sviluppano attivitta nella rispettiva provincia, cosi come degli esperti sui problemi etnici e dintegrazione dalle amministrazioni comuncali e provinciali. Presidente di un consiglio del genere e il presidente del consiglio provinciale mentre il segretario e lesperto provinciale dei problemi etnici e dintegrazione.

8 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Nelle 28 province sono stati creati dei consigli provincili per la collaborazione sui problemi etnici e dintegrazione. Con la delibera del rispettivo consiglio provinciale si possono creare anche dei consigli comunali per la collaborazione sui problemi etnici e dintegrazione. Gli esperti a livello comunale, quali si occupano dei problemi etnici e dintergazione quasi sempre sono impegnati anche con qualcosa daltro. In parecchi comuni sono stati creati dei programmi e dei piani per lintegrazione delle minoranze etniche.

9 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Questi orientamenti regolano le nuove responsabilita dei presidenti dei consigli Provincili – di organizzare lelaborazione dei piani a livello provincile, tenuto conto dellanasisi sulle esigenze di ogni comune sul territorio della provincia. Nel processo dellelaborazione della strategia provinciale viene richiesta la partecipazione dei rappresentanti di ogni comune della provincia, delle strutture provincili di tutte le istituzioni statli, altri organi interessati, associazioni a scopo ideale operanti nel campo dei problemi etnici e diintegrazione, membri del CNCPEI e CRCPEI. Piani dazione comuncali per le strategie regionali erano stati creati per ogni comune sulla base dellanalisi concreta di ogni singolo comune con la partecipazione delle figure sopraelencate. Piani dazione comunali vengono accettati dal consiglio comunale.

10 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Il presidente del consiglio della provincia approva la strategia comunale dopo il coordinamento con il Consiglio comunale per i problemi etnici e dintegrazione. Conformemente all strategia provinciale approvata, i sindaci dei singoli comuni organizzano lelaborazione dei piani dazione comunali i quali vengono approvati dal consiglio comunale. E consigliabile che prima venga fatta la strategia provinciale dopo di che ogni comune deve elaborare il piano dazione comunale concreto. In questo modo i piani comunali seguiranno gli scopi, approvati nella strategia regionale. E possibile che i due processi vadano in parallelo - la creazione della strategia provinciale ed i piani dazione comunali.

11 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Partecipanti nella pianificazione provinciale garantire la parita di partecipazione includendo il magior numero dalle parti interessate a tutti i livelli – provinciali e comunali. Loro devono essere coinvolti in tutte le fasi della pianificazione. Le parti principali interessate sono i rappresentanti di : Presidente del consiglio provinciale e lamminstrazione provinciale; Consiglio regionale per i problemi etnici e dintegrazione; Tutti i comuni del territorio della rispettiva provincia – sindaci, consigli comunali ed amministrazione comunale; Direzione regionale del Ministero degli Interni, Uffici regionali della Polizia, Strutture regionali statili dellAgenzia sociale – Direzione Provinciale Agenzia Sociale. –

12 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Direzione Agenzia sociale ecc.; Strutture locali dellamministrazione centrale: Educazione – Ispettorato regionale scolastico presso il Ministero della pubblica istruzione, Consiglio damministrazione scolastico; Sanita – Ispettorato regionale della sanita occupazione – Ufficio regionale, Direzione Agenzia di lavoro, organizzazioni proffessionali, Camara di Commercio ed Industria ecc.; abitazioni ed infrastrutture – rispettivi uffici nei comuni. Enti non governativi e gruppi di iniziative civili.

13 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) GRUPPO OPERATIVO PROVINCIALE COORDINATORI DELLA PROVINCIA GRUPPI OPERATIVI TERRITORIALI NEI COMUNI Il gruppo operativo provinciale crea 6 gruppi di lavoro: Sanita; istruzione; condizioni delle abitazioni;occupazione; cultura e mass media;sovranita della legge e dellantidicriminazione. I gruppi operativi seguono gli scopi principali della Strategia Nazionale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom(SNRBIR), pero si devono rendere conto sia della specifica concreta della provincia che delle misure prescritte nei piani comunali per lo sviluppo di ogni singolo comune. Nel caso di necessita possono essere richiamati nuovi partecipanti – strutture statali, organizzazioni religiose leggittime ed altri.

14 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Ufficio di Coordinamento e il Segretariato del Consiglio Nazionale di Collaborazione per i Problemi Etnici e dIntegrazione QUADRO ISTITUZIONALE E STRUTTUE PER LESECUZIONE DELLA STRATEGIA Consiglio provincile di coordinamento. Ufficio per monitoraggio e valutazione

15 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) Collaborazione con la Banca Mondiale Creazione di un Sistema di gestione, monitoraggio e controllo per lesecuzione SNRBIR Gruppi operativi per i Programmi operativi concreti -Programma Operativo Sviluppo Risorse Umane -Lelaborazione di una Strategia di comunicazione insieme ai membri della Commisione Integrazione Rom con beneficiario concreto – il segretariato del Consiglio Nazionale di Collaborazione per i Problemi Etnici e dIntegrazione come parte della Agenzia presso il Consiglio dei Ministri

16 Strategia naizonale della Repubblica di Bulgaria per lintegrazione dei rom ( ) GRAZIE DELLATTENZIONE!

17 Mobile telefon


Scaricare ppt "Quadro eropeo per le strategie nazionali per lintegrazione dei rom fino al 2020 Meccanismo per coordinamento con le strutture della societa civile Rossiza."

Presentazioni simili


Annunci Google