La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Interventi di prevenzione degli incidenti stradali dovuti al consumo di alcol, farmaci e droghe illegali rivolti ai patentandi, neopatentati e a guidatori.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Interventi di prevenzione degli incidenti stradali dovuti al consumo di alcol, farmaci e droghe illegali rivolti ai patentandi, neopatentati e a guidatori."— Transcript della presentazione:

1 Interventi di prevenzione degli incidenti stradali dovuti al consumo di alcol, farmaci e droghe illegali rivolti ai patentandi, neopatentati e a guidatori a rischio SINTESI LAVORO DI GRUPPO

2 Piano nazionale della prevenzione Piani regionali Prevenzione Attiva incidenti stradali Intesa Stato Regioni Costruzione Piani Locali prevenzione incidenti stradali alcol, droghe e guida Scegliere la strada della sicurezza CCMCCM Coordinamento e supervisione Piemonte

3 Regioni partecipanti Coordinamento Piemonte Abruzzo Basilicata Calabria Campania Friuli Venezia Giulia Lazio Lombardia Liguria Marche Molise Piemonte Puglia Sicilia Toscana Umbria Valle dAosta Veneto

4 Obiettivi generali Progettare e organizzare interventi di promozione della salute per la prevenzione degli incidenti stradali dovuti alla guida in stato di ebbrezza o sotto leffetto di sostanze psicoattive Sensibilizzare e informare i patentandi, neopatentati e guidatori a rischio sui rischi connessi alla guida sotto leffetto di sostanze psicoattive

5 Obiettivi specifici Individuare moltiplicatori dell'azione preventiva Sensibilizzare e informare i moltiplicatori dellazione preventiva Favorire l'individuazione di strategie comunicative e modalità didattiche adeguate Fornire conoscenze di base per lo sviluppo delle attività di valutazione delle strategie e degli interventi attivati

6 Sintesi Regia Tavolo di coordinamento Moltiplicatori dellazione preventiva Organizzazione corsi di formazione per moltiplicatori

7 Sintesi: Regia Referente regionale progetto CCM LAquila - La strada della sicurezza – Assessorato Sanità Che individuerà altre competenze a livello ASL tra: Dipartimento Prevenzione Strutture in staff DG/DS Area di promozione della salute Dipartimenti/Servizi Dipendenze e Alcologie A livello locale, potranno essere individuati pochi soggetti con cui sono già presenti collaborazioni consolidate (Prefetti, Enti locali…)

8 Sintesi: Tavolo di coordinamento Servizi socio-sanitari (direttori distretto, sert/dipendenze patologiche, alcologia, psicologia, medicina legale, 118, educazione alla salute, farmacia, MMG, PLS, U.O. correlate alla traumatologia, medici certificatori, epidemiologia…) Assessorato Trasporti regionali e provinciali Enti locali (ANCI o conferenza dei comuni), Comunità montane Motorizzazione civile DTT ACI Associazioni di volontariato (ass. vittime della strada, ass. alcolisti, ass. Onlus, ecc..) Associazioni di categoria delle autoscuole Forze dellOrdine (Polizia Stradale, Carabinieri) Polizia Locale Enti gestori di piste di guida sicura Ufficio scolastico regionale Consulta giovanile Ass. categoria disco, pub, bar Tribunale dei minori Nota: non è necessario che siano presenti tutti i soggetti indicati, ma enti/persone che possano portare un contributo attivo.

9 Sintesi : Moltiplicatori Insegnanti e istruttori di autoscuola Tecnici della motorizzazione civile (DTT) Istruttori di piste di guida sicura Personale delle Forze dellOrdine Operatori delle Aziende Sanitarie Locali Medico certificatone idoneità guida Insegnanti Altri soggetti secondo le realtà locali

10 CRITERI Creazione, sostegno e sviluppo della rete comunitaria Sinergia tra le risorse disponibili Approccio integrato per le attività educative e di sensibilizzazione sul tema Alcol e guida Dare valore ai saperi Coinvolgimento di figure non convenzionali che hanno possibilità e capacità di sensibilizzare in modo efficace il maggior numero di soggetti Formalizzazione di protocolli Per la Regia considerare: gli Enti locali le strutture delle ASL in staff al DG/DS (poiché in alcune realtà regionali identificate quali strutture per la promozione della salute) Per il Tavolo di coordinamento considerare: caratteristiche di flessibilità enti che possono raggiungere target altrimenti non raggiungibili (evitare diseguaglianze)

11 Corsi 6/9 ore di aula suddivise in 2/4 incontri Contenuti Percezione del rischio Le sostanze psicoattive e la guida La comunicazione con target diversi Aspetti didattici Docenti Educatore/formatore Psicologo Operatore sanitario: medico – assistente sanitario Sintesi: Organizzazione corsi per moltiplicatori dellazione preventiva

12 Prossimamente…. Lavoro a distanza attraverso il nostro Blog Scegliere la strada della sicurezza Due giorni di lavoro a fine settembre a Roma Ringraziamo le nostre conduttrici: Laura, Franca, Maria Grazia, Monica

13 Sintesi: Proposta di attivazione corso/i Almeno in un distretto sanitario3 Almeno in unazienda sanitaria3 Almeno in una provincia1 Almeno uno in ogni azienda sanitaria9

14 Compiti a casa Per lavvio del PIANO LOCALE di Prevenzione SCEGLIERE LA STRADA della SICUREZZA 1.Individuare/formalizzare Gruppo di regia 2.Individuare/formalizzare Gruppo di Coordinamento 3.Avvio formalizzazione impegno partners (protocollo, etc..) 4.Identificazione e Raccordo Moltiplicatori 5.Pianificazione di almeno un percorso formativo per regione -Docenti (interni ed esterni) -Contenuti -Durata Entro sett. 2007

15 Pianificazione attività Cronoprogramma delle attività regionali Entro ottobre 2007 Realizzazione di corsi di formazione Realizzazione delle giornate di formazione Entro marzo 2008 Monitoraggio delle fasi iniziali dei progetti Report delle attività implementate Entro giugno 2008 Compiti a casa


Scaricare ppt "Interventi di prevenzione degli incidenti stradali dovuti al consumo di alcol, farmaci e droghe illegali rivolti ai patentandi, neopatentati e a guidatori."

Presentazioni simili


Annunci Google