La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Incontri di aggiornamento per i consiglieri degli affari economici parrocchiali La gestione dei beni parrocchiali: nuovi orientamenti La sicurezza sul.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Incontri di aggiornamento per i consiglieri degli affari economici parrocchiali La gestione dei beni parrocchiali: nuovi orientamenti La sicurezza sul."— Transcript della presentazione:

1 Incontri di aggiornamento per i consiglieri degli affari economici parrocchiali La gestione dei beni parrocchiali: nuovi orientamenti La sicurezza sul lavoro Luso del vademecum Sabato 7 marzo Monza Sabato 14 marzo Milano Sabato 21 marzo Varese Sabato 28 marzo Lecco

2 ESENZIONE ICI per gli immobili ad uso sociale Ambito di applicazione dellesenzione D.Lgs. 504/1992, art. 7, c. 1, lett. i) utilizzo esclusivo per specifiche attività Requisiti oggettivo soggettivo utilizzo da parte di ENC assistenziali, previdenziali, sanitarie, didattiche, ricettive, culturali, ricreative, sportive, di religione o culto

3 ESENZIONE ICI: per gli immobili ad uso sociale Problematiche Sentenze Cassazione 2004 commercialità delle attività Norme di interpretazione autentica attività non esclusivamente commerciali Denuncia alla Commissione Europea aiuti di stato illegittimi

4 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Circolare 26 gennaio 2009, n. 2/DF precisa in maniera puntuale quando le attività sono svolte in maniera non esclusivamente commerciale Principi giuridicamente non esistono attività commerciali parziali rilevanza delle modalità di esercizio delle attività esclusione della commercialità in assenza degli elementi tipici delleconomia di mercato (lucro soggettivo e libera concorrenza) presenza di finalità di solidarietà sociali Esemplificazioni ambito per ambito

5 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Affermazione fondamentale La combinazione del requisito soggettivo e di quello oggettivo comporta che le attività svolte negli immobili ai quali deve essere riconosciuta lesenzione dallICI non siano di fatto disponibili sul mercato o che siano svolte per rispondere a bisogni socialmente rilevanti che non sempre sono soddisfatti dalle strutture pubbliche e che sono estranee alla sfera di azione degli operatori privati commerciali

6 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Attività assistenziali Definizione Attività riconducibili ai servizi sociali Modalità di esercizio - attività convenzionate - attività non convenzionate Attività sanitarie Definizione Attività che assicurano i livelli essenziali di assistenza Modalità di esercizio attività accreditate o contrattualizzate

7 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Attività didattiche Definizione Attività rientranti nellistruzione Modalità di esercizio - attività paritaria - non discriminazione - avanzi di gestione reinvestiti nellattività

8 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Attività ricettive Definizione Ricettività complementare (non alberghiera) Modalità di esercizio Ricettività turistica accessibilità limitata discontinuità nellapertura prezzi più bassi della media di mercato Es.: casa per ferie Ricettività sociale soluzioni abitative temporanee soluzioni abitative per particolari categorie prezzi più bassi della media di mercato Es.: centri di accoglienza, comunità-alloggio, pensionati

9 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Attività culturali Definizione Attività rientranti nelle competenze del Ministero beni culturali Modalità di esercizio Attività cinematografica sale della comunità proiezione film di interesse culturale, dessai, darchivio, ecc. Attività teatrale solo compagnie non professionali Attività museali con esclusione di book shop e caffetterie

10 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Attività ricreative Definizione Attività residuali tra le assistenziali e le culturali (es. circoli ricreativi) Modalità di esercizio - attività non commerciali - attività non svolte da terzi Attività sportive Definizione Sport dilettantistico riconosciuto dal Coni e enti di promozione Modalità di esercizio - attività sportive organizzate dalle associazioni sportive - no gestione di impianti sportivi

11 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Attività di religione e culto Definizione Art. 16, lett. a), legge 222/1985: attività dirette allesercizio del culto e alla cura delle anime, alla formazione del clero e dei religiosi, a scopi missionari, alla catechesi, alleducazione cristiana. Modalità di esercizio - nessuna indicazione NON SERVIVA!

12 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Utilizzo diretto la circolare lo fa rientrare tra i requisiti soggettivi (v. Sentenza Corte Costituzionale) Però: il regolamento comunale a proposito della coincidenza tra proprietario e utilizzatore - può richiederla - può richiederla in maniera attenuata - non richiederla

13 ESENZIONE ICI: la circolare del ministero Utilizzo diretto la circolare lo fa rientrare tra i requisiti soggettivi (v. Sentenza Corte Costituzionale) Però: il regolamento comunale a proposito della coincidenza tra proprietario e utilizzatore - può richiederla - può richiederla in maniera attenuata - non richiederla

14 TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DICHIARAZIONI FISCALI Dichiarazione nuovo termine vecchio termine Unico ENC (redditi e IVA)30/931/7 IRAP (autonoma)30/931/7 770/semplificato31/731/3 (1) 730 (allIDSC o altro sostituto)30/4 730 (ai CAF)1/6 (2) 31/5 Unico PF (alla posta)30/6 Unico PF (telematico)30/931/7 (1) Le istruzioni sono sbagliate (2) Spostata dal 31/5 che cade in domenica

15 NOVITÀ FISCALI per le parrocchie con attività commerciali D.L. 185/2008 Deducibilità IRAP da IRES - deducibilità 10% - criterio di cassa - solo quella relativa alle attività commerciali - solo se ci sono costi del personale o interessi passivi Deducibilità IVA per cassa - lIVA incassata da imprenditori - esigibilità al pagamento ma differimento massimo di un anno Abolizione invio telematico scontrini

16 NOVITÀ FISCALI per lavori di manutenzione D.L. 185/2008 Detrazione dimposta 55% - resta regolata dalle norme originarie - previsto un decreto di semplificazione Detrazione dimposta 36% - micro progetti di arredo urbano - tetto massimo di spesa in quote annuali (3, 5 o 10) L. 203/2008 Aliquota IVA 10% - manutenzioni ordinarie e straordinarie immobili a prevalente destinazione abitativa - proroga del termine al 2011


Scaricare ppt "Incontri di aggiornamento per i consiglieri degli affari economici parrocchiali La gestione dei beni parrocchiali: nuovi orientamenti La sicurezza sul."

Presentazioni simili


Annunci Google