La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

CRESCITA DI POPOLAZIONI BATTERICHE I batteri (dal greco bacterion, piccolo oggetto) si riproducono per duplicazione. Ogni batterio produce una copia di.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "CRESCITA DI POPOLAZIONI BATTERICHE I batteri (dal greco bacterion, piccolo oggetto) si riproducono per duplicazione. Ogni batterio produce una copia di."— Transcript della presentazione:

1 CRESCITA DI POPOLAZIONI BATTERICHE I batteri (dal greco bacterion, piccolo oggetto) si riproducono per duplicazione. Ogni batterio produce una copia di sé stesso. Assumiamo che tutte le duplicazioni di batteri avvengano nello stesso istante (duplicazione sincrona). Indichiamo con N k la numerosità alla k-sima generazione di batteri (dopo k eventi di duplicazione), si ha N k = 2 N k-1 Supponiamo che N 0 =1, vale a dire che nella generazione iniziale ci sia un solo batterio, troviamo facilmente che N k = 2 k è una legge esponenziale

2 CRESCITA DI POPOLAZIONI BATTERICHE Supponiamo ora che la duplicazione batterica non sia sincrona, vale a dire alcune cellule si duplicheranno prima ed altre dopo. Fissiamo unopportuna unità di tempo, ad esempio unora, e sia N(t) il numero di batteri al tempo t N(t) = N(t-1) + qN(t-1) dove 0

3 DECADIMENTO RADIOATTIVO Consideriamo al tempo t una massa M(t) di un isotopo radioattivo. Al tempo t+1 la massa sarà diminuita, perché parte degli atomi dellisotopo si saranno trasformati in atomi di un altro elemento, questa diminuzione è proporzionale alla massa presente M(t+1) = M(t) - qM(t) = (1-q)M(t), dove 0

4 FUNZIONI ESPONENZIALI Diremo funzione esponenziale una funzione f:R R della forma f(x)=ab x dove b>0 è una opportuna costante e a0. b è detta base della funzione esponenziale. Dalle proprietà delle potenze ab -x = a(1/b) x ab cx = a(b c ) x Si deduce che qualsiasi f(x)= ab cx può essere considerata come una funzione esponenziale, a patto di scegliere una base opportuna

5 FUNZIONI ESPONENZIALI La funzione esponenziale preferita dai matematici è f(x) = e x = exp(x) dove e= ….. è un numero irrazionale noto come costante di Nepero (John Napier matematico scozzese ) e = lim t + (1+1/t) t = lim x 0 + (1+x) 1/x In generale si ha e k = lim t + (1+k/t) t = lim x 0 + (1+kx) 1/x

6 FUNZIONI ESPONENZIALI La successione (funzione che ha per dominio linsieme dei numeri naturali) f(n)= (1+k/n) n, per k>0, è un esempio di funzione crescente, ma limitata, infatti si può dimostrare che 1+k<(1+k/2) 2 <(1+k/3) 3 <...<(1+k/n) n <(1+k/(n+1)) n+1 <...< < e k Vedremo che ogni funzione esponenziale può essere scritta nella forma f(x)=a·exp(cx) = ae cx

7 FUNZIONI ESPONENZIALI Consideriamo una generica funzione esponenziale f(x)=ab x di base b (b>0), poiché essa dipende da due parametri basterà conoscere due punti del suo grafico per individuare le costanti a e b, infatti assegnati (x 0,y 0 ), (x 1,y 1 ), dove y 0 =f(x 0 ), ed y 1 =f(x 1 ), si ha b=(y 1 / y 0 ) 1/(x 1 - x 0 ) a= y 0 /b x 0 Osserviamo, inoltre che per ogni base b, f(0)=a Se a>0, f(x)>0 per ogni x reale, f(x) non si annulla mai Se a<0, f(x) <0 per ogni x reale, f(x) non si annulla mai

8 FUNZIONI ESPONENZIALI Se b>1, x 0 0, f(x)= ab x risulta strettamente crescente, se a<0 risulta strettamente decrescente Se 0 b x 1 dunque se a>0, f(x)= ab x risulta strettamente decrescente, se a<0 risulta strettamente crescente

9 FUNZIONI ESPONENZIALI: LIMITI Abbiamo detto che la successione (1+k/n) n, quando k>0, tende crescendo a e k ; in particolare risulta e k > 1+k Quindi per k +, 1+k tende a + e quindi anche e k essendo più grande non può che tendere a + Avremo quindi: lim x + e x = + lim x - e x = lim y + e -y = lim y + 1/e y = 0

10 FUNZIONI ESPONENZIALI

11 TEOREMA DEL CONFRONTO In particolare il Teorema del confronto (noto come teorema dei due carabinieri) dice che se, per ogni x vicino a x 0, si ha g(x) f(x) h(x) lim x x0 g(x)=lim x x0 h(x)=L allora anche lim x x0 f(x)=L

12 FUNZIONI ESPONENZIALI: LIMITI Poiché si è detto che ogni funzione esponenziale può essere scritta nella forma f(x)=a·exp(cx) = ae cx, corrisponde a c>0 una base b>1, mentre a c<0 una base 01 lim x + ab x = + se a>0, lim x + ab x = se a<0 lim x - ab x = 0 sia per a>0 che per a<0 Per 00 che per a<0 lim x - ab x = + se a>0, lim x - ab x = se a<0

13 FUNZIONI ESPONENZIALI: base >1

14 FUNZIONI ESPONENZIALI: base <1

15 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE Le funzioni della forma f(x) = a(1- exp(-k(x-x 0 )) + b sono utili ogni volta che si voglia rappresentare una quantità che -assume un valore specificato b in un punto specificato x 0 -inizia a crescere in maniera quasi lineare per x>x 0 - al crescere di x, tende ad appiattirsi verso il valore limite a+b

16 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE Le funzioni della forma f(x) = a/(1+ exp(-k(x-x 0 )) + b sono utili ogni volta che si voglia rappresentare una quantità che non ha un punto di partenza preciso, ma per la quale sappiamo che può variare da un valore limite minimo ad un valore limite massimo, vale a dire che si vuol esprimere un fenomeno di saturazione sia per x tendente a +, che per x che tende a -

17 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE f(x) = a/(1+ exp(-k(x-x 0 )) + b Avremo: lim x + f(x)=a+b lim x - f(x)=b f(x 0 )= b + a/2 Questo tipo di funzioni sono chiamate logistiche, sono tipiche anche nellambito di dinamica di popolazioni, ad esempio una curva di tipo logistico approssima molto bene la crescita del numero di Drosophila allevate in laboratorio.

18 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE Le funzioni logistiche hanno un andamento quasi lineare vicino al punto x 0. Avremo modo di mostrare, in seguito, che nellintervallo [ x 1, x 2 ], dove x 1, x 2 sono gli unici punti in cui la funzione logistica assume i valori b + a/2 ± a/4, la funzione logistica differisce da una funzione lineare per meno di un decimo della variazione totale a

19 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE Esercizio: la quantità di semi, calcolata in percentuale, che germinano entro una settimana dalla semina G dipende dalla temperatura T del terreno supponiamo che G(T) sia del tipo : G(T) = a/(1+ exp(-k(T-T 0 )) + b In questo caso il limite inferiore deve essere necessariamente 0, quindi b=0; il limite superiore deve essere 100, quindi a+b=100 e dunque a=100. Come scegliere T 0 ?

20 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE T 0 deve essere tale che G(T 0 ) = b +a/2 = 50 Supponiamo di avere i dati sperimentali G(21)=36 e G(26) =71 Poiché a/2 -a/4 =25 e a/2 + a/4 = 75, essendo i valori 36 e 71 compresi tra 25 e 75, lintervallo [21, 26] è contenuto nellintervallo dove la funzione logistica è quasi lineare; quindi possiamo stimare T 0 dalla relazione lineare G(T)= 7T - 111, imponendo 7T = =50, da cui T 0 = 23. Rimane da determinare k o, equivalentemente e -k

21 FUNZIONI ESPONENZIALI E FENOMENI DI SATURAZIONE Poniamo e -k = q, abbiamo G(T) = 100/ (1+ q T-23 ). Poiché si ha G(21) =36, possiamo porre 36 = 100/(1+q -2 ) da cui ricaviamo q=3/4


Scaricare ppt "CRESCITA DI POPOLAZIONI BATTERICHE I batteri (dal greco bacterion, piccolo oggetto) si riproducono per duplicazione. Ogni batterio produce una copia di."

Presentazioni simili


Annunci Google