La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Direzione centrale risorse rurali agroalimentari e forestali Piani di gestione dei SIC: IT 3320026 Risorgive dello Stella IT 3320028 Palude Selvote IT.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Direzione centrale risorse rurali agroalimentari e forestali Piani di gestione dei SIC: IT 3320026 Risorgive dello Stella IT 3320028 Palude Selvote IT."— Transcript della presentazione:

1 Direzione centrale risorse rurali agroalimentari e forestali Piani di gestione dei SIC: IT Risorgive dello Stella IT Palude Selvote IT Paludi di Gonars Rivignano 27 marzo 2013 Servizio caccia, risorse ittiche e biodiversità

2 La rete N 2000 (SIC Siti di Importanza Comunitaria) Dir. 42/93 SIC Risorgive dello Stella SIC Palude SelvoteSIC Palude Selvote SIC Paludi di GonarsSIC Paludi di Gonars LR legge per la tutela dei prati stabili naturali LR 42/96 Aree protette biotopo Risorgive di Codroipo biotopo Roggia ribosa di Bertiolo e Lonca biotopo Risorgive di Virco biotopo Risorgive di Zarnicco biotopo Risorgive di Flambro biotopo Palude Selvote biotopo paludi del Corno INQUADRAMENTO DELLAMBITO E NORME DI TUTELA AMBIENTALE

3 Sovrapposizione SIC biotopo

4 DIRETTIVA UCCELLI 79/409/CEE LA RETE NATURA 200o IN FVG OGGI PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars

5 DIRETTIVA UCCELLI 79/409/CEE LA RETE NATURA 200o IN FVG OGGI ITER AMMINISTRATIVO PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Palude di Gonars Redazione del documento del piano di gestione (Agriconsulting) avvio iter di adozione - giugno 2010; Il Servizio ha effettuato una significativa revisione delle scelte strategiche dei Pdg sulla base dei pareri (enti territoriali e associazioni di categoria, Comitato tecnico scientifico e Comitato faunistico) raccolti ai sensi di legge sul Pdg Stella, nonché di una revisione tecnico giuridica, Gli elaborati dei 3 piani sono stati adottati dalla Giunta e pubblicati sul BUR Definizione della misura indennità Natura 2000 Verifica pertinenza delle OSSERVAZIONI ITER DI APPROVAZIONE (FASE ATTUALE) Redazione del documento del piano di gestione (Agriconsulting) avvio iter di adozione - giugno 2010; Il Servizio ha effettuato una significativa revisione delle scelte strategiche dei Pdg sulla base dei pareri (enti territoriali e associazioni di categoria, Comitato tecnico scientifico e Comitato faunistico) raccolti ai sensi di legge sul Pdg Stella, nonché di una revisione tecnico giuridica, Gli elaborati dei 3 piani sono stati adottati dalla Giunta e pubblicati sul BUR Definizione della misura indennità Natura 2000 Verifica pertinenza delle OSSERVAZIONI ITER DI APPROVAZIONE (FASE ATTUALE)

6 Organizzazione di ciascun piano di gestione: Elaborati : Piano di gestioneRelazione di piano (parti analitica e valutativa) Allegato A (… elenchi faunistici, schede di valutazione dello stato di conservazione delle specie e degli habitat del SIC, processo partecipativo: verbali osservazioni e risposte, osservazioni in adozione) Allegato B Misure di conservazione Schede descrittive delle Azioni di Piano proposte Tavole di piano: Carta delle aree di tutela e di intervento; scala 1: Carta dei fattori di influenza sullo stato di conservazione degli elementi di interesse; Carta dei tipi di Habitat Natura 2000 (All. Dir.92/43/CEE); scala 1: Carta dei tipi di Habitat FVG (Poldini et al., 2006); scala 1: Carta delluso del suolo; scala 1: PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars

7 Gli elaborati di ciascuno dei 3 Piani: Elaborati: PIANO DI GESTIONE ALLEGATO A (formulario Natura 2000, elenchi faunistici, schede di valutazione dello stato di conservazione delle specie e degli habitat, scheda ambito paesaggistico PTR, 2007, processo partecipativo: verbali osservazioni e risposte) ALLEGATO B Schede descrittive delle Azioni proposteALLEGATO B Schede descrittive delle Azioni proposte Tavole di piano: Carta delle aree di tutela e di intervento scala 1:10.000, Carta dei fattori di influenza sullo stato di conservazione degli elementi di interesse scala 1:10.00) Carta dei tipi di Habitat Natura 2000 (All. I Dir.92/43/CEE) scala 1: Carta dei tipi di Habitat FVG (Poldini et al., 2006) scala 1: Carta delluso del suolo scala 1: IA- Interventi attivi RE –regolamentazioni MR – monitoraggi PD – programmi didattici Allegato: carta vincolidelle particelle soggette alle azione RE2 e RE3 (agricoltura e manutenzione e gestione canali e corsi dacqua)

8 Servizio caccia, risorse ittiche e biodiversità Utile a compensare la minor «opportunità economica» delle Attività agricole e silvicole a fronte delle limitazioni imposte dalla rete Natura 2000 INDENNITA NATURA 2000 NATURA 2000 Cogenza degli strumenti di pianificazione ambientale (MC o Piani di Gestione) Definizione di «azioni» che implicano alle aziende limitazioni oggettive nellutilizzo dei fondi (riduzione del potenziale produttivo) Costruzione della scheda di finanziamento

9 PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars RE2 - DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE SU SEMINATIVI E PIOPPETI Individuazione su CARTOGRAFIA delle particelle catastali limitrofe agli habitat umidi, ai corsi dacqua naturali ed ai fossi ed elementi principali della rete di drenaggio di larghezza superiore ai 3m. Le particelle sono soggette ad uno dei seguenti vincoli alternativi tra loro: 1) fascia di rispetto di 5m 2) introduzione metodi di coltivazione a basso impatto ambientale (biologico e agroambiente) 3) ripristini ambientali. Sono inoltre vietati: - impianto ex novo di pioppo (divieto applicato ai seminativi) - reimpianto pioppi (misura che vale SOLO nei BIOTOPI); - reimpianto di pioppo NON certificato PFEC (nel resto del SIC su pioppeti esistenti); - realizzazione di serre; - pascolo transumante; - divieto cultivar alloctoni non europei (preferibilmente italiani); - divieto di semina colture OGM; - divieto livellamenti e drenaggi fatti salvi gli interventi di gestione ordinaria e straordinaria dei fondi coltivati( DM Criteri minimi) RE3 – PROTOCOLLO UNITARIO DI MANUTENZIONE E GESTIONE DELLE ACQUE PUBBLICHE E DELLA RETE DI SCOLO - Fascia di rispetto di 5m sui terreni agricoli limitrofi: ai corsi dacqua naturali ed artificiali, ai canali e, se di larghezza superiore ai 3m da sponda a sponda, agli elementi della rete di drenaggio. Tempistica consigliata per la manutenzione. - Disposizioni relative a manutenzione di fondo e sponde degli alvei: canale di corrente, tempistica; - Per corsi dacqua inferiori a 3m larghezza, tavolo tecnico e protocollo. - Osservanza delle disposizioni delle Linee guida per le manutenzioni delle opere di bonifica idraulico -agrarie e di irrigazione. Azioni di Piano – Misure regolamentari RE2 e RE3

10 CARTOGRAFIA PRODOTTA

11 Servizio caccia, risorse ittiche e biodiversità RE2 - DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE SU SEMINATIVI E PIOPPETI vincoli alternativi Le particelle sono soggette ad uno dei seguenti vincoli alternativi tra loro: 1) fascia di rispetto di 5m rispetto ai corsi dacqua (CONDIZIONALITA) 2) introduzione metodi di coltivazione a basso impatto ambientale (biologico e agro ambiente) FACOLTATIVO 3) ripristini ambientaliFACOLTATIVO NEL SIC è VIETATO - reimpianto pioppi OBBLIGATORIO SOLO BIOTOPI - reimpianto di pioppo NON certificato PFEC ; OBBLIGATORIO NEL CASO DI REIMPIANTO DI PIOPPO - IMPIANTO ex novo PIOPPO OBBLIGATORIO SUI TERRENI A SEMINATIVO 1, IND. PER IL MANTENIMENTO DELLE FASCE DI RISPETTO265 euro/ha 2, IND. PER IL DIVIETO DI IMPIANTO DI PIOPPO SUI SEMINATIVI400 euro/ha 3, IND. PER IL DIVIETO DI REIMPIANTO DI PIOPPO NEI BIOTOPI400 euro/ha mis 213/2 INDENNITA NATURA 2000

12 MIS 213 – INDENNITA NATURA 2000 MIS 213 azione 2: SIC Risorgive dello Stella SIC - Palude Selvote - SIC Paludi di Gonars PSR NON E CUMULABILE con le azioni previste dalla misura 214 La misura 213 indennità NATURA 2000 NON E CUMULABILE con le azioni previste dalla misura 214 – PAGAMENTI AGROAMBIENTALI Dotazione finanziaria PSR Mis 213 indennità NATURA ,334,000 euro Mis 213 azione 1 - sfalcio e pascolo dei prati e dei prati pascolo (SOLO MAGREDI DEL CELLINA) Mis 213 azione 2 – SIC RISORGIVE DELLO STELLA PALUDE SELVOTE E PALUDI DI GONARS

13 BENEFICIARI I beneficiari della misura sono: le imprese agricole iscritte le imprese agricole iscritte al registro delle imprese di cui allarticolo 8 della legge 29 dicembre 1993, n. 580 (Riordinamento delle Camere di commercio, industria, artigianato e agricoltura) e che conducono nella regione una unità tecnico-economica; gli imprenditori, gli enti e gli altri soggetti pubblici o privati per i quali non opera lobbligo discrizione al registro delle imprese ai sensi dellarticolo 84 della legge regionale 9 novembre 1998, n. 13 che conducono nella regione una unità tecnico-economica

14 SUPERFICIE MINIMA DI IMPEGNO LOCALIZZAZIONE DELLAIUTO La superficie minima di adesione: 0,1 ha (1000 mq) L'azione si applica nei SIC dove vigono le norme di conservazione adottate con DGR n del 15 dicembre 2011 (Piani di Gestione): SIC Risorgive dello Stella IT SIC Palude Selvote IT SIC Paludi di Gonars IT

15 IMPEGNI Gli impegni hanno durata quinquennale. ATTUALMENTE ATTIVABILI, SUL PSR LE ANNUALITA E AZIONI PREVISTE 1. Mantenimento della fascia tampone (qualora lobbligo non sia già previsto dalla condizionalità) 2, Divieto di impianto ex novo di pioppeti 3, Divieto di reimpianto pioppeti

16 IMPEGNI Sottoazione 1 - Mantenimento di una fascia tampone Il beneficiario è tenuto a rispettare le norme di salvaguardia e di conservazione dei siti Natura a mantenere una fascia tampone della larghezza di almeno 5 metri sui seminativi e pioppeti direttamente confinanti con gli habitat umidi e con i corsi dacqua, canali e fossi, caratterizzati dal fondo e/o sponde permeabili individuati su base cartografica. Il beneficiario si impegna a mantenere una fascia tampone della larghezza di almeno 5 metri sui seminativi e pioppeti direttamente confinanti con gli habitat umidi e con i corsi dacqua, canali e fossi, caratterizzati dal fondo e/o sponde permeabili individuati su base cartografica. La larghezza della fascia tampone può essere aumentata a 10 metri per situazioni di particolare interesse definite dalla Regione. Lampiezza della fascia viene misurata prendendo come riferimento il ciglio di sponda. Il mantenimento della fascia inerbita può essere fatto solo attraverso operazioni di sfalcio o sfibratura. E vietato la concimazione e luso di diserbanti e disseccanti.

17 IMPEGNI Sottoazione 3 - Divieto di reimpianto di pioppeti Il beneficiario è tenuto a rispettare le norme di salvaguardia e di conservazione dei siti Natura 2000; non reimpiantare i pioppeti su terreni ricompresi nel perimetro del SIC e ricadenti contestualmente nei biotopi Il beneficiario si impegna a non reimpiantare i pioppeti su terreni ricompresi nel perimetro del SIC e ricadenti contestualmente nei biotopi (aree protette di cui allarticolo 4 L.R. 42/1996). Il beneficiario è tenuto a rispettare le norme di salvaguardia e di conservazione dei siti Natura non impiantare nuovi pioppeti sui terreni a seminativo Il beneficiario si impegna a non impiantare nuovi pioppeti sui terreni a seminativo ricompresi allinterno del perimetro dei SIC. Sottoazione 2 - Divieto di impianto ex novo pioppeti

18 QUANTIFICAZIONE DELLAIUTO impegno/ha/anno Sottoazione 1Mantenimento di una fascia tampone265 Sottoazione 2Divieto di impianto ex novo di pioppeti400 Sottoazione 3Divieto di reimpianto pioppeto400 Gli aiuti sono concessi per unità di superficie agricola utilizzata (SAU) secondo la tabella sotto riportata:

19 DOTAZIONE FINANZIARIA Si prevedono domande di contributo Dotazione finanziaria della misura: 1,330,000 euro Mis 213 azione 1 Mis 213 azione ha di semintaivo potenzialmente interessati 90 ha di pioppeto potenzialmente interessati

20

21 OSSERVAZIONI PRINCIPALI RE1 - TUTELA GENERALE DI HABITAT E SPECIE FLORISTICHE DI INTERESSE COMUNITARIO SOLO HABITAT Non interessa aree agricole a seminativo e pioppeto (sfalcio biennale, divieto concimazione, traino con funi, sfalcio a mano ecc ecc) SOLO HABITAT RE2 - DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE SU SEMINATIVI E PIOPPETI vincoli alternativi Le particelle sono soggette ad uno dei seguenti vincoli alternativi tra loro: 1) fascia di rispetto di 5m CONDIZIONALITA 2) introduzione metodi di coltivazione a basso impatto ambientale (biologico e agroambiente) FACOLTATIVO 3) ripristini ambientali. FACOLTATIVO Sono inoltre vietati: - reimpianto pioppi (DIVIETO VIGENTE SOLO NEI BIOTOPI); - reimpianto di pioppo NON certificato PFEC ; - IMPIANTO ex novo PIOPPO INDENNIZZO PSR mis 213/2 indennità NATURA 2000

22 OSSERVAZIONI PRINCIPALI RE3 – PROTOCOLLO UNITARIO DI MANUTENZIONE E GESTIONE DELLE ACQUE PUBBLICHE E DELLA RETE DI SCOLO - Fascia di rispetto di 5m sui terreni agricoli limitrofi: ai corsi dacqua naturali ed artificiali, ai canali e, se di larghezza superiore ai 3m da sponda a sponda, agli elementi della rete di drenaggio. Tempistica consigliata per la manutenzione. - Disposizioni relative a manutenzione di fondo e sponde degli alvei: canale di corrente, tempistica; - Per corsi dacqua inferiori a 3m larghezza, tavolo tecnico e protocollo; - Osservanza delle disposizioni delle Linee guida per le manutenzioni delle opere di bonifica idraulico -agrarie e di irrigazione. PROTOCOLLO DI INTESA CON I COMUNI PER PROTOCOLLO

23 DIRETTIVA UCCELLI 79/409/CEE LA RETE NATURA 200o IN FVG OGGI PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars IA1 - RIPRISTINO DI HABITAT ACQUATICI ED ANFIBI, DI TORBIERE E DI MOLINIETI - acquisizione, ripristini geomorfologici, rinaturalizzazione, stabilizzazione specie botaniche, manutenzione straordinaria e ordinaria IA2 - GESTIONE ATTIVA DI TORBIERE E MOLINIETI - manutenzioni straordinarie: (reiterate annualmente x 5 anni) decespugliamenti, sfalci e asporto biomassa; manutenzioni ordinarie: (intervalli superiori ai due anni) IA3 - MIGLIORAMENTO DEI BOSCHI IGROFILI - eliminazione specie non spontanee e arbusti, piantumazioni IA4 - INCREMENTO DELLE POPOLAZIONI DI SPECIE VEGETALI ANCHE TRAMITE LA COLTIVAZIONE EX SITU - gestione popolazioni originarie e coltivazioni ex situ per reintroduzione (vivaio regionale) IA5 – INTERVENTI PILOTA DI RIPRISTINO MORFOLOGICO E NATURALISTICO DEI CORSI DACQUA E DELLA RETE DI SCOLO ( in Stella:Roggia di Virco, Roggia dei Mulini, Gonars (Roggia Feret)) - riqualificazione geomorfologica di elementi del reticolo idrografico per rallentare la velocità delle acque, ripristinare soglie, salti, aree esondabili, rinaturazione della vegetazione spontanea, controllo specie alloctone - riqualificazione geomorfologica di selezionati elementi del reticolo di drenaggio: ritombamenti, anche parziali, innalzamento piano drenante. Interventi già attuati nellambito del progetto LIFE FRIULI FENS della RAFVG. Azioni identiche nei 3 piani, modificate in relazione agli habitat e specie presenti nello specifico SIC. Sono proposti nei tre piani, come interventi prioritari a livello di rete: la stabilizzazione delle specie a Rischio (IA1), lo sfalcio biennale delle torbiere (IA2) e la prosecuzione delle attività di vivaio (IA4). Azioni di Piano – Interventi attivi /1

24 PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars IA6 – INTERVENTI DEL SOGGETTO GESTORE A FAVORE DELLA FAUNA E GESTIONE FAUNISTICA - adempimenti generali a carattere faunistico (diverse le specie target nei 3 SIC). In particolare identificazione degli habitat e dei singoli elementi del paesaggio agrario di rilevanza faunistica quali habitat di specie. IA7 – INTEGRAZIONE TRA STRUTTURE E ATTIVITA E REALIZZAZIONE DI PERCORSI E STRUMENTI PER LA FRUIZIONE A CARATTERE DIDATTICO E RICREATIVO - Integrazione funzionale e dei contenuti espositivi tra le strutture (Mulino di Flambro, sede del parco intercomunale del Corno in progetto, ed Acquario di Ariis), i soggetti che svolgono attività didattiche (fattorie didattiche, organismi pubblici), potenziamento dellattività comune e integrata di creazione di percorsi e itinerari. IA8- RIPERIMETRAZIONE DELLE AREE TUTELATE E INDIVIDUAZIONE DI UNA ZONA CUSCINETTO - semplificazione nella sovrapposizione tra tipologie di tutela - individuazione di zone di particolare vulnerabilità a specifiche pressioni e di connessione ecologica con i SIC per le sulle prevedere valutazioni di incidenza - ampliamento del SIC Stella con i lotti ripristinati dal Comune di Rivignano nellambito del LIFE STAR Azioni di Piano – Interventi attivi /2

25 IAX – RIPRISTINO DI BOSCHI IGROFILI - Acquisizioni e ripristini su habitat prioritario. Interventi finanziati dal PROGETTO LIFE STAR del Comune di Rivignano IAX - CONSERVAZIONE E GESTIONE ATTIVA DI BROMETI E PRATI STABILI - decespugliamenti, sfalci, asporto biomassa, eliminazione specie alloctone i sui prati magri. Interventi finanziati dal PROGETTO LIFE FRIULI FENS della RAFVG IAX – INTERVENTI DI GESTIONE SOSTENIBILE DELLE PESCHIERE REGIONALI, DELLA ROGGIA E DEI MULINI E DEL MULINO DI FLAMBRO - Interventi per la conduzione sostenibile dellavanotteria in SIC, il ripristino dei salto nella roggia ed il completamento e lattivazione del centro del Mulino di Flambro. Interventi finanziati e oggetto di accordo di programma tra Regione ed ETP IAX - PROGETTO PILOTA DI RIDUZIONE DELLA MORTALITA STRADALE DEGLI ANFIBI - La provinciale Flambro-Flambruzzo è interessata dalle migrazioni degli anfibi per i quali si potrebbero realizzare elementi di attraversamento nellambito delle manutenzioni stradali. PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars Azioni di Piano: Interventi attivi/3 (esclusivi del pdg Stella)

26 PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars RE1 - TUTELA GENERALE DI HABITAT E SPECIE FLORISTICHE DI INTERESSE COMUNITARIO Interviene su habitat di interesse comunitario e prati stabili fissandone le modalità di gestione; Disposizioni specifiche per il genere circus (Albanella). RE2 - DISCIPLINA DELLE ATTIVITÀ AGRICOLE SU SEMINATIVI E PIOPPETI Individuazione su CARTOGRAFIA delle particelle catastali limitrofe agli habitat umidi, ai corsi dacqua naturali e ai canali di larghezza superiore ai 3m. Le particelle sono soggette ad uno dei seguenti vincoli alternativi tra loro: 1) fascia di rispetto di 5m 2) introduzione metodi di coltivazione a basso impatto ambientale (biologico e agroambiente) 3) ripristini ambientali. Sono inoltre vietati: - reimpianto pioppi (misura che vale SOLO nei BIOTOPI); reimpianto di pioppo NON certificato PFEC (nel resto del SIC); - realizzazione di serre; - pascolo transumante; - divieto cultivar alloctoni non europei (preferibilmente italiani); - divieto di semina colture ogm; - divieto livellamenti e drenaggi fatti salvi interventi di gestione ordinaria e straordinaria dei fondi agricoli( DM Criteri minimi) RE3 – PROTOCOLLO UNITARIO DI MANUTENZIONE E GESTIONE DELLE ACQUE PUBBLICHE E DELLA RETE DI SCOLO - Fascia di rispetto di 5m sui terreni agricoli limitrofi: ai corsi dacqua naturali ed artificiali, ai canali e, se di larghezza superiore ai 3m da sponda a sponda, agli elementi della rete di drenaggio. Tempistica consigliata per la manutenzione. - Disposizioni relative a manutenzione di fondo e sponde degli alvei: canale di corrente, tempistica; - Per corsi dacqua inferiori a 3m larghezza, tavolo tecnico e protocollo. - Osservanza delle disposizioni delle Linee guida per le manutenzioni delle opere di bonifica idraulico -agrarie e di irrigazione. RE8 - INDIRIZZI DI VALUTAZIONE DI INCIDENZA PER LA TUTELA DELLE RISORSE IDRICHE E DELLE CONNESSIONI ECOLOGICHE. In funzione del SIC, esternamente a questo, devono essere tutelate tramite la valutazioni dincidenza : il reticolo idrografico del sistema delle risorgive e della rete di scolo nonché le aree agricole di collegamento ecologico (x es in ex area di reperimento), si consigliano pratiche agronomiche a basso impatto ambientale nelle zone cuscinetto (perimetri da definire – IA8). Azioni di Piano: – Misure regolamentari/1

27 PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars RE4 - DISCIPLINA DELLACQUACOLTURA E INDIRIZZI PER LA VALUTAZIONE DI INCIDENZA impianti le cui captazioni emungimenti e reimmissioni interferiscono con le acque che alimentano gli habitat presenti nel SIC: - sono soggetti a Valutazione di incidenza tutti i nuovi impianti - gli impianti esistenti dovranno verificare, nei limiti e rispetti della normativa esistente, che le modifiche che vengano introdotte consentano il miglioramento ed il mantenimento dello stato di conservazione degli habitat e delle specie presenti nel SIC elenco non esaustivo di interventi che in diversa misura riducono lincidenza, possono essere considerati elementi di attenuazione e per i quali la Regione potrà prevedere incentivi. RE5 - DISCIPLINA DELLA PESCA E DELLE IMMISSIONI ITTICHE in collaborazione con ETP definizione di tratti fluviali sensibili in cui adottare eventuali provvedimenti di limitazione (pescasportivi, tecniche, immissioni, prelievi) a cura ETP: Immissione x ripopolamento di novellame di marmorata (solo per SIC STELLA). Immissioni ittiche solo se non costituiscono pericolo per la conservazione delle specie autoctone e non sono in grado di incrociarsi con esse. Ripopolamento e tutela del gambero di fiume, controllo diffusione specie concorrenti. Divieto introduzione in olle, stagni non collegati ad altri. RE6 - DISCIPLINA DELLATTIVITÀ VENATORIA Divieti: caccia allavifauna mediante appostamento, utilizzo munizioni contenenti piombo, foraggiamento intensivo fauna selvatica, immissione specie diverse da fagiano e starna; Obbligo di numerare gli appostamenti per la caccia selettiva, di registrare il numero dellappostamento utilizzato di comunicarlo al Soggetto gestore; Il soggetto gestore promuove: la translazione dellOasi di Bertiolo entro il SIC, la sospensione o limitazione dellattività venatoria in limitate aree particolarmente sensibili per lavifauna la riduzione del numero di cacciatori nelle riserve interessate dal SIC, sono autorizzabili gli interventi in deroga inerenti i corvidi la volpe e il cinghiale, questultimo da appostamento fisso in mirate operazioni di controllo. RE7 - DISCIPLINA DEGLI ACCESSI E DELLA FRUIZIONE Redazione, concertata, a cura del Soggetto gestore di una proposta di disciplina del sistema di accessibilità e fruizione del singolo SIC, secondo specifici criteri (elenco) Azioni di Piano: – Misure regolamentari/2

28 DIRETTIVA UCCELLI 79/409/CEE LA RETE NATURA 200o IN FVG OGGI PdG Risorgive dello Stella, Palude Selvote e Paludi di Gonars MR1 - MONITORAGGIO DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI MR2 - MONITORAGGIO DELLE SPECIE VEGETALI Si incentrano sulle priorità specifiche e di rete presenti nel SIC: gli habitat umidi e le specie endemiche e di interesse originarie e ripristinate MR3 - MONITORAGGIO DELLE SPECIE ANIMALI:ENTOMOFAUNA, FAUNA ITTICA E GAMBERO DI FIUME, MOLLUSCHI, ERPETOFAUNA, AVIFAUNA, MAMMALLOFAUNA Privilegiano il completamento dei formulari standard, si incardinano sul redigendo programma regionale di monitoraggio MR4 - MONITORAGGIO DELLO STATO QUALITATIVO E QUANTITATIVO DELLE RISORSE IDRICHE Approfondimenti ed eventuali razionalizzazioni nel monitoraggio delle acque MR5 –MONITORAGGIO DELLE PRESSIONI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE NEL SETTORE PRIMARIO Monitoraggio dellincidenza di agricoltura e acquacoltura su specie e habitat d interesse comunitario MR1 - MONITORAGGIO DEGLI HABITAT NATURALI E SEMINATURALI MR2 - MONITORAGGIO DELLE SPECIE VEGETALI Si incentrano sulle priorità specifiche e di rete presenti nel SIC: gli habitat umidi e le specie endemiche e di interesse originarie e ripristinate MR3 - MONITORAGGIO DELLE SPECIE ANIMALI:ENTOMOFAUNA, FAUNA ITTICA E GAMBERO DI FIUME, MOLLUSCHI, ERPETOFAUNA, AVIFAUNA, MAMMALLOFAUNA Privilegiano il completamento dei formulari standard, si incardinano sul redigendo programma regionale di monitoraggio MR4 - MONITORAGGIO DELLO STATO QUALITATIVO E QUANTITATIVO DELLE RISORSE IDRICHE Approfondimenti ed eventuali razionalizzazioni nel monitoraggio delle acque MR5 –MONITORAGGIO DELLE PRESSIONI DELLE ATTIVITÀ PRODUTTIVE NEL SETTORE PRIMARIO Monitoraggio dellincidenza di agricoltura e acquacoltura su specie e habitat d interesse comunitario Azioni di Piano: Programmi di monitoraggio Azioni di Piano: Programmi divulgativi e di sensibilizzazione PD1 - SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE DEI PRINCIPALI OPERATORI ECONOMICI, DEI CACCIATORI E PESCASPORTIVI, DEI CITTADINI E DEI BAMBINI attività formative anche finanziate con fondi europei PD1 - SENSIBILIZZAZIONE E FORMAZIONE DEI PRINCIPALI OPERATORI ECONOMICI, DEI CACCIATORI E PESCASPORTIVI, DEI CITTADINI E DEI BAMBINI attività formative anche finanziate con fondi europei


Scaricare ppt "Direzione centrale risorse rurali agroalimentari e forestali Piani di gestione dei SIC: IT 3320026 Risorgive dello Stella IT 3320028 Palude Selvote IT."

Presentazioni simili


Annunci Google