La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

LA RETE ECOLOGICA IN EMILIA-ROMAGNA IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA RETE ECOLOGICA REGIONALE IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "LA RETE ECOLOGICA IN EMILIA-ROMAGNA IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA RETE ECOLOGICA REGIONALE IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA."— Transcript della presentazione:

1 LA RETE ECOLOGICA IN EMILIA-ROMAGNA IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA RETE ECOLOGICA REGIONALE IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA RETE ECOLOGICA REGIONALE Dott. Enzo Valbonesi Dott. Enzo Valbonesi Regione Emilia-Romagna Servizio Parchi e Risorse forestali

2 Liter di predisposizione del Primo Programma regionale L.R. n. 6/2005 Disciplina della formazione e della gestione del Sistema regionale delle Aree naturali protette e dei siti della Rete Natura 2000 (art. 12 Programma regionale) Proposte avanzate da: Province, Enti di gestione dei parchi regionali, Associazioni ambientaliste, Università, Organizzazioni professionali agricole, del commercio del turismo, dellartigianato Predisposizione della bozza di Programma Consultazioni Approvazione G. R. VAS, Commissione consiliare, ulteriori consultazioni Approvazione in Assemblea legislativa

3 PRINCIPALI CONTENUTI DEL PROGRAMMA –Rapporto sullo stato della biodiversità regionale –Stato delle aree protette esistenti, obiettivi gestionali di ciascuna –Individuazione delle nuove aree protette (Parchi, Riserve, Paesaggi protetti, Aree di riequilibrio ecologico) –Disegno della rete ecologica regionale (AAPP, rete Natura 2000 e aree di collegamento ecologico) –Individuazione delle aree di collegamento ecologico di scala regionale –Obiettivi strategici – Azioni da promuovere – Strumenti da utilizzare –Quadro delle risorse finanziarie

4 PRINCIPALI ELEMENTI DI CRITICITA DELLA BIODIVERSITA Numerosi ecosistemi, habitat e gruppi di specie, caratteristici della nostra Regione, sono soggetti ad un crescente degrado, ed in particolare: i litorali marini gli habitat delle zone umide di acqua dolce i corsi dacqua di pianura i prati stabili e pascoli in pianura, collina e montagna (segnati dalla riduzione o dalla vera e propria scomparsa) Inoltre è in progressivo aumento: – – la frammentazione delle connettività ecologiche in pianura e nei fondo valle a causa soprattutto della crescente urbanizzazione e della dispersione insediativa. – – il fenomeno del bioaccumulo di sostanze tossiche nei grandi predatori, nei chirotteri e negli anfibi che mette a rischio le specie più fragili. – – La competizione delle specie aliene a discapito della flora e fauna locale – – GLI STUDI REALIZZATI: - Ricerca Prof. Boitani (Università La Sapienza) - Studio-ricerca Soc. Ecosistema - Rapporti delle Province e delle Aree protette

5 GLI OBIETTIVI STRATEGICI Frenare lulteriore urbanizzazione di suolo vergine e contrastare linterruzione delle connessioni ecologiche naturali esistenti Frenare lulteriore urbanizzazione di suolo vergine e contrastare linterruzione delle connessioni ecologiche naturali esistenti Arrestare la perdita degli habitat naturali e seminaturali Arrestare la perdita degli habitat naturali e seminaturali Promuovere il miglioramento della qualità dei corpi idrici Promuovere il miglioramento della qualità dei corpi idrici Incentivare la forestazione delle aree di pianura Incentivare la forestazione delle aree di pianura Tutelare le aree del litorale marino non ancora interessate dalle strutture turistiche Tutelare le aree del litorale marino non ancora interessate dalle strutture turistiche Contrastare lingressione del cuneo salino e la subsidenza delle aree costiere Contrastare lingressione del cuneo salino e la subsidenza delle aree costiere Promuovere azioni di contenimento delle specie faunistiche invasive Promuovere azioni di contenimento delle specie faunistiche invasive Controllare le popolazioni faunistiche in soprannumero Controllare le popolazioni faunistiche in soprannumero Accrescere il sostegno a quegli operatori agricoli che si impegnano a rispettare le misure di regolazione territoriale Accrescere il sostegno a quegli operatori agricoli che si impegnano a rispettare le misure di regolazione territoriale Sviluppare azione di sensibilizzazione e informazione dellopinione pubblica Sviluppare azione di sensibilizzazione e informazione dellopinione pubblica Estendere il ricorso al volontariato ambientale Estendere il ricorso al volontariato ambientale Incentivare la ricerca scientifica applicata e il monitoraggio sistemi naturali Incentivare la ricerca scientifica applicata e il monitoraggio sistemi naturali Favorire il sostegno dei privati e le dotazioni verdi Favorire il sostegno dei privati e le dotazioni verdi

6 LE AZIONI Coordinare le iniziative di conservazione dei sistemi naturali interregionali - la dorsale appenninica e Appennino Parco dEuropa - il medio corso del fiume Po - verso il Parco interregionale del delta del Po Coordinare le iniziative di conservazione dei sistemi naturali interregionali - la dorsale appenninica e Appennino Parco dEuropa - il medio corso del fiume Po - verso il Parco interregionale del delta del Po Migliorare lefficacia e lefficienza gestionale dei Parchi regionali Migliorare lefficacia e lefficienza gestionale dei Parchi regionali Avvicinare Parchi e mondo rurale Avvicinare Parchi e mondo rurale Integrare meglio la conservazione con la valorizzazione delle Aree protette Integrare meglio la conservazione con la valorizzazione delle Aree protette

7 GLI STRUMENTI Le nuove Aree protette Le nuove Aree protette Le modifiche delle Aree protette esistenti Le modifiche delle Aree protette esistenti Le modificazioni dei siti Rete Natura 2000 Le modificazioni dei siti Rete Natura 2000 Le aree di collegamento ecologico Le aree di collegamento ecologico Attuare la Direttiva habitat e la gestione dei Siti di Rete Natura 2000 Attuare la Direttiva habitat e la gestione dei Siti di Rete Natura 2000 Accrescere le conoscenze e svolgere il monitoraggio della biodiversità: istituire losservatorio regionale della biodiversità Accrescere le conoscenze e svolgere il monitoraggio della biodiversità: istituire losservatorio regionale della biodiversità La conservazione della fauna minore La conservazione della fauna minore La divulgazione naturalistica e leducazione ambientale La divulgazione naturalistica e leducazione ambientale I nuovi criteri di riparto dei finanziamenti regionali per le spese di gestione I nuovi criteri di riparto dei finanziamenti regionali per le spese di gestione Gli obiettivi di scopo dei Parchi e delle Riserve naturali Gli obiettivi di scopo dei Parchi e delle Riserve naturali

8 NUOVE AREE PROTETTE 2 Parchi regionali PC - Parco regionale fluviale del Trebbia sup ha MO/RE - Parco regionale fluviale del Secchia (da individuare) 2 Riserve naturali PR - Riserva naturale regionale Oasi dei Ghirardi sup. 402 ha PR - Riserva naturale regionale Oasi di Torrile sup. 110 ha 7 Paesaggi naturali e seminaturali protetti PC - Val Tidone sup ha RE - Dorsale appenninica reggiana sup ha RE - Collina reggiana sup ha MO - Collina modenese sup ha BO - Boschi di San Luca, destra Reno e collina bolognese sup ha RA - Centuriazione sup. 726 ha RN - Torrente Conca sup ha 54 Aree di riequilibrio ecologico

9 MODIFICAZIONE DELLE AREE PROTETTE ESISTENTI unificazione del Parco fluviale dello Stirone e Riserva naturale geologica del Piacenziano unificazione del Parco fluviale dello Stirone e Riserva naturale geologica del Piacenziano ampliamento Parchi regionali: Valli del Cedra e del Parma, Sassi di Roccamalatina, Laghi di Suviana e Brasimone, ampliamento Parchi regionali: Valli del Cedra e del Parma, Sassi di Roccamalatina, Laghi di Suviana e Brasimone, Ampliamento Riserve naturali: Alfonsine, Rupe di Campotrera, Casse despansione del Secchia Ampliamento Riserve naturali: Alfonsine, Rupe di Campotrera, Casse despansione del Secchia

10 SISTEMA DELLE AREE PROTETTE (ATTUALE) SITI RETE NATURA 2000 PARCHI E RISERVE ISTITUITI SITI RETE NATURA 2000


Scaricare ppt "LA RETE ECOLOGICA IN EMILIA-ROMAGNA IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA RETE ECOLOGICA REGIONALE IL SISTEMA DELLE AREE NATURALI PROTETTE E LA."

Presentazioni simili


Annunci Google