La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Copertina STRUMENTI PER IL GOVERNO DEL PAESAGGIO seconda parte - la pianificazione paesistica regionale Prof. Paolo Fusero Vincent Van Gogh 1889 – Harvest.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Copertina STRUMENTI PER IL GOVERNO DEL PAESAGGIO seconda parte - la pianificazione paesistica regionale Prof. Paolo Fusero Vincent Van Gogh 1889 – Harvest."— Transcript della presentazione:

1 copertina STRUMENTI PER IL GOVERNO DEL PAESAGGIO seconda parte - la pianificazione paesistica regionale Prof. Paolo Fusero Vincent Van Gogh 1889 – Harvest landscape

2 indice STRUMENTI PER IL GOVERNO DEL PAESAGGIO Parte Seconda: la pianificazione paesistica regionale prof. Paolo Fusero bilancio legge Galasso caso di studio PTPR Emilia Romagna competenze regionali in materia soffermarsi sugli strumenti urbanistici a scala regionale per il governo del paesaggio OBIETTIVO DIDATTICO ARGOMENTI TRATTATI

3 pianificazione paesaggio L. 1497/39 pochi Piani modesto contenuto scientifico DPR n. 8/72 competenze legislative alle Regioni L. 431/85 si comincia ad affermare la pianificazione paesaggistica non produce effetti rilevanti

4 legge Galasso ruolo importante di tutela avanzamento culturale ampliamento quadro delle tutele superamento visione estetica venti anni di vigenza dimensione ecologica processi storici, insediativi, culturali Legge Galasso

5 un bilancio soddisfacente? un bilancio non del tutto positivo della L. Galasso Risultati molte regioni ancora sprovviste di Piano Paesistico livello non soddisfacente dei piani elaborati schedatura meccanicistica di Beni senza progetto visione anacronistica del concetto di vincolo Vincoli estesi su quasi metà del territorio nazionale ambiti vincolati generici non riescono a garantire la tutela dei caratteri identitari Rinvio ad un nulla-osta di competenza delle Soprintendenze

6 alcune necessità Necessità completare il mosaico della pianificazione paesistica rendere efficiente il lavoro delle Soprintendenze messa a punto di regole condivise dal vincolo al progetto Obiettivo La carta documenta alcune categorie di beni vincolati ai sensi della legge 431. Sono riportati i seguenti vincoli di base : - vincoli archeologici ex lege 1089/39 - aree vincolate ex lege 1497/39 - fasce fluviali e lacustri (di 150 m. e 300 m., per fiumi e laghi rispettivamente) - aree boscate, foreste e rimboschimenti. Sono inoltre comprese le aree di interesse pubblico vincolate ai sensi del Decreto Ministeriale 1/8/85 (i cosiddetti Galassini). Carta dei vincoli paesaggistici Regione Piemonte

7 un caso di studio PTPR Emilia Romagna case study descrizione esaustiva analisi critica giudizio di valore ambiti di competenza elaborati tecnici tecniche di pianificazione storia urbanistica tecnica di elaborazione

8 Non ci sono paesaggi meritevoli ed altri meno meritevoli ma livelli di trasformabilità diversi in funzione del ruolo territoriale Interpretare il paesaggio non in termini statici bensì come risultato di processi dinamici La filosofia del PianoIl principio di fondo Assunzione di responsabilità della componente gestionale riconoscimento delle diverse identità locali identificare gli effetti delle azioni improprie nei confronti delle cultura e della storia delle società locali la filosofia del Piano

9 parametri di riferimento PARAMETRI DI RIFERIMENTO Per valutare la compatibilità dei processi di trasformazione territoriale in itinere Avere chiare le conseguenze ambientali e paesaggistiche Il Piano come interpretazione amministrativa del paesaggio omogeneità di struttura omogeneità di caratteri omogeneità di relazioni sociali UNITA DI PAESAGGIO perdita di identità distruzione di Beni nuove opportunità

10 elaborati e contenuti Norme Tecniche Attuazione Cartografia sc. 1: Altri elaborati cartografici unità di paesaggio viabilità panoramica insediamenti storici abitati da consolidare Elaborati tecnici etc. Fisiografiche Tematiche Componenti sistemi zone elementi Modalità di suddivisione Categorie montagna collina pianura costa agricolo boschivo acque insediativo biologiche geomorfologiche insediative

11 categorie del PTPR esempio SISTEMI Aree agricole Questo sistema costituisce il più consistente e noto paesaggio regionale, infatti esso racchiude una identità storica e culturale unica oltre a fornire una consistente risorsa economica. La pianificazione infraregionale ha lobbligo di individuare gli elementi caratterizzanti il paesaggio rurale e di osservare le indicazioni per la sua conservazione e valorizzazione. esempio ZONE Tutela della costa Presentano caratteri di naturalità, rinvenibili principalmente nella porzione nord della costa, o di seminaturalità. Al fine di conservare lintegrità di tali zone, il P.T.P.R. consente esclusivamente interventi di salvaguardia e ripristino. esempio ELEMENTI Colonie marine La necessità di sottoporre a specifiche prescrizioni gli edifici delle colonie marine è nata dal riconoscimento del valore emblematico di architetture spesso importanti e dalla valutazione degli aspetti ambientali che le aree ad esse circostanti racchiudono in quanto soggette ad una rinaturalizzazione spontanea.

12 unità di paesaggio Le Unità di Paesaggio rappresentano Ambiti territoriali omogenei in relazione ai processi di trasformazione territoriale individuare loriginalità precisare elementi caratterizzanti consentire gestione coerente Incrocio di fattori costituzione geologica elementi geomorfologici quota microclima presenza umana etc. Le 23 unità di paesaggio vegetazione

13 efficacia delle disposizioni Legge Galasso PTPR vincoli e prescrizioni Le prescrizioni del PTPR sono prevalenti rispetto ai PRG comunali per le tematiche ambientali e paesaggistiche Ambito operatività aree vincolate estensione a tutto il territorio comunale

14 tipi di disposizioni diversi tipi di disposizioni incidono sul regime giuridico dei beni tutelati divieti limiti usi ammissibili trasformazioni consentite specificazione ed attuazione demandata agli enti locali i provvedimenti si attuano attraverso delibere della Provincia e del Comune prescrizioni indirizzi direttive

15 fase attuale Fase di aggiornamento PTCP Fisiologico processo di adattamento visione paesistica politiche di sviluppo PTP di Bologna – tav 5 Reti Ecologiche strumenti di pianificazione


Scaricare ppt "Copertina STRUMENTI PER IL GOVERNO DEL PAESAGGIO seconda parte - la pianificazione paesistica regionale Prof. Paolo Fusero Vincent Van Gogh 1889 – Harvest."

Presentazioni simili


Annunci Google