La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Microzonazione sismica e pianificazione territoriale Applicazione degli indirizzi e criteri dopo il terremoto dellAquila (Fabrizio Bramerini, Claudia Faraone,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Microzonazione sismica e pianificazione territoriale Applicazione degli indirizzi e criteri dopo il terremoto dellAquila (Fabrizio Bramerini, Claudia Faraone,"— Transcript della presentazione:

1 Microzonazione sismica e pianificazione territoriale Applicazione degli indirizzi e criteri dopo il terremoto dellAquila (Fabrizio Bramerini, Claudia Faraone, Gianluca Giovannelli) GNGTS – 28° Convegno Nazionale Trieste 16 – 19 novembre 2009 Università degli studi dellAquila Facoltà di Ingegneria Corso di Microzonazione simica LAquila, 4 marzo 2010

2 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Il progetto per la MS a LAquila Task 1: Reperimento, archiviazione e restituzione informatica dati pregressi Task 2: Modello geologico-tecnico del sottosuolo e fenomeni cosismici Task 3: Analisi di laboratorio Task 4: Caratterizzazione geofisica dei terreni Task 5: Analisi strumentali: H/V rapporti spettrali, strong /weak motion e microtremori Task 6: Terremoto di riferimento per simulazioni numeriche Task 7: Simulazioni numeriche Task 8: Analisi del danno Task 9: Raccordo con Pianificazione Urbanistica e Norme Tecniche Costruzioni Task 10: Report e cartografie finali, diffusione dei risultati

3 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli obiettivi del task 9 Applicare gli Indirizzi e criteri (parte urbanistica) Predisporre degli strumenti utili per gli operatori del settore

4 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli obiettivi del task 9

5 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 1.Introduzione 2.Riferimenti normativi 3.Soggetti 4.Definizioni 5.Generalità 6.Principi ed elementi per la MS 7.Pianificazione territoriale e urbanistica 8.Pianificazione dellemergenza 9.Progettazione di opere 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa-esecutiva

6 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 1.Introduzione 2.Riferimenti normativi 3.Soggetti 4.Definizioni 5.Generalità 6.Principi ed elementi per la MS 7.Pianificazione territoriale e urbanistica 8.Pianificazione dellemergenza 9.Progettazione di opere 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa-esecutiva 7.Pianificazione territoriale e urbanistica

7 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 7.Pianificazione territoriale e urbanistica Recepimento delle Scelte localizzative Definizione in dettaglio -Livello 2 o Livello 3 -Limiti territoriali Definizione -Tipologie, modalità e densità indagini negli ambiti per nuovi insediamenti e infrastrutture 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa- esecutiva Le indagini possono confermare le microzone o modificarle localmente

8 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 7.Pianificazione territoriale e urbanistica Recepimento ed integrazione di quanto definito nei contenuti nella componente strutturale -Strategie urbanistiche -Politiche specifiche di riduzione del rischio sismico -Scelte localizzative 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa- esecutiva

9 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 7.Pianificazione territoriale e urbanistica Recepimento ed integrazione delle Strategie urbanistiche Recepimento delle scelte in merito a -Aree di nuova previsione -Interventi ammissibili e modalità -Modalità di intervento nelle aree urbanizzate -Contenuti prescrittivi -Con particolare riferimento alle condizioni di instabilità evidenziate dalla Carta delle microzone omogenee in prospettiva sismica 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa- esecutiva

10 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 7.Pianificazione territoriale e urbanistica Recepimento ed integrazione delle Strategie urbanistiche Individuazione di -Regole e prescrizioni per la riduzione del rischio per ambiti e aree di nuova previsione -Aree e edifici ad elevato rischio -Indagini specifiche, modalità di manutenzione o intervento -Priorità di intervento per edifici strategici e rilevanti 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa- esecutiva

11 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Gli Indirizzi e criteri e la pianificazione territoriale Indirizzi e criteri Linee Guida Appendici 7.Pianificazione territoriale e urbanistica Recepimento delle Politiche specifiche di riduzione del rischio sismico Controllo della qualità urbana (se previsto dalla componente strutturale) -Obiettivi specifici di prevenzione -Priorità interventi di mitigazione rischio -Individuazione sistemi urbani e valutazione -risposta al sisma -superamento emergenza -ripresa post-evento -Individuazione aree ad alta esposizione e vulnerabilità per minimizzare il rischio 7.1 Generalità 7.2 Pianificazione di area vasta (piani provinciali e altri piani territoriali) 7.3 Pianificazione comunale -Generalità -Componente strutturale -Componente operativa -Componente attuativa- esecutiva Esplicitazione delle modalità per il raggiungimento degli obiettivi

12 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Il piano di lavoro Recupero degli strumenti urbanistici –Coinvolgimento dei soggetti istituzionali Omogeneizzazione basi dati –Rilettura critica della pianificazione –Standardizzazione delle rappresentazioni Nella pianificazione Nella MS Confronto strumento urbanistico e MS –Griglia delle intersezioni Analisi delle sovrapposizioni Definizione delle indicazioni operative

13 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Recupero degli strumenti urbanistici

14 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Comune di Fossa

15 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Comune di Navelli

16 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Comune di Goriano Sicoli

17 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Legenda delle zone omogenee ABCDERSVABCDERSV ABCDERSVABCDERSV

18 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Comune di Goriano Sicoli EREVRVVCCEREVRVVCC EREVRVVCCEREVRVVCC CSDBRBCACSDBRBCA CSDBRBCACSDBRBCA

19 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati ABCDERSVABCDERSV ABCDERSVABCDERSV

20 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Navelli

21 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Goriano Sicoli

22 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione basi dati Fossa

23 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione nella MS La struttura delle cartelle Gli shapefiles nella cartella MS –3 shapefiles poligonali –2 shapefiles lineari –1 shapefile puntuale

24 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione nella MS Descrizione dello shapefile poligonale: zone Questo SHP contiene le seguenti tipologie di zone: zone stabili zone stabili suscettibili di amplificazioni solo le seguenti zone instabili: instabilità di versante liquefazione Ciascuna di queste zone è alternativa alle altre, pertanto non possono esistere sovrapposizioni. La tabella degli attributi deve obbligatoriamente contenere almeno i campi descritti di seguito. Ulteriori campi descrittivi sono possibili a discrezione del rilevatore. Nome: ID_z Tipo: numero intero Descrizione: identificativo univoco della zona. Parte da 1. Nome:Tipo_z Tipo:numero intero Descrizione: contiene un codice numerico formato da 4 cifre che descrive la tipologia della zona su base litologica Le codifiche da utilizzare sono elencate di seguito.

25 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Omogeneizzazione nella MS ZONE STABILI SUSCETTIBILI DI AMPLIFICAZIONI LOCALI Codificate in modo progressivo su base litologica. Schema del codice: 2nnn con nnn che va da 001 a 999 Note: due o più zone possono avere stesso tipo_z, ma avranno sempre diverso ID_z. In allegato per ciascun codice 2nnn, dovrà essere rappresentata la colonna stratigrafica ZONE INSTABILI Instabilità di versante

26 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Confronto strumento urbanistico e MS Navelli (Civitaretenga) PRG MS

27 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Confronto strumento urbanistico e MS Navelli (Civitaretenga)

28 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Confronto strumento urbanistico e MS Navelli PRG MS

29 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Confronto strumento urbanistico e MS Navelli

30 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Analisi delle sovrapposizioni

31 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Analisi delle sovrapposizioni

32 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Analisi delle sovrapposizioni

33 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Definizione delle indicazioni operative Recepimento ed integrazione delle Strategie urbanistiche Recepimento delle scelte in merito a -Aree di nuova previsione -Interventi ammissibili e modalità -Modalità di intervento nelle aree urbanizzate -Contenuti prescrittivi -Con particolare riferimento alle condizioni di instabilità evidenziate dalla Carta delle microzone omogenee in prospettiva sismica Recepimento ed integrazione delle Strategie urbanistiche Individuazione di -Regole e prescrizioni per la riduzione del rischio per ambiti e aree di nuova previsione -Aree e edifici ad elevato rischio -Indagini specifiche, modalità di manutenzione o intervento -Priorità di intervento per edifici strategici e rilevanti

34 Microzonazione Sismica e pianificazione territoriale Prodotti attesi Confronto strumento urbanistico e MS Confronto strumento urbanistico e MS Analisi delle sovrapposizioni Definizione delle indicazioni operative


Scaricare ppt "Microzonazione sismica e pianificazione territoriale Applicazione degli indirizzi e criteri dopo il terremoto dellAquila (Fabrizio Bramerini, Claudia Faraone,"

Presentazioni simili


Annunci Google