La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 Dai profili professionali alle competenze : modelli di progettazione dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale Mauro Frisanco.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 Dai profili professionali alle competenze : modelli di progettazione dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale Mauro Frisanco."— Transcript della presentazione:

1 1 Dai profili professionali alle competenze : modelli di progettazione dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale Mauro Frisanco

2 2 Il Repertorio nazionale delle qualifiche professionali:

3 REPERTORIO NAZIONALE QUALIFICHE PROFESSIONALI REPERTORIO NAZIONALE DIPLOMI PROFESSIONALI FIGURA/E DI QUALIFICA DI RIFERIMENTO PER DIPLOMA PROFESSIONALE INDIRIZZI DELLA FIGURA FIGURA DI DIPLOMA PROFESSIONALE INDIRIZZI DELLA FIGURA 1 Operatore alla riparazione di veicoli a motore Riparazioni parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo a motore Tecnico riparatore di veicoli a motore Nessuno Riparazioni di carrozzeria 2 Operatore meccanico Operatore elettrico Operatore elettronico Nessuno Tecnico per la conduzione e la manutenzione di impianti automatizzati Nessuno Tecnico per lautomazione industriale Nessuno 3 Operatore elettrico Nessuno Tecnico elettricoNessuno 4Operatore elettronicoNessuno Tecnico elettronicoNessuno 5Operatore edileNessunoTecnico edileNessuno 6 Operatore di impianti termo-idraulici Nessuno Tecnico impianti termici Nessuno 7Operatore del legnoNessunoTecnico del legnoNessuno 8Operatore grafico Stampa e allestimento Tecnico graficoNessuno Multimedia

4 9 Operatore della ristorazione Preparazione pasti Tecnico di cucina Nessuno Servizi di sala e bar Tecnico dei servizi di sala e bar Nessuno 10 Operatore ai servizi di promozione e accoglienza Strutture ricettive Tecnico dei servizi di promozione e accoglienza Nessuno Servizi del turismo 11 Operatore amministrativo- segretariale Nessuno Tecnico dei servizi di impresa Nessuno 12 Operatore del benessere AcconciaturaTecnico dellacconciatura Nessuno Estetica Tecnico dei trattamenti estetici Nessuno 13 Operatore ai servizi di vendita Nessuno Tecnico commerciale delle vendite Nessuno 14 Operatore dei sistemi e dei servizi logistici NessunoNessuna (allo stato)Nessuno 15Operatore agricolo Allevamento animali domestici Tecnico agricoloNessuno Coltivazione Silvicoltura, salvaguardia dellambiente 16 Operatore della trasformazione agroalimentare Nessuno Tecnico della trasformazione agroalimentare nessuno

5 17 Operatore delle lavorazioni artistiche Nessuno Tecnico delle lavorazioni artistiche Nessuno 18 Operatore dellabbigliamento Nessuno Tecnico dellabbigliamento Nessuno 19 Operatore delle produzioni chimiche Nessuno Nessuna (allo stato) Nessuno 20 Operatore calzature NessunoNessuna (allo stato) 21 Operatore imbarcazioni da diporto NessunoNessuna (allo stato) 22 Nessuna Tecnico dei servizi di animazione turistico- sportiva e del tempo liberoNessuno

6 6 Il Repertorio nazionale delle qualifiche professionali: limpianto e le scelte metodologiche, le implicazioni per la programmazione e la progettazione regionale

7 Documenti ACCORDO Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome del 25 febbraio 2010 ACCORDO Stato-Regioni Conferenza del 29 aprile 2010 Figure dei percorsi di Qualifica professionale * Standard formativi minimi percorsi di Qualifica professionale * Figure dei percorsi di quarto anno di diploma professionale * Standard formativi minimi tecnico- professionali caratterizzanti il quarto anno * Documento metodologico * Documento sulla fisionomia del Tecnico in esito al quarto anno di Diploma professionale * Standard formativi delle competenze di base del quarto anno di Diploma professionale * RIFERIMENTI

8 il Repertorio nazionale dellofferta di IeFP è costituito dallinsieme delle qualifiche e dei diplomi riconducibili a figure di differente livello, relative ad aree professionali, articolabili in specifici profili regionali sulla base dei fabbisogni del territorio Attraverso il documento metodologico si definiscono: 1.Il significato Repertorio nazionale dellofferta di I e FP 2.Il significato di Figura, la sua possibile articolazione, le modalità di identificazione e di descrizione 3.Il significato di Profilo regionale 4.Il significato di Qualifica e Diploma professionale Per Figura si intende uno standard assunto a livello di sistema Paese; la Figura costituisce un aggregato di competenze tecnico-professionali caratterizzanti, declinate in rapporto alle attività più significative identificate a partire da processi di lavoro, riconducibili alle aree economico-professionali definite a livello nazionale. La figura può comprendere indirizzi i quali costituiscono diversi orientamenti formativi che rappresentano una caratterizzazione del processo della figura per prodotto /servizio /ambito/ lavorazione Il Profilo regionale rappresenta la declinazione / articolazione a livello regionale della Figura/Indirizzo nazionale rispetto alle specificità / caratterizzazioni territoriali del mercato del lavoro. Le competenze tecnico-professionali che, sulla base delle specifiche esigenze territoriali, connotano il Profilo regionale si intendono aggiuntive rispetto a quelle assunte dal sistema Paese come standard nazionale ….. alcune definizioni 8

9 REPERTORIO NAZIONALE QUALIFICHE PROFESSIONALI FIGURE DI QUALIFICA (CON INDIRIZZO) INDIRIZZI DELLA FIGURA Operatore alla riparazione di veicoli a motore Riparazioni parti e sistemi meccanici ed elettromeccanici del veicolo a motore Riparazioni di carrozzeria Operatore grafico Stampa e allestimento Multimedia Operatore della ristorazione Preparazione pasti Servizi di sala e bar Operatore ai servizi di promozione e accoglienza Strutture ricettive Servizi del turismo Operatore del benessere Acconciatura Estetica Operatore agricolo Allevamento animali domestici Coltivazione Silvicoltura, salvaguardia dellambiente Standard minimo nazionale = figura + (eventualmente) almeno un indirizzo 9 Correlazione tra il quadro nazionale e lofferta formativa regionale

10 Standard nazionale Figura Standard nazionale Indirizzo Profilo regionale Curvatura di offerta (eventuale) Curvatura di offerta (eventuale) Operatore della ristorazione Preparazione pasti Operatore ai servizi di cucina Cucina salutista Cucina mediterranea Servizi di sala e bar Dalla figura nazionale, al profilo regionale, alla curvatura di offerta (eventuale): un esempio generale di correlazione Certificazione finale Operatore ai servizi di cucina Correlazione allOperatore della ristorazione Standard di Figura e di Indirizzo Nazionale Standard del Profilo regionale Competenze di curvatura (cucina salutista) 10

11 11 Standard del profilo Regionale (…. non toglie mai, ma aggiunge): 1. Profilo regionale come ulteriore declinazione delle competenze e/o dei loro elementi costitutivi (abilità, conoscenze) della Figura e/o dellIndirizzo 2. Profilo regionale come Accorpamento di più indirizzi Articolazione ulteriore (potenziamento/allargamento) di figura o di indirizzo

12 12 Standard nazionale Figura Standard nazionale Indirizzo Profilo regionaleConnotazioni di processo Operatore agricolo Coltivazioni arboree, erbacee, ortofloricole Operatore Orto-floro-vivaista Coltivazione Gestione e manutenzione aree verdi Allevamento animali domestici Silvicoltura, salvaguardia dellambiente Esempio di Profilo regionale come ulteriore declinazione delle competenze e/o dei loro elementi costitutivi (abilità, conoscenze) della Figura e/o dellIndirizzo STANDARD NAZIONALE FIGURA OPERATORE AGRICOLO – INDIRIZZO COLTIVAZIONI COMPETENZEABILITÀ MINIMECONOSCENZE ESSENZIALI Eseguire le operazioni fondamentali attinenti alla coltivazione di piante arboree, erbacee, ortofloricole (*) Applicare tecniche di trattamento ordinario e straordinario del terreno Utilizzare sistemi di protezione del terreno e delle acque Applicare metodiche e tecniche di impianto, coltivazione, riproduzione e manutenzione di piante arboree o arbustive, erbacee, ortofloricole Impiegare procedure e metodi per la raccolta dei prodotti Elementi fertilizzanti del suolo Esigenze di sito e condizioni climatiche legate alle diverse coltivazioni Esigenze nutrizionali Fertilizzanti e concimi Metodi, forme e tecniche della lotta contro parassiti, malattie, disturbi fitopatologici Principali sistemi e forme di produzioni Principali tecniche di piantumazione, produzione e manutenzione delle piante Principali tecniche di raccolta dei prodotti

13 13 Standard nazionale Figura Standard nazionale Indirizzo Profilo regionale attuale Profilo regionale eventualmente ridefinito Operatore grafico Stampa e allestimento Operatore grafico Operatore grafico Multimedia Esempio di Profilo regionale come accorpamento di più indirizzi Esempio di Profilo regionale come articolazione ulteriore (potenziamento/allargamento) di figura o di indirizzo Standard nazionale Figura Standard nazionale Indirizzo Profilo regionale Operatore meccanicoNessuno Operatore alle lavorazioni di carpenteria metallica

14 Attraverso il documento metodologico si definiscono, inoltre: 1.Il significato di Competenza e dei suoi elementi costitutivi (a partire dal QEQ) 2.Larticolazione e il significato degli obiettivi di apprendimento espressi in competenze 3.Le indicazioni descrittive-costruttive delle Figure, delle competenze, delle abilità e delle conoscenze 4.Il Format per la descrizione, presentazione/manutenzione della Figura (in coerenza al QEQ e con laggancio ai processi/attività di lavoro) e la relativa procedura 5.La procedura per la manutenzione del Repertorio anche al fine di tracciare adeguate fisionomie di operatori e tecnici professionali e conseguenti standard di filiera 14

15 15 Quadro Europeo delle Qualifiche dellapprendimento permanente QEQ/EQF Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 23 aprile 2008

16 16 Quadro Europeo delle Qualifiche dellapprendimento permanente QEQ/EQF - Raccomandazione del Parlamento Europeo e del Consiglio 23 aprile 2008 Una rilettura dei livelli funzionale allindividuazione di standard di filiera

17 17 Fisionomie in filiera (es. su standard formativi del sistema Provincia Autonoma di Trento)

18 18 Competenza comune in filiera (esempio)

19 19 Competenza comune/ricorrente in filiera (esempio)

20 20 Competenza in progressione (esempi……) Customer care e servizio al cliente Operatore Impostare/adattare lo strumento di rilevazione Rilevare la soddisfazione del cliente……. Analizzare/valutare lefficacia del servizio Tecnico Produzione prodotto/servizio Eseguire lavorazioni/attività base / standard Applicare prodotti/tecniche Curare laccoglienza Personalizzare/Contestualizzare lavorazioni/attività Scegliere prodotti/tecniche Programmare/organizzare accoglienza OperatoreTecnico SUPERIORE

21 21 Denominazione della figura Referenziazioni della figura Professioni NUP/ISTAT correlate Attività economiche di riferimento: ATECO /ISTAT Descrizione sintetica della figura Processo/i di lavoro e attività di riferimento COMPETENZE TECNICO-PROFESSIONALI CARATTERIZZANTI LA FIGURA PROCESSI ATTIVITA' COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE ESSENZIALI Denominazione processo: X Elenco delle attività: - ……. Descrizione della competenza A A1 A2 A3 Elenco conoscenze in riferimento alla competenza A Descrizione della competenza B B1 B2 B3 Elenco conoscenze in riferimento alla competenza B Elementi di correlazione/collegamento dello standard formativo con lambito lavorativo/ professionale FORMAT DESCRITTIVO

22 Profilo Il Diplomato di istruzione (P/T), nell'indirizzo XXX possiede competenze relative a XXXX. E' in grado di: * * * A conclusione del percorso quinquennale, il Diplomato in/nei XXX consegue i risultati di apprendimento descritti (nel Pecup), di seguito specificati in termini di competenze: 1competenza (descrittivo) 2 3 Competenze tecnico professionali in esito al triennio (o quarto anno) L'operatore/il tecnico XXXX è in grado di: 1competenza (descrittivo) 2 3 Competenza 1 Abilità minimeConoscenze essenziali ** ** ** MIUR IP / ITI e FP (traduttore) COMPETENZE TECNICO-PROFESSIONALI CARATTERIZZANTI LA FIGURA PROCESSI ATTIVITA' COMPETENZE ABILITA' CONOSCENZE ESSENZIALI Denominazione processo: X Elenco delle attività: - ……. Descrizione della competenza A A1 A2 A3 Elenco conoscenze in riferimento alla competenza A Descrizione della competenza B B1 B2 B3 Elenco conoscenze in riferimento alla competenza B REGIONI I e FP (format) Confronti tra format descrittivi: IeFP, IP, IT 22

23 AREA PROFESSIONALE AREA DI BASE Sicurezza Ambiente Qualità CARATTERIZZANTI PECuP (226/2005) DIMENSIONE COMUNE DIMENSIONE CONNOTATIVA STANDARD ACCORDO S/R GENNAIO 2004 TRIENNIO COMPETENZE CHIAVE PER APPRENDIMENTO PERMANENTE (Racc/ 2006/962) DM 139/2007 OBBLIGO DI ISTRUZIONE Riferimenti del triennio: impianto generale Repertorio

24 24 Format di progettazione: possibili esempi

25 Standard di profilo professionaleMappa di correlazione del Progetto formativo Competenza AAbilitàConoscenze essenziali Moduli di supporto per la competenza A Aree formative collegate Standard di profilo di riferimento (STD): 1.Competenza A 2.Competenza ………. STDRisultati dellapprendimento (*) CompetenzeAbilitàConoscenze essenziali Contenuti 1xxxxx 2 Moduli formativi collegati e apporti Descrizione del modulo

26 TECNOLOGIE DELLINFORMAZIONE E DELLA COMUNICAZIONE Standard delle competenze tecnico-professionali della figura (STD) 1.Curare le relazioni di front – office con clienti, fornitori e altri soggetti di riferimento per i diversi ambiti professionali 2.Predisporre le modalità e gli strumenti di gestione e controllo dei flussi comunicativi e informativi in entrata e in uscita rispetto sia agli interlocutori esterni che interni 3.Identificare situazioni di rischio potenziale per la sicurezza, la salute e l'ambiente, promuovendo lassunzione di comportamenti corretti e consapevoli di prevenzione 4.Effettuare le operazioni di carattere amministrativo e contabile STD di riferimento dei risultati dellapprendime nto RISULTATI DELLAPPRENDIMENTO COMPETENZEABILITA'CONOSCENZE ESSENZIALI 2 Creare e gestire un data base Utilizzare software per la creazione di un semplice data base gestionale Utilizzare le funzioni di un data base gestionale per il trattamento della documentazione dufficio Utilizzare metodi e strumenti per ottimizzare lorganizzazione delle informazioni nelle base dati relazionali Utilizzare strumentazioni per la digitalizzazione di documenti di testo e immagini Applicare procedure di gestione e trattamento dati nel rispetto degli adempimenti normativi e degli standard di sicurezza Software per la creazione e gestione di data base Tipologie di reti informatiche, architettura e dispositivi di networking Elementi base di tecnologia web e dei protocolli di rete (TCP/IP, ecc.) Strumenti di digitalizzazione Elementi della normativa sulla privacy Profili di attenzione nel trattamento delle diverse tipologie di dati Misure e procedure di sicurezza Moduli di supporto allo sviluppo dei risultati dellapprendimento Denominazione: Privacy Conoscenze in esito: Contesto normativo (cenni su Testo Unico sulla Privacy - TUP (D.Lgs. 196 del 30/6/03 e successivi provvedimenti) Linee guida del Garante Tipologie di dati: sensibili, semi-sensibili, giudiziari Tipologie di trattamento: manuale, con mezzi elettronici Rischi del trattamento Adempimenti: informativa, consenso, notifica Misure di sicurezza fisica e logica, di dismissione, riciclo rottamazione di strumenti elettronici Procedure di sicurezza Comportamenti da tenere durante le verifiche delle misure adottate Profili sanzionatori Il Documento Programmatico sulla Sicurezza (DPS): casi di esonero e tipologie


Scaricare ppt "1 Dai profili professionali alle competenze : modelli di progettazione dei percorsi triennali di Istruzione e Formazione Professionale Mauro Frisanco."

Presentazioni simili


Annunci Google