La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Verona - 22 dicembre 2010.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Verona - 22 dicembre 2010."— Transcript della presentazione:

1 1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Verona - 22 dicembre 2010

2 2 OGGETTO L'INAIL finanzia attività promozionali della sicurezza sul lavoro: 1. Progetti di investimento; 2. Progetti di formazione; 3. Progetti di responsabilità sociale e per ladozione di modelli organizzativi. Gli interventi devono essere finalizzati al miglioramento delle condizioni di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

3 3 OGGETTO Un solo progetto, per una sola unità produttiva su tutto il territorio nazionale, riguardante una sola tipologia tra quelle sopra indicate.

4 4 RISORSE Risorse nazionali per l'anno 2010: 60 milioni di euro. Per il Veneto il budget è di euro. Dopo sei mesi dallavvio della procedura di erogazione, viene riaperta la possibilità di presentare le domande, al fine di utilizzare i fondi rimasti non utilizzati (non per il 2010).

5 5 Destinatarie del finanziamento sono le imprese, anche individuali, iscritte al Registro delle imprese. Secondo le norme comunitarie, i finanziamenti sono erogati in regime de minimis, con i limiti previsti in tre esercizi finanziari : per le imprese agricole, per la pesca, per le imprese di trasporto, per le altre. DESTINATARI

6 6 Il finanziamento è costituito da un contributo in conto capitale pari al 75% delle spese ammissibili sostenute e documentate, fino ad un massimo di Per le tipologie 1 e 3 il contributo minimo erogabile è di e, per limpresa individuale, è ridotto a Per la tipologia 2 il contributo minimo è di ENTITA DEL FINANZIAMENTO

7 7 Per i progetti che comportano contributi pari o superiori a , le imprese: possono richiedere unanticipazione del 50% dellimporto del contributo; nel caso di progetto di tipologia 1, sono tenute ad allegare alla domanda una perizia tecnica giurata. ENTITA DEL FINANZIAMENTO

8 8 DECENTRAMENTO Le variabili decise per il Veneto sono: percentuale di erogazione in conto capitale il 75% dellinvestimento; incremento di 5 punti alle imprese operanti nei settori delle Costruzioni e Manifatturiero (Ateco 2007).

9 9 MODALITA (1/3) La procedura di attuazione è del tipo valutativa a sportello che prevede l'istruttoria secondo l'ordine cronologico di presentazione delle domande, nonché la definizione di soglie e condizioni minime. Le imprese hanno a disposizione una procedura informatica che consente di verificare la possibilità di presentare la domanda, raggiunta la soglia minima di ammissibilità fissata a 90 punti.

10 10 MODALITA (2/3) Il raggiungimento della soglia, è condizione necessaria per poter inoltrare la domanda. Linvio telematico sarà possibile dalle ore 14 del 12 gennaio 2011 alle ore 18 del 14 febbraio La chiusura potrebbe essere anticipata in caso di esaurimento dei fondi disponibili (questa eventualità sarà evidenziata in procedura e allutente non sarà consentito di procedere oltre).

11 11 MODALITA (3/3) Linvio telematico determina lattribuzione da parte del sistema del numero progressivo di domanda in ordine cronologico. Entro i 15 giorni successivi allinvio telematico, limpresa deve far pervenire alla Sede INAIL territorialmente competente la stampa della domanda compilata on- line, debitamente sottoscritta, oltre a tutti i documenti indicati negli allegati allavviso, (il tutto anche in formato pdf).

12 12 1) Progetti di investimento Dimensione aziendale Rischiosità dellattività di impresa Destinatari dellintervento Finalità dellintervento Efficacia dellintervento Bonus per Collaborazione con le parti sociali Elementi di valutazione

13 13 2) Progetti di formazione Dimensione aziendale Rischiosità dellattività di impresa Destinatari dellintervento Finalità dellintervento Modalità di formazione Bonus per Collaborazione con le parti sociali Elementi di valutazione

14 14 3) Modelli organizzativi e di responsabilità sociale Dimensione aziendale Rischiosità dellattività di impresa Modello Bonus per Collaborazione con le parti sociali Elementi di valutazione

15 15 1.Dimensione aziendale * NB. In caso di progetto di tipologia 3, il punteggio è quello massimo (40 punti) fino a 50 dipendenti (ad eccezione dei progetti per responsabilità sociale) Parametri comuni alle tre tipologie (1/2) Fatturato (milioni Euro) Punteggio (se il fatturato è maggiore del valore riportato il punteggio va moltiplicato per 0,8) Numero dipendenti (compreso il Datore di lavoro): 1 – – 15 * 1035* 16 – 20 * 1030* 21 – 30 * 1025* 31 – 50 * 1020* 51 – – – – – oltre 500 3

16 16 2. Rischiosità dellattività di impresa - tasso di tariffa I punteggi indicati sono incrementati di 5 punti qualora le imprese operino nei settori per i quali è stato deciso lincremento del punteggio: Costruzioni e Manifatturiero. Tasso di tariffa medio nazionale della voce prevalente per n. lavoratori /anno della PAT: Categorie specialiPunteggio Agricoltura (tasso medio standardizzato) + Artigiani classi 8 e Artigiani classi 6 e Artigiani classe facchini e pescatori Artigiani classe Artigiani classe Artigiani classi 1 e 24 Non definito4 per le PAT ponderate si utilizza il tasso medio ponderato Parametri comuni alle tre tipologie (2/2)

17 17 Il dato relativo alla dimensione aziendale riguarda limpresa nel suo insieme e non solo lunità produttiva. Gli altri dati invece riguardano lunità produttiva per la quale è richiesto il finanziamento. Il tasso di tariffa è quello medio nazionale. Nota Bene

18 18 3.Destinatari dellintervento: % lavoratori coinvolti, rispetto al totale dei dipendenti Il punteggio è dato dalla percentuale /10 Esempio: sostituzione di una macchina sulla quale lavorano n. 15 addetti, su un totale di n. 45 dipendenti dellunità produttiva per la quale è richiesto il contributo. Il punteggio è dato da: percentuale lavoratori ( 33%) diviso 10 = 3,3 punti Parametri comuni ai Progetti di investimento e ai Progetti di formazione (1/2)

19 19 4.Finalità dellintervento: Mirato a eliminare/ridurre: a) Causa di infortunio oppure MP punti -1^ in settore/Regione oppure Affezioni dischi intervertebrali 30 -2^ oppure Tendiniti 23 -3^ oppure Ipoacusia e sordità da rumore 17 -4^ oppure Artrosi 10 -5^ oppure Sindrome tunnel carpale 7 oppure b) uno dei seguenti fattori di rischio: Spazi confinati, agenti chimici "molto tossici", "cancerogeni", "mutageni" e "teratogeni 25 Incendi, emergenze, rischio elettrico 10 Altro 4 Parametro comune ai Progetti di investimento e ai Progetti di formazione (2/2)

20 20 5.Efficacia della misura prevista ( Nota tecnica a pag. 7 dellAllegato 1 ): Punti eliminazione rischio 30 (es.: sostituzione di una sostanza cancerogena con una non cancerogena, interdizione di area a rischio, ecc.) preventiva 20 (es.: sostituzione macchine o agenti con altri meno pericolosi, ecc.) protezione collettiva 10 (es.: sistemi di ventilazione, aspirazione, barriere, parapetti, protezioni, ecc.) Parametro specifico per i Progetti di investimento

21 21 5.Modalità di formazione: punti Lezione frontale 30 Mista con formazione a a distanza (per non più del 50%) 15 N.B. : la formazione deve essere erogata da Ente/Organizzazione riconosciuto quale soggetto formatore ex D.M. 166/2001 o individuato da D.Lgs. 81/08 Parametro specifico per i Progetti di formazione

22 22 3. Scelta del modello Modello SGSL certificato70 Modelli organizzativi di settore previsti da accordi INAIL – Parti sociali 60 SGSL/modello Modello di RS o Rendicontazione RS 50 Parametro specifico per i Modelli di organizzazione e responsabilità sociale

23 23 Collaborazione con Parti sociali: I punteggi sono incrementati del 10% se gli interventi sono progettati e/o effettuati attraverso strutture facenti capo a organizzazioni rappresentative delle parti sociali o ad associazioni nazionali di tutela degli invalidi del lavoro. BONUS - PUNTEGGIO AGGIUNTIVO

24 24 Acquisto DPI Acquisto automezzi e mezzi di trasporto Hardware, software e sistemi di protezione informatica Mobili e arredi Spese relative a progetti già realizzati o in corso di realizzazione alla data di comunicazione di ammissione al contributo Manutenzioni ordinarie Corsi di formazione per RSPP/ASPP, dirigenti, preposti, RLS, addetti primo soccorso ed antincendio. SPESE NON AMMESSE AL CONTRIBUTO

25 25 VERIFICHE IN SEDE DI AMMISSIONE LINAIL procederà al riscontro di quanto inviato dallimpresa per verificare leffettiva sussistenza di tutti gli elementi dichiarati nella domanda on-line. Vi sarà una verifica di tipo amministrativo, effettuata a cura della Sede competente, ed una verifica di tipo tecnico effettuata dalle Consulenze Tecniche regionali.

26 26 AMMISSIONE - ANTICIPAZIONE Una volta espletata la verifica, la Sede INAIL territorialmente competente provvederà, entro il 15 aprile 2011, a dare comunicazione dellesito di tale verifica allimpresa richiedente, a mezzo posta raccomandata con avviso di ricevimento.

27 27 REALIZZAZIONE DELLINTERVENTO Dalla data della comunicazione di ammissione al finanziamento decorrono i termini (12 mesi) per la realizzazione dellintervento da parte dellimpresa e per la presentazione della relativa documentazione per la rendicontazione. I termini sono tassativi e inderogabili.

28 28 VERIFICHE IN SEDE DI RENDICONTAZIONE LINAIL procede alla verifica della effettiva realizzazione degli interventi entro il 60° giorno dalla data di presentazione della documentazione. Allesito positivo della verifica, la Sede dà comunicazione allimpresa e dispone lerogazione del contributo (saldo). In caso di esito negativo, viene data comunicazione motivata della non ammissione al finanziamento.

29 29 VERIFICHE Il progetto deve essere realizzato conformemente a quanto approvato. In caso di incompleta o parziale realizzazione del progetto il contributo verrà erogato solo a condizione che permanga il superamento della soglia di punteggio minima. Limporto del contributo resterà invariato anche qualora la spesa finale documentata risultasse superiore a quella preventivata; qualora invece la spesa finale risultasse inferiore allimporto preventivato si procederà al rimborso nei limiti del solo importo documentato, nella misura del 75%. VERIFICHE

30 30 VERIFICHE LINAIL si riserva, successivamente alla conclusione della procedura, di effettuare, anche con controlli in loco, tutte le verifiche opportune circa le autocertificazioni e le documentazioni prodotte dalle imprese e circa la conformità dellintervento eseguito rispetto al progetto presentato e approvato.

31 31 TABELLA DI MARCIA LE IMPRESE: dal 10 dicembre 2010 e fino alle ore 13,59 del 12 gennaio 2011 provano e salvano dalle ore 14 del 12 gennaio 2011 alle ore 18 del 14 febbraio 2011 inviano (possibile chiusura anticipata) entro i 15 giorni successivi linoltro on-line fanno pervenire alla Sede INAIL la documentazione entro il 15 aprile 2011 ricevono la comunicazione di esito della richiesta hanno 12 mesi di tempo per realizzare e rendicontare il progetto entro i 2 anni successivi sono possibili verifiche in loco.

32 32 G R A Z I E


Scaricare ppt "1 NUOVI INCENTIVI INAIL ALLE IMPRESE PER LA SICUREZZA SUL LAVORO Verona - 22 dicembre 2010."

Presentazioni simili


Annunci Google