La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Le motivazioni della riforma Fischler Allargamento e accordi euromediterranei allargamento: + 75 milioni di abitanti + 3,5 milioni di agricoltori difficoltà

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Le motivazioni della riforma Fischler Allargamento e accordi euromediterranei allargamento: + 75 milioni di abitanti + 3,5 milioni di agricoltori difficoltà"— Transcript della presentazione:

1 Le motivazioni della riforma Fischler Allargamento e accordi euromediterranei allargamento: + 75 milioni di abitanti + 3,5 milioni di agricoltori difficoltà dei Peco ad inglobare lattuale Pac Nuova direttrice di bilancio prospettive finanziarie fino al 2013 Globalizzazione e negoziato WTO difficoltà a difendere la scatola gialla e scatola blu difficoltà a giustificare le restituzioni allesportazione tutela delle denominazioni dorigine Rilegittimare la PAC nei confronti della società Lequilibrio tra opinione pubblica e Pac si è rotto Nuove esigenze dellUe (politica di difesa, immigrazione, ricerca, ecc.)

2 Gli obiettivi della riforma Definire chiare prospettive di politica agricola dopo lallargamento e la nuova direttrice di bilancio Migliorare la competitività dellagricoltura europea garantire una rete di sicurezza per proteggere gli agricoltori dalle fluttuazioni di mercato orientare la produzione agricola al mercato ridurre le forme di sostegno distorsive degli scambi e ridurre le esportazioni sovvenzionate Accrescere la posizione negoziale dellUe in sede WTO Promuovere unagricoltura sostenibile subordinata al rispetto di norme ambientali, in materia di benessere degli animali e di sicurezza alimentare Garantire un sistema più equilibrato di aiuti e rafforzare il secondo pilastro della Pac tramite la modulazione tramite lampliamento degli strumenti a favore dello sviluppo rurale.

3 Riforma Fischler: i 6 punti chiave Disaccoppiamento totale Condizionalità Modulazione Incremento del 2° pilastro della PAC (sviluppo rurale) Disciplina finanziaria Riforme di alcune Ocm (latte, riso, foraggi essiccati, tabacco, olio di oliva, zucchero)

4 PREVISIONI FINANZIARIE DELL'UE A 25 (milioni di euro) 43%

5 Prospettive finanziarie 2007 – % 35%

6 Un obiettivo della nuova Pac. Sostenere il reddito e giustificare la spesa agricola Giustificare meglio la spesa destinata al settore agricolo Sostenere il reddito degli agricoltori Ottenere dagli agricoltori come contropartita: - qualità degli alimenti; - tutela dellambiente e del benessere degli animali; - salvaguardia dei paesaggi e del patrimonio culturale.

7 il disaccoppiamento

8 Il pagamento unico per azienda DATIDESCRIZIONE Importo di riferimento. Equivale alla media triennale degli importi complessivamente percepiti da un agricoltore, per ogni anno civile, nel periodo di riferimento 2000, 2001 e 2002, relativamente ai regimi di sostegno disaccoppiati. Numero di ettari = numero di titoli. Pari al numero medio triennale di ettari che hanno dato origine allimporto di riferimento più tutta la superficie foraggiera. Numero e valore dei titoli. Il numero dei titoli è uguale al numero di ettari; il valore dei titoli per ettaro è calcolato dividendo limporto di riferimento per il numero di ettari.

9 La gestione del pagamento unico per azienda il calcolo del pagamento unico per azienda

10 Azienda a seminativi a Ancona collina interna (1)

11 Azienda a seminativi a Ancona collina interna (2)

12 Azienda a seminativi a Ancona collina interna (3)

13 Azienda a seminativi a Ancona collina interna (4)

14 Azienda zootecnica a Ancona collina interna (1)

15 Azienda zootecnica a Ancona collina interna (2)

16 Azienda zootecnica a Ancona collina interna (3)

17 Tipologie di titoli allaiuto Titoli storici Standard o ordinari Da ritiro (set aside) Speciali (senza terra) Titoli storici vincolati art. 33, par. 2, Reg. Ce 1782/2003 (titoli storici con i vincoli di titoli da riserva). Provenienti dalla riserva art. 42, Reg. Ce 1782/2003

18 Titoli ordinari I titoli ordinari sono quelli calcolati a norma degli articoli 37, 43 e 47 del regolamento (CE) n. 1782/2003. Sono caratterizzati da un importo di riferimento ricavato dalla media dei pagamenti percepibili dagli agricoltori nel periodo di riferimento nel quadro dei regimi di sostegno elencati nellallegato VI del citato regolamento (seminativi, riso, zootecnia, foraggi essiccati); tale importo viene suddiviso per il numero medio degli ettari (superficie di riferimento) ammissibili ai fini dei pagamenti, compresa tutta la superficie foraggera ed esclusa quella ritirata obbligatoriamente dalla produzione.

19 Titoli di ritiro I titoli di ritiro sono quelli calcolati a norma dellarticolo 53 del reg. (CE) n. 1782/2003, basati sulla superficie ritirata dalla produzione a titolo obbligatorio. Ai sensi dellart. 54, par. 6 del regolamento (CE) n. 1782/2003, i titoli di ritiro hanno la precedenza, nellutilizzo, su qualsiasi altro titolo.

20 Titoli speciali I titoli speciali (o sottoposti a condizioni particolari) sono quelli calcolati a norma dellart. 48 del regolamento (CE) n. 1782/2003 spettanti ad agricoltori che hanno percepito pagamenti ai sensi dellart. 47 (pagamenti premi zootecnici) nel periodo di riferimento per i quali non risultano esistere superfici, oppure il cui titolo per ettaro eccede i Euro. Gli agricoltori possessori di tali titoli possono derogare allobbligo di fornire un numero di ettari ammissibili equivalente al numero dei titoli purché mantengano almeno il 50% dellattività agricola svolta nel periodo di riferimento espressa in unità di bestiame adulto (UBA).

21 Titoli da riserva I titoli da riserva possono essere utilizzati con gli stessi criteri dei titoli storici, con la sola eccezione che essi sono sottoposti a due vincoli: non possono essere trasferiti per un periodo di cinque anni; i titoli non utilizzati in ciascun anno del quinquennio confluiscono immediatamente nella riserva nazionale. I titoli da riserva sono gratuiti. La riserva non assegna titoli di ritiro.

22 Titoli storici vincolati I titoli storici vincolati sono quelli calcolati con media ponderata diversa dalla media triennale. Essi interessano gli agricoltori che hanno iniziato lattività durante il periodo di riferimento: per esempio che hanno iniziato lattività agricola nel 2001 o nel 2002 ed hanno chiesto che limporto di riferimento si calcoli sulla media biennale o annuale. A questi agricoltori verranno assegnati titoli storici, ma essi sono sottoposti ai vincoli dei titoli da riserva ovvero: non possono essere trasferiti per un periodo di cinque anni; i titoli non utilizzati in ciascun anno del quinquennio confluiscono immediatamente nella riserva nazionale.

23 Le decisioni del Governo italiano sulle opzioni della PAC (1) ARGOMENTOOPZIONIDECISIONI GOVERNO Entrata in vigore Gli Stati membri possono decidere di applicare il regime di pagamento unico per azienda entro il 1° gennaio 2005 o il 1° gennaio 2006 o il 1° gennaio Lentrata in vigore del regime di pagamento unico è fissata al 1° gennaio Disaccoppia- mento parziale Gli Stati membri possono mantenere accoppiati alcuni pagamenti per i seminativi (25% seminativi o 40% supplemento grano duro), per le carni bovine (vacca nutrice, bovini maschi, macellazione) e per le carni ovicaprine. Disaccoppiamento totale. Esclusione delle sementi dal regime unico di pagamento Gli Stati membri possono decidere di escludere dal regime unico di pagamento gli aiuti relativi al settore delle sementi. Esclusione delle sementi dal disaccoppiamento.

24 ARGOMENTOOPZIONIDECISIONI GOVERNO Anticipo del disaccoppiamento per i prodotti lattiero-caseari Lo Stato membro può decidere che gli importi dei prodotti lattiero-caseari siano inclusi nel regime unico di pagamento a decorrere dal 2005, anziché dal Attuazione del disaccoppiamento dei pagamenti diretti per il settore lattiero- caseario al Regionalizzazione Gli Stati membri hanno la possibilità di regionalizzare laiuto, con un pagamento uniforme a livello di zona omogenea sugli ettari ammissibili. Escluso il ricorso alla regionalizzazione. Attuazione facoltativa per tipi specifici di agricoltura e per la produzione di qualità (art. 69) Gli stati membri possono destinare fino al 10% del loro plafond nazionale (e settoriale) di aiuti per incoraggiare tipi specifici di agricoltura ritenuti importanti per la conservazione dellambiente ed il miglioramento della qualità dei prodotti agricoli. Attuazione dellart. 69 nel settore dei seminativi, della carni bovine, carni ovicaprine e zucchero. Le decisioni del Governo italiano sulle opzioni della PAC (2)

25 Attuazione art. 69: pagamenti supplementari

26 Art. 69: pagamenti supplementari ai seminativi PLAFOND NAZIONALE COLTURE A PREMIO PAGAMENTI SUPPLEMENTARI IMPORTO PRESUMI- BILE 141,712 milioni di euro grano duro utilizzazione di sementi certificate (elenco), esenti da contaminazione da ogm, che presentano un tenore minimo di proteine del 12,5%; 48 euro/ha (circa) grano tenero utilizzazione di sementi certificate dallENSE, esenti da contaminazione da ogm; mais utilizzazione di sementi certificate esenti da contaminazione da ogm; seminativi (cereali, oleaginose, piante proteiche, lino e canapa) applicazione obbligatoria, attraverso lutilizzo di sementi certificate, esenti da contaminazione da ogm, dell avvicendamento almeno biennale, che includa: - le colture miglioratrici della fertilità del terreno o - le colture da rinnovo nellambito dei seminativi (cereali, oleaginose, piante proteiche, lino e canapa).

27 Art. 69: pagamenti supplementari alle carni bovine PLAFOND NAZIONALE CAPI A PREMIO PAGAMENTI SUPPLEMENTARI IMPORTO PRESUMI- BILE 28,674 milioni di euro vacche nutrici Vacche nutrici, così come definite dalla normativa comunitaria, di razze specializzate da carne: iscrizione nei libri genealogici o nei registri anagrafici. 23 euro/capo (circa) vacche nutrici a duplice attitudine Vacche nutrici a duplice attitudine (elencate nellallegato B): rispetto di un carico di bestiame per ettaro uguale o inferiore a 1,4 UBA/ha di SAU foraggiera; obbligo di pascolo permanente di almeno il 50% della superficie foraggiera. vacche nutrici di razze diverse bovini tra 8-20 mesi Vacche nutrici, come definite dalla normativa comunitaria, di razze diverse da quelle iscritte nei libri genealogici, di età inferiore ai 7 anni e bovini detenuti in azienda per almeno 7 mesi, di età compresa tra gli 8 e i 20 mesi: rispetto di un carico di bestiame per ettaro uguale o inferiore a 1,4 UBA/ha di SAU foraggiera; possesso di un numero di capi medio in un anno superiore a 5 UBA; obbligo di pascolo permanente di almeno il 50% della superficie foraggiera Bovini macellati Bovini macellati in età superiore a 12 mesi e inferiore a 26 mesi, allevati in conformità ad un disciplinare di etichettatura volontaria, autorizzata dal Mipaf ai sensi del Reg. Ce 1760/2000, che rechino in etichetta i dati relativi allallevamento, e bovini allevati secondo il Reg. Ce 2081/92 (IGP) e secondo il Reg. Ce 1804/99 (zootecnia biologica): permanenza nellallevamento per almeno 7 mesi prima della macellazione.

28 Art. 69: pagamenti supplementari alle carni ovine e caprine PLAFOND NAZIONALE CAPI A PREMIO PAGAMENTI SUPPLEMENTARI IMPORTO PRESUMI- BILE 8,665 milioni di euro capi ovini e caprini Allevatori singoli o associati con più di 50 capi che conducono gli animali al pascolo per almeno 120 giorni. 1,3 euro/capo (circa)

29 Art. 69: pagamenti supplementari alla barbabietola PLAFOND NAZIONALE COLTURE A PREMIO PAGAMENTI SUPPLEMENTARI IMPORTO PRESUMI- BILE 6,389 milioni di euro barbabietola applicazione obbligatoria dell avvicendamento almeno biennale. 2006: 70 euro/ha (circa) 2007: 85 euro/ha (circa)

30 Pagamenti ancora accoppiati premio alla qualità del grano duro40 euro/ha premio per le colture proteiche ( fave, favette, pisello proteico, lupini )55,57 euro/ha aiuto specifico per il riso453 euro/ha pagamento per la frutta a guscio241,50 euro/ha aiuto per le colture energetiche45 euro/ha aiuto per le sementiImporto variabile per alcune categorie di sementi pagamento supplementare art. 69 per i seminativi47,80 euro/ha (*) pagamento supplementare art. 69 per le carni bovine22,80 euro/capo (*) pagamento supplementare art. 69 per le carni ovine1,28 euro/capo (*) pagamento supplementare art. 69 per la barbabietola (***)70-90 euro/ha (**) aiuto alla trasformazione dei foraggi essiccati33 euro/t aiuto per il tabacco (dal 2006 al 2009)Flue cured: 1,87779 euro/kg Light air cured: 1,50206 euro/kg Fire cured: 1,83539 euro/kg aiuto comunitario per ton. di zucchero per i produttori di barbabietola (dal 2006 al 2010) (***) 2006: 25,64 euro/ton 2007: 32,75 euro/ton 2008: 39,86 euro/ton : 43,66 euro/ton

31 Beneficiari BENEFICIARINOTE 1) agricoltori che hanno fruito nel periodo di almeno uno dei regimi di sostegno ammessi al disaccoppiamento I regimi di sostegno che rientrano nel nuovo regime di pagamento unico sono: seminativi, patate da fecola, leguminose da granella (lenticchie, ceci, vecce), riso, sementi (*), foraggi essiccati, carni bovine, carni ovi-caprine, latte (**) 2) agricoltori che abbiano ricevuto lazienda o parte dellazienda per via ereditaria Nel caso in cui lagricoltore che concede leredità abbia fruito nel periodo di almeno uno dei regimi di sostegno ammessi al disaccoppiamento 3) agricoltori che hanno ricevuto un titolo dalla riserva nazionale Per ricevere un titolo dalla riserva nazionale occorre rientrare nei criteri obiettivi stabiliti dagli Stati membri.

32 La gestione dei nuovi titoli utilizzazione dei titoli

33 Utilizzazione dei titoli ordinari Uso dei titoli ordinari Lagricoltore titolare di un titolo allaiuto può richiedere annualmente il pagamento dellimporto, ma deve essere abbinato ad un ettaro ammissibile. Ettari ammissibili per luso dei titoli ordinari Qualunque superficie agricola investita a seminativi o a pascolo permanente, escluse: le colture permanenti, gli ortofrutticoli freschi, gli ortofrutticoli da destinare alla trasformazione, le patate, le colture forestali e gli usi non agricoli. Disponibilità delle parcelle agricole Tali parcelle devono essere a disposizione dellagricoltore per un periodo di 10 mesi, a partire da una data stabilita dallagricoltore tra il 1° settembre e il 30 aprile.

34 Utilizzazione dei titoli di ritiro Uso dei titoli di ritiro Lagricoltore titolare di un titolo di ritiro può richiedere annualmente il pagamento dellimporto, ma deve essere abbinato ad un ettaro ammissibile al titolo di ritiro. Ettari ammissibili per luso dei titoli di ritiro Qualunque superficie agricola investita presa dai seminativi, escluse: le superfici che al 15 maggio 2003 erano destinate alle colture permanenti, alle foreste o utilizzate per attività non agricole o pascoli permanenti. Precedenza I titoli di ritiro hanno la precedenza su qualsiasi altro titolo. Esenzione dallobbligo di set aside Non è soggetto allobbligo di set aside lagricoltore che: utilizza le superfici ritirate a colture no food; conduce la totalità dellazienda ad agricoltura biologica. Disponibilità delle parcelle agricole Tali parcelle devono essere a disposizione dellagricoltore per un periodo di 10 mesi, a partire da una data stabilita dallagricoltore tra il 1° settembre e il 30 aprile.

35 I titoli allaiuto inutilizzati rientrano nella riserva nazionale, quando: –titoli non utilizzati per un periodo di 3 anni (Art 45 Paragrafo 1) –titoli non utilizzati in ciascun anno del quinquennio dalla loro attribuzione da parte della riserva nazionale (non sono trasferibili per 5 anni) ( Art 42 Paragrafo 8) titoli allaiuto inutilizzati

36 I titoli speciali (art , Reg. Ce 1782/2003) I titoli speciali si attivano quando: -gli agricoltori che hanno percepito pagamenti zootecnici (zootecnia bovina, ovi-caprina e latte) non possiedono ettari durante il periodo di riferimento; -oppure il titolo per ettaro supera euro/ha. Calcolo dei titoli speciali: -importo di riferimento: media triennale dei pagamenti ricevuti dallagricoltore (ricalcolata secondo lAllegato VII del reg. Ce 1782/2003); -numero dei titoli: per ogni euro dellimporto di riferimento; -valore dei titoli: euro o frazione.

37 Utilizzazione dei titoli speciali Uso dei titoli speciali Lagricoltore titolare di un titolo speciale può richiedere annualmente il pagamento dellimporto: - sono autorizzati a derogare dallobbligo di fornire gli ettari ammissibili; - sono obbligati a mantenere almeno il 50% dellattività agricola svolta nel periodo di riferimento (espressa in UBA). Calcolo delle UBA per i titoli speciali - UBA del periodo di riferimento = capi ammissibili al pagamento x tabella di conversione; - UBA per il pagamento = 50% delle UBA del periodo di riferimento = numero di capi presenti nellallevamento x tabella di conversione. Disponibilità dei capi Sulla base della dichiarazione del produttore o sulla base dellanagrafe zootecnica.

38 Uno Stato membro può decidere che i titoli possono essere trasferiti o utilizzati unicamente nella stessa regione (art. 46, par. 1, Reg. Ce 1782/2003). Lo Stato membro definisce la regione entro l11 ottobre di ogni anno (art. 26, par. 2, Reg. Ce 795/2004). Gli agricoltori non possono trasferire o utilizzare i propri titoli fuori di tale regione. Il Mipaf non ha introdotto limitazioni geografiche allutilizzazione dei titoli. Il battesimo dei titoli potrà avvenire solo nellanno in cui sono state individuate le restrizioni allutilizzazione. Limitazioni geografiche allutilizzazione

39 Trasferimento dei titoli Trasferimento temporaneo dei titoli: affitto, comodato. Anche a titolo oneroso. Solo contestualmente allaffitto di un equivalente numero di ettari ammissibili di terra. Trasferimento definitivo dei titoli, insieme alla terra: compravendita. Anche a titolo oneroso. Trasferimento definitivo dei titoli, senza alla terra: compravendita. Anche a titolo oneroso. Un agricoltore può trasferire i suoi titoli senza terra soltanto dopo averne utilizzato almeno l80% per almeno un anno civile.

40 La condizionalità o cross-compliance

41 Condizionalità (1) La condizionalità ecologica diventa obbligatoria. I pagamenti diretti sono subordinati all'osservanza di norme regolamentari (ambiente, sicurezza degli alimenti e benessere degli animali). La terra deve essere mantenuta in buone condizioni agronomiche in linea con requisiti ambientali. Rispetto di 18 atti legislativi da rispettare: gradualità nella loro implementazione: otto nel 2005, sette nel 2006 e tre nel 2008.

42 Gli agricoltori che beneficiano di pagamenti diretti debbano rispettare: alcuni criteri di gestione obbligatori (CGO), definiti a livello comune, di cui allAllegato III, Reg. Ce 1782/2003; mantenere la terra in buone condizioni agronomiche e ambientali (BCAA), di cui allAllegato III, Reg. Ce 1782/2003. Si applica a partire dalle domande di pagamento presentate in relazione allanno civile 2005 (indipendentemente dallavvio del disaccoppiamento). Condizionalità (art. 3-9, Reg. Ce 1782/2003) : i contenuti generali

43 I criteri di gestione obbligatori sono prescritti dalla normativa comunitaria nei seguenti campi: sanità pubblica, salute delle piante e degli animali; ambiente; benessere degli animali. Entreranno in vigore gradualmente: -8 nel 2005, -7 nel 2006, -3 nel Criteri di Gestione Obbligatori (CGO)

44 CGO, applicabili da 1° gennaio 2005 (1)

45 CGO, applicabili da 1° gennaio 2005 (2)

46 CGO, applicabili da 1° gennaio 2005 (3)

47 CGO, applicabili da 1° gennaio 2006 (1)

48 CGO, applicabili da 1° gennaio 2006 (2)

49 CGO, applicabili da 1° gennaio 2006 (3)

50 CGO, applicabili da 1° gennaio 2007 (1)

51 CGO, applicabili da 1° gennaio 2007 (2)

52 CGO: controlli e sanzioni Linosservanza delle norme imposte – sia per unazione contraria, che per unomissione dellagricoltore beneficiario – comporta la perdita del titolo al pagamento pieno dellaiuto spettante. Le penalizzazioni possono essere adottate solo se linottemperanza riguarda una delle attività agricole presenti in azienda o una qualsiasi superficie aziendale. Lapplicazione della condizionalità investe lintera attività e struttura aziendale. Ciò è testimoniato anche dallinclusione tra lelenco delle 18 norme dellAllegato III di disposizioni relative al comparto suinicolo, in relazione al quale non sussistono pagamenti diretti. La riduzione dellaiuto, fino al suo completo annullamento, tiene conto della gravità, portata, durata e frequenza dellinfrazione commessa (art. 7). In sostanza, la riduzione varia: entro il 5% per le negligenze (maggiorata fino al 15% in caso recidiva); dal 20% al 100% per le infrazioni dolose. Il regolamento applicativo indica come regola generale una riduzione del 3%. In caso di recidiva (ripetizione della medesima infrazione nellarco di tre anni consecutivi) la riduzione stabilita dovrà essere moltiplicata per tre, fino al massimo del 15%. Inoltre, uninfrazione commessa oltre i tre anni viene ritenuta dolosa.

53 CGO: destinazione degli importi tagliati Gli importi eventualmente derivanti dallapplicazione della condizionalità, vanno accreditati alla sezione garanzia del FEOGA, mentre gli Stati membri possono trattenerne al loro interno fino ad un massimo del 25% degli importi recuperati (art. 9). Non vengono date indicazioni su come o per quali azioni utilizzare le somme risparmiate, né da parte dellUnione né dei paesi membri.

54 CGO: controlli Agli Stati membri è affidato il compito di verificare, in loco, il rispetto degli obblighi imposti agli agricoltori, utilizzando i sistemi amministrativi e di controllo già predisposti, con particolare riferimento anche al SIGC previsto al capitolo 4 dello stesso regolamento. In base ai contenuti del regolamento applicativo, lattività di controllo dovrà essere espletata tramite enti di controllo specializzati o, a discrezione del paese membro, anche dallorganismo pagatore, e dovrà essere effettuata su quantomeno l1% dei complessivi beneficiari di pagamenti diretti (art. 44).

55 Buone Pratiche Agronomiche e ambientali (BCAA) La condizionalità prevede che gli agricoltori beneficiari di pagamenti diretti si impegnino a mantenere i terreni in buone condizioni agronomiche e ambientali, oltre che rispettare i criteri di gestione obbligatori. Tale obbligo riguarda tutte le terre agricole, con particolare riguardo a quelle non più utilizzate a fini di produzione, come richiamato anche del terzo considerando dello stesso regolamento. Le disposizioni per il mantenimento della terra in buone condizioni agronomiche e ambientali non sono definite nel dettaglio a livello comune, ma vengono rimandate alle autorità nazionali (o regionali) competenti (art. 5, Reg. 1782/2003). Agli Stati membri è assegnato il compito di specificare, in funzione delle caratteristiche particolari delle loro diverse zone – condizioni pedologiche e climatiche, metodi colturali in uso (uso del suolo, avvicendamento delle colture, pratiche agronomiche) e strutture aziendali – i requisiti minimi idonei a garantire il raggiungimento degli obiettivi schematizzati nello stesso regolamento allAllegato IV. Tali requisiti, peraltro, devono essere definiti tenendo conto anche di quanto previsto nellambito delle buone pratiche agronomiche stabilite per lapplicazione delle misure agroambientali del reg. 1257/1999 sullo sviluppo rurale.

56 BCAA: Allegato IV, Reg. CE 1782/2003

57 BCAA: compiti affidati agli Stati membri Per la gestione delle buone condizioni agronomiche e ambientali, sono state affidate agli Stati membri le seguenti competenze: - la definizione e la comunicazione delle buone condizioni agronomiche e ambientali da rispettare (che possono essere stabilite anche a livello regionale) in base allAllegato IV (artt. 5 e 1); - il compito di vigilanza sul rispetto dei vincoli imposti (artt del reg. 796/04); - il compito di garantire che le superfici investite a pascolo permanente mantengano la stessa destinazione duso (art. 5 del reg. 1782/03 e artt. 3-4 del reg. 796/04).

58 La modulazione

59 L1% dei fondi modulati resterà agli stati membri, mentre il resto sarà ripartito in base ai criteri a suo tempo proposti Tuttavia a nessuno stato membro potrà essere tolto più del 20% del gettito della modulazione sui propri agricoltori (solo 10% per la Germania!) Modulazione

60 Incremento del 2° pilastro della Pac (sviluppo rurale) SVILUPPO RURALE POLITICA DEI MERCATI (OCM) POLITICA AGRICOLA COMUNITARIA ( ) 1° pilastro 2° pilastro Modulazione +30% dal 10 al 13%

61 Medio periodo (2008): il completamento della riforma Fischler modulazione volontaria riforma ortofrutta riforma vino Ocm unica condizionalità 2008 avvio della politica di sviluppo rurale (tra cui la consulenza aziendale, …) progressione riforma zucchero riforma bis del settore zucchero altre novità: azzeramento set aside stop ai micropagamenti inferiori ai 100 euro La PAC nel medio periodo

62 Verifica dello stato di salute della Pac ( health check ): affronta tre domande: Come rendere più efficace, più efficiente e più semplice il sistema dei pagamenti diretti disaccoppiati? Come adattare gli strumenti di sostegno ai mercati, originariamente concepiti per una Comunità a sei paesi, ad un mondo sempre più globalizzato e ad una UE a 27? Come affrontare le nuove sfide in tema di cambiamenti climatici, biocarburanti, gestione delle risorse idriche e salvaguardia della biodiversità? La PAC nel lungo periodo La dichiarazione della commissaria allagricoltura e allo sviluppo rurale Mariann Fischer Boel: "Il fatto che stiamo facendo un controllo dello stato di salute significa che il paziente è malato? Certamente no! È abbastanza normale che una persona perfettamente sana vada a farsi visitare dal medico per sapere se deve modificare qualcuna delle sue abitudini per rimanere in buona salute. Allo stesso modo dobbiamo appurare se è necessario adeguare la PAC alla realtà di un'UE a 27 e di un mondo in rapida mutazione. Le modifiche che propongo cambieranno davvero le cose per agricoltori, consumatori e contribuenti."

63 Evoluzione delle componenti di spesa

64 Health check: pagamenti diretti TEMICONTENUTI Pagamento semplificato (regionalizzazione) Ogni agricoltore riceverà un pagamento in base alle dimensioni aziendali. Lagricoltore riceverà un titolo allaiuto su tutta la superficie aziendale; il valore del titolo sarà omogeneo per tutti gli agricoltori di una determinata regione. Pieno disaccoppiamento I paesi che avevano scelto il disaccoppiamento parziale (es. Francia, Spagna, ecc.) dovranno passare al disaccoppiamento totale. Modulazione Il tasso di modulazione, attualmente fissato al 5%, sarà aumentata dal 2010 al 2013, con un incremento del 2% annuo, fino ad arrivare al 13% nel Plafonamento Le aziende beneficiarie di elevati importi dei pagamenti diretti subiranno una forte riduzione progressiva: -10% tra e euro; -25% tra e euro; -45% sopra euro. Limiti minimi Limite minimo per laccesso ai pagamenti diretti: da 0,3 ettari ad 1 ettaro.

65 Il primo tema sarà il futuro dei pagamenti diretti. Nella comunicazione sullhealth check, la Commissione prpone un pagamento unico semplificato per tutti gli agricoltori, basato sulle dimensioni aziendali, un sistema comunemente chiamato regionalizzazione. Ciò significa la trasformazione degli attuali pagamenti storici, in pagamenti omogenei regionalizzati. Health check: regionalizzazione Modello storicoModello regionale SpagnaInghilterra, Irlanda del Nord GreciaGermania FranciaDanimarca BelgioSvezia OlandaLussemburgo PortogalloFinlandia AustriaNuovi Paesi membri (entrati nellUe dopo il 2004) Italia Irlanda Galles, Scozia

66 Regionalizzazione: distribuzione del sostegno

67 Health check: modulazione Incremento della modulazione dal 2010 al 2013 Esercizio finanziario 20075% 20085% 20095% 20107% 20119% % %

68 Health check: plafonamento Importi di pagamenti diretti pagati alle aziende Percentuale di riduzione Importi maggiori di euro10% Importi maggiori di euro 25% Importi maggiori di di euro45%

69 Health check: interventi di mercato TEMICONTENUTI Regime di intervento nei cereali Il regime di intervento nei cereali sarà soppresso; rimarrà solo per il frumento tenero. Abolizione del set aside Il set aside sarà definitivamente abolito. Quote latte Abolizione delle quote latte dal 1° aprile Introduzione di misure per giungere in modo meno traumatico alla fine del regime delle quote (atterraggio morbido): aumento graduale delle quote durante il periodo di transizione ; riduzione progressiva delle multe (prelievo supplementare). Aiuti alla trasformazione dei foraggi essiccati, lino e canapa Laiuto alla trasformazione nel settore dei foraggi essiccati, del lino e della canapa sarà soppresso. Sussidi allesportazione I sussidi allesportazione saranno eliminati entro il 2013.

70 Health check: quote latte 1.abolizione delle quote latte entro il periodo 2014/ le quote rimarranno in vigore fino al 31 marzo atterraggio morbido ( soft-landing ) per giungere in modo meno traumatico alla fine del regime delle quote. 4.Il documento dell health check parla di due ipotesi allo studio: laumento graduale delle quote durante il periodo di transizione; la riduzione progressiva delle multe (prelievo supplementare).

71 Health check: nuove sfide TEMICONTENUTI Gestione dei rischi Una parte dei fondi della modulazione saranno utilizzati per misure di gestione dei rischi. Cambiamenti climatici Lagricoltura europea contribuisce a limitare le emissioni di gas serra. Ma anche è esposta ai cambiamenti climatici (es. andamento aleatorio delle precipitazioni, ecc.) Occorre promuovere pratiche di adattamento a questa situazione. Bio-energie Obiettivi vincolanti: - quota di biocarburanti (10%) - energie rinnovabili (20%) Risorse idriche Gestione sostenibile delle risorse idriche. Biodiversità Fermare il declino della biodiversità


Scaricare ppt "Le motivazioni della riforma Fischler Allargamento e accordi euromediterranei allargamento: + 75 milioni di abitanti + 3,5 milioni di agricoltori difficoltà"

Presentazioni simili


Annunci Google