La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

RISULTATO FUNZIONALE DEL TRATTAMENTO DELLA ROP DOPO 10 ANNI DI FOLLOW-UP A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro, A.Reibaldi A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro,

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "RISULTATO FUNZIONALE DEL TRATTAMENTO DELLA ROP DOPO 10 ANNI DI FOLLOW-UP A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro, A.Reibaldi A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro,"— Transcript della presentazione:

1 RISULTATO FUNZIONALE DEL TRATTAMENTO DELLA ROP DOPO 10 ANNI DI FOLLOW-UP A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro, A.Reibaldi A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro, A.Reibaldi BAIA SAMUELE Ragusa 7-9 aprile 2006 XXXI CONGRESSO S.O.Si

2 Trattamento ablativo Fotocoagulazione laser Criopessia transcongiuntivale 53 bambini affetti da ROP treshold GENNAIO 1987 – APRILE bambini affetti da ROP treshold GENNAIO 1987 – APRILE 2000 SCOPO DELLO STUDIO: Verificare le differenze funzionali e refrattive e linsorgenza di strabismo e complicanze nelle due metodiche

3 Criotrattamento Payne e Patz, 1972 Uemura, 1977 BenSira, 1980 Tasmann, 1985 Criotherapy group, 1988 È indicata in caso di opacità dei mezzi diottrici ( tunica vascolare lentis, cornea, cristallino, vitreo) o in caso di scarsa midriasi

4 Retina avascolare (anteriormente alla cresta) Tempo dapplicazione: sbiancamento retina Criosonda secondo esperienza del chirurgo 2-3 applicazioni per quadrante o contigue se ROP più aggressiva Retina avascolare (anteriormente alla cresta) Tempo dapplicazione: sbiancamento retina Criosonda secondo esperienza del chirurgo 2-3 applicazioni per quadrante o contigue se ROP più aggressiva

5 Landers 1990 Tasman Marsili 1991 McNamara 1991 Reibaldi 1991/92 Benner 1992 Capone 1992 Landers 1990 Tasman Marsili 1991 McNamara 1991 Reibaldi 1991/92 Benner 1992 Capone 1992 Argon verde (514nm) A duplicazione di frequenza (532nm) Diodo (810nm) Argon verde (514nm) A duplicazione di frequenza (532nm) Diodo (810nm) Fotocoagulazione laser con oftalmoscopio Fotocoagulazione laser con oftalmoscopio

6 Retina avascolare (anteriormente alla cresta) Tempo dapplicazione e potenza: in funzione dello sbiancamento della retina numero spots sufficienti a coprire tutte le aree ischemiche Retina avascolare (anteriormente alla cresta) Tempo dapplicazione e potenza: in funzione dello sbiancamento della retina numero spots sufficienti a coprire tutte le aree ischemiche Possibile lindentazione sclerale

7 CRIOLASER N° PAZIENTI2132 MASCHI1214 FEMMINE 918 OCCHI TRATTATI4262 FOLLOW UP10,71 aa (Range 8-15 aa)8,33 aa (Range 6-12 aa) PAZIENTI CON FOLLOW-UP ANNI (GENNAIO 1987 A DICEMBRE 2000) PAZIENTI CON FOLLOW-UP ANNI (GENNAIO 1987 A DICEMBRE 2000)

8 Alterazioni oculari correlate alla ROP vizi refrattivi - miopia elevata strabismo nistagmo Sensoriale Cerebrale

9 Miopia e Rop 1950 FLETCHER E BRANDON: DISMETABOLICA 1993 FIELDER: MIOPIA PREMATURO: -bassa età gestazionale -basso peso alla nascita -ridotta profondità della CA -sfericità del cristallino 1995 HIBINO : RUOLO COMPONENTE LENTICOLARE E ASSILE 2001 FLIDELIUS: RUOLO DELLA SCLERA 2003 MC. NAMARA: MIOPIA E STADIO ROP 2005 MOSKOVIZ: RUOLO DELLA COROIDE

10 ACUITA VISIVA* 5,94 + 2,21 (Media + Dev. Standard) (Range P.L.-10/10) 6,18 + 1,63 (Media + Dev. Standard) (Range 1/20- 10/10) non significativo STRABISMO 14 occhi (33,33%) (6 exo - 8 eso) 11 occhi (17,74%) (4 exo – 7 eso) non significativo NISTAGMO E STRABISMO** 2 pazienti (9,53%) 1 paziente ( 3,12%) non significativo ** in seguito a paralisi cerebrale * visus non del tutto attendibile nei pz più piccoli CRIOLASER

11 REFRAZIONE - 4,96 + 3,82 (Media + Dev. Standard) (Range ) (Media + Dev. Standard) (Range – 8.5) P < 0.05 MIOPI39 occhi (92,85%)40occhi (64.52%) significativo IPERMETROPI3 occhi (7,14%)7 occhi (11.29%) non significativo ANISOMETROPIA 8 pazienti (38,09%) 5 pazienti (15,62%) non significativo CRIOLASER

12 ALTERAZIONI AL POLO POSTERIORE tortuosità vasale restringimento arcate vascolari distorsione ed ectopia maculare piega falciforme distacco retinico trazionale

13 COMPLICANZE SEGMENTO POSTERIORE CRIOLASER TORTUOSITA VASALE RESTRINGIMENTO DELLE ARCATE DISTORSIONE ED ECTOPIA MACULARE PIEGHE RETINICHE PERIFERICHE 12/42 (28.57%) 14/42 (33.33%) 9/42 (21.42%) 7/42 (16.66%) 16/62 (25.80%) 18/62 (29.03%) 8/62 (12.90%) non significativo PIEGA FALCIFORME9/42 (21.42%)8/62 (12.90%) non significativo DISTACCO DI RETINA1/42 (2.38%)1/62 (1.61%) non significativo

14 A.G. nata a 28 sett 9aa Visus OD: sf -6=3/10sc Peso alla nascita: 850 gr. A.G. nata a 28 sett 9aa Visus OD: sf -6=3/10sc Peso alla nascita: 850 gr. CRIO

15 C.G. nato a 28 sett 10aa Visus OS: sf -9=1/50 Peso alla nascita: 790 gr. C.G. nato a 28 sett 10aa Visus OS: sf -9=1/50 Peso alla nascita: 790 gr. OD: sf -6=5/10 CRIO

16 F.R. nata a 26 sett 11aa Visus OD: sf -8=2/10sc Peso alla nascita: 815 gr. F.R. nata a 26 sett 11aa Visus OD: sf -8=2/10sc Peso alla nascita: 815 gr. OS: sf -6=5/10 CRIO

17 D.D.F. nato a 27 sett 3aa Visus OS: sf -4=3/10 Peso alla nascita: 950 gr. LASER

18 R.C. nata a 29 sett 7aa Visus OD: sf -5=7/10 Peso alla nascita: 810 gr. LASER

19 S.P. nata a 27 sett 9aa Visus OD: sf -7=1/50 Peso alla nascita: 890 gr. S.P. nata a 27 sett 9aa Visus OD: sf -7=1/50 Peso alla nascita: 890 gr. LASER

20 Stesso caso 9aa Visus OS: sf -6=7/10 LASER

21 A.P. nato a 28 sett 9aa Visus OS: sf -3=8/10 Peso alla nascita: 990 gr. LASER

22 Stesso caso 9aa Visus Od: sf -4=8/10 LASER

23 Buona esperienza del chirurgo Difficoltà con: scarsa midriasi persistenza tunica vasculosa opacità corneali e/o cristallino Maggiore durata di trattamento Buona esperienza del chirurgo Difficoltà con: scarsa midriasi persistenza tunica vasculosa opacità corneali e/o cristallino Maggiore durata di trattamento LASER versus CRIO Minore incidenza miopia Pari complicanze segmento posteriore No insulto sclerale Cicatrice meno destruente Buon tempo di regressione No apertura congiuntiva Migliore dosaggio e precisione ROP zona I Minore incidenza miopia Pari complicanze segmento posteriore No insulto sclerale Cicatrice meno destruente Buon tempo di regressione No apertura congiuntiva Migliore dosaggio e precisione ROP zona I


Scaricare ppt "RISULTATO FUNZIONALE DEL TRATTAMENTO DELLA ROP DOPO 10 ANNI DI FOLLOW-UP A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro, A.Reibaldi A.Scuderi,L.Franco,D.Farruggio,M.Passarelli,T.Pignataro,"

Presentazioni simili


Annunci Google