La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Luigi Bidoia Scenari strategici per le imprese italiane produttrici di piastrelle in ceramica Sassuolo, 17 dicembre 2007.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Luigi Bidoia Scenari strategici per le imprese italiane produttrici di piastrelle in ceramica Sassuolo, 17 dicembre 2007."— Transcript della presentazione:

1 Luigi Bidoia Scenari strategici per le imprese italiane produttrici di piastrelle in ceramica Sassuolo, 17 dicembre 2007

2 2 Lambiente competitivo I punti di forza I punti di debolezza Lo scenario di previsione Indice

3 3 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lambiente competitivo Invest. mondiali in costruzioni I consumi mondiali di piastrelle Dal 2003 è in atto a livello mondiale un forte ciclo di investimenti in costruzioni che ha consentito ai consumi di piastrelle di continuare ad aumentare a tassi superiori al 6%. Nel 2007 sono stati acquistati nel mondo 8.5 miliardi di m2 di piastrelle milioni di m2 var % annua

4 4 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lambiente competitivo I segnali provenienti dal mercato cambiano radicalmente in funzione della distanza del proprio orizzonte Negli ultimi dieci anni i consumi mondiali di piastrelle sono aumentati ogni anno di quasi 500 milioni di metri quadri. Ogni anno è come se nascessero dal nulla due mercati grandi quanto quello italiano. Nello stesso periodo il mercato italiano e quello dellEuropa Occidentale, Spagna esclusa, non hanno registrato aumenti. Negli ultimi dieci anni i consumi mondiali di piastrelle sono aumentati ogni anno di quasi 500 milioni di metri quadri. Ogni anno è come se nascessero dal nulla due mercati grandi quanto quello italiano. Nello stesso periodo il mercato italiano e quello dellEuropa Occidentale, Spagna esclusa, non hanno registrato aumenti.

5 5 Sassuolo, 17 dicembre 2007 I costi operativi Var. % media annua dei costi operativi Da tre anni il settore sta subendo una forte pressione dal lato dei costi operativi. Il parziale rallentamento stimato nel 2007 riflette i ritardi con cui le dinamiche del prezzo del petrolio si trasferiscono sulla struttura dei prezzi degli input energetici. Lambiente competitivo

6 6 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lambiente competitivo I punti di forza I punti di debolezza Lo scenario di previsione Indice

7 7 Sassuolo, 17 dicembre 2007 I punti di forza I valori medi unitari allexport (euro per m2) La produzione italiana ha creato e presidiato le fasce elevate di prezzo. Italia Spagna Altri Europa Occ.

8 8 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Il potere di mercato delle grandi imprese italiane LUpgrading dellofferta ha consentito alle grandi imprese italiane di contenere le pressioni degli ultimi anni grazie al potere di mercato conquistato: pur a fronte di un aumento dei costi operativi del 5.7% le grandi imprese italiane sono riuscite ad aumentare i margini I punti di forza Variazione del MON

9 9 Sassuolo, 17 dicembre 2007 A partire dallinizio di questo decennio le grandi imprese italiane e, tra queste, soprattutto quelle appartenenti a gruppi con stabilimenti produttivi allestero hanno evidenziato una tendenza al recupero della redditività I punti di forza Le grandi imprese italiane: evoluzione della redditività (ROI) Imprese appartenenti a gruppi internazionali Fatt. > 40 mil. euro

10 10 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Il valore della produzione: imprese italiane Ma ciò è costato in termini di crescita. Le imprese appartenenti a gruppi con stabilimenti produttivi allestero hanno registrato dinamiche del valore della produzione inferiore non solo alle medio grandi imprese, ma anche alle PMI. I punti di forza Tasso di crescita del valore della produzione (media )

11 11 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lambiente competitivo I punti di forza I punti di debolezza Lo scenario di previsione Indice

12 12 Sassuolo, 17 dicembre 2007 I punti di debolezza I principali produttori mondiali (milioni di m2)

13 13 Sassuolo, 17 dicembre 2007 I punti di debolezza Produzione di piastrelle (differenze tra lItalia e i principali produttori) Cina verso Italia Italia verso inseguitori La Cina sta accumulando vantaggi in termini di curva di apprendimento verso lItalia. lItalia sta perdendo quelli verso gli inseguitori. Spagna Brasile Turchia India

14 14 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Le piccole imprese: un confronto con le piccole spagnole I punti di debolezza La situazione delle piccole imprese è sempre più difficile. Evoluzione della redditività della gestione caratteristica (ROI) Imprese spagnole fatt. < 40 mil. euro Imprese italiane fatt. < 40 mil. euro

15 15 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Cash flow in percentuale del valore della produzione delle PMI I punti di debolezza Molte piccole imprese stanno bruciando risorse. Solo una parte è in grado di generare risorse per finanziare la propria crescita.

16 16 Sassuolo, 17 dicembre 2007 La redditività per classe dimensionale (ROI media ) I punti di debolezza Strategie di nicchia Vantaggi da economie Sembrano sostenibili solo due strategie: di nicchia, con bassi volumi di produzione, o di gruppo, in grado di sfruttare tutte le economie, sia dal lato della produzione, che dal lato della commercializzazione e distribuzione

17 17 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lambiente competitivo I punti di forza I punti di debolezza Lo scenario di previsione Indice

18 18 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: scenario di base I consumi mondiali di piastrelle ancora in forte crescita

19 19 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: i rischi I rischi dal lato dei consumi: il mercato americano Prezzi delle abitazioni Numero delle abitazioni iniziate e permessi a costruire migliaia (media mob. 12 mesi) Variazioni tendenziali

20 20 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: i rischi I rischi dal lato dei consumi: il mercato spagnolo Prezzi delle abitazioniOfferta delle abitazioni

21 21 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione Nel breve periodo, quindi, lo scenario di domanda mondiale è favorevole: predominano ancora le opportunità mentre le minacce sono concentrate quasi esclusivamente sul mercato americano

22 22 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: scenario di base Variazione % dei costi operativi per unità di prodotto

23 23 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: i rischi Prezzo del petrolio Brent $/barile Futures petrolio WTI

24 24 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: i rischi Tasso di cambio effettivo reale

25 25 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione: i rischi Tasso di cambio $/Euro

26 26 Sassuolo, 17 dicembre 2007 La redditività: totale campione imprese italiane Lo scenario di previsione: scenario di base ROI ROE

27 27 Sassuolo, 17 dicembre 2007 La redditività (ROE) per classe dimensionale Lo scenario di previsione: scenario di base Fatt. > 40 mil. euro Fatt. < 40 mil. euro

28 28 Sassuolo, 17 dicembre 2007 Lo scenario di previsione E evidente che qualora si realizzassero uno o più dei rischi che minacciano il settore, la situazione, soprattutto delle PMI, risulterebbe …….………. CHE FARE? TROVARE AL PIU PRESTO COMPAGNI DI VIAGGIO E evidente che qualora si realizzassero uno o più dei rischi che minacciano il settore, la situazione, soprattutto delle PMI, risulterebbe …….………. CHE FARE? TROVARE AL PIU PRESTO COMPAGNI DI VIAGGIO


Scaricare ppt "Luigi Bidoia Scenari strategici per le imprese italiane produttrici di piastrelle in ceramica Sassuolo, 17 dicembre 2007."

Presentazioni simili


Annunci Google