La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

La presentazione è in caricamento. Aspetta per favore

Elementi qualificanti una definizione delle buone pratiche nelleducazione interculturale Elena Besozzi Università Cattolica di Milano Convegno nazionale.

Presentazioni simili


Presentazione sul tema: "Elementi qualificanti una definizione delle buone pratiche nelleducazione interculturale Elena Besozzi Università Cattolica di Milano Convegno nazionale."— Transcript della presentazione:

1 Elementi qualificanti una definizione delle buone pratiche nelleducazione interculturale Elena Besozzi Università Cattolica di Milano Convegno nazionale Alunni stranieri in Italia: Linee guida e buone pratiche Brescia, novembre 2005

2 Interrogativi Cosè buona pratica? Cosè buona pratica? Cosa implica parlare di buone pratiche nelleducazione interculturale? Cosa implica parlare di buone pratiche nelleducazione interculturale? Come si arriva a definire una buona pratica? Come si arriva a definire una buona pratica?

3 Definizione di buona pratica ? Tutto ciò che, allinterno di un Tutto ciò che, allinterno di un determinato contesto, consente il raggiungimento di un risultato atteso, misurato nella sua efficienza e nella sua efficacia determinato contesto, consente il raggiungimento di un risultato atteso, misurato nella sua efficienza e nella sua efficacia e può quindi essere assunto come modello, può essere generalizzato o applicato ad altri contesti

4 Cosa implica parlare di buone pratiche nelleducazione interculturale? lidea di integrazione lidea di integrazione la concezione della scuola la concezione della scuola la concezione di educazione interculturale la concezione di educazione interculturale il contesto di analisi il contesto di analisi limpostazione metodologica limpostazione metodologica il tipo di valutazione il tipo di valutazione

5 La concezione di educazione interculturale … rimanda allidea che si ha di integrazione

6 Idee di società e di integrazione Etnocentrismo Etnocentrismo Pluralismo Pluralismo Multiculturalità Multiculturalità Etnocentrismo Etnocentrismo Pluralismo Pluralismo Multiculturalità Multiculturalità tolleranza scambio assimilazione

7 Quale integrazione? AssimilazionelAltro deve diventare simile a me Tolleranza elAltro può esistere inclusione inclusione vicino a me, ma non deve interferire con i valori fondamentali della mia cultura Reciprocità elAltro è risorsa, scambioricchezza di possibilità per me e io per lui

8 Unopzione: leducazione interculturale come pratica dialogica Valorizzazione di patrimoni culturali, codici normativi e linguistici plurimi, cura delle relazioni, degli affetti e dei sentimenti Valorizzazione di patrimoni culturali, codici normativi e linguistici plurimi, cura delle relazioni, degli affetti e dei sentimenti Costruzione di processi di integrazione centrati su un confronto critico, sulla reciprocità, il rispetto, il riconoscimento Costruzione di processi di integrazione centrati su un confronto critico, sulla reciprocità, il rispetto, il riconoscimento

9 Per una discussione sullinterculturalità Analisi del rapporto cultura autoctona/culture altre Analisi del rapporto cultura autoctona/culture altre (quali valori? Quali saperi?) (quali valori? Quali saperi?) Valorizzazione dei patrimoni e dei codici linguistici plurimi e cura delle relazioni (quale comunicazione?) Valorizzazione dei patrimoni e dei codici linguistici plurimi e cura delle relazioni (quale comunicazione?) Riflessioni sui percorsi di integrazione (quale integrazione?) Riflessioni sui percorsi di integrazione (quale integrazione?)

10 La scuola come istituzione e organizzazione culturale Una cultura e un patrimonio culturale da trasmettere? Riproduzione o costruzione? Una cultura mediata tra scrittura, oralità e ipertesti a partire da un fondamento dialogico Una cultura mediata tra scrittura, oralità e ipertesti a partire da un fondamento dialogico Mobilità cognitiva e decentramenti Mobilità cognitiva e decentramenti In viaggio … per sentirsi a casa In viaggio … per sentirsi a casa La danza dellalterità e della somiglianza La danza dellalterità e della somiglianza

11 La cultura scolastica Cultura come sapere/saperi (dimensione cognitiva) Cultura come sapere/saperi (dimensione cognitiva) Cultura come insieme di valori, norme, regole, rituali condivisi (dimensione normativa) Cultura come insieme di valori, norme, regole, rituali condivisi (dimensione normativa) Cultura come sapere organizzativo (dimensione gestionale) Cultura come sapere organizzativo (dimensione gestionale)

12 La valutazione delle buone pratiche Quale valutazione? Quale valutazione? Tipi di valutazione? Tipi di valutazione? Di che cosa? Di che cosa? Come? Come?

13 Analisi di progetti di educazione interculturale. Il caso della Lombardia Una valutazione centrata su unanalisi delle caratteristiche e degli elementi significativi del progetto in relazione a unidea di educazione interculturale come comunicazione Una valutazione centrata su unanalisi delle caratteristiche e degli elementi significativi del progetto in relazione a unidea di educazione interculturale come comunicazione Una valutazione dellimpatto e degli esiti del progetto in relazione al contesto scolastico e quindi unanalisi della capacità trasformativa delle pratiche didattiche e del sistema delle relazioni interne ed esterne alla scuola Una valutazione dellimpatto e degli esiti del progetto in relazione al contesto scolastico e quindi unanalisi della capacità trasformativa delle pratiche didattiche e del sistema delle relazioni interne ed esterne alla scuola

14 Le buone pratiche … Evidenziano il potere trasformativo Evidenziano il potere trasformativodellinterculturalità Mettono in luce i processi e i discorsi Mettono in luce i processi e i discorsi Rilevano e attivano un circuito riflessivo nei soggetti Rilevano e attivano un circuito riflessivo nei soggetti

15 Indicatori per lanalisi o valutazione di progetto Esistenza di un ampio coinvolgimento della realtà scolastica Esistenza di un ampio coinvolgimento della realtà scolastica Esistenza di unampia rete che colloca il progetto nel territorio e attiva una sinergia di risorse Esistenza di unampia rete che colloca il progetto nel territorio e attiva una sinergia di risorse Esplicitazione chiara degli obiettivi, degli strumenti, delle risorse messe in campo, dei criteri di valutazione Esplicitazione chiara degli obiettivi, degli strumenti, delle risorse messe in campo, dei criteri di valutazione Attenzione allincremento di competenze e alla professionalizzazione degli insegnanti e dei diversi soggetti coinvolti Attenzione allincremento di competenze e alla professionalizzazione degli insegnanti e dei diversi soggetti coinvolti Sviluppo di innovazione didattica e metodologica Sviluppo di innovazione didattica e metodologica Produzione di documentazione adeguata e generazione di condizioni di riproducibilità dellesperienza Produzione di documentazione adeguata e generazione di condizioni di riproducibilità dellesperienza

16 Gli elementi portanti di un modello di buone pratiche Rivisitazione dei saperi Rivisitazione dei saperi Sviluppo di un processo discorsivo e inter-soggettivo Sviluppo di un processo discorsivo e inter-soggettivo Sviluppo di una pratica riflessiva Sviluppo di una pratica riflessiva Trasformazione della cultura organizzativa Trasformazione della cultura organizzativa

17 Difficoltà e nodi critici delle pratiche di educazione interculturale Problema del coinvolgimento dellintero corpo docente Problema del coinvolgimento dellintero corpo docente Costruzione di un habitus nuovo Costruzione di un habitus nuovo Difficoltà a lavorare in rete e a ottimizzare risorse e competenze Difficoltà a lavorare in rete e a ottimizzare risorse e competenze Precarietà della durata e della stabilità dei progetti Precarietà della durata e della stabilità dei progetti Carenze nella valutazione dei risultati Carenze nella valutazione dei risultati Debolezza delle strategie comunicative istituzionali Debolezza delle strategie comunicative istituzionali Carenza di attenzione alla formazione di dirigenti e insegnanti Carenza di attenzione alla formazione di dirigenti e insegnanti

18 Un modello di analisi delle buone pratiche La metodologia impiegata: - viene chiaramente delineata in relazione alloggetto indagato (metodologia qualitativa, comunicativa, riflessiva) - sviluppa unanalisi delle condizioni di fattibilità e quindi rileva problematiche, conflittualità, divergenze - consente lindividuazione di ricorsività di situazioni - attiva circuiti riflessivi nei soggetti e nelle relazioni con un esito importante in chiave formativa


Scaricare ppt "Elementi qualificanti una definizione delle buone pratiche nelleducazione interculturale Elena Besozzi Università Cattolica di Milano Convegno nazionale."

Presentazioni simili


Annunci Google